300: che significa per voi?

Discussioni, commenti, considerazioni e suggerimenti sui film ed il mondo del cinema... Ricordate di citare il film di cui parlate nel titolo dei vostri post e controllate gli annunci e gli adesivi dei moderatori per le altre norme all'interno di questo forum.

Moderatori: Asliaur, Boiler, Lobo

Messaggioda gjmbo » 2 lug 2007, 14:51

yota77 ha scritto:Il messaggio che ci vedo:
- Entertainment allo stato puro!!!
- Fotografia e colonna sonora eccezionale (una goduria per ochhi & orecchie)!
- Nessun messaggio morale, visto che, a mio avviso, non è nell'intenzione di Miller! (...sarebbe come prendere per vero, chennesò, il Codice Da Vinci, di Brown).
Il film va preso per quello che è!
:twisted: :twisted: :twisted:
...e se dite che questo è violento, vedete qualcosa di Miike ;) ;) ;)

con lui si che si rimane esterefatti!!!
("Ichi" docet :twisted: )


Allora è solo un caso che questo film esca in corrispondenza del braccio di ferro tra usa e iran, ma pensa tu ....

Gjmbo, The genius Goblin http://www.agenzia2d.it

Offline gjmbo
Lord of Avatars
Lord of Avatars

Avatar utente
TdG Moderator
TdG Illustrator
 
Collezione: gjmbo
Messaggi: 1467
Iscritto il: 27 agosto 2003
Goblons: 50.00
Località: Roma - Boccea

Re: 300: che significa per voi?

Messaggioda BennyXVI » 2 lug 2007, 15:03

Hatedsoul ha scritto:Senza voler scatenare un Flame, vorrei discutere con voi di questo film da una prospettiva diversa, quella del significato.
Qualche settimana fa ho avuto una discussione con un amico sulla simbologia e la filosofia di questo film. Senza avere io la pretesa di farvi discorsi particolarmente articolati, vi getto lì poche righe a mò di spunto, tanto per pensarci insieme se è un abbaglio oppure se il film nasconde lati maliziosi...

Serse = effeminato
Leonida = macho
Persia = moderno Iran / Iraq
Glorificazione della guerra, la diplomazia è arroganza e perdita di tempo
Donne spartane: invisibili nel film, solo la regina appare e fa pure la figura della cretina
Selezione "innaturale": i bambini forti vengono elevati al rango di forti soldati, quelli deformi vengono schifati e da adulti diventeranno traditori
Tono della voce: Ogni frase deve sembrare il discorso di incoraggiamento di Braveheart o comunque avere effetto propagandistico.
Ferinità: gli uomini "veri" sono quelli che non dimostrano sentimenti.

Ora non so se questo sia l'intento del regista... o di Miller... vorrei solo discutere se in tempi come questi dei messaggi di questa caratura riescano a far pensare (o no) la gente, nel bene o nel male.


la vera sparte (ed anche l'antica roma) era molto peggio...

- glorificazione della guerra, solo gli spartiati erano "qualcuno" gli altri erano carne sacrificabile (alla fine sparta fu sconfitta perchè erano finiti gli spartani veri ed anche cos' fu circondata e messa sotto embargoinvece che invasa...tanto che quando i romani arrivarono per includere anche i discendenti degli eroici spartani nelle legioni trovarono una massa di imbecilli degenerati da troppi incroci tra consanguinei).
- selezione naturale (molto naturale dove il debole muore e non viene aiutato) pura....i bimbi malformati venivano uccisi (gettati dal taigeto, a roma c'è la rupe tarpea che aveva lo stesso scopo)
- le donne valevanio meno di nulla....venivano solo "usate" per figliare...poi vivevano come animali...nella cultura ellenica l'uomo era superiore alla donna ergo si preferiva la compagnia di uomini, le donne servivano solo per procreare.
...
insomma...un bel posticino per viverci...
Offline BennyXVI
Babbano
Babbano

Avatar utente
 
Collezione: BennyXVI
Messaggi: 39
Iscritto il: 22 giugno 2007
Goblons: 0.00
Località: il Cuppolone

Messaggioda Necros » 2 lug 2007, 18:38

per me significa questo e basat:
-fomento
-ottime riprese
-ottimo montaggio

... i messaggi di fondo sono un altro paio di maniche, a me no che questi non siano evidenti e in primo piano
"Ora, se la morte è il non aver più alcuna sensazione, ma è come un sonno che si ha quando nel dormire non si vede più nulla neppure in sogno, allora la morte sarebbe un guadagno meraviglioso."
Offline Necros
Grande Goblin
Grande Goblin

Avatar utente
 
Collezione: Necros
Messaggi: 10000
Iscritto il: 28 novembre 2004
Goblons: 0.00

Messaggioda Blerpa » 2 lug 2007, 21:17

Non vi sono messaggi di fondo (e ve lo dice un anti-americanista).

Leggetevi una buona volta il fumetto ORIGINALE, che uscì in tempi non sospetti, e vedrete.

Per precisare meglio, quello che qualcuno aveva detto in precedenza, Miller voleva fare un fumetto dell'episodio delle Termopili da quando da bambino a scuola ne aveva sentito parlare.

Aggiungo anche che nel fumetto mancano:

La regina.
Le scene di vita a Sparta.
Il figlio di Leonida.
Il politicante corrotto.
Il vecchio saggio che cerca di aiutare la regina.
La scena di fronte al consiglio.
La scena di sesso e poi la scena notturna insieme della regina e Leonida.
La scena con il caprone (vi è solo una vignetta con lo sgorbio - che è UGUALE - in mezzo a due donne).
I confronti con gli altri greci.

E la scena del lupo dura 4 vignette in croce, circa.

Il resto?
Il film per il resto copia pedissequamente il fumetto, sia nelle inquadrature sia nel testo, parola per parola.

Risultato?
Il fumetto è come il film sarebbe dovuto essere (Ciò pura violenza dall'inizio alla fine) senza il romanticismo *dovuto* e i retroscena politici.

Ma in quel modo il film sarebbe durato, se andava bene, sui 75 minuti.

Capito ora?
Dovevano solo, come diciamo nella mia città, "fare salsa".

Montaggio decente, ottima fotografia, sonoro ok.
Sceneggiatura che va dal telefonato all'orrido (discorso della regina al consiglio), e al glorioso (e vabbè, Miller...).

Fra parentesi aggiungo anche che il film di verosimile rispetto alla realtà storica spartana ha solo lo scudo e l'elmetto spartano, ed in parte il modo di combattere insieme in truppa degli spartani.

Pure le pose di combattimento sono state volutamente create in maniera irrealistica, per ricordare i temi dei quadri neoclassici e i dipinti (non anatomicamente perfetti) sulle ceramiche greche dell'epoca.
Offline Blerpa
Iniziato
Iniziato

Avatar utente
 
Collezione: Blerpa
Messaggi: 379
Iscritto il: 26 settembre 2005
Goblons: 0.00
Località: Siracusa

Messaggioda Solomon » 2 lug 2007, 21:34

gjmbo ha scritto:Allora è solo un caso che questo film esca in corrispondenza del braccio di ferro tra usa e iran, ma pensa tu ....

Ad essere onesti, quando avrebbe dovuto uscire? Prima di Sin City il nome di Miller non era abbastanza noto per il cinema hollywoodiano. L'elenco dei titoli di Miller "papabili" per una trasposizione in film non è sterminato: Martha Washington, Hard Boiled, Ronin e 300. Di questi, 300 era quello più celebre e più facile da adattare (quasi uno storyboard).

yota77 ha scritto:(snip)- Nessun messaggio morale, visto che, a mio avviso, non è nell'intenzione di Miller! (...sarebbe come prendere per vero, chennesò, il Codice Da Vinci, di Brown).

Che difatti, è quello che hanno fatto in molti. E ha contribuito enormemente al successo di quel romanzaccio. Credo che i parallelismi non manchino: anche la produzione di 300 secondo me ha giocato sull'ambiguità "propaganda o intrattenimento?" per far girare la macchina pubblicitaria. Ma personalmente credo che Snyder fosse interessato ai dollari, non alla propaganda.

yota77 ha scritto:Il film va preso per quello che è!
:twisted: :twisted: :twisted:
...e se dite che questo è violento, vedete qualcosa di Miike ;) ;) ;)

con lui si che si rimane esterefatti!!!
("Ichi" docet :twisted: )

Non mi sembra che nessuno qui abbia lamentato la violenza del film (fin troppo rarefatto e stilizzato, semmai). Gli argomenti toccati in questo thread riguardano possibili sottotesti militaristi, razzisti, omofobi o misogini.

Galdor ha scritto:Sull'argomento invece-> mi pare che il film fornisca una serie di messaggi tremendamente negativi:
1) in primis mi è parso una infantile apologia della guerra
2) inoltre è pessimo il messaggio che il coraggio di un uomo si debba misurare in base al numero dei nemici sconfitti
3) infine non mi è piaciuto il fatto che un uomo con diverse capacità non possa contribuire allo sviluppo del gruppo (mi riferisco al traditore che viene allontanato perchè inetto a combattere) :-?

Concludendo: sono daccordo con chi sostiene che il film va apprezzato per la sua fotografia e per alcune idee (l'esercito dei Persiani costituito da una successione di strane creature più o meno antropomorfe), ma non certo per gli eventuali messaggi.. :roll:

Sono sostanzialmente daccordo con te - esteticamente è un bel film, ma meglio non prenderlo come esempio di vita. Come spettatore, però, rivendico il mio diritto alla "lettura deviante". Le (eventuali, inconoscibili) intenzioni dei produttori mi interessano poco. Ti dico come ho "letto" io il film:

Gli Spartani sono i "cattivi", i Persiani i "buoni". I Persiani sono rappresentati come una cultura progredita, tollerante, multietnica, fedele alla parola data e amante delle belle cose. Gli Spartani sono rappresentati come una cultura corrotta, intollerante, che pratica infanticidio e abuso sui minori, vìola le regole dell'ospitalità e le più elementari norme del vivere civile, attacca a tradimento avversari misericordiosi nel momento in cui offrono una tregua, disprezza i propri stessi alleati ed infine soccombe a causa della propria stupidità. Bastava, infatti, accettare l'aiuto di Efialte, eroe generoso disposto ad offrire una seconda chance allo stato che già lo aveva rifiutato una volta.
Efialte non è un traditore. Sarebbe un traditore se fosse Spartano... ma non lo è, Leonida non lo accetta come tale! Le azioni di Efialte contro Sparta sono dunque moralmente legittime ed onorevoli - anzi, c'è più onore in lui che in tutti gli Spartani messi insieme.

Ecco, non so se questa lettura fosse nelle intenzioni dei produttori (anzi, credo proprio di no), ma è mio diritto attuarla. ;)
Offline Solomon
Esperto
Esperto

Avatar utente
 
Collezione: Solomon
Messaggi: 494
Iscritto il: 16 settembre 2005
Goblons: 0.00
Località: Modena

Messaggioda Sicarius » 2 lug 2007, 22:13

Concordo con coloro che non vedono un particolare messaggio del film legato alla politica attuale, che come già sostenuto da altri prima di me, è molto fedele all'opera a fumetti da cui è tratto, datata 1998.
Ho un particolare modo di interpretare il film, che forse non sarà quello degli autori, ma è secondo me condivisibile...
Più che dire come Solomon che i Persiani sono i buoni e gli spartani i cattivi, secondo me non ci sono buoni nel film...
Entrambi i popoli hanno cose "sbagliate": il "machismo" eccessivo spartano rispetto all'eccesiva "mollezza" persiana, legata alle società troppo opulente... ci sono però anche cose "positive": l'onore e la fratellanza dei guerrieri spartani da una parte e la diplomazia e la multietnicità dall'altra...
Il caso di Efialte mi pare emblematico: è rifiutato dagli spartani, ma usato dai persiani...
Forse è questo il messaggio di Miller: non c'è nessuna civiltà totalmente buona o cattiva...
O forse le mie sono solo congetture personali!
"Per calpestare i troni più preziosi della terra sotto i suoi sandali"
Offline Sicarius
Novizio
Novizio

Avatar utente
 
Collezione: Sicarius
Messaggi: 146
Iscritto il: 12 febbraio 2007
Goblons: 0.00
Località: Milano

Messaggioda elgamoth » 2 lug 2007, 23:33

che due marroni...

è un film...v'è piaciuto? bene...io non l'ho visto ed ho dato una scorsa al fumetto in una libreria.

spartani e persiano erano due culture differenti. entrambe volevano dominare.

hanno vinto i persiani perchè erano di più. fine.
gli spartani erano di meno ma difendevano un passo da dove potevano passare due uomini per volta.

tutti i buonismi del cavolo non centrano nulla.

infanticidio?
abusi?
violenza?

la civiltà, volenti o nolenti si basa e si è sempre basata sulla legge del più forte....oggi la forza è il denaro...tutte questa manfrine non le capisco....

in una società dove si doveva combattere e per mangiare si doveva cacciare ecc NON c'era posto per i deboli....i pellerossa abbandonavano vecchi e disabili, i romani gettavano i malformati dalla tarpea (dietro il campidoglio) ecc ecc ecc...è la natura...il più forte sopravvive.

brutto?
triste?
ingiusto?

forse...ma chi le fa le leggi? le fa la natura e la natura non ha pietà ne è buona ne giusta...è così.

studiatevi la storia.....e poi andatevi a vedere un film evitando di cercarci messaggi che non ci sono.

altrimenti alla priossima mi tocherà leggere le "concezioni filosofiche ed i messaggi nascosti tra i dialoghi di Shrek contro i tansformers"....

buonanotte.
REFERENTE TdG ROMA

Collericamente Vostro The (Real) Un-Goblin!! "Fear God, and dread nought"
http://www.Resludica.net
LUDOTECA LEGIO CAPITOLINA A ROMA info 3488879558
Offline elgamoth
Saggio
Saggio

Avatar utente
TdG Organization
TdG Auctioneer Level 1
 
Collezione: elgamoth
Messaggi: 2069
Iscritto il: 23 novembre 2004
Goblons: 160.00
Località: Roma HornHelias

Messaggioda Puretide » 3 lug 2007, 0:02

elgamoth ha scritto:che due marroni...

è un film...v'è piaciuto? bene...io non l'ho visto ed ho dato una scorsa al fumetto in una libreria.

spartani e persiano erano due culture differenti. entrambe volevano dominare.

hanno vinto i persiani perchè erano di più. fine.
gli spartani erano di meno ma difendevano un passo da dove potevano passare due uomini per volta.

tutti i buonismi del cavolo non centrano nulla.

infanticidio?
abusi?
violenza?

la civiltà, volenti o nolenti si basa e si è sempre basata sulla legge del più forte....oggi la forza è il denaro...tutte questa manfrine non le capisco....

in una società dove si doveva combattere e per mangiare si doveva cacciare ecc NON c'era posto per i deboli....i pellerossa abbandonavano vecchi e disabili, i romani gettavano i malformati dalla tarpea (dietro il campidoglio) ecc ecc ecc...è la natura...il più forte sopravvive.

brutto?
triste?
ingiusto?

forse...ma chi le fa le leggi? le fa la natura e la natura non ha pietà ne è buona ne giusta...è così.

studiatevi la storia.....e poi andatevi a vedere un film evitando di cercarci messaggi che non ci sono.

altrimenti alla priossima mi tocherà leggere le "concezioni filosofiche ed i messaggi nascosti tra i dialoghi di Shrek contro i tansformers"....

buonanotte.


concordo pienamente :grin: :grin: :grin:
BRAVO elgamoth!!!! :biggrin_sm: :biggrin_sm: :biggrin_sm:
Immagine "Finalmente un momento di relax..."
Offline Puretide
Esperto
Esperto

Avatar utente
 
Collezione: Puretide
Messaggi: 455
Iscritto il: 30 maggio 2007
Goblons: 0.00
Località: Pesaro

Messaggioda SIGMAR » 3 lug 2007, 0:16

Mi rode dirlo ma Elghmot ha pienamente ragione, ha detto le cose come sono relamente, filosofeggiare non fa ne caldo ne freddo.
Offline SIGMAR
Grande Saggio
Grande Saggio

 
Collezione: SIGMAR
Messaggi: 2594
Iscritto il: 23 marzo 2007
Goblons: 0.00
Località: LATINA

Messaggioda Solomon » 3 lug 2007, 3:50

Elgamoth, se la discussione non ti interessa nessuno ti costringe a partecipare.
Offline Solomon
Esperto
Esperto

Avatar utente
 
Collezione: Solomon
Messaggi: 494
Iscritto il: 16 settembre 2005
Goblons: 0.00
Località: Modena

Messaggioda Galdor » 3 lug 2007, 10:04

elgamoth ha scritto:hanno vinto i persiani perchè erano di più. fine.
gli spartani erano di meno ma difendevano un passo da dove potevano passare due uomini per volta.

tutti i buonismi del cavolo non centrano nulla.

infanticidio?
abusi?
violenza?

la civiltà, volenti o nolenti si basa e si è sempre basata sulla legge del più forte....oggi la forza è il denaro...tutte questa manfrine non le capisco....

in una società dove si doveva combattere e per mangiare si doveva cacciare ecc NON c'era posto per i deboli....i pellerossa abbandonavano vecchi e disabili, i romani gettavano i malformati dalla tarpea (dietro il campidoglio) ecc ecc ecc...è la natura...il più forte sopravvive.

Quindi -per te- il messaggio che passa (o che vuole passare o che è passato a te) è che il più forte vince? Punto?
Oppure non c'è alcun messaggio e il film va visto per altri elementi (fotografia, ecc..)?

PS: non sono daccordo sulla visione "lineare" de "La legge della Storia è quella del più forte", ma è ovviamente OT discuterne qui.
PPS: Pessimo comunque il messaggio (di Elgamoth) per cui "la Storia è sempre stata così e quindi anche oggi è così"...come la mettiamo con la schiavitù, i sistemi signorili, il classismo, ecc? ;)
Offline Galdor
Onnisciente
Onnisciente

Avatar utente
TdG Moderator
TdG Editor
Top Reviewer
Top Uploader 2 Star
 
Collezione: Galdor
Messaggi: 4864
Iscritto il: 15 dicembre 2003
Goblons: 1,600.00
Località: Isengard (Pisa)

Messaggioda elgamoth » 3 lug 2007, 10:23

Galdor ha scritto:Quindi -per te- il messaggio che passa (o che vuole passare o che è passato a te) è che il più forte vince? Punto?
Oppure non c'è alcun messaggio e il film va visto per altri elementi (fotografia, ecc..)?

PS: non sono daccordo sulla visione "lineare" de "La legge della Storia è quella del più forte", ma è ovviamente OT discuterne qui.
PPS: Pessimo comunque il messaggio (di Elgamoth) per cui "la Storia è sempre stata così e quindi anche oggi è così"...come la mettiamo con la schiavitù, i sistemi signorili, il classismo, ecc? ;)


il messaggio non esiste.
perchè dover per forza trovare un messaggio?
è il film di un fumetto fatto su un fatto storico.
punto.

è una favola.

se può esserci un messaggio è quello di andarsi a studfiare la storia di valorosi guerrieri che hanno combattuto per la propria libertà contro altri valorosi guerrieri che comabttevano per la loro patria.

se è pessimo il mio messaggio è sciocco il tuo commento.
se tu avessi il buon gusto di informarti capiresti che la storia è questo, la natura è questo.
non dico che sia giusto, umano, buono....no...ma è così.

immagina: un bel coniglieto sul praticello, felice che tra le margherite saltella spensierato baciato dal sole.
il vento arruffa il suo bianco pelo, i suoi occhi vedono per la prima volta il cielo azzurro dopo aver passato l'inverno nella tana allattato dalla madre.
è la sua prima primavera e la sua curiosità è un inno alla bellezza della natura ed alla gioia di essere vivo.
poi arriva un lupo e lo sbrana all'improvviso. lo morde sopra il collo, lo scrolla un paio di volte spezzandogli la spina dorsale.
il povero coniglietto non comprende, non capisce e riesce solo a chiedersi...perchè?
...
seplice
AVEVA FAME E DOVEVA DAR DA MANGIARE AI SUOI.

questa è la natura.
cosa fai metti su un comitato per i diritti dei coniglietti saltellanti?
ammazzi tutti i lupi così che i coniglietti possano saltellare felici?
ma se ammazzi i lupi non usi la tua posizione di forza per imporre il tuo volere?

vedi...
sistemi signorili, classismo e schiavitù (+ tutto il resto) non sono cose belle, giuste, ecc....sono cose terribilmente umane.

certo che si devono definire sbagliate, in questa società, ma in altre culture esse non lo sono.

come fai ad arrogarti il diritto di vivere nella cultura più giusta?
con la forza (magari data dal potere dell'economia o della politica).

se scoprissimo una cultura fino ad ora nascosta che pratica sacrifici umani, sarebbe nostro dovere farli smettere? dovremmo imporgli i nostri valori? come li imporremmo?

la "giustizia" è un valore molto effimero, che discende direttamente dalla cultura e dalla morale dominante.
DOMINANTE
e come lo è diventata dominante?
verrà soppiantata da un'altra morale?

la natura è crudele, violenta, senza scrupoli e senza pietà.
ma non è ne buona ne cattiva.

tutte queste fregole morali le abbiamo messe noi per frenare i nostri istinti....meglio così certo, ma almeno rendiamocene conto.

p.s. se vuoi cercare il messaggio in quel che ho scritto fai prima a guardarti 15 documentari e leggerti un bel libro di storia.

p.p.s. Salamon e Galdor, mi dovreste pagare per quel che vi ho spiegato oggi.

p.p.s. un ringraziamento a coloro (anche a Siggy) che mi hanno sostenuto in questa lotta ai -cercatoridimessaggisocialiatuttiicostineifilms-
REFERENTE TdG ROMA

Collericamente Vostro The (Real) Un-Goblin!! "Fear God, and dread nought"
http://www.Resludica.net
LUDOTECA LEGIO CAPITOLINA A ROMA info 3488879558
Offline elgamoth
Saggio
Saggio

Avatar utente
TdG Organization
TdG Auctioneer Level 1
 
Collezione: elgamoth
Messaggi: 2069
Iscritto il: 23 novembre 2004
Goblons: 160.00
Località: Roma HornHelias

Messaggioda SIGMAR » 3 lug 2007, 11:09

Ragazzi è cosi come dice elghamot la giustizia è effimera che varia secondo la visione di un popolo, non può essere universale, ognuno ha una sua visione. Z.: Z.: Z.: Z.: Z.: Z.:

Come dire nella Seconda Guerra Mondiale chi era il buono e chi il cattivo?
Nessuno !! ognuo attuava l'interesse e la giustizia personale. Gli alleati difendevano il loro sistema e l'intesa voleva ribaltarlo per l'interesse dei propri Paesi.

In guerra ognuno vede i propri interessi, per questo che nascono e tutti sono stati dei carnefici. 8)
Offline SIGMAR
Grande Saggio
Grande Saggio

 
Collezione: SIGMAR
Messaggi: 2594
Iscritto il: 23 marzo 2007
Goblons: 0.00
Località: LATINA

Messaggioda TheLawyer » 3 lug 2007, 11:20

SIGMAR ha scritto:Come dire nella Seconda Guerra Mondiale chi era il buono e chi il cattivo?


Direi che con questa stiamo andando definitivamente OT.
L'argomento di partenza era:

Hatedsoul ha scritto:Senza voler scatenare un Flame, vorrei discutere con voi di questo film da una prospettiva diversa, quella del significato.
Qualche settimana fa ho avuto una discussione con un amico sulla simbologia e la filosofia di questo film.
...
Ora non so se questo sia l'intento del regista... o di Miller... vorrei solo discutere se in tempi come questi dei messaggi di questa caratura riescano a far pensare (o no) la gente, nel bene o nel male.


La discussione c'è stata, e ognuno ha espresso le proprie opinioni, liberamente e anche in modo acceso.
Chiederei al moderatore di chiudere qui il thread.
Everybody is special. Everybody. Everybody is a hero, a lover, a fool, a villain. Everybody. … Everybody has their story to tell
(V for Vendetta)
Offline TheLawyer
Grande Saggio
Grande Saggio

Avatar utente
TdG Moderator
TdG Auctioneer Level 1
 
Collezione: TheLawyer
Messaggi: 3068
Iscritto il: 09 luglio 2004
Goblons: 90.00
Località: Leeds, West Yorkshire, United Kingdom

Messaggioda elgamoth » 3 lug 2007, 11:22

TheLawyer ha scritto:
SIGMAR ha scritto:Come dire nella Seconda Guerra Mondiale chi era il buono e chi il cattivo?


Direi che con questa stiamo andando definitivamente OT.
L'argomento di partenza era:

Hatedsoul ha scritto:Senza voler scatenare un Flame, vorrei discutere con voi di questo film da una prospettiva diversa, quella del significato.
Qualche settimana fa ho avuto una discussione con un amico sulla simbologia e la filosofia di questo film.
...
Ora non so se questo sia l'intento del regista... o di Miller... vorrei solo discutere se in tempi come questi dei messaggi di questa caratura riescano a far pensare (o no) la gente, nel bene o nel male.


La discussione c'è stata, e ognuno ha espresso le proprie opinioni, liberamente e anche in modo acceso.
Chiederei al moderatore di chiudere qui il thread.


a mio avviso chiudere è sbagliato.

non ci si sta offendendo, si sta discorrendo di FILOSOFIA PRATICA (per quanto sembri strana questa definizione)...a cosa serve chiudere?
l'argomento è interessante...
REFERENTE TdG ROMA

Collericamente Vostro The (Real) Un-Goblin!! "Fear God, and dread nought"
http://www.Resludica.net
LUDOTECA LEGIO CAPITOLINA A ROMA info 3488879558
Offline elgamoth
Saggio
Saggio

Avatar utente
TdG Organization
TdG Auctioneer Level 1
 
Collezione: elgamoth
Messaggi: 2069
Iscritto il: 23 novembre 2004
Goblons: 160.00
Località: Roma HornHelias

PrecedenteProssimo

Torna a Cinema & Tv

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti