Rank
356

The Pillars of the Earth

           Accedi / Iscriviti per votare
Goblin score: 7,42 su 10 - Basato su 263 voti
Gioco da Tavolo (GdT)
Anno: 2006 • Num. giocatori: 2-4 • Durata: 120 minuti
Sotto-categorie:
Strategy Games
Meccaniche:
Worker Placement

Recensioni su The Pillars of the EarthIndice ↑

Articoli che parlano di The Pillars of the EarthIndice ↑

Per questo gioco non ci sono articoli abbinati, se vuoi puoi contattare la redazione per pubblicare un articolo collegato a questo gioco.

Eventi riguardanti The Pillars of the EarthIndice ↑

Per questo gioco non ci sono eventi, se vuoi puoi contattare la redazione per pubblicare degli eventi collegati a questo gioco.

Mercatino, annunci per vendere ed acquistare The Pillars of the EarthIndice ↑

Video riguardanti The Pillars of the EarthIndice ↑

Per questo gioco non ci sono recensioni, se vuoi puoi contattare la redazione per pubblicare una tua recensione.

Gallerie fotograficheIndice ↑

The Pillars of the Earth: voti, classifiche e statisticheIndice ↑

Persone con il gioco su BGG:
13900
Voti su BGG:
12649
Posizione in classifica BGG:
195
Media voti su BGG:
7,32
Media bayesiana voti su BGG:
7,18

Voti e commenti per The Pillars of the Earth

Voto gioco:
6

Appena esce in Inglese me lo compro.

Voto gioco:
8

Gioco interessante, strategico, ben realizzato e dalla grafica accattivante.
Certo non è proprio veloce ma sicuramente merita l'acquisto.
Dopo Caylus, un altro bel gioco di gestione risorse a scelte multiple.
Da provare assolutamente

Il gioco è un'oasi strana, un momento di quiete trasognata in un peregrinare senza sosta. Eugen Fink

Voto gioco:
7

Il gioco si trova fin da subito semplice e accattivante e ci sono un pò di cose da sapere fin da subito ma filerà liscio nel giro di pochi turni. L'ambientazione è azzeccata e si sente tutta mentre le scelte strategiche lasciano un bel ventaglio di possibilità, a tratti ricorda Caylus. Casomai il problema risiede nel sistema di piazzamento dei propri architetti pescati completamente a caso e il difficile riapprovigionamento di denaro irriterà non poco. Se vengono fuori subito e in fila i vostri, non potrete permettervi di pagarli tutti e ovviamente rischiate di perdere le posizioni più importanti. D'accordo ci può stare, ma se vi gira male per tanti turni rimarrete senza possibilità di reagire e avrete molte difficoltà a recuperare terreno. Forse andavano aggiunte un paio di "locazioni" utili per permettere un minimo d'aiuto anche a chi piazza gli ultimi architetti che purtroppo finiranno mestamente nel mercato oppure non far pagare così tanto i primi. Peccato perchè aveva le carte in regola per diventare un must, meccaniche solide ma falla proprio nella fase più importante. Comunque da provare assolutamente.

Ritratto di pennuto77
Voto gioco:
7

Un enorme delusione, tante aspettative, paragoni illustri con caylus, componentistica eccellente (la plancia è una delle più belle mai viste a mio parere) e poi.......la fortuna conta per un 50%!!!!!!
Ci sono molti giochi che apprezzo seppure con molta alea ma da un gioco di gestione risorse con meccaniche simili a quelle di caylus non è ammissibile che a fronte di una pianificazione strategica attenta alla fine sia il caso a decidere il vincitore di una partita!!!!!
Peccato mi aspettavo un gran gioco invece è una bella fregatura.......sarebbe un sei emezzo che alzo a sette solo per le componenti.
Dopo altre partite alzo il voto a sette e mezzo ma il gioco comunque continua a non decollare causa la pesca degli artigiani. Peccato.

Voto gioco:
7

Mezza delusione.
Il gioco è accattivante, le meccaniche sembrano promettere bene ma alla fine dei sei turni ti rendi conto che la componente fortuna l'ha fatta da padrone in maniera determinante.
Per dirla in un'altra maniera è quasi impossibile pianificare e per quanto uno giochi bene, fra carte evento e turni di gioco estratti dal cilindro, se la può tranquillamente prendere in quel posto da un momento all'altro.
Anche io sei e mezzo portato a sette per la strepitosa plancia di gioco

Voto gioco:
8

Piaciuto moltissimo. Capisco il paragone con Caylus e ammetto che quest'ultimo è decisamente più impegnativo. Die Saulen, però, dura di meno (due orette in quattro) e questo depone certamente a suo favore. A differenza di altri, tuttavia, la pesca dei Mastri dal sacchetto non mi dispiace. Non dimentichiamoci che chi prima arriva paga anche di più per posizionarlo e che il prezzo poi scende in ogni caso ...
Uno dei due-tre migliori giochi del 2006.

Voto gioco:
8

Sicuramente non e' Caylus visto che in Die Saulen der Erde il fattore fortuna comunque conta (pesca carte evento e pesca degli architetti) pero' il gioco e' molto valido e strategico e permette indubbiamente ,dato il regolamento comunque molto semplice, di avvicinare babbani ai giochi un po' piu' impegnativi.Eccezionale la grafica del tebellone e delle carte.Carina l'idea della costruzione della cattedrale con i pezzi presenti nella scatola anche se non molto utile ai fini del gioco (serve solo per tenere conto chi e' il primo di turno).Dopo parecchie partite noto comunque che la strategia c'e' ...eccome....anzi mi sbilancio e secondo me ha tutti i crismi per poter essere il gioco dell'anno 2007...!!!Sicuramente consigliato e da avere.Non dipendente dalla lingua (le carte evento e vantaggio pur scritte in tedesco sono comuni a tutti e lette pubblicamente e quindi basta avere il foglio con le traduzioni vicino per risolvere il problema)

Voto gioco:
7

Uno dei tanti giochi incentrati sul worker placement, e uno dei tanti giochi il cui argomento è la costruzione di una cattedrale. Belli i materiali. Interessante il gioco: la componente aleatoria dell'estrazione dei capimastro può distubare gli oppositori dell'alea in questa classe di giochi.

Voto gioco:
6

Graficamente pregevole, buoni i matariali, ma dal punto di vista strategico è limitato, lineare e molto ripetitivo rendendolo così dalla longevità ridotta. La regola della pesca casuale dei Mastri Architetti èrende la strategia che si vuo fare soggetta alla fortuna dove spesso ci si limita ad eseguire le possibilità lasciate dagli altri solo perchè la pesca non è stata felice.

The Goblin Creative...

Assimilerò ogni vostra peculiarità ludica e sociologica.
La resistenza è inutile.

Voto gioco:
6

Giocato una sola volta, concordo con la maggioranza dei commenti, la fortuna rende inefficace la più studiata delle strategie.
E poi a me ricorda tanto Caylus. E' un peccato perché i materiali sono veramente ben fatti.

Longevità: 6
Regolamento: 7
Divertimento: 6
Materiali: 6
Originalità: 5
Voto: 6

Voto gioco:
8

gioco sulla scia di caylus (ma non lo raggiunge)!!
una grafica che ancora non avevo visato nei giochi gestionali, veramente meravigliosa.
la fortuna c'è ma sono dell'idea che non sia cosi' determinante come si dice!
comunque un gioco che merita tantissimo ma ho il timore che dopo un discreto numero di partite sia ripetitivo!

Voto gioco:
8

sulla fiducia...componentistica ottima e grafica notevolerrima.
il voto aumenta. nonostante il fattore culo sia importante per pagare di meno le azioni il fato che sia molto vario è un'ottima cosa.
forse sarebbe stato meglio da 5 giocatori...magari con tre azioni a cranio.
sempre giocabile anche dopo anni

dopo molte partite confermo il voto

Voto gioco:
7

Provato in italiano, molto bello a vedersi. Molto tedesco. La fortuna è solo apparente, ci sono meccaniche di compensazione ben studiate. E si può giocare in vari stili.
Andrea dice che già dal secondo turno si saprà chi vincerà, come anche in S.Petersburg, perchè sono giochi a risorse esponenziali, e chi ben comincia... è a fine d'opera!

Pindus - un kobold nella tana dei Goblins

Voto gioco:
8

Nessun commento

Voto gioco:
7

Bel gioco, con un grafica spettacolare ed una componentistica ottima. Le dinamiche semplici e immediate lo rendono una specie di "antipasto" nei confronti di giochi simili ma di tutt'altra levatura, come Caylus. Tuttavia c'è qualcosa che non mi convince:

- E' vero che il bello è sovente superfluo, ma la cattedrale in legno da costruire è uno strumento meramente cronologico che segnare i turni che passano. Per quanto sia bella da vedere, è molto più che suprflua, è pretenziosa e pretestuosa
- E' vero che una strategia di gioco attenta nega la componente randomica, così come è vero che un minimo di suspance aiuta l'atmosfera di gioco. Ma l'effetto "tombola" non è mai stato uno dei miei preferiti.
- Concordo con chi dice che chi ben inizia è "alla fine dell'opera". Di contro, uno sbaglio nel primo turno, può compromettere l'intera partita del giocatore.

Voto gioco:
7

Nessun commento

Voto gioco:
9

Longevità: 1 - Due ore a partita circa (per alcuni poche) e sempre diverse possibilità durante le partite.
Regolamento: 2 - Per la versione italiana il libretto è ottimo. Chiaro, ben illustrato e dettagliato.
Divertimento: 2 - Qui è soggettivo, mi piacciono i giochi dove devi commerciare la merce.
Materiali : 2 - Ottimi, tavolo da gioco piccolino ma ben illustrato.
Originalità: 2

Che dire, un gran bel gioco!

. nel vuoto del vaso sta il senso dell'uso .

Voto gioco:
5

odio i giochi dove alla prima partita dopo 2 ore di gioco, ancora devi prendere in mano il regolamento per un problema o un altro: troppo macchinoso...e inoltre qualcuno ha capito l'utilità della cattedrale al centro, a parte occupare un sacco di posto in un tabellone già saturo di oggetti??? se la potevano risparmiare, fa solo scena e non serve a nulla! io non lo ve lo consiglio, poi fate voi.

Fabrino81

Voto gioco:
8

Commento basato su parecchie (tra 5 e 20) partite

Bello a vedersi, non troppo complesso ma neanche banale, e alla fine decisamente divertente.
Materiali molto eleganti e d'impatto.

Voto gioco:
6

Si tratta di un gioco tedesco piuttosto semplice, ma non banale.
Il difetto più grave è la presenza di una forte componente aleatoria che lo rende ingiocabile in 4 giocatori, ma che è praticamente ininfluente in 2.
Aggiungiamoci che è un po' ripetitivo e che l'ambientazione non si sente praticamente per nulla... in sostanza è meglio giocare ad altro.

A lot of games become boring or simplistic once you’ve mostly "solved" them - a game that opens itself up to more strategy with repeated play is a rare treasure.

Voto gioco:
7

ottime componenti e buone le meccaniche. gia la seconda partita mi ha annoiato però. carino da giocare, ma non lo comprerei

Longevità: 0
Regolamento: 2
Divertimento: 1
Materiali: 2
Originalità: 2
voto basato su una sola partita

Voto gioco:
6

Carino il gioco ma non mi ha convinto affatto, ci ho giocato 2 volte ed ad entrambi sono arrivato secondo a 2 punti dal mio amico che ce lo ha insegnato e che ci gioca spessissimo su internet, non posso fare a meno di pensare che la fortuna a questo gioco incide parecchio, o meglio, troppo per un gestionale di questo tipo.
Ad ogni turno ci si ritrova sempre a volersi piazzare sulla casella che da 2 punti dopo poche estrazioni, e quindi si spera di venire estratti per poterlo fare, difatti il concetto di chi prima esce ha precedenza ma paga di più non è assulutamente equilibrato, i soldi ci sono sempre e servono escusivamente per piazzare, quindi usciere per primi è SOLO meglio.

In finale è un gioco più leggero di altri più complicati e più belli, e più complicato di altri giochi più semplici è più belli.
Da giocare quindi senza troppe pretese di vincere sulla bravura, che va appunto in contraddizione con i giochi di questo tipo.

REGOLAMENTO 1
LONGEVITA' 1
COMPONENTI 2
ORIGINALITA' 1
DIVERTIMENTO 1

Draskar - Vice Capitano Dei Grand Openings

Voto gioco:
6

Carino, ma non mi convince fino in fondo.
La fortuna durante il gioco non è eccessiva, ed è ben bilanciata dal dover pagare per essere primi, ma nell'ultimo turno conta effettivamente troppo, soprattutto per il fatto che l'artigiano che ti serve potrebbe uscire tra le carte che si scelgono all'inizio oppure sul tabellone, ed in quest'ultimo caso non serve aver scelto di essere il primo giocatore.
Troppo macchinoso il dover mettere gli omini sulla plancia e prendere le carte delle materie, sarebbe bastato mettere degli omini (anzi dei soldi, che è la stessa cosa alla fine) sulle carte stesse(meglio delle tessere alla Caylus) e prendere subito le materie.

The Eagle Goblin

Voto gioco:
8

Nessun commento

"Qualunque cosa un uomo può immaginare, altri uomini possono rendere reale."

[Jules Verne]

Voto gioco:
9

A me è piaciuto molto!!! Sicuramene più semplice di Caylus e non è certo sempre uno svantaggio!!!

Componenti e tabellone molto bello ( figuriamoci per me che ho letto il libro).

La componente fortuna per come è gestita non dspiace e non è vero come ho letto in altri commenti che i soldi ci sono sempre.

Voto gioco:
7

Avrei voluto dare un voto più basso ma non me la sentivo, d'altra parte bella meccanica e grafica.
L'unico neo per il quale non mi trovo è la pesca dei capomastri dal sacchetto in più se si gioca in 4 diventa devastante. Stiamo introducendo come a Caylus le posizioni per l'ordine di gioco nei pressi della cattedrale anche perchè chi gioca sempre ultimo difficilmente ha possibilità di scegliere gli artisti a pagamento.

Voto gioco:
9

Uno dei migliori giochi di piazzamento a mio parere,rigiocandolo più volte ho visto che il metallo pur avendo un discreto peso può non essere fondamentale...importante di fatto alla fine anche bloccare l'acquisizione del metallo a chi ne farebbe un ottimo uso....

Voto gioco:
9

il gioco è caruccio nonostante l'effeto alea indiscutibilmente presente anche se in maniera non eccessiva. Rispetto a Caylus può vantare un' eccellente veste grafica e una maggiore "leggerezza". Mi è parso anche avere una durata piu' che adeguata. Non mi sento di dargli 9 in quanto non ci ho giocato che tre volte. Inoltre ho la netta impressione che la longevità sia piuttosto bassa. Infine la costruzione fisica della cattedrale, beh, ha solo valore coreografico..poteva, forse, essere sfruttata meglio...
----------------------------
Dopo 5-6 partite alzo il voto di un'unità: la longevità non è scarsa come paventavo. E mi è pure venuta voglia di leggere il libro.
-------------------------------
Finito il Libro....Meglio il Gioco

"Non ci sono uomini come me. Ci sono io. E basta"

Voto gioco:
8

Gioco abbastanza veloce (da 1h in 2 giocatori a 2h-2h30 in 4) dalle dinamiche abbastanza semplici. Materiali veramente molto curati.
Divertente!

Voto gioco:
6

Il gioco è abbastanza simpatico e coinvolgente,nonostante esista già di molto meglio nel suo campo.
Si apprende facilmente e,dopo un primo turno di rodaggio(nella prima partita,ovviamente),ci si addentra immediatamente nelle meccaniche,piuttosto semplici e collaudate.
Non eccede la sufficienza,a mio modesto parere,a causa di un'evidente ripetitività di situazioni.
Sin dal terzo turno della prima partita il gioco comincia a divenire monotono e privo di eccessivi colpi di scena; probabilmente un'espansione,o quantomeno delle carte in più,potrebbero ravvivarlo.
L'idea è molto buona,ma la realizzazione manca di grande inventiva.

Comunque piacevole.

"Nella dorata guaina della compassione si nasconde talvolta il pugnale dell'invidia".
F.Nietzsche

Voto gioco:
8

Ricorda molto Caylus, con qualche variante seppur interessante, ma nel complesso inferiore al citato gioco. Il fattore fortuna presente non è, a mio avviso, così determinante: diciamo che incoraggia chi sta in svantaggio senza sconvolgere le strategie.
Nota da evidenziare i materiali offerti di buona qualità, con una grafica piacevolissima e curata.
Riassumendo: simile a Caylus ma più semplice e meno strategico, materiali ottimi, originalità poca.

Fortunato colui che ha potuto conoscere le cause delle cose. (Virgilio, Georgiche, lI, 489).

Voto gioco:
7

tedeschino leggero e grazioso come piacciono a me! peccato per la scelta casuale degli architetti! per il resto buon titolo

Voto gioco:
8

Nessun commento

[glow=green]GiochinValle[/glow]
Associazione no-profit per la diffusione della cultura del gioco da tavolo operante in Piemonte.
La nostra missione?...Trovare altri appassionati come noi con cui condividere la nostra passione!

http://giochinvalle.blogspot.it/

Voto gioco:
7

Nessun commento

Voto gioco:
5

La versione "Fortuna" di Leonardo da Vinci. Qui le chiappe contano per almeno 4 azioni importantissime: La pesca delle carte risorsa e artigiani; La carta evento; la pesca dei capomastri (in una partita un colore è uscito nella prima pescata, seconda e terza!!!!); il tiro del dado per determinare le tasse. Il gioco verte su queste 4 fasi le quali sono dominate totalmente dalla fortuna. Il resto della strategia dipende da come vanno queste. Gioco semplice lo si apprende subito, forse piacevole per i neofiti ma per giocatori evoluti da molto poco. Eccezionale la componentistica e la grafica, ma il paragonarlo a Caylus è davvero troppo. Lo tengo perchè ci farò giocare le mie figlie, ma forse non lo comprerei se sapessi a priori come verte il gioco. Anche questa un'abile operazione di marketing, visto a cui si sono ispirati per l'ambientazione (perchè non lo hanno ambientato nello spazio senza utilizzare nomi di libri come in questo caso o film?). Ripeto ABILE OPERAZIONE DI MARKETING per vendere il più possibile. Troppo Scarsooooo!!!

Voto gioco:
8

Il gioco non è male, in effetti in base alle premesse lo devo rivalutare un po'. Molte attinenze in alcune meccaniche con Caylus, ma presenza più determinante del fattore fortuna. La cosa che più lascia un senso di vuoto è la cattedrale, puramente scenografica e non integrata nel gioco. Se fosse stata più "protagonista" e con legami veri allo sviluppo della partita avrebbe guadagnato moltissimo il gioco. Rimane comunque un buon titolo.
Componenti ottime e come qualcuno ha detto plancia stupenda, sembra un quadro.

Voto gioco:
7

Grafica bellissima, molto bello anche come gioco. Non mi convince moltissimo l'estrazione dal sacchetto delle pedine...
Ho giocato solo con la versione tedesca, aspetto di giocarlo con quella italiana per valutarlo meglio

Voto gioco:
7

Sarebbe 7,5 ma preferisco arrotondare ad 7; come già detto da altri, mi aspettavo di trovare il fratello maggiore di Caylus, ed invece trovo un titolo un po' troppo caratterizzato dalla fortuna.

L'esperienza è l'insegnante più difficile: prima ti fa l'esame, poi ti spiega la lezione!

Voto gioco:
8

Un mix tra Caylus e Leonardo. Il risultato è un gioco più facile di entrambi ma con una componente aleatoria decisamente più elevata.
La mia impressione è che è molto importante avere una grande quantità di denaro a disposizione per poter contrastare la cattiva sorte e purtroppo in questo gioco le fonti di denaro scarseggiano. Credo che accaparrarsi al primo turno uno dei due artigiani che consentono di produrre oro sia FONDAMENTALE per poter giungere alla vittoria.

Il gioco secondo me merita un 8, principalmente per la grafica e la componentistica meravigliose e perchè alla fina della partita ti lascia comunque la voglia di rigiocarci.

La teoria é quando si sa tutto ma non funziona niente.
La pratica é quando funziona tutto ma non si sa il perché.
In ogni caso si finisce sempre col coniugare la teoria alla pratica:
Non funziona niente e non si sa il perché.

Albert Einstein

Voto gioco:
8

Non sono d'accordo con chi opina sia troppo aleatorio. Le varie componenti casuali si bilanciano tra di loro, principalemente per il fatto che le varie risorse in primis i soldi non sono mai abbastanza per approfittarne e le alternative per chi viene estratto dopo sono presenti se si sa pianificare.
Mi riservo di abbassare il voto a sette se il gioco si dimostrerà in successive partite troppo ripetitivo.

Ogni sistema formale può provare la propria consistenza se e solo se il sistema stesso è inconsistente.

Voto gioco:
8

Nessun Commento

Voto gioco:
8

Graficamente ottimo sia come plancia che come carte risulta di facile apprendimento. Giocato in due perde un pochetto ma resta comunque un gran bel gioco. Seguite il tabellone e non potrete sbagliarvi.

Partite Giocate: >30

Voto gioco:
7

Nessun commento

Voto gioco:
8

Bellissimo in 2: una partita a scacchi! In quattro divemta, secondo me, troppo caotico e affidato alla fortuna.

"...vince chi fa più punti vittoria..."

Voto gioco:
8

Componentistica buona, grafica del tabellone ed "ambientazione" molto curate!
In pratica, risulta essere un "fratello maggiore" di Caylus, per quanto riguarda la componentistica e le "dimensioni", invece, per quanto riguarda le dinamiche di gioco e la complessità in genere, diventa il "cuginetto" di Caylus! (nel complesso risulta essere "più semplice" e "veloce" di Caylus).

Mauro

Voto gioco:
8

Nessun commento

Voto gioco:
6

Nessun commento

Voto gioco:
8

Molto bello il gioco e bellissimi i materiali, strategico e piacevole rende al meglio in 4, in tre è al limite.

Voto gioco:
8

- [FAIR-VOTE] Commento basato su moltissime (più di 20) partite

Rivedo il mio voto alla luce di diverse partite. Davvero un bel gioco. Un vero peccato il limite a quattro, almeno per il momento. Speriamo nell'espansione!

MECCANICA 1,9
STRATEGIA 1,9
AMBIENTAZIONE 1,5
COMPONENTI 1,5
LONGEVITA' 1,3

Voto gioco:
7

Ben giocabile fin dalla prima partita, non mi sembra un giocone, ma è piacevole per una serata tra amici anche non... hard gamers.

Voto gioco:
5

Risente troppo della pesca "fortunata". Venduto!
Giocato: pochissimo
Grafica/Materiali: 3
Longevità: 2
Divertimento: 1
Originalità: 1
Voti da 0 a 5 - Giudizio finale - personalissimo - espresso su una scala di valori che comprende tutti i giochi e la loro valenza storico sociale.

Lobo Quando si gioca si combatte per un punto, massacriamo di fatica noi stessi per un punto, ci difendiamo con le unghie e coi denti per un punto, perché sappiamo che quando andremo a sommare tutti quei punti il totale farà la differenza!

Voto gioco:
8

Nessun commento

Voto gioco:
8

Gioco molto bello,ottima ambientazione e meccaniche scorrevoli.In quattro forse è un pò caotico ma il colpo d'occhio del tabellone è decisamente appagante.Da avere in collezione
Con l'espansione arriva a un bel 8 pieno perchè l'aggiunta di due giocatori e sopratutto il bilanciamento della pesca dei capomastri gli fà fare un salto di qualità!!!

Voto gioco:
7

Ottimo gioco per ambientazione e componenti. Avendo letto il libro non poteva non comprarlo. Comunque alla lunga sono sorti dei difetti legati alla pesca dei capomastri, poi sanati dall'espansione. Comunque in generale come gioco gestionale rimane secondo ad altri titoli.

Voto gioco:
9

Semplice e divertente, ottimo per avvicinarsi o far avvicinare agli economici

Voto gioco:
7

Quella nella sctola non è certo la cattedrale descritta da Ken Follet, comunque...
Vorrei dare un 8 al gioco ma ritengo che il giudizio corretto sia 6,5: a mio parere è necessaria un'espansione che dia varietà alle carte. Soprattutto le carte artigiano sono suddivise in gruppi di quattro per turno non modificabili, che rendendo il gioco prevedibile e portano irrimediabilmente i giocatori ad accumulare denaro per la fase finale in cui (si sa già) sono presenti le carte più forti e costose.
Ottimi i materiali e grandiosa l'immagine del tabellone.

Gioco: qualsiasi attività liberamente scelta a cui si dedichino, singolarmente o in gruppo, bambini o adulti senza altri fini immediati che la ricreazione e lo svago.. (vocabolario online Treccani)

Voto gioco:
5

Ho fatto solo una partita di prova su BSW prima di comprarlo: non l'ho più comprato...

Trovo la televisione davvero molto istruttiva. Ogni volta che qualcuno mette in funzione l'apparecchio, me ne vado nell'altra stanza a leggere un libro. (Groucho Marx)

Voto gioco:
7

Nessun commento

Voto gioco:
7

Nessun commento

Voto gioco:
7

Sette pieno e anche e mezzo!
Mi piace graficamente e anche il gioco in sè. In effetti un pò casuale l'estrazione dei capomastri ma ci sta.
Penso che con l'espansione a 6 giocatori il voto salirà sicuramente a 8

Voto gioco:
8

Nessun commento

//www.pisacon.it/images/Loghi/ProssimaEdizione.png)

Voto gioco:
8

Un bel gioco, governato molto dalla fortuna a mio avviso, ma del resto altrimenti ke gioco sarebbe?
Poke strategie sul campo sono applicabili/(differentemente daPuerto Rico e Caylus) purtroppo, ma il voto è anke giustificato da un comparto estetico e qualitativo eccezionale.

Voto gioco:
8

Nessun commento

Ultimi giochi a cui ho giocato: //boardgamegeek.com/jswidget.php?username=fulmine69&images=small&numitems=10&show=recentplays&imagepos=left&inline=1&imagewidget=1)

Voto gioco:
8

sarebbe 7.5 . con l'espansione che ne corregge i bugs e lo rende piu' interessante indipendentemente dal numero dei giocatori,raggiunge tranquillamente l'8,5

Voto gioco:
8

Nessun commento

Una volta eliminato l'impossibile, quello che resta, per quanto improbabile deve essere la verità. - S.H.

Voto gioco:
8

Un bel gioco strategico ma con quel tocco di aleatorietà che non lo fa diventare pesante. Non sempre si vuole giocare calcolando tutto! Bella grafica, gioco per tutti. 8!

Voto gioco:
9

Nessun commento

Ritratto di Jappo
Voto gioco:
8

Veramente gran bel gioco!
La grafica è stupenda e l'impressione alla prima partita è che si possano fare un sacco di cose tutte comunque remunerative ed interessanti.
I meccanismi sono immediati e molto interessanti e si impara a gestire la propria situazione produttivo-monetaria abbastanza in fretta.

Molto bello.

Voto gioco:
7

Molto carino, ma bisogna giocarci più di una volta per conoscere meglio le carte disponibili in modo da avere un'esperienza di gioco più appagante!
Buoni anche i materiali...

Voto gioco:
7

Una sola partita (vinta) e mi e' piaciuto. Bello ma ci vuole fortuna. Pero' bello.

Voto gioco:
7

Tutto sommato divertente, ma a me la componente di fortuna non piace mai molto, e qua la pesca dei capomastri ha un peso non indifferente... Una specie di Caylus più leggero dove è stata introdotta la fortuna, decisamente inferiore all'ispiratore.

Voto gioco:
7

Nessun commento

Voto gioco:
8

Il voto è basato su una sola partita.
Devo dire che i giochi gestionali mi piacciono molto, e "I pilastri della terra" non è da meno. Rispetto a Caylus ci sono meno variabili e dura meno, però la componente fortuna c'è (se ti capitano i capimastri all'inizio e non puoi pagare può essere un problema). Comunque il gioco è strutturato bene.

Voto gioco:
7

Bella l'atmosfera, i rimandi al romanzo, la gradualità.
La pesca del capomastro è un fattore alea sopportabile.
Attenzione alla scelta giusta degli artigiani. In sostanza un gioco discreto.

TIMEO DANAOS ET DONA FERENTES

Voto gioco:
7

Gioco dal gran impatto visivo, grazie alla qualità dei materiali ed alla bella grafica utilizzata nel tabelone e nelle carte.
Le meccaniche sono interessanti e non banali, con parecchie azioni tra le quali scegliere il da farsi. E' piuttosto strategico nella versione a due giocatori, dove la fortuna può essere ben aggirata con la spesa di qualche pezzo d'oro, più casuale nel gioco di gruppo.
Quanto alla longevità il gioco rimane interessante per oltre dieci partite, dopo inizia ad essere chiaro quali mosse (artigiani da prendere, carte buone e carte cattive, ..) siano le migliori da fare, per cui il divertimento inevitabilmente tende a sfumare ...
Il voto è la giusta via di mezzo tra le impressioni iniziali ed il calo fisiologico successivo all'entusiasmo della novità.

Voto gioco:
7

Gioco di posizionamento con prenotazione anticipata delle “azioni future” - come in Caylus - che sconta purtroppo il meccanismo di estrazione casuale degli “architetti”, che lo rende talvolta irritante. Bello e funzionale il tabellone.

Voto gioco:
6

Il voto è la media tra il voto che do a grafica e materiali (8 ci sta tutto se non di più) e il 4 (o poco più) che do alla parte strategica;
giocate poche partite ma in tutte ho notato troppa aleatorietà nel gioco (pesca degli artigiani, pesca degli eventi, pesca dei favori o come si chiamano) unita inoltre a delle carte (una su tutte) che danno possibilità troppo grandi rispetto alle altre! peccato perché alcune idee rimangono interessanti oltre al piacere di giocare su una plancia con una grafica così buona
voto reale 6,5

Ritratto di Mafe55
Voto gioco:
7

Divertente unico difetto è che la fortuna ha un ruolo importante.

La fortuna è sola una scusa usata dai giocatori mediocri!

Voto gioco:
7

Un gran bel titolo. Grafica eccezionale, materiale buono (anche se alla lunga le pedine si decolorano e le carte si inspessiscono...) e davvero una ottima realizzazione. La cattedrale centrale è un ornamento, un inutile orpello, ma fa scena. Il gioco in se non è neanche male, ottima rigiocabilità, buona profondità e discreta dose di strategia. Il vero neo, lo si è già detto, sta nel fatto che la pescata dei capomastri è davvero brutale, crudele e troppo legata alla sorte. Ma devo dire che il gioco si lascia giocare ugualmente, basta saperlo e metterlo in conto. E il caso impedisce il tempo di attesa di lunghe riflessioni. Un gioco che piace a molti e non a caso, se dovete avere un gioco semplice da spiegare, bello da vedere e che dia l'idea di un gioco da tavolo con idee moderne beh questo titolo fa per voi. Altrimenti se non vi piace avere un gioco semplice anche se non veloce, beh passate a caylus (però che barba sto caylus.... ^_^).

Nice Dice

SARGON
the Real Hedonist Goblin

Voto gioco:
8

Un bel gioco in cui occorre una buona dose di stategia per vincere.
Il fattore fortuna è limitato da una serie di accorgimenti ma è pur sempre presente specie nell'estrazione dei capomastri.
Il regolamento è breve e semplice (è da segnalare un errore contenuto nel regolamento intaliano in merito all'utilizzo del "mercato").
Ben curati anche i materiali. Unica annotazione il tabellone che, sebbene sia graficamente piacevole, non è molto grande.

Voto gioco:
6

Nessun commento

Voto gioco:
8

Nessun commento

Tutto cominciò per colpa di Lord Fiddelbottom... chi l'avrebbe mai detto!
Poi la seduzione di Madame Zsa Zsa ed il rapporto con Colonel Bubble...hanno fatto il resto!

Voto gioco:
9

Bella la grafica ed anche il gioco! Facile da giocare in quanto si svolge in turni predefiniti, è necessaria una buona strategia fin dall'inizio.

Voto gioco:
8

Nessun commento

Voto gioco:
7

A metà strada tra Caylus e Leonardo da Vinci, I Pilastri della Terra condisce il tutto con una quantità di casualità e fortuna francamente un pò troppo elevata. Simpatico e facile da apprendere (ma solo per chi è già "infarinato", non è un "gateway game"), sembra però un gioco tutto sommato superfluo per chi già possiede titoli come Caylus.

Pagine

Per scrivere un commento e per votare devi avere un account. Clicca qui per iscriverti o accedere al sito

Accedi al sito per commentare e votare