Agon Alea Ilinx Mimicry

Discussioni e considerazioni su definizioni, terminologie, classificazioni, concetti e questioni di filosofia del gioco.

Moderatori: Sephion, Galdor

Agon Alea Ilinx Mimicry

Messaggioda noctua_cojuntas » 12 mag 2005, 14:20

Agon Alea Ilinx Mimicry sono secondo Caillois le quattro componenti del gioco

La mimicry è l’alterazione della persona, è il piacere di fingere di essere qualcun altro.

L’agon è la regola, per dare senso alla vittoria si devono avere regole che mettano alla pari i partecipanti, solo così il vincitore può dimostrare la sua abilità sugli sfidanti.

L’alea è la volontà di sottoporsi al fato, si sfida la sorte e si mette alla prova il destino scelto per il proprio personaggio.

L’ ilinx o vertigine è il desiderio di farsi trascinare dal gioco nel gioco, è lo stato di vertigine che si prova rompendo le regole morali o fisiche


volevo chiedervi se questa analisi vi piace, se provate simpatia per queste quattro parole o una in particolare
Offline noctua_cojuntas
Iniziato
Iniziato

Avatar utente
 
Collezione: noctua_cojuntas
Messaggi: 250
Iscritto il: 03 dicembre 2003
Goblons: 480.00
Località: Roma
Twitter: @noctuacojuntas

Re: Agon Alea Ilinx Mimicry

Messaggioda fabio » 12 mag 2005, 15:49

noctua_cojuntas ha scritto:Agon Alea Ilinx Mimicry sono secondo Caillois le quattro componenti del gioco

La mimicry è l’alterazione della persona, è il piacere di fingere di essere qualcun altro.
L’agon è la regola, per dare senso alla vittoria si devono avere regole che mettano alla pari i partecipanti, solo così il vincitore può dimostrare la sua abilità sugli sfidanti.
L’alea è la volontà di sottoporsi al fato, si sfida la sorte e si mette alla prova il destino scelto per il proprio personaggio.
L’ ilinx o vertigine è il desiderio di farsi trascinare dal gioco nel gioco, è lo stato di vertigine che si prova rompendo le regole morali o fisiche
volevo chiedervi se questa analisi vi piace, se provate simpatia per queste quattro parole o una in particolare


Caillois si sforza di rinchiudere in queste quattro categorie tutta l'attività ludica. Quindi per esempio l'ilinx di Caillois non è solo 'sfida' ma anche ebbrezza (che guarda caso ha due sinonimi calzanti, ubriachezza e intenso piacere); quella per esempio di un bambino (3-4 anni) che si mette a girare su se stesso fin quando cade per provare piacere di una situazione di turbamento (noi lo facciamo con il Blue Tornado).
L'agon non è solo il trionfo della giustizia ma lo sforzo serio nel fare di meglio nello sport per esempio (non a caso ad un certo livello gli sport si chiamano agonistici).
L'alea che descrivi sembra calzare su un personaggio da Gdr, l'alea di Caillois si spinge fino ai limiti della patologia del gioco d'azzardo che incatena migliaia di ultra sessantenni ai tavoli del bingo. E anche la mimicry che ben si adatta a GdR e rappresentazioni teatrali, la si ritrova ancora nel gioco del facciamo che dei bambini e ancora tutte le volte che creiamo una illusione, cioè entriamo in gioco (in-ludere), cioè entriamo in un mondo in cui le regole cambiano e noi cambiamo con le regole.

Molte delle idee di Caillois presuppongono che il gioco sia qualcosa di ben identificabile e qunidi suddivisibile in categorie. Purtroppo questo non è sempre applicabile, chi può veramente dire cos'è un gioco?

a presto
fab!o
Ultima modifica di fabio il 12 mag 2005, 16:05, modificato 3 volte in totale.
Offline fabio
Veterano
Veterano

Avatar utente
 
Collezione: fabio
Messaggi: 850
Iscritto il: 30 giugno 2004
Goblons: 260.00

Messaggioda freeman74 » 12 mag 2005, 15:50

...mi sa che a fabio manca qualche pezzo...
Offline freeman74
Goblin
Goblin

Avatar utente
TdG Moderator
Top Uploader 1 Star
 
Collezione: freeman74
Messaggi: 5101
Iscritto il: 21 giugno 2004
Goblons: 1,120.00
Località: Roma - Casal Palocco

Re: Agon Alea Ilinx Mimicry

Messaggioda rporrini » 12 mag 2005, 15:53

noctua_cojuntas ha scritto:Agon Alea Ilinx Mimicry sono secondo Caillois le quattro componenti del gioco

...


volevo chiedervi se questa analisi vi piace, se provate simpatia per queste quattro parole o una in particolare


Queste parole sono i quattro motivi per cui sono qui.
Non lo sapevo fino ad ora.

Ora lo so.
In fondo non cambia niente. :grin:
Immagine
Calcolo fatto sul prezzo di 1500 lire a pacchetto.
Offline rporrini
Magister Antiquitatis
Magister Antiquitatis

Avatar utente
Tdg Super Moderator
Top Author
Top Uploader 1 Star
 
Collezione: rporrini
Messaggi: 9580
Iscritto il: 20 febbraio 2004
Goblons: 780.00
Località: Roma - First Valley
Utente Bgg: rporrini
Board Game Arena: rporrini
Yucata: rporrini
Facebook: rporrini
Puerto Rico Fan Tocca a te fan Terra Mystica Fan Alta Tensione Fan Alhambra Fan Sono stato alla Gobcon 2016

Re: Agon Alea Ilinx Mimicry

Messaggioda noctua_cojuntas » 12 mag 2005, 16:36

fabio ha scritto:Molte delle idee di Caillois presuppongono che il gioco sia qualcosa di ben identificabile e qunidi suddivisibile in categorie. Purtroppo questo non è sempre applicabile, chi può veramente dire cos'è un gioco?




dovrei leggerlo questo benedetto Callois, pare che tutti l'abbiano letto o studiato ...a me sono arrivate solo queste quattro parole e le ho trovate interessanti

volevo prenderne spunto per caratterizzare il sito degli eventi ludici e prima di tutto mi interessava capire quato i giocatori possono riconoscersi ...

quanto alle categorie è certo che il gioco è una realtà complessa che mal si adatta ad essere rinchiusa in definizioni e categorie (per questo il gioco e il suo mondo mi affascinano e gli sto dedicando così tanti sforzi) però per me che devo o almeno voglio dare un modo agli utenti per distinguere un evento al primo sguardo fa comodo trovre un compromesso edire "questo è un gioco di ruolo" o "è un gioco da tavolo" o "è un gioco astratto" anche se nel momento in cui lo dico già qualcuno mi fa notare che non è esatto.

comunque, interrograsi sulle cose che facciamo non fa poi male

siamo nel thread delle questioni filosofiche del gioco, se non ammorbo voi chi? ok ok ora vado a rompere le balle a quelli di ihg o agli illustri della lista kili
Offline noctua_cojuntas
Iniziato
Iniziato

Avatar utente
 
Collezione: noctua_cojuntas
Messaggi: 250
Iscritto il: 03 dicembre 2003
Goblons: 480.00
Località: Roma
Twitter: @noctuacojuntas

Messaggioda freeman74 » 12 mag 2005, 16:53

ora è più scorrevole ;)
Offline freeman74
Goblin
Goblin

Avatar utente
TdG Moderator
Top Uploader 1 Star
 
Collezione: freeman74
Messaggi: 5101
Iscritto il: 21 giugno 2004
Goblons: 1,120.00
Località: Roma - Casal Palocco

Re: Agon Alea Ilinx Mimicry

Messaggioda fabio » 12 mag 2005, 17:04

noctua_cojuntas ha scritto:dovrei leggerlo questo benedetto Callois, pare che tutti l'abbiano letto o studiato ...a me sono arrivate solo queste quattro parole e le ho trovate interessanti


Guarda ti assicuro che è un libro di modeste dimensioni e si lascia leggere quindi non devi far altro che procurartene una copia (ti presterei la mia ma temo di essere un po' fuori zona).

Se lo leggi e ti interessa approfondire ti consiglio anche di leggere Bateson (se non sbaglio il titolo è "questo è un gioco"). Il suo approccio è completamente diverso da quello di Caillois. Bateson sostiene che quando si gioca i giocatori sono capaci, in qualche misura, di scambiarsi dei segnali che portano il messaggio «questo è un gioco». Questo messaggio raggiunge anche gli osservatori esterni che capiscono che stanno assistendo ad un gioco. Niente categorie quindi. Se vediamo qualcuno che gioca non diciamo che sta giocando perché l'azione che svolge rientra in una delle categorie di Caillois ma semplicemente lo capiamo perché è il giocatore stesso che ce lo dice con un messaggio non verbale.
Affascinante no?

a presto
fab!o
Offline fabio
Veterano
Veterano

Avatar utente
 
Collezione: fabio
Messaggi: 850
Iscritto il: 30 giugno 2004
Goblons: 260.00

Re: Agon Alea Ilinx Mimicry

Messaggioda Angiolillo » 12 mag 2005, 18:30

noctua_cojuntas ha scritto:Agon Alea Ilinx Mimicry sono secondo Caillois le quattro componenti del gioco


Secondo l'Angiolillo sono il Trullallà, l'Evvai, il Pappapero e il Predepportaccasa, ovvero la Piacevolezzitudine, la Successevolezza, la Sopraffazionalità e la Bastrardagginitanza. E' una teoria fresca fresca di giornata, anzi di questi ultimi secondi. Magari lavorandoci su si può migliorare un pochino.
Offline Angiolillo
Goblin
Goblin

Avatar utente
Top Author 1 Star
Game Inventor
 
Collezione: Angiolillo
Messaggi: 5390
Iscritto il: 11 giugno 2004
Goblons: 2,440.00
Località: Roma

Messaggioda Angiolillo » 12 mag 2005, 18:34

E non si faccia l'errore di confondere il Pappapero (o Sopraffazionalità) con il Predepportaccasa (o Bastrardagginitanza), come potrebbero essere tentati di fare alcuni critici se solo avessero avuto il tempo e l'occasione di leggere questo post. Il primo è la soddisfazione intima di ottenere una situazione invidiabile rispetto a quella degli altri, il secondo è quello di vedere gli altri in situazioni rovinose senza necessariamente ricarvarne vantaggi per sé. Due componenti ludiche fondamentali, che Callois schiaccerebbe piattamente in qualche angolo dell'Agon con magari una sfumaturina di Vertigine tanto per gradire.
Offline Angiolillo
Goblin
Goblin

Avatar utente
Top Author 1 Star
Game Inventor
 
Collezione: Angiolillo
Messaggi: 5390
Iscritto il: 11 giugno 2004
Goblons: 2,440.00
Località: Roma

Messaggioda rporrini » 12 mag 2005, 18:41

Accipicchia ragazzi! Due post dell'Angiolillo in fila!!
Su 25 totali!

Questo fa notizia!

Darei a noctua il banner del trova-lo-spammer-che-è-dentro-l'Angiolillo. :lol:
Immagine
Calcolo fatto sul prezzo di 1500 lire a pacchetto.
Offline rporrini
Magister Antiquitatis
Magister Antiquitatis

Avatar utente
Tdg Super Moderator
Top Author
Top Uploader 1 Star
 
Collezione: rporrini
Messaggi: 9580
Iscritto il: 20 febbraio 2004
Goblons: 780.00
Località: Roma - First Valley
Utente Bgg: rporrini
Board Game Arena: rporrini
Yucata: rporrini
Facebook: rporrini
Puerto Rico Fan Tocca a te fan Terra Mystica Fan Alta Tensione Fan Alhambra Fan Sono stato alla Gobcon 2016

Messaggioda Dera » 12 mag 2005, 23:03

Wow, spettacolo! Concordo in pieno, anche se la prima componente (mimicry) non la vedrei in tutti i giochi. Se gioco a Scala 40 in cosa mi devo impersonificare :lol: ?
Comunque, Noctua, potresti darci qualche informazione riguardo a tale Caillois?
Offline Dera
Goblin OffTopicus
Goblin OffTopicus

Avatar utente
TdG Moderator
 
Collezione: Dera
Messaggi: 1350
Iscritto il: 29 settembre 2003
Goblons: 80.00
Località: Nodica city (Pi)

Messaggioda Athafil » 13 mag 2005, 2:09

Mi paiciono queste definizioni delle quattro componenti del gioco. Molto poetico.
Non credo che si voglia cercare di fare delle categorie restrittive ma di poter almeno mettere delle regole di base per intenderci. Se volete una base da cui partire e volare nel mondo di un gioco.

Le definzioni di categorie non saranno mai perfette per tutti: gli scacchi per la maggior parte della gente sono un gioco astratto ma per gli scacchisti "seri" gli scacchi sono nolto più FIGHI e devono avere la loro categoria di GIOCHI SPORTIVI giusto per capire a dove si può arrivare!

Until swords part... Athafil Oakleaf - Principe degli elfi Ambasciatore Elfico "Potrei sapere come si fa ad uscire di qui?" "Dipende in gran parte da dove tu vuoi andare"  FFFF ha ragione...

Offline Athafil
Elven Ambassador
Elven Ambassador

Avatar utente
 
Collezione: Athafil
Messaggi: 2320
Iscritto il: 07 aprile 2004
Goblons: 260.00
Località: Veduggio (MI)

Messaggioda fabio » 13 mag 2005, 8:33

Athafil ha scritto:Non credo che si voglia cercare di fare delle categorie restrittive ma di poter almeno mettere delle regole di base per intenderci.


Ti assicuro che il proposito di Caillois era quello di classificare i giochi per categorie, il capitolo che parla di questa suddivisione si chiama non a caso "Classificazioni dei giochi".
Direttamente dal libro:
dopo un esame delle diverse possibilità, proporrei a questo scopo una suddivisione in quattro categorie principali a seconda che, nei giochi considerati, predomini il ruolo della competizione, del caso, del simulacro o della vertigine.

Per quanto lodevole e decisamente "romantico" il tentativo di Caillois è impreciso e inefficace. Dove metterebbe oggi Caillois i GdR per esempio?
Oppure ancora, quando guardi una finale di un torneo di scacchi ad alto livello hai l'impressione che gli sfidanti stiano giocando? Io no.
Un gioco non è gioco perchè è fatto di pezzi e regole lo diviene quando viene giocato senza perdere la peculliarità che lo contraddistingue cioè l'essere fine a se stesso. Ancora, il gioco è una attività libera e in quanto tale non si lascia imprigionare nemmeno nelle definizioni. :)

a presto
fab!o
Offline fabio
Veterano
Veterano

Avatar utente
 
Collezione: fabio
Messaggi: 850
Iscritto il: 30 giugno 2004
Goblons: 260.00

Messaggioda noctua_cojuntas » 13 mag 2005, 9:52

per Dera cito ciò che ho trovato in rete

Questo numero di Riga si propone di offrire un ritratto a tutto tondo di Roger Caillois, impresa affascinante ma anche ardua, sia per la vastità degli interessi e dei temi da lui trattati ­ il gioco, il mimetismo, le pietre, la teoria della letteratura, l'antropologia, il romanzo poliziesco, il sogno, il fantastico, Borges, la teoria del sacro e del mito ­ che per il particolare stile da lui assunto nel descriverli e nel raccontarli. Caillois
esordisce giovanissimo, in seno al gruppo surrealista. Non ha ancora ventun anni che Breton lo arruola. Ma presto si distacca da lui per percorrere una sua strada solitaria. Lungo questo tragitto incontra filosofi e scrittori come Klossowski, Leiris, Bataille. Da scrittore, più che da filosofo, affronta una serie di questioni negli anni Cinquanta e Sessanta in modo
inconsueto, a partire dal suo celebre libro sui giochi, ancor oggi di un'attualità sconcertante. Pur non essendo un teorico puro, Caillois va infatti alla ricerca dei "fondamentali" nelle scienze di cui si occupa, cercando di delineare una "scienza diagonale" che connetta poesia e forme naturali, i poemi e le pietre: il tema dell'asimmetria. Nessuno scrittore europeo del XX secolo è curioso e originale come Roger Caillois.
Scritti e conversazioni con Roger Caillois.
Offline noctua_cojuntas
Iniziato
Iniziato

Avatar utente
 
Collezione: noctua_cojuntas
Messaggi: 250
Iscritto il: 03 dicembre 2003
Goblons: 480.00
Località: Roma
Twitter: @noctuacojuntas

Messaggioda noctua_cojuntas » 13 mag 2005, 10:16

fabio ha scritto:Per quanto lodevole e decisamente "romantico" il tentativo di Caillois è impreciso e inefficace. Dove metterebbe oggi Caillois i GdR per esempio?
Un gioco non è gioco perchè è fatto di pezzi e regole lo diviene quando viene giocato senza perdere la peculliarità che lo contraddistingue cioè l'essere fine a se stesso. Ancora, il gioco è una attività libera e in quanto tale non si lascia imprigionare nemmeno nelle definizioni. :)


la tassonomia del gioco, in effetti, ha poco senso.
se riconosciamo che il gioco è una cosa complessa
(nel senso epistemologico del termine) mi piace molto di più la non-definizione del passarsi il messaggio 'sto giocando'
che è un pò come dire 'sto scherzando' , sfumature.

Mi pare che ci fosse un'altro tipo Vladimir Propp che si lanciò nella stramba classificazione delle fiabe russe e potrebbero essere anche contemporanei... evidentemente all'inizio del secolo scorso il desiderio di classificare era forte... e in qualche modo è ludico anche questo
(mi viene in mente "homo ordinator" di Randolph e poi basta che la mia parte culurale ludica si ferma qui)

però Queste quattro parole, mi hanno colpita. sono immediate e danno l'idea di un approfondimento , anche per i non addetti ai lavori.

danno l'idea che il gioco è una *cosa seria* qualcosa di atavico e di importante, che sarebbe un concetto interessante da far circolare: al di là della mia curiosità intellettuale ... tra le persone che conosco una cosa del genere potrebbe contribuire ad intaccare il sinonimo "gioco=perdita di tempo"...
Offline noctua_cojuntas
Iniziato
Iniziato

Avatar utente
 
Collezione: noctua_cojuntas
Messaggi: 250
Iscritto il: 03 dicembre 2003
Goblons: 480.00
Località: Roma
Twitter: @noctuacojuntas

Prossimo

Torna a Questioni filosofiche

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti