Le Havre: The Inland Port

Gioco da Tavolo (GdT)
Anno: 2012 • Num. giocatori: 2-2 • Durata: 30 minuti
Sotto-categorie:
Strategy Games

Recensioni su Le Havre: The Inland PortIndice ↑

Articoli che parlano di Le Havre: The Inland PortIndice ↑

Eventi riguardanti Le Havre: The Inland PortIndice ↑

Per questo gioco non ci sono eventi, se vuoi puoi contattare la redazione per pubblicare degli eventi collegati a questo gioco.

Download Le Havre: The Inland Port: Scarica documenti, manuali e fileIndice ↑

Per questo gioco non ci sono recensioni, se vuoi puoi contattare la redazione per pubblicare una tua recensione.

Mercatino, annunci per vendere ed acquistare Le Havre: The Inland PortIndice ↑

Offerte di giochi (annunci di vendita / scambio)

Nel seguente elenco sono presenti tutti gli annunci che hanno il gioco da tavolo Le Havre: The Inland Port in vendita singolarmente oppure all'interno di un lotto di giochi con eventualmente indicata la disponibilità ad effettuare scambi.

Annuncio Tipo Prezzo Scambi Consegna Spese sped. Utente Data
Le Havre ancora in porto Offro gioco singolo €13.00 Consegna a mano, Spedizione €9.00 angydragon 07/01/2017

Video riguardanti Le Havre: The Inland PortIndice ↑

Per questo gioco non ci sono recensioni, se vuoi puoi contattare la redazione per pubblicare una tua recensione.

Gallerie fotograficheIndice ↑

Le Havre: The Inland Port: voti, classifiche e statisticheIndice ↑

Persone con il gioco su BGG:
3767
Voti su BGG:
2205
Posizione in classifica BGG:
670
Media voti su BGG:
7,04
Media bayesiana voti su BGG:
6,61

Voti e commenti per Le Havre: The Inland Port

Voto gioco:
8

In effetti con Le Havre, questo titolo ha in comune solo il nome.
A parte questo il gioco mi è piaciuto molto. In particolare ne apprezzo le dimensioni ridotte ideali per portarselo in viaggio ed i tempi di preparazione estremamente limitati rispetto al fratellone.

Gli edifici offrono molteplici possibilità di creare combo lo rendono un titolo interessante.

Voto gioco:
7

Bel gioco da viaggio che riprende solo vagamente le atmosfere del vero Le Havre.
Materiali essenziali, forse troppo, più che uno sviluppo di Le Havre sembra uno spin-off di idee di Rosenberg, un misto di Ora et Labora e della parte di city builder di Le Havre.
Discretamente profondo per essere un gioco da viaggio, temo non abbia particolare longevità a causa del numero e soprattutto dell'ordine fisso di apparizione degli edifici.
Comunque ben bilanciato, manca forse di qualche dettaglio per farne un piccolo gioiellino... Un po' di trasformazione delle risorse, un numero di edifici maggiore, magari diviso per gruppi e non necessariamente vincolati ai Round...
Tenere poi il conto dei turni svolti non è così immediato, bastavano due segnalini e una traccia nella plancia di riepilogo degli edifici...
Direi un 7 pieno, anche qualcosina di più, ma la sensazione è un po' quella di un 8 mancato.

Vendo tanti BG come nuovi...

Voto gioco:
6

Sarebbe un 6,5. Oggettivamente gira bene, ma è di una freddezza notevole anche per un german game.
I tassellini piuttosto piccoli e la necessità di guardare sempre gli edifici dell'avversario per decidere se utilizzarli o meno non vanno molto d'accordo...

Voto gioco:
6

Sono d'accordo col recensore. Un gioco che ci si deve mettere il cappotto pure d'estate per quanto è freddo! Non so... con questo titolo l'autore, che mi piace, per intenderci, ha fatto un po' il furbetto:
ha usato una bella meccanica già nota in Ora et Labora, il nome di un gioco di gran successo, e con 4 pezzi di cartone, 3 di legno ed uno di plastica ha fatto uscire un giochino con nulla di nuovo dentro.
Ho trovato per altro il gioco molto ripetitivo, ed i pezzettini in formato mignon non aiutano a renderlo comodo da giocare... altro che gioco comodo perchè piccolo! Così sembra che vogliamo far passare i difetti per pregi!
A bilanciare questi che io reputo difetti, c'è il fatto che alla fine può risultare gradevole e le partite risultano bilanciate e combattute, e ci sono inoltre anche diverse strade da percorrere per arrivare alla vittoria.
Insomma... un gioco furbo che potrà sicuramente piacere (ed infatti non mi scandalizzo per gli 8 attribuiti dai colleghi pelleverde), ma che certo a mio avviso non rimarrà nella storia dei giochi per due giocatori.

Voto gioco:
7

Nessun commento

Voto gioco:
9

Nessun commento

Voto gioco:
9

Ottimo gioco per due giocatori.
Non capisco il voto negativo dovuto al non assomigliare al padre...
Il gioco è bello di per se, snello, veloce, metodico.
Per quanto mi riguarda è un vantaggio non assomigliare al padre. Se si vuol giocare a le havre si puo benissimo comprare l'altra scatola e giocare in 2.
Questa gestione interna del porto secondo me ha tolto quanto di pesante c'era in le havre facendone completamente un altro gioco.
Mi sento davvero di consigliarlo per due giocatori se si vuole impiegare 30-40 minuti.
Aggiungo le parole: economico, essensiale, ingegnoso. Scatola facilmente portatile e nessun elemento di troppo.

Le mie ultime partite:
//boardgamegeek.com/jswidget.php?username=lcarus&images=small&numitems=10&show=recentplays&imagepos=left&inline=1&imagewidget=1)

Ritratto di Boiler
Voto gioco:
8

Nessun commento

Voto gioco:
7

Nessun commento

Voto gioco:
6

non mi ha entusiasmato.. la grafica non è per niente accattivante, il gioco, tra azioni ed interazioni, rimane molto astratto..
Concordo con il recensore, il gioco è freddo!

Ritratto di Miki76
Voto gioco:
8

Divertente, scorrevole.
Più si impara che edifici usciranno per ogni fase, più diventa profondo.

Gioco sempre in due.
Vendo: Martinique, Khet:the laser game, Chicago Express, LaGuerraDell'Anello.

Voto gioco:
8

ho l'impressione che se al posto di "le havre" sulla scatola ci fosse stato scritto "giovanni" il gioco avrebbe avuto voti piu alti.ingiusto raffronto,il gioco è davvero bello e teso fino all ultimo.grafica oscena.ottimo prezzo.

-fletto i muscoli e sono nel gioco-

Voto gioco:
8

Regolamento: Chiarissimo. Presenta solo un buco: per contare le azioni svolte nel turno, bisogna tenere traccia degli edifici che si trovano nella zona "ZERO" di entrambe le plance. Beh, ciò non è sempre corretto, in quanto un edificio, dopo il suo utilizzo ( quindi posto in zona "ZERO" ) potrebbe essere venduto e sparire dalla plancia. Per ovviare a questo problema, suggerisco una costruzione di una track casalinga sulla quale far trisciare un cubetto che terrà traccia delle azioni di ogni round.

Dipendenza linguistica: Testo presente solo nei nomi degli edifici, cosa che non noto neanche un attimo mentre gioco. Il resto del gioco è totalmente indipendente dalla lingua.

Incidenza aleatoria: Pari a zero.

Incidenza strategica: Altissima. Il gioco è ad informazione completa.

Scalabilità: Gioco per due!!!

Componentistica: La peggiore che io abbia mai trovato in un gioco in scatola ( posseggo l'edizione italiana ). Scarsa quantità ( davvero poca roba ) e improponibile qualità. Per defustellare gli edifici ho fatto davvero molta fatica, ed alcuni non si sono staccati per bene, restando lesionati ai bordi; uno in particolare non ha il retro ben appicciato...dovrò incollarlo a mano.

Il gioco è, tra quelli esclusivamente per due giocatori, tra i miei preferiti, e meriterebbe un nove pieno, ma perde un voto a causa dei materiali, che, come già detto sono clamorosamente scarsi.

[glow=red]I miei dieci giochi preferiti:[/glow]
//goo.gl/uwxYrH)

[glow=red]Le mie ultime partite:[/glow]
//goo.gl/seGQCj)

Ritratto di nonnopuffo
Voto gioco:
8

Considerando che il gioco nasce (e muore) per due persone, sfido a trovare un gioco migliore. Ben bilanciato, soprattutto se si gioca con persone sempre differenti le strategie cambiano. L'unico neo del gioco, a mio avviso, è da cercare nei primi 3 turni: le scelte saranno pressoché obbligate, visto che il gioco inizierà sempre con la possibilità di acquistare gli stessi, e soliti, edifici. Ma già dal turno "b" il gioco si "infiamma". Sconsigliato per i neofiti, consigliato invece per chi ama gestire risorse. Un consiglio? Fate finta che questo gioco si chiami semplicemente "Ancora in porto", e non "Le havre, ancora in porto". Pensare a Le Havre confonderà semplicemente le idee, oltre a creare ingiusti ed inutili paragoni.

Voto gioco:
6,8

Nonostante venga presentato come il fratello di Le Havre, ne ricorda solo l'ambientazione (qui molto meno sentita). La conoscenza degli edifici aumenta la profondità di gioco, ma essendo sempre gli stessi la longevità viene meno. Ha una buona durata in rapporto alla profondità.

//boardgamegeek.com/jswidget.php?username=MichyLo&numitems=10&text=none&images=small&show=recentplays&imagesonly=1&imagepos=center&inline=1&domains%5B%5D=boardgame&imagewidget=1)

Per scrivere un commento e per votare devi avere un account. Clicca qui per iscriverti o accedere al sito

Accedi al sito per commentare e votare