A proposito della recensione di Risiko Prestige

Discussioni e considerazioni su definizioni, terminologie, classificazioni, concetti e questioni di filosofia del gioco.

Moderatori: Sephion, Galdor

Re: ....

Messaggioda spartac » 21 ago 2010, 15:40

aledrugo1977 ha scritto:Grande rispetto all'uomo e stima per il suo lavoro.

Ringrazio.

Però mi chiedo, e a questo punto ti chiedo Spartaco:

quante recensioni sono state scritte dal Gambero Rosso sui fast food McDonald? Oppure quante recensioni ha redato Aldo Grasso circa gli episodi di Beautiful?

Non lo so quante volte Aldo Grasso si sia occupato di Beautiful, però se digiti "aldo grasso beautiful" su google trovi qualcosa di interessante sull'argomento.

E' innegabile che da noi gioco da tavolo significa solo risiko, cluedo e monopoly. Altrove non è così. La questione non è tanto la situazione è giusta da noi o giusta altrove. Qui si vuole dare la possibilità di scelta. Qui si vuol far vedere anche altro specie se nuovo nel concetto, non riproporre sempre e solo le stesse davvero identiche cose. E' questo fare cultura ludica? Secondo me sì.

Come fai giustamente notare, altrove non è così. Ti sei mai chiesto seriamente perché?

Per me "cultura" è anche chiedersi perché da noi le cose vanno diversamente e porsi delle domande, anziché cercare sempre di trovare la responsabilità in qualcun altro.

La mia "provocazione" è chiara: se piace l'idea di essere in una "tana" alora restiamoci chiusi dentro, però non lamentiamoci e non guardiamo sempre gli altri con invidia, perché non sono più fortunati, ma forse solo più aperti.
Offline spartac
Babbano
Babbano

Avatar utente
 
Collezione: spartac
Messaggi: 58
Iscritto il: 12 giugno 2004
Goblons: 60.00
Località: Milano

Messaggioda randallmcmurphy » 21 ago 2010, 16:30

Secondo me il problema non era se recensire o meno Risiko Prestige..per me VA recensito TUTTO il recensibile, con la dovuta cura..e io appena ho visto quella recensione sono andato a leggerla..

Il problema è che tutte le recensioni devono essere ben curate..ANCHE quella di Risiko, proprio per il fatto che se si vuole essere un punto di riferimento, bisogna esserlo per tutti.
« Ardo dal desiderio di spiegare, e la mia massima soddisfazione è prendere qualcosa di ragionevolmente intricato e renderlo chiaro passo dopo passo. È il modo più facile per chiarire le cose a me stesso. »

(Isaac Asimov)
Offline randallmcmurphy
Goblin Showman
Goblin Showman

Avatar utente
Tdg Supporter
TdG Editor
Top Reviewer 1 Star
TdG Auctioneer Level 1
 
Collezione: randallmcmurphy
Messaggi: 2828
Iscritto il: 24 giugno 2005
Goblons: 1,620.00
Località: Rimini
Utente Bgg: mcmurphy
10 anni con i Goblins Membro della giuria Goblin Magnifico

Re: ....

Messaggioda aledrugo1977 » 21 ago 2010, 18:20

spartac ha scritto:... Ti sei mai chiesto seriamente perché?

Per me "cultura" è anche chiedersi perché da noi le cose vanno diversamente e porsi delle domande, anziché cercare sempre di trovare la responsabilità in qualcun altro.

La mia "provocazione" è chiara: se piace l'idea di essere in una "tana" alora restiamoci chiusi dentro, però non lamentiamoci e non guardiamo sempre gli altri con invidia, perché non sono più fortunati, ma forse solo più aperti.


A titolo personale, ma credo per estensione per la stragrande maggioranza dei frequentatori della Tana, non c'è nessuna attribuzione di responsabilità di sorta verso nessuno. Specie verso professionisti induscussi del settore.

Inoltre, ma forse perché sono davvero fuori da dinamiche esterne all'hobby nudo e puro del gioco da tavolo, non capisco cosa c'entri l'invidia.

Da noi è molto diverso, questo sì. Riporto un aneddoto significativo.

Negozio di gdt a San Francisco (divisadero street, numero 3335 o giù di lì): fornitura galattica di tutto. Era appena uscito "Risk revised", quello con le freccette al posto dei carriarmatini per capirci. Esamino la scatola. Mi si avvicina il commesso. Mi chiede a cosa gioco di solito. Dico i miei titoli preferiti. Egli mi dice, se voglio, di aprire la scatola e guardare il contenuto ma comunque mi sconsiglia l'acquisto nonostante ne avesse un robusto stock. Ripiego su altro e lo ringrazio.

Cosa è diverso da noi? La distribuzione, a tutti i livelli. Nelle grandi catene ci sono...esagero 10 titoli? E già sappiamo quali sono. Oddio, sì ci sono rare eccezzioni tipo i gdt tratti da videogiochi in certi Mediaworld vicino ai videogiochi appunto (personalmente vidi "Warcraft, World of Warcraft, Doom e La Furia di Dracula"). I negozzi specializzati ci sono sì ma sono solo per la nicchia tipo gente della Tana appunto. Quali sono le responsabilità? Devo io fare pubblicità ai giochi che mi piacciono? Direi di no a meno di essere retribuito. Di certo i volumi di vendita di Puerto Rico rispetto a Risko! sono ridicoli. E allora? Io parlo di ciò che mi interessa.

Con tutto il rispetto col Risiko! e Risiko! Più ci sono cresciuto ma ora non mi interessa parlarne. Perché essendo un hobby mi occupo di ciò che mi piace ora. Per lavoro, se dovessi fare una campagna di comunicazione sul nuovo Risiko! Challange ovviamente la farei al meglio rispettando le richieste del cliente. Ma sarebbe un lavoro, non un hobby.

Anche in Tana e pure da parte mia, SPQRisiko! è stato accolto con entusiasmo seppur non fosse la rivoluzione copernicana ma un buon gioco seppur con meccanica già oliate altrove. E questo appena uscito perché non era il solito Risiko!. Quindi non siamo di fronte a crociate per partito preso.

Chioso notando che altri mostri sacri si sono evoluti: prendiamo un brand come Axis & Allies. Si parla di Hasbro, volumi mica da ridere. Dall'edizione MB, passando alla Revised e Anniversary, la pessima 1942 fino alle utlime edizioni Europe (speriamo bene) e Pacific (che gaffe produttiva!) 1940 hanno dimostrato che se si evolve si può mantenere alta l'attenzione e l'interesse lo stesso. Anche migliorando il gioco originale.

Scusami il parallelo non prettamente corretto Spartaco, ma in 30 anni Risiko! e Axis & Allies cosa hanno fatto per solleticare la comunità dei giocatori? Questa non vuole però essere in nessun modo una accusa ma una constatazione di diversi approcci che portano a un diverso grado di interesse da parte di una certa utenza diciamo più esigente. Cosa possiamo dire in Tana di nuovo su Risiko!?
Dust l'ho pure recensito io appena uscito con entusiasmo.

Se farai un nuovo Risiko! ne parleremo, bene o male non importa ma di certo ne parleremo senza pregiudizi. Ma di un lanciadadi vellutato mi sa che qua interessa poco.
Offline aledrugo1977
Goblin sondaggisticus
Goblin sondaggisticus

Avatar utente
Top Author 2 Star
TdG Auctioneer Level 1
TdG Editor
 
Collezione: aledrugo1977
Messaggi: 9219
Iscritto il: 12 gennaio 2006
Goblons: 3,440.00
Località: Pendolare senza fissa dimora. Ora Sarzana!
Starcraft Fan Sono stato alla Gobcon 2016 Il trono di spade Fan Sono un Sava follower

Re: ....

Messaggioda spartac » 21 ago 2010, 19:13

aledrugo1977 ha scritto:A titolo personale, ma credo per estensione per la stragrande maggioranza dei frequentatori della Tana, non c'è nessuna attribuzione di responsabilità di sorta verso nessuno. Specie verso professionisti induscussi del settore.

Non mi sono mai permesso di dire che vi sia un'attribuzione di responsabilità verso professionisti del settore. Il mio voleva essere un discorso molto generico per sottolineare come spesso, in Italia, si attribuiscano le responsabilità di ciò che accade ad altri, come se noi non avessimo mai colpa di nulla. Potrei spostare il concetto sulla politica e sarebbe lo stesso.

Negozio di gdt a San Francisco (divisadero street, numero 3335 o giù di lì): fornitura galattica di tutto. Era appena uscito "Risk revised", quello con le freccette al posto dei carriarmatini per capirci.

Conosco il negozio. Ne ho trovati di ancora più forniti in paesini sperduti lungo la costa. Ad Astoria, che credo faccia 5.000 anime, ce ne sono due, uno da un lato uno dall'altro della "main street", entrambi molto più forniti di qualsiasi negozio specializzato italiano. Però permettimi di farti notare come quello che scrivi è l'esempio perfetto di quello che volevo dire. I carrarmatini esistono solo nella versione italiana, ma tu ovviamente non lo sai perchè pensi che Risiko e Risk siano la stessa cosa. Non te ne sto certo facendo una colpa, anche perchè non si tratta certo di una lacuna importante, ma fa parte del concetto che sto cercando di spiegare. Tu, come tantissimi altri, non sai esattamente cosa sia Risiko, come si sia evoluto in Italia rispetto all'edizione originale, che caratteristiche abbia effettivamente. Ne hai un'idea stereotipata derivante da una generica popolarità e magari da qualche ricordo passato. Ne parli, ma in realtà non lo conosci e se per un caso qualsiasi avessi la curiosità di saperne di più non potresti fare affidamento sulla Tana dei Goblin, che dovrebbe essere il tuo "punto di riferimento". Capisci cosa intendo?

Esamino la scatola. Mi si avvicina il commesso. Mi chiede a cosa gioco di solito. Dico i miei titoli preferiti. Egli mi dice, se voglio, di aprire la scatola e guardare il contenuto ma comunque mi sconsiglia l'acquisto nonostante ne avesse un robusto stock. Ripiego su altro e lo ringrazio.

Al posto di quel commesso avrei fatto la stessa cosa. Un buon commesso cerca di venderti la cosa che ti darà maggiore soddisfazione, non quella più facile e questo anche sapendo perfettamente che non tornerai mai più nel suo negozio perché sei un turista straniero. Qui si che le differenze "culturali" si fanno sentire, ma non stiamo più parlando di "cultura del gioco" bensì di cultura e basta.

Scusami il parallelo non prettamente corretto Spartaco, ma in 30 anni Risiko! e Axis & Allies cosa hanno fatto per solleticare la comunità dei giocatori? Questa non vuole però essere in nessun modo una accusa ma una constatazione di diversi approcci che portano a un diverso grado di interesse da parte di una certa utenza diciamo più esigente. Cosa possiamo dire in Tana di nuovo su Risiko!?
Dust l'ho pure recensito io appena uscito con entusiasmo.

Non commettere l'errore di confondere il mio intervento come quello del PM dell'azienda che vuole puntualizzare una "mancanza" (figurati, non sono neppure un dipendente di EG, quindi sai cosa me ne frega di queste cose) o dell'autore che si sente "trascurato" (la Tana mi ha sempre trattato con grande rispetto e simpatia). Io mi sono limitato a far notare che la "recensione" di una nuova edizione del gioco di gran lunga più popolare in Italia è stata pubblicata 12 anni dopo l'uscita in commercio di quella scatola. Dentro quella scatola non c'è solamente un "lanciadadi vellutato", c'è il lavoro di sviluppo delle regole da torneo che ha coinvolto decine di club sparsi in tuta Italia per anni, con molte regole nuove che hanno modificato molto la struttura di gioco. Quelle persone giocano a Risiko in modo molto serio e hanno la stessa passione per lo stesso hobby tuo e degli altri goblin. Non sono dei "diversi".

Il mio intervento non era per difendere Risiko, ma per cercare di far aprire gli occhi su un modo di comunicare che impostato in questo modo non potrà mai far diventare questo luogo un vero "punto di riferimento" se non per una ristretta nicchia di persone.

Non c'è nulla di male che sia così, ma è questa l'ambizione?
Offline spartac
Babbano
Babbano

Avatar utente
 
Collezione: spartac
Messaggi: 58
Iscritto il: 12 giugno 2004
Goblons: 60.00
Località: Milano

Messaggioda dmc977 » 21 ago 2010, 22:30

Io credo che stiamo andando pericolosamente OT. Questo topic è nato perchè io (come tanti) non ho apprezzato la recensione bacata di Risiko Prestige, e mi sono lamentato della cosa. Ora si sta disquisendo sul fatto che un sito come la Tana non sia aperto, aggiornato, completo, perchè la recensione in questione è stata pubblicata troppo tardi. Ma stiamo scherzando ? Il 90% dei giocatori italiani conosce solo il trittico Risiko/Monopoli/Cluedo, e resta fossilizzato su questi titoli tutta la vita. La Tana li ha recensiti (ovviamente) ma fa bene a non prestare loro attenzioni eccessive. Ho letto di persone appassionate di Risiko alla follia, di tornei, ecc. ecc. Ma siamo sicuri che questi fan estremisti abbiano mai conosciuto o provato altri titoli ? La Tana dovrebbe privilegiare titoli di ben altro spessore, o restare fossilizzata sul solito trittico solo perchè la massa li ama e non conosce altro ? Non mi pare si tratti di chiusura, ma anzi, di apertura verso alternative milgliori. Cultura non vuol dire recensire Risiko, ma aprire le menti a persone abituate solo a Risiko, che è oggettivamente un gioco fortunoso e poco profondo. La Tana è un posto di nicchia, e io personalmente voglio che tale rimanga. La cultura di massa poco mi interessa, la ritengo dannosa, pericolosa, ricordo bene cosa è successo per i videogiochi quando da "nicchia" sono passati a "massificati". Perciò, recensiamo Risiko Prestige, ma facciamolo bene, e non restiamo fossilizzati su Risiko......
Vienici a trovare sul nostro gruppo Facebook "Boardgames della Terra di Mezzo" https://www.facebook.com/groups/bgterradimezzo/
e sulla pagina della nostra associazione ludica "Il Dado in Bilico"
https://www.facebook.com/ildadoinbilico/
Offline dmc977
Onnisciente
Onnisciente

Avatar utente
Top Uploader 2 Star
 
Collezione: dmc977
Messaggi: 4049
Iscritto il: 11 febbraio 2009
Goblons: 780.00
Località: Capua (CE)
Utente Bgg: dmc977
Facebook: Claudio Des

Messaggioda randallmcmurphy » 22 ago 2010, 3:29

Mi autocito per ribadire quanto detto sopra...forse non si era capito in tutto quel marasma :-P

randallmcmurphy ha scritto:Secondo me il problema non era se recensire o meno Risiko Prestige..per me VA recensito TUTTO il recensibile, con la dovuta cura..e io appena ho visto quella recensione sono andato a leggerla..

Il problema è che tutte le recensioni devono essere ben curate..ANCHE quella di Risiko, proprio per il fatto che se si vuole essere un punto di riferimento, bisogna esserlo per tutti.


Su massa e nicchia invece sono di parere opposto..mi piacerebbe vedere il gioco da tavolo, se non altro, conosciuto dai più..

La conoscenza, e nel loro piccolo le recensioni, serve ad arrivare gradualmente ad una "massa" consapevole....certo un obbiettivo difficile ma..senza porsene di importanti, non si ottiene niente! ;)
« Ardo dal desiderio di spiegare, e la mia massima soddisfazione è prendere qualcosa di ragionevolmente intricato e renderlo chiaro passo dopo passo. È il modo più facile per chiarire le cose a me stesso. »

(Isaac Asimov)
Offline randallmcmurphy
Goblin Showman
Goblin Showman

Avatar utente
Tdg Supporter
TdG Editor
Top Reviewer 1 Star
TdG Auctioneer Level 1
 
Collezione: randallmcmurphy
Messaggi: 2828
Iscritto il: 24 giugno 2005
Goblons: 1,620.00
Località: Rimini
Utente Bgg: mcmurphy
10 anni con i Goblins Membro della giuria Goblin Magnifico

Messaggioda paperoga » 22 ago 2010, 10:21

vorrei proporre questa nuova recensione per RisiKo Prestige
Apri la scatola passa delicatamente la mano sull'incredibile arena per dadi vellutata.
Posiziona il tabellone al centro del tavolo, ogni giocatore riceve i carriarmati del proprio colore e li ordina come preferisce, un enorme rettangolo, a gruppi di 10, a piramide, in un grosso mucchio informe, a spirale etc. dopodichè i giocatori prendono i dadi del proprio colore li tirano tutti insieme nella capiente arena tiradadi....chi fa' di più ha vinto!!!
Pregi
gioco per tutti veloce da spiegare e da giocare, ottimi materiali
Difetti
la fortuna la fa' da padrona

giusto per sdrammatizzare senza voler offendere nessuno
Offline paperoga
Grande Saggio
Grande Saggio

Avatar utente
Tdg Supporter
TdG Auctioneer Level 1
 
Collezione: paperoga
Messaggi: 3337
Iscritto il: 16 marzo 2004
Goblons: 0.00
Località: milano

Re: ....

Messaggioda aledrugo1977 » 22 ago 2010, 15:13

spartac ha scritto:... ma tu ovviamente non lo sai perchè pensi che Risiko e Risk siano la stessa cosa.

.... Tu, come tantissimi altri, non sai esattamente cosa sia Risiko, come si sia evoluto in Italia rispetto all'edizione originale, che caratteristiche abbia effettivamente. Ne hai un'idea stereotipata derivante da una generica popolarità e magari da qualche ricordo passato. Ne parli, ma in realtà non lo conosci e se per un caso qualsiasi avessi la curiosità di saperne di più non potresti fare affidamento sulla Tana dei Goblin, che dovrebbe essere il tuo "punto di riferimento".....
... Quelle persone giocano a Risiko in modo molto serio e hanno la stessa passione per lo stesso hobby tuo e degli altri goblin. Non sono dei "diversi".

Il mio intervento non era per difendere Risiko, ma per cercare di far aprire gli occhi su un modo di comunicare che impostato in questo modo non potrà mai far diventare questo luogo un vero "punto di riferimento" se non per una ristretta nicchia di persone.

Non c'è nulla di male che sia così, ma è questa l'ambizione?


Mmm evidentemente è facile sottovalutarsi.

E' fuori discussione Spartaco che tu abbia conoscenze di settore decisamente superiori alla media e per quanto riguarda il Risiko! di certo sai al vertice. Però magari anche altra gente parla se sa un minimo di cosa parla. Perlomeno questo è il modo nella quale agisco io: non parlo per parlare.

Sulle differenze tra Risk e Risiko! (regolamento e Brand) da due lustri conosco la differenza.
Possiedo Risk 2210 AD (alla quale ancora gioco), possiedo (e giocai molto) Risiko!, Risiko! Più, Risiko! Edizione Torneo, FutuRisiko!, Anno Domini, SpqRisiko!, Dust. Conosco Risiko! Master e ho giocato decine e decine di partite a Risiko! Prestige (più che altro per la compagnia, difatti dopo la 20esima partita con loro introdussi Formula D e Horse Fever, ora con quel gruppo giochiamo caso strano a questi titoli).

Prima di esprimermi insomma diciamo che conosco un minimo altrimenti taccio. Se c'è altro da sapere a riguardo, intendo gameplay, sono aperto a discussioni sempre.

Inoltre circa la tua condizione contrattuale con EG e la vita di Kaleidosgames diciamo che sono a conoscenza delle informazioni di pubblico dominio: basta?

Questo per far notare che, ancora, che di stereotipi mi pare che ce ne siano almeno da entrambe le parti, se la vogliamo mettere davvero nei termini di fazioni.

Mi permetto di notare come sia alquanto limitante addurre l'ipotesi della totale ignoranza sul Risiko!/Risk e etichettare in definitiva come superficiale chi approccia in modo critico l'universo, in verità almeno altrettanto chiuso se non di più, del risikista.
La storia del trattare da diverso chi gioca a Risiko!, da parte mia, risulta fuori luogo. Perché, esperienza personale, tutti sono passati dal Risiko! mentre il risikista è solo lì. Il punto non è "fa schifo" o "top della strategia di sempre", cosa che rimarco fa sorridere pure te. Il punto è che, almeno in parte, chi critica qui l'ha giocato e spesso tanto. I risikisti duri e puri non provano null'altro.

Sul fatto che mancasse in Tana la recensione di Risiko! Prestige sono d'accordo con te Spartaco. Sul fatto che la Tana è chiusa no. Nei post, proprio di recente, un utente ha chiesto se era meglio Monopoly City o Monopoly World: ha avuto risposte, alternative e nessun commento ironico o da superiori. E' stato consigliato punto. Stessa cosa per il Risiko! nei topic. Qui una minoranza è misantropa ed elitaria, come in qualunque insieme di persone compresi i risikisti. La maggioranza aperta al confronto. Questa discussione ne è un esempio. Con il massimo rispetto ma dicendo cosa si pensa.

Un saluto e spero di incontrati di persona Spartaco. Buon lavoro!
Offline aledrugo1977
Goblin sondaggisticus
Goblin sondaggisticus

Avatar utente
Top Author 2 Star
TdG Auctioneer Level 1
TdG Editor
 
Collezione: aledrugo1977
Messaggi: 9219
Iscritto il: 12 gennaio 2006
Goblons: 3,440.00
Località: Pendolare senza fissa dimora. Ora Sarzana!
Starcraft Fan Sono stato alla Gobcon 2016 Il trono di spade Fan Sono un Sava follower

Re: ....

Messaggioda spartac » 23 ago 2010, 18:37

aledrugo1977 ha scritto:Sulle differenze tra Risk e Risiko! (regolamento e Brand) da due lustri conosco la differenza.


Perdonami, da quello che avevo letto ho ritenuto che non fosse così. Sono io il primo ad essere contento di essermi sbagliato.

La storia del trattare da diverso chi gioca a Risiko!, da parte mia, risulta fuori luogo. Perché, esperienza personale, tutti sono passati dal Risiko! mentre il risikista è solo lì. Il punto non è "fa schifo" o "top della strategia di sempre", cosa che rimarco fa sorridere pure te. Il punto è che, almeno in parte, chi critica qui l'ha giocato e spesso tanto. I risikisti duri e puri non provano null'altro.

Il mio era ed è un discorso generico, non a livello personale. Se vogliamo dire che limitare il proprio universo a Risiko sia un errore, mi troverai perfettamente d'accordo.

Sul fatto che mancasse in Tana la recensione di Risiko! Prestige sono d'accordo con te Spartaco. Sul fatto che la Tana è chiusa no.

Ripeto che la mia non voleva essere una critica generica, ma una banale "provocazione" per far scattare nelle persone come te un campanello di allarme su ciò che questo sito è, che vorrebbe essere e che potrebbe diventare. La questione non è se c'è o non c'è la recensione di Risiko Prestige, ma su quale debba e possa essere l'ambizione della Tana dei Goblin.

Un saluto e spero di incontrati di persona Spartaco. Buon lavoro!

Ricambio e spero di poter continuare la chiacchierata magari giocandoci qualcosa (a te la scelta del gioco).
Offline spartac
Babbano
Babbano

Avatar utente
 
Collezione: spartac
Messaggi: 58
Iscritto il: 12 giugno 2004
Goblons: 60.00
Località: Milano

Messaggioda Richard » 23 ago 2010, 18:52

JesseCuster ha scritto:
JesseCuster ha scritto:Non so se possa interessare ma a questi link trovare le "bozze" delle quattro recensioni

Risiko qui
Farfalia qui
Top-3 qui
Astrotime qui


Colpa mia che sono stato troppo criptico nei miei post precedenti oppure nessuno ha cliccato sui link accorgendosi che le recensioni in questione altro non sono che dei "copia e incolla" (in alcuni casi brutali in altri lievemente ritottoccate) di quanto riportato nei link segnalati?
Ora, non so se l'untete che le ha postate faccia parte o meno del team di giochinscatola, nel caso, niente di male (salvo che come dicevo diversi post fa IMHO "non si tratta affatto di recensioni") ma, se così non fosse... direi che, quantomeno, sarebbe il caso di avvertire il vero autore delle stesse della pubblicazione sulla TdG.


Nel caso di plagio che si fa, cancellazione delle "recensioni" (mi pare il minimo) e ban dell'autore o solo ramanzina?
Io sarei per il calcione nel deretano, ma su 'ste cose son un po' rigido... :twisted:

Tutti i GIOVEDI', birra&giochi a Roma Ovest: 

Offline Richard
Goblin WebSmazzer
Goblin WebSmazzer

Avatar utente
 
Collezione: Richard
Messaggi: 2312
Iscritto il: 06 luglio 2008
Goblons: 120.00
Località: Roma - Green Mount
Utente Bgg: Talenor

Messaggioda Richard » 7 set 2010, 11:44

JesseCuster ha scritto:Certo, non è davvero pensabile che i moderatori si mettano a controllare le risorse inviate da tutti gli utenti (e ci mancherebbe) ma... in casi come questo in cui il "probabile" plagio sia stato segnalato...
P.S.: comunque ribadisco che a mio giudizio nessuna delle 4 recensioni in oggetto avrebbe dovuto essere pubblicata nemmeno se originale, di fatto, non sono recensioni.

Mah, io ogni volta che ho scritto una recensione l'ho vista comparire dopo una settimana, sicchè suppongo che sia stata controllata.
Comunque concordo con te, quelle non sono "recensioni", sono semplici dichiarazioni da fanclub senza alcuna informazione utile per l'utente, ergo non sono risorse ma chiacchiere da bar.
Sempre IMHO ovviamente ;)

Tutti i GIOVEDI', birra&giochi a Roma Ovest: 

Offline Richard
Goblin WebSmazzer
Goblin WebSmazzer

Avatar utente
 
Collezione: Richard
Messaggi: 2312
Iscritto il: 06 luglio 2008
Goblons: 120.00
Località: Roma - Green Mount
Utente Bgg: Talenor

Messaggioda Peppe74 » 9 set 2010, 12:04

Per la "pausa estiva" mi ero perso questo thread che ora scopro,
ovviamente non mi sono perso la recensione di Risiko Prestige ;) , ricordo che avevo voglia anche io di scrivere qualcosa, ma poi lasciai stare (l'argomento ovviamente è delicato, come si è visto).

Beh...a questo punto vi dico la mia opinione:
apprezzo la posizione della Tana di accettare contributi da tutti,
ho spesso detto che per me (cosa ripetuta da altri in questo thread) parlare "oggettività" per una recensione e un voto ha poco senso.

Quello che però evidenzio è che la recensione di Risiko Prestige non è conforme agli standard editoriali delle recensioni sulla Tana.
La pagina della recensione è divisa in "Contenuto", "Descrizione", "pregi" e "difetti". Da tempo la "Descrizione" la si divide in "Ambientazione", "Il Gioco" e "Considerazioni", la parte delle "Considerazioni" è quella in cui il recensore è più libero nei giudizi e commenti personali.

Nella recensione di Risiko Prestige addirittura nel "Contenuto" (che dovrebbe limitarsi ad un sintetico elenco del contenuto della scatola) si trovano frasi tipo:
...Un nuovo regolamento, con le ultimissime regole da torneo e la chiarificazione di quelle che generano spesso conflitti di interpretazione, completa questa confezione di grande prestigio, che non puo' mancare nella collezione di un vero appassionato.
che sono già un giudizio (ed anche molto spinto!)

Insomma, per farla breve:
rispetto l'utente che ha scritto la recensione e se lui ritiene di valutare "8" il gioco in questione c'è poco da sindacare, ma la recensione deve essere re-impostata secondo le convenzioni vigenti. Scritta così effettivamente più un volantino pubblicitario.

(poi è chiaro che se si scopre che la recensione sia volutamente un volantino pubblicitario la questione è diversa, quanto segnalato da JesseCuster va approfondito).
Offline Peppe74
Goblin
Goblin

Avatar utente
TdG Editor
Top Author
Top Reviewer
TdG Auctioneer Level 1
 
Collezione: Peppe74
Messaggi: 5454
Iscritto il: 16 febbraio 2006
Goblons: 1,270.00
Località: Vimercate (ma sono di Napoli)
Utente Bgg: Peppe74
Agricola fan Puerto Rico Fan Through the ages Fan Sono un Goblin Membro della giuria Goblin Magnifico Alta Tensione Fan Io gioco col rosso
Brass fan Food Chain Magnate fan Napoli fan Splotten Spellen fan Ilsa Magazine fan

Messaggioda alfredo » 9 set 2010, 12:46

Peppe74 ha scritto:Scritta così effettivamente più un volantino pubblicitario.


Tra l'altro poco convincente, proprio perchè non avvalorata da dati oggettivi.
Offline alfredo
Gran Maestro
Gran Maestro

Avatar utente
 
Collezione: alfredo
Messaggi: 1296
Iscritto il: 23 agosto 2007
Goblons: 290.00
Località: Monsampolo del tronto (AP)
Utente Bgg: fidimar
Facebook:https://www.facebook"> https://www.facebook

PrecedenteProssimo

Torna a Questioni filosofiche

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti