Trajan

Anno di pubblicazione: 
2011
Min giocatori: 
2
Game designers: 
Categoria: 
Sottocategoria: 
Durata del gioco: 
90
Max giocatori: 
4

Commenti

Capricornus Mer, 12 Nov 2014 - 01:45

Mamma mia che giocone!
Se vuoi fare punti nel senato per poter prendere le tessere bonus finali che però ti servono le carte. He puoi prendere solo nel porto,che però se le collezioni,non le puoi spedire per fare altri punti.Se vuoi prendere gli edifici e fare azioni extra ti giochi i bonus finali per i set di edifici.se vuoi espandere l impero e fare punti però devi fare i conti con gli avversari e poi ci sono le richieste del popolo che possono togliere parecchi punti!tutto ciò ė contornato dal mancala che per forza di cose non ti permette di poter fare tutte le azioni e quindi te le devi programmare prima!
Che dire ė un giocone sotto tutti gli aspetti.spiegarlo ė difficile,ma giocarci ė molto semplice,già alla fine del primo trimestre si riesce a padroneggiare.non fonde la testa come altri giochi.
Bello bello bello

Ritratto di Redazione Redazione Mar, 11 Dic 2012 - 14:17

[voto 8] - Il gioco mi ha affascinato da subito per il disegno sul tabellone, l'Europa vista da una prospettiva decisamente romana, ovvero dal centro della Città Eterna. Una volta provato poi sono rimasto anche favorevolmente colpito. Solo 6 tipi di azione a disposizione che con varie combinazioni possono dar specie a diverse combo. Solitamente si ha la tendenza a specializzarsi in qualche settore del tabellone: battaglia, commercio, senato, manodopera. Il gioco necessita di grande programmazione per poter incastrare i vari piatti che sono al centro della meccanica abbastanza originale; questo meccanismo però distoglie l'attenzione circa le strategie degli avversari e quindi, anche se non si può dire che manchi interazione, si rischia di finire a fare un solitario. Il gioco comunque è profondo, con un pizzico di fortuna ma decisamente ben pensato. - [Autore del commento: ottobre31]

Ritratto di raoninja raoninja Sab, 11 Gen 2014 - 05:16

[voto 10] - Bellissimo, Scorre via che è un piacere e alla fine ti lascia l'emozione di vederti piombare addosso una marea di punti.
All'inizio può sembrare caotico ma non lo è affatto. Bella l'ambientazione dell'antica Roma, con il foro l'arco di Traiano in primo piano. Poi la citta di roma e i confini con i legionari che vanno a fare conquiste. Ci si cala veramente nelle gesta di un imperatore romano che deve gestire ogni aspetto del suo impero. Poi attenzione al punteggio finale, non è mai una sorpresa. Ma semplicemente il resoconto di come si è giocato durante la partita. Solo le carte magari sono un po fortunose. Ma le combinazioni vincenti sono molte....quindi.

Daoel Gio, 21 Nov 2013 - 15:41

[voto 7] - è il mio primo Feld e lo trovo troppo cautico. difficile gestire una strategia lineare, è molto legato alla fortuna e soprattutto al caso per via del meccanismo del "mancala". ho fatto diverse partite con 3/4 persone ma non riesce a prendermi. Se uno dei giocatori a metà partita prende il largo con i punti non è raggiungibile facilmente. la risoluzione finale delle combinazioni inoltre può ribaltare l'andamento della partita e da ultimo potresti ritrovarti primo. Forse va giocato più volte per trovare la strategia vincente, ma la meccanica del "mancala" poi è intrigante e asfissiante allo stesso tempo. non consiglio l'acquisto a meno che non siate collezionisti Feldiani...

:-)

Ritratto di Aibindrye Aibindrye Ven, 08 Nov 2013 - 11:07

[voto 8] - Nessun commento

Vendo: Inhabit the Earth, Tragedy Looper, Samara (KS), Swamped (KS), Entropy (KS)
Compro: Twilight Imperium III, Antiquity, Specie Dominanti, Combat Commander Europe, Hammer of the Scots

Boba Ven, 04 Ott 2013 - 10:59

[voto 8] - Pur non essendo amante dei germanici, Trajan mi è piaciuto e non poco.
Ottima la meccanica del mancala, vario nelle possbilità strategiche, ma mai da dar per scontate. Ambientazione pretestuosa tipica del genere, ma ben confezionata, ottimi materiali.
La sensazione è che soffra meno, rispetto ad altri german, del fattore "capolista in fuga" imprendibile.
Bello.

Ritratto di Pupina Pupina Gio, 26 Set 2013 - 10:31

[voto 8] - Anche un 8.5
Il gioco è bello e raffinato.
Mi piace molto Feld e questo è, a parer mio, uno dei suoi titoli migliori.
Peccato per l'ambientazione che, come al solito, non è particolarmente sentita e presente.

Si scopre più su una persona in un'ora di gioco,che in un anno di conversazione.
IMAGE(http://boardgamegeek.com/jswidget.php?username=Pupina84&numitems=9&header=1&text=title&images=small&inline=1&show=recentplays&imagewidget=1)

Pilota Mer, 25 Set 2013 - 17:15

[voto 9] - Ottimo gioco con una meccanica se non proprio innovativa, almeno diversa dalle solite. Non è propriamente un gioco per tutti anzi, la complessità del meccanismo stesso rende il gioco frustrante a chi non è grado di prevedere qualche mossa in avanti.

emanueles Ven, 13 Set 2013 - 23:12

[voto 7] - Davvero difficile gestire al meglio la rotazione dei segnalini colorati nelle ciotole e c'è sempre il rischio di incartarsi. L'ambientazione è del tutto assente, ma il gioco scorre bene e le azioni sono parecchie e ci sono diversi modi di fare punti. Il gioco è forse più piacevole in 2 che in 4, data la durata che inevitabilemente si dilata giocando in 4. Sono presenti diversi elementi aleatori anche se nelle partite che ho fatto non mi sono sembrati troppo determinanti. La fortuna può però dar fastidio a molti. La grafica poteva essere sicuramente curata un po' di più anche se è comunque accettabile. Nel complesso un buon gioco che rigiocherei volentieri.

ndrius Gio, 12 Set 2013 - 13:32

[voto 8] - Grande gioco, con il mancala che la fa da padrone sul gioco e con tanti sottogiochi che permettono di fare punti in molti modi...se giocato con attenzione e programmazione concede partite tiratissime ed emozionanti, decise spesso dai bouns finali! L'ambiantazione è posticcia come in molti giochi di Feld, la scalabilità ottima da 2 a 4 giocatori...gioco caldamente consigliato a chi ama i German, ancor più a chi ama Feld!

Peppe74 Mer, 04 Set 2013 - 11:51

[voto 6] - Riconosco al gioco una profondità e l'indubbia originalità della meccanica base,...ma che volete? Mi annoia da morire

Goblin Magnifico
http://www.goblins.net/articoli/notizie-goblin-magnifico-2015

ILSA-Informazione Ludica a Scatola Aperta
http://www.ilsa-magazine.it

cgb Gio, 29 Ago 2013 - 17:40

[voto 9] - bellissimo gioco i turni sembrano corti piacerebbe quando si gioca in due usare il percorso dei quattro

renard Mer, 07 Ago 2013 - 00:51

[voto 8] - Gioco con tanti sottogiochi uniti dalla geniale meccanica del mancala. Sicuramente da provare più volte prima di riuscire a padroneggiarlo. Lascia comunque un po' la sensazione che sia solo uno sterile esercizio di logica, col cervello che va in fumo cercando di prevedere le prossime mosse del vostro mancala, per cui spesso ci si astrae dal resto del gioco e dalle mosse degli avversari, ma comunque resta un gioco interessante, quanto meno da provare vista la penuria di giochi che introducono meccaniche nuove. Resto convinto che questa meccanica, molto interessante, potesse essere implementata meglio in un gioco più organico.
Voto 7.5

l'importante è vincere!

Partite recenti:

[img]http://boardgamegeek.com/jswidget.php?username=renard&images=small&numitems=10&show=recentplays&imagepos=left&inline=1&imagewidget=1[/img]

kenparker Mar, 02 Lug 2013 - 16:54

[voto 8] - Il gioco gira intorno al meccanismo del mancala. Stefan Feld, che non si è mai distinto per giochi ben ambientati, propone un altro giocone con meccaniche riuscite e ambientazione nulla. Probabilmente Trajan è al momento il suo gioco più complesso e permette ai giocatori di scegliere ad ogni turno tra sei differenti azioni. L'originalità del titolo sta proprio nel fatto che le azioni scelte possono essere eseguite solo se il mancala ci termina sopra il proprio movimento. In virtù di questo riuscito meccanismo Trajan offre una buona interazione e la necessita al tempo stesso di fare un'attenta programmazione. Durante la partita si avrà la tendenza a specializzarsi in qualche settore del tabellone: battaglia, commercio, senato, manodopera. Il gioco non ha lunghi tempi morti ma rischia di portare i giocatori a concentrarsi solo sul proprio mancala perdendo di vista l'andamento delle plance degli altri giocatori. Personalmente trovo molto bella la prospettiva del tabellone che mostra una visione dell'Europa partenzo dal Senato di Roma.

ho appena giocato a: IMAGE(http://boardgamegeek.com/jswidget.php?username=ottobre31&images=small&numitems=10&show=recentplays&imagepos=left&inline=1&imagewidget=1) ">http://www.phpbb.com/][img]http://boardgamegeek.com/jswidget.php?usernam...

monfa72 Gio, 02 Mag 2013 - 13:49

[voto 7] - qui la fortuna non vi assisterà semplicemenrte perchè non c'è! se vuoi vincere devi elaborare la strategia migliore e ruotare le pietruzze colorate con abilità e decisione!

Ci sono luoghi in cui si può giungere senza muoversi da casa
soltanto aprendo le porte della fantasia.
I loro nomi non compaiono su nessuna carta geografica
semplicemente perchè non esistono.
Eppure per chi li visita sono più veri e seducenti che mai.

Faustoxx Sab, 23 Mar 2013 - 18:52

[voto 8] - Voto: 8

Giocone alla Feld con tutti i tratti peculiari dei suoi giochi : possibilità di fare punti in molti modi, tema totalmente avulso dalle meccaniche, molti minigiochi all'interno del gioco principale.

Prova meno riuscita di altre sue creazioni ; gioco che mi sembra difficilmente controllabile, tuttavia piacevolmente interessante per i miei gusti.

Gioco per gamers esperti e motivati. L'ho riscoperto da quando è possibile giocarlo online.

ILSA -Informazione Ludica a Scatola Aperta
http://www.ilsa-magazine.net

BerenBar Sab, 09 Mar 2013 - 17:01

[voto 8] - Ottimo titolo, ben pensato e con un bilanciamento tra tattica e strategia.
L'originalità del sistema del mancala ad inizio turno si sposa bene con altre soluzioni più comuni nello stile dei giochi di gestione e piazzamento. Buona anche la scalabilità.
Può spaventare il neofita il numero di opzioni e le tante parti del tabellone da tenere sott'occhio. Ma è grazie a questo che il gioco si presta a molti modi diversi di vincere.
In complesso belli anche i materiali e le grafiche scelte (molto leggere).
Si sente meno l'ambientazione.

bodybuilder Sab, 24 Ago 2013 - 18:25

[voto 4] - meccaniche: mancala, set collection, piazzamento
regolamento: chiaro
interazione: molto bassa, quasi un solitario
scalabilità: buona da 2 a 4
durata: rispetta i tempi dichiarati
componenti: abbastanza buoni, rispetto al terget di Feld
ambientazione: inesistente, completamente astratto
fattore fortuna: presente nella pesca delle carte
originalità: inserire il mancala come meccanismo di scelta delle azioni è sicuramente originale, a Feld su questo non si può dire niente!
dipendenza dalla lingua: nessuna
longevità: medio-bassa
conclusioni personali: sono sempre stato scettico dal prenderlo perchè non mi ha mai convinto, ho voluto comunque provarlo ed è stato più che noioso, ok sappiamo che a Feld non importa niente dell'ambientazione, ma questo gioco non ha un senso vero e proprio, l'unica cosa carina e originale è il mancala, ma il resto è un piattume. una grande delusione

Ritratto di Innominato76 Innominato76 Mar, 29 Gen 2013 - 23:43

[voto 9] - Ottimo titolo, non impegnativo, ma non superficiale. Il meccanismo del mancala sottrae il gioco alla banalità! Forse, alcune soluzioni offrono possibilità più cospicue per ottenere punti vittoria finali, rispetto ad altre (vedi collezionare tessere coi lavoratori). Io ho avuto la possibilità di giocare più volte a 2, 3 e 4 giocatori: il gioco diventa più impegnativo e interessante in 4, dove le possibilità di gioco vengono ostacolate dagli altri (indirettamente... anche se, a volte, portando avanti il mio gioco, qualche bastardata l'ho elargita con soave gusto, o, ahimè, mi sono visto sottrarre una risorsa per cui avevo pianificato con il meccanismo delle ciotole!). Il voto è 8,8. Consigliato.

Ho giocato a:

IMAGE(http://boardgamegeek.com/jswidget.php?username=Ivan76&numitems=10&text=title&images=small&show=recentplays&imagesonly=1&imagepos=center&inline=1&addstyles=1&domains%5B%5D=boardgame&imagewidget=1)

Ritratto di Leles Leles Mer, 02 Gen 2013 - 03:26

[voto 8] - Mi è piaciuto molto, e sarebbe anche un 8,5 il voto. Materiali davvero belli e meccaniche ben integrate. Un po' freddo forse per via della ambientazione appunto un po' appiccicata. Tuttavia le diverse azioni hanno una loro logica e non risultano giustapposte. Il fattore fortuna mi sembra molto basso e comunque controllabile. Strategie varie. L'interazione c'è (senato e campagna militare soprattutto) anche se, di fatto, si risolve in un ostacolare gli altri, quindi un po' limitata in questo. Il mancala e geniale: tosto ma controllabile, anche per i colori. Durata ben contenuta per un titolo di tale profondità (30 min reali a giocatore).

Non sono le nostre capacità che ci dicono chi siamo veramente, sono le nostre scelte!

Ritratto di demian demian Mar, 25 Dic 2012 - 12:05

[voto 10] - Il meccanismo del mancala, nel gioco, rappresenta il motore intorno al quale si muovono le azioni che possiamo svolgere. Intenso, mai banale e impegnativo come non pochi giochi di Feld. Amo questo autore!!! Sappiatelo.

Ritratto di beorn beorn Lun, 07 Ott 2013 - 13:48

[voto 8] - Bel tedescone molto astratto, abbastanza cervellotico per via del mancala, ma ad ogni partita si rimane sempre molto soddisfatti! Le strategie per arrivare alla vittoria sono davvero tante e degni di nota sono anche il bilanciamento, la scalabilità ottima da 2 a 4 e la durata che è di massimo 2 ore(in 4). La gestione del mancala offre una sfida originale e profonda, il voto sarebbe un 8,5.

Possiamo soltanto decidere cosa fare con il tempo che ci viene concesso.

Rotilio Mer, 11 Set 2013 - 16:54

[voto 8] - Il meccanisco del mancala è splendido ....sembra facile ma è complesso far l'azione che si desidera..
Gran gioco che regala grandi soddisfazioni e lascia sempre la voglia di rigiocarci
La grafica poteva essere piu' curata come per l'ambientazione

Flatulo Gio, 15 Nov 2012 - 17:46

[voto 8] - Originale, sempre avvincente, tante cosa da fare. Non ci si annoia mai. Una delle più belle sorprese dell'anno

Se dico "seguitemi miei pugnaci", voi dovete seguitare et pugnare! (Brancaleone da Norcia) Flatulo

linx Mar, 13 Nov 2012 - 17:46

[voto 7] - Sarebbe un 7,5. Approssimo verso il basso per marcare l'inferiorità agli altri titoli di Feld che ho provato.
Il gioco è bello, ma con una curva di apprendimento alta, se si vuole apprezzare la varietà di strategie applicabili e non limitarsi invece a continue scelte tattiche senza arrivare al controllo sul gioco.
Concettualmente è un'accozzaglia di sottogiochi nobilitata solo dal meccanismo del Mancala, slegato da tutto il resto tranne le tessere Traiano. Le quali sono decisamente potenti per obbligare i giocatori a metterle in cima alle proprie priorità.
La possibilità di fare una strategia trovo invece passi più che altro dalle azioni bonus e dai segnalini +2 che permettono di valorizzarle. Cioè lontano dal meccanismo centrale difficilmente controllabile a lungo.

Il confronto è stimolante a 2 condizioni:
che ci sia la volontà potenziale dell'interlocutore a cambiare opinione;
che nessuno si senta depositario di verità assolute. Dubitare è uno strumento per arrivare alla "verità".

sepultura Gio, 18 Ott 2012 - 14:55

[voto 7] - Giocato una sola volta e non mi sono divertito più di tanto. Ho trovato la meccanica di piazzamento con i vassoi e i segnalini colorati troppo deterministica: alla fine si finisce per andare a tentativi o cmq svolgere l'azione che meglio capita di fare prima precludendo ogni possibilità di pianificazione strategica a medio e a lungo termine. Il fatto che ogni azione assegni immediatamente punti post-piazzamento più altri punti legati al raggiungimento di obiettivi e alla collezione di set di oggetti è spesso sinonimo di ambientazione appiccicata, quale è in effetti anche per questo gioco. Buoni i materiali e bella la grafica del tabellone, ma nel complesso mi sembra un gioco abbastanza sopravvalutato.

Ritratto di Agzaroth Agzaroth Ven, 17 Ago 2012 - 15:07

[voto 7] - Buon gioco ma inferiore ad altri di Feld. Il meccanismo delle azioni è un gioco nel gioco, molto slegato da tutto il contesto. Struttura a minigiochi che non mi ha entusiasmato.

(noi) non indulgemmo né a noi stessi né ad altri
IMAGE(<a href="http://i.imgur.com/Sad4cBu.jpg)">http://i.imgur.com/Sad4cBu.jpg[/img]

buerandagio Gio, 09 Ago 2012 - 20:06

[voto 7] - gioco sicuramente non semplice, perché ogni mossa che si fa è determinante per il futuro della partita. il sistema di gioco è assolutamente curioso e innovativo. davanti a questo gioco ho visto persone entusiaste ed altre completamente deluse... personalmente mi metto a metà tra loro: non ci giocherei tutti i giorni, ma se mi venisse proposto non direi mai di no

dmc977 Mer, 20 Giu 2012 - 15:31

[voto 8] - E' un gioco che divide, o lo ami o lo odi. E' freddissimo, astratto e un pò cervellotico, con poca interazione e impossibilità di pianificare nel lungo termine, ma solo al massimo per 2/3 turni consecutivi. D'altra parte, ha meccaniche elegantissime, la gestione del mancala è complessa e affascinante, le strategie e i modi di fare punti sono molte, e scegliere l'azione o la tessera giusta è sempre una sfida notevole e appagante. Feld a mio parere conferma di avere una testa quadrata, e resta uno dei miei autori preferiti.

Ritratto di renberche renberche Lun, 02 Dic 2013 - 20:14

[voto 8] - Longevità: 1,5
Regolamento: 2
Divertimento: 1,5
Materiali: 2
Originalità: 1,5

Totale approssimato 8. Gioco in se molto bello (interessante l'uso dei segnalini colorati nella mancala), tattico e non facile;
Difetti: tempo di preparazione lungo, ambientazione per niente sentita.

Ritratto di Miki76 Miki76 Gio, 24 Mag 2012 - 09:17

[voto 8] - Divertentissimo. A me i materiali piacciono. Qualcuno afferma che non c'è interazione tra i giocatori, non è vero, chi afferma ciò contro di me perde ;)
Qualcuno afferma che è freddo...forse un pochino, ma io l'ambientazione la trovo sufficiente, freddo come può esser caylus o puerto rico.
Secondo me chi lo critica si è fatto assorbire totalmente dal mancala, che essendo di difficile utilizzo ti ruba tutta l'attenzione che si pone alle mosse altrui per l'interattività e alla seppur lieve ambientazione.

Gioco sempre in due.
Vendo: Martinique, Khet:the laser game, Chicago Express, LaGuerraDell'Anello.

Pino75 Gio, 17 Mag 2012 - 14:02

[voto 9] - L'ho preso da poco ma gli ho messo un voto alto perché alla prima partita mi è piaciuto tantissimo...spero che con il tempo il voto si mantenga tale...

Ritratto di mr_jones mr_jones Dom, 29 Apr 2012 - 11:32

[voto 7] - Nessun commento

IMAGE(http://s12.postimg.org/3obm9k6cd/ds2.jpg)
"And there was war in heaven: Michael and his angels fought against the dragon; and the dragon fought and his angels.."
Revelation 12:7

digio Dom, 29 Apr 2012 - 10:42

[voto 8] - Giocato 1 volta; voto 8
Inizialmente ( forse per via della brutta grafica ) non gli davo una cicca. Poi giocandolo mi sono divertito e fare le azioni con sistema della mancala. La partita poi è stata avvincente fino alla fine, con molte possibilità di fare punti. assolutamente da non trascurare l'azione senato, perché a fine partita offre molti punti.

ciò che il bruco chiama fine del mondo, gli altri la chiamano farfalla.

cikin69 Gio, 26 Apr 2012 - 00:01

[voto 8] - 8.5.
Il meccanismo del mancala porta nuova linfa al genere german game.
Non aspettatevi un gioco calato nell'ambientazione, solo puro stile german, con un pizzico di alea e qualche difficoltà a governare le ciotole.
Molte possibilità di arrivare alla vittoria (sempre aperta) mentre i turni scorrono via velocemente.Tanto bello quanto elegante.

Ritratto di Darrell_Standing Darrell_Standing Gio, 24 Mag 2012 - 09:09

[voto 7] - 7-3-2012: dopo due partite rimane la sensazione di un gioco di ottime potenzialità, con una buona varietà di scelta e che si lascia giocare piacevolmente. Rimane però anche l'impressione che il meccanismo del mancala (il vero tratto originale del gioco, davvero notevole) sia controllabile solo fino a un certo punto. Sicuramente dopo la prima partita ci si abitua. Sembra infine che alcune strategie non siano bilanciate benissimo tra loro, e che alcune siano più potenti di altre. Voto effettivo 7.5 ma anche voglia di rigiocarci.

IMAGE(http://boardgamegeek.com/jswidget.php?username=Baol&numitems=10&text=none&images=small&show=recentplays&imagesonly=1&imagepos=right&inline=1&domains%5B%5D=boardgame&imagewidget=1)

Grifis Mer, 29 Feb 2012 - 10:52

[voto 8] - Provato a PisaCON 2012. Il gioco mi è decisamente piaciuto: meccaniche carine con alcune piacevoli novità (l'utilizzo delle ciotole/conchette in cui si spostano i barrel e con i quali si determinano le azioni è proprio una bella idea), grafica non male e durata onesta.

Forse ci sono sin troppi modi di fare punti e forse l'interazione fra i giocatori è un po' scarsina, ma nel complesso ho avuto l'impressione di avere davanti un buon titolo. Certo, per capire meglio se le cose stanno veramente così dovrò riprovarlo, ma la voglia di fare qualche altra partitella a Trajan c'è tutta! Aggiornerò il mio voto in un prossimo futuro.

Buon gioco a tutti!

zannone Gio, 23 Feb 2012 - 17:36

[voto 7] - Gioco vietato ai neofiti, molto intricato e di difficile attuazione.

Le ciotole sono fondamentali e ci vuole un po' di pratica per dominarle, da rigiocare al piu' presto

blackholexan Lun, 11 Mar 2013 - 20:12

[voto 6] - Premessa 1: 2 partite all'attivo, entrambe in 4.

Premessa 2: Si sconsiglia vivamente di giocare se si ha difficoltà di concentrazione o si è grandi pensatori (il rallentamento sul gioco può essere..... distruttivo).

Ero partito fortemente prevenuto su questo titolo: a me, in generale, le ambientazioni appiccicate danno estremo fastidio. Inoltre commenti e regolamento mi avevano lasciato piuttosto perplesso.
La prima partita è servita ad attrarmi pesantemente ad approfondire il titolo. Dominare le ciotole richiederà tempo ma il gioco in se, è complesso ma non complicato. Le regole sono ben spiegate e comprensibili: è la meccanica che va capita bene e giocando risulta più semplice.

Molte vie di vittoria, molte strategie, molti fattori di setup randomico (il setup è abbastanza lungo senza un organizer per i moltissimi materiali) per aumentare la longevità.
Certo: è freddo/freddissimo, ma il gioco è chiaramente una bella sfida per gli amanti del genere.
I materiali sono molto ben fatti, la grafica è scarna ed essenziale ma di facile lettura.

Mi riprometto di rivedere il voto (verso il basso o l'alto) dopo qualche partita in più (e magari anche in meno di 4 per verificarne la scalabilità).

Edit: dopo svariate partite abbasso il voto per l'insopportabile sensazione di slegata che ha ogni azione alle altre. non fa per me poichè non mi diverte affatto

Si può scoprire di più su una persona in un'ora di gioco, che in un anno di conversazione. [[b]Platone[/b]]

bruces Sab, 04 Feb 2012 - 13:29

[voto 8] - Ho fatto la prima partita ieri sera. A me è piaciuto. Originale il meccanismo di determinare l'azione, ottieni punti in tanti modi diversi. Non ho capito dove si trova la componente di fortuna, il tutto mi sembra assolutamente gestibile.
I materiali sono ottimi. Mi ha un pò ricordato Notre Dame. Sicuramente ci giocherò nuovamente.

ShinjiIkari Dom, 22 Gen 2012 - 20:14

[voto 8] - Giocato alla GobCon Deluxe '12, molto bello, astratto (l'ambientazione è un casuale, poteva essere una qualunque altra) ma questo non è un difetto, e se proprio ne devo trovare uno è la plancia poco leggibile... nel complesso divertente ed allo stesso tempo complesso nello svolgimento. Da provare.

adams Mer, 18 Gen 2012 - 16:14

[voto 7] - il meccanismo "mancala" è veramente originale e interessante, e da solo vale il gioco.
per il resto l'ho trovato "sovraccarico": 2 o 3 tipi di azioni sono "di troppo" (navi, carte merci, tessere traiano...), e sembrano messe lì solo per riempire il gioco in qualche modo...
comunque le sole 2 partite che ho giocato forse sono insufficienti per valutare completamente un gioco abbastanza complesso.

ANON5439 Lun, 16 Gen 2012 - 13:01

[voto 5] - bello bello bello!!!
magari! purtroppo il gioco non mi e' piaciuto per niente.
il mancala e' poco controllabile (badate bene: poco, non per niente), ed e' impossibile pianificare e prevedere le mosse degli altri.

ambientazione insignificante e posticcia

ma soprattutto, passato il primo anno, non rimane piu nulla o quasi da fare (edifici andati quasi tutti via, territori per la guerra quasi tutti completati) quindi non vedo perche prolungarlo per altri 3 anni ...

e' di una noia e ripetitivita' pazzeschi! chi ha giocato a notre dame, nell'anno del dragone sa di cosa e' capace di fare feld ....
qui ha fatto un errore!

Izraphael Lun, 16 Gen 2012 - 09:46

[voto 5] - commento basato su poche (meno di 5) partite

Un paio di partite, e nessuna voglia di rigiocarci: davvero troppo troppo troppo freddo e con un tipo di interazione che non mi piace... sinceramente non mi sembra neanche di giocare.
A livello di design nudo e crudo il prodotto è sicuramente pregevole: l'insieme di mini-games legati dal mancala è intrigante, il gioco è abbastanza pulito e con un po' di fantasia si riesce a trovare il fil rouge che lega tutto quanto e che porta al risultato finale. Insomma, mi rendo conto che a molti può piacere.
Ma, ahimé, non mi diverte: più che un gioco, mi sembra un esercizio di stile da parte di Feld. Da qui il 5, che non vuol essere una stroncatura secca (se vi piace il genere potrebbe diventare il vostro gioco preferito) ma che purtroppo non può non tenere di conto della mia delusione.

aledrugo1977 Mar, 31 Gen 2012 - 01:10

[voto 5] - Una sola partita: da rigiocare.

PREMESSA: altamente non indicato a neofiti o a chi ha problemi blandi di concentrazione.

Una cosa è evidente dopo pochi secondi di gioco: freddissimo. Poteva trattarsi della pulizia di un circo nel corso delle esibizioni come dell'andamento dell'infezione del colon di un pensionato. Le meccaniche di gioco in sé avrebbero retto comunque. In altre parole l'ambientazione è un pretesto.

Si tratta di un gioco composto da tanti sotto giochi: le ciotole, il piazzamento, le maggioranze eccetera. Ricorda nulla? A me sì: rientra nella categoria hardcoregermangamers, è un Vinhos fatto meglio. Il che non implica però che sia un bel gioco in quanto Vinhos a mio parere è davvero pessimo.

Personalmente non posso quindi negare la bellezza "meccanica" asettica del gioco. Ciò non di meno inizio a chiedermi il perché di tutto ciò: il mancala con l'Impero Romano con match di colori e minigiochi in solitaria? Perché dovrebbe essere un gioco?
Lo riproverò, forse. Di Feld forse The Year of the Dragon era il limite estremo di astrazione che personalmente sono in grado di apprezzare. Qui siamo davvero troppo oltre.

Longevità: 0
Regolamento: 2
Divertimento: 0
Materiali: 2
Originalità: 1

Ritratto di luigi23 luigi23 Mer, 11 Gen 2012 - 17:55

[voto 6] - Il voto reale sarebbe 6,5. Il sistema dei piattini legato alle tessere e all’arco di traiano è bello e non è vero che sia ingestibile, pianifichi tranquillamente almeno tre mosse e spesso puoi cambiare all’ultimo in seguito alle mosse degli avversari. Bello anche il sistema di avanzamento della partita legato sempre ai segnalini azione che girano nei piattini. Buoni anche i materiali, bellissima la grafica della scatola, appena accettabile la grafica di tabellone schede giocatore e materiali. Quello che proprio non và è l’assoluta mancanza di ambientazione, il miscuglio di giochini completamente slegati tra loro (e la guerra, che tutto è tranne che guerra è veramente brutta!), la mancanza di mordente che ti porta noia. La mancanza di strategia a lungo termine, si vive sulle tre mosse al massimo. Pochissima longevità. E poi qualcuno mi sa dire a che servono tutti quegli omini? 15! Qualcuno è riuscito ha usarne più di 4/5?
Dargli 9 come a Caylus o Brass…. Non li vede nemmeno con il telescopio!

Il miglior gruppo di amici giocatori al mondo!! http://www.giocatredici.it

I giochi che cerco: Pitch Car ext 1, Coal baron, Castles of Mad King Ludwig, Medina, Murano, Village port

acid_tdk Mer, 11 Gen 2012 - 15:07

[voto 9] - Questo è stato uno dei giochi che mi è piaciuto di più dopo Essen un pò di fortuna è presente ma in molti casi con una giusta strategia riesci a fregartene abbastanza secondo me

pdp Mer, 11 Gen 2012 - 14:43

[voto 9] - Gran gioco, la variabilità di strategie, la pianificazione in base ai possibili bisogni del popolo, che impongono oltre ad una strategia di massimizzazione dei punti anche una di contenimento delle perdite, la necessità di calcolare in anticipo tramite la ruota delle azioni e molto altro lo rendono un titolo molto rigiocabile e godibile.

In attesa di Essen...

Ritratto di pennuto77 pennuto77 Mer, 11 Gen 2012 - 08:21

[voto 9] - Un vero gioiello, nuovo, diverso ben amalgamato nelle sue differenti meccaniche e mai facile da gestire. Poca Alea che difficilmente determina il vincitore e molta pianificazione a breve e medio termine. Affascinante e profondo!

nakedape Mar, 10 Gen 2012 - 22:22

[voto 8] - Fosse per me il gioco sarebbe un nove puro, anche nove e mezzo. Purtroppo la mancanza di elementi carismatici o fortemente ambientati ne fanno un giocone splendido, ma ahimè un poco arido. Non avrà molta presa su chi non ama i giochi astratti. Gli elementi aleatori del gioco sono assolutamente domabili e aggiungono un grande dinamismo alle partite. Vince il più bravo. Chi sa gestire meglio gli imprevisti e chi sa come cambiare rotta quando è necessario. I sottogiochi impongono atteggiamenti diversi. Ad esempio il mercato ricorda straordinariamente il mercato azionario di una volta, dove si affrontano rischi e dove bisogna imparare a tenere duro o a vendere al momento giusto. Contemporaneamente nelle guerre vince chi si espande meglio, stessa cosa per le costruzioni...
Gli elementi aleatori sono bilanciati dalle tessere obiettivo e dalla statistica (nè più nè meno che in Principi di Firenze). Feld premia la costanza in ogni settore, ma al tempo stesso bastona chi non sa adattarsi alle situazioni. Questo rende le partite frizzanti e adrenaliniche, ma fa anche sì che venga premiato chi meglio riesce a coniugare tattica e strategia.
Se si fosse riuscito ad ambientarlo meglio sarebbe stato un capolavoro epocale.

Un mondo di cialtroni, opportunisti e a volte entrambe le cose.
Ogni tanto un fiore.

Deiv Mar, 10 Gen 2012 - 20:00

[voto 6] - Gioco ancora da decodificare... sembra complicatissimo e poi si spiega in 15 minuti...
Sottolineo i FASTIDIOSI elementi di alea mal introdotti: i bisogni del popolo, ma SOPRATTUTTO l'ordine con cui escono gli obiettivi e le merci...
Forse chiuso in fretta e superficialmente da Feld che dopo aver messo in piedi il meccanismo piacevole del "mancala-placement" con inutile overlay del matching di colore, non riesce a far quadrare poi l'intero gioco, che alla fin fine non è del tutto spiacevole... per ora 6 ma potrei abbassare a 5 dopo un altro paio di partite...

Uso dell'apostrofo: po', un altro, un'altra, qual è. Uso dell'accento sui monosillabi, solo in caso sia distintivo: su &quot;so&quot;, &quot;qui&quot; e &quot;fa&quot;, l'accento non va.

Corsaro Mar, 10 Gen 2012 - 19:57

[voto 4] - Da appassionato di German e del bantumi sono andato ad acquistarlo a botta sicura.

Per quanto mi riguarda e' stata una grandissima delusione... Meccaniche di gioco interessanti, ma totalmente appiccicate ad un'ambientazione che non si percepisce minimamente. Il meccanismo del mancala non e' malvagio.. Ma e' inserito in un contesto che proprio non mi piace.

Come in altri giochi di Feld, esistono milioni di modi per fare punti.. In generale ho la sensazione che l'autore non si sia impegnato a fondo per creare qualcosa di realmente nuovo.

A questo titolo preferisco 1000 volte Castles of Burgundy.. Che seppure astratto mi e' sembrato molto più' contestualizzato e piacevole da giocare (costruisci palazzi.. Allevi bestiame.. Ecc..)