Che combinano alla Fantasy Flight?

Area per le discussioni e gli scambi di idee su argomenti non legati ai giochi e che non trovano posto in altri forum. Attenzione, anche se è un forum abbastanza libero, anche qui vanno osservate le regole generali e le indicazioni dei moderatori!

Moderatori: Cippacometa, pacobillo, Rage, Sephion

Che combinano alla Fantasy Flight?

Messaggioda pennuto77 » 8 ago 2011, 16:42

Volevo aprire una discussione sulle recenti politiche editoriali della FF.
Queste le nuove in casa FF:
-edizione di una capia spudorata di Wings of War in veste Guerre Stellari dopo aver fatto fallire le trattative con il buon Angiolillo per aquisirne i diritti di "rivisitazione".
-pubblicazione di una versione rivista (ma non mi pare ci fosse molto da moficare) di Dune in versione Twilight Imperium!
-seconda espansione del succitato TI3 che, ha detta di molti (io ancora non l'ho provata), è testata malissimo!
-Battle of Westereos pare sia una ciofeca......
-a distanza di pochi mesi hanno tirato fuori mezza dozzina di LCG (capisco che abbiano successo, io per primo li apprezzo), ora dovrebbero uscire anche quello di Runbound e di Guerre stellari dopo che sono appena usciti quello del signore degli anelli, di worhammer e di ctulu....
-edizioni di giochi chiaramente alla "tedesca" (che io amo sia chiaro, ma che poco hanno a che fare con lo stile FF).....
-nuova edizione di Descent invece che ristampare il titolo esistente che ormai ha 5 espansioni all'attivo (per non contare il libro di avventure)....
-nuova edizione del Trono di Spade (vedi sopra)......
-un'espansione (la centesima....) di ArcamHorror che serve ad espandere le espansioni!!!!!
-Runebound che conta non so quanti ennemila mazzetti.......

Tutto ciò a me personalmente scoraggia molto dall'acquistare altri titoli di questa casa che sembra ormai ignorare il palytest (peggio di prima), campare di operazioni commerciali al limite della presa per i fondelli, e scoraggiare ormai pesantemente qualsiasi acquisto di titoli storici e di edizioni localizzate :-? :-?

Che ne pensate?
Offline pennuto77
Grande Goblin
Grande Goblin

Avatar utente
TdG Editor
Top Author
 
Collezione: pennuto77
Messaggi: 8770
Iscritto il: 10 marzo 2006
Goblons: 1,980.00
Località: Monte Compatri (Castelli romani)
Utente Bgg: pennuto77
Board Game Arena: pennuto77
Yucata: pennuto77
Facebook: carlo.trifogli.9
Agricola fan Through the ages Fan Sgananzium Fan 10 anni con i Goblins Sei nella chat dei Goblins Membro della giuria Goblin Magnifico Sono stato alla fiera di Essen

Messaggioda kukri » 8 ago 2011, 16:54

Ahime, non vedo come darti torto, aggiungerei alle vaccate la piega che stanno dando a "Dust Tattics" che mi dicono fonti ben informate stare diventando pericolosamente simile a "Warhammer 40k" visti i nuovi sviluppi del regolamento.
"Uno stregone non è mai in ritardo, Frodo Baggins. Nè in anticipo. Arriva precisamente quando intende farlo".
"Ma come fai a sparare a donne e bambini? Facile, corrono più piano, miro più vicino"
"Giù la testa cog....e"
Offline kukri
Onnisciente
Onnisciente

Avatar utente
 
Collezione: kukri
Messaggi: 3898
Iscritto il: 30 novembre 2009
Goblons: 40.00
Località: Forlì
Utente Bgg: kukriit

Re: Che combinano alla Fantasy Flight?

Messaggioda LordDrachen » 8 ago 2011, 16:59

penso male.
ma prima di tutto, a parte la qualità dei giochi, mi da fastidio che un titolo resti attivo per così poco tempo, soprattutto se a questo titolo uno abbina diverse espansioni. tra un gioco e la sua second edition per me dovrebbero passare tanti anni. ovviamente non ragiono in ottica di mercato, ma in ottica di compratore.

poniamo che fra 6 mesi esca un nuovo Arkham Horror. uno che fa? butta nel cesso tutto il materiale pregresso?
è questo continuo re-editing, oppure questo continuo battere il chiodo a senso unico.
il SdA LCG cooperativo ha venduto? facciamone uno "similare" su SW.
il setting ha avuto successo? facciamo tutti i giochi possibili con quel setting.
un gioco continua ad avere un certo fascino? facciamo un'espansione testata male. (ora non so per TI3, ma sicuramente alcune espansioni di altri giochi sono di dubbio bilanciamento, in primis proprio Arkham Horror).
da acquirente preferirei meno uscite, ma più oculate e un tantinello di varietà in più nelle meccaniche. vogliono fare l'ennesimo gioco su Cthulhu? mi va benissimo, ma cambiate idea di gioco almeno!
Mansion of M. è bello, ce l'ho, ci gioco bene, ma cavolo è l'ennesimo crossover di sistemi. (e sto parlando di una delle uscite che ho apprezzato di più recentemente...)

quando capiranno che la WWII non tira più come prima, faranno il Tide Of Iron su Star Wars? ^^ (ironico)

ora però faccio l'avvocato del diavolo: una realtà del genere, così di successo, è manna per i gdt. non oso pensare come sarebbe il mercato dei giochi (soprattutto in ambito di gestione delle licenze SdA, SW, ecc.)
se non ci fosse dietro una struttura imponente come quella FFG.

ciò non toglie che, ultimamente, stiano un tantino esagerando.

tutto ovviamente molto IMHO.
Offline LordDrachen
Onnisciente
Onnisciente

Avatar utente
 
Collezione: LordDrachen
Messaggi: 4022
Iscritto il: 02 agosto 2011
Goblons: 20.00
Località: Reggio Emilia
Utente Bgg: LordDrachen
Twitter: LordDrachen

Messaggioda Madazam » 8 ago 2011, 17:35

FFG secondo me sta facendo il passo successivo che si ritrova a fare ogni compagnia in ogni business al giorno d'oggi: espansione.
Vuole diventare come Hasbro, GW e compagnia bella. Magari fare anche le scarpe a qualcuna, visto che in quest'ultimo anno ha tirato fuori parecchi prodotti antagonista avendo la consapevolezza di poter fare prodotti migliori. Non mi meraviglierei se fra qualche anno venga acquisita da Hasbro o chi che sia o che fra poco piu' di un lustro non sia lei ad acquisire una di queste.
Ovviamente serve quantita', e quantita' di solito e' sinonimo di qualita' minore.
Inoltre servono soldi e subito: nuovo Descent che molti dei quali non lo hanno acquistato prima lo acquisteranno ora e non trascuriamo chi ha il vecchio, magari esce fuori un capolavoro.
LCG a iosa per tutti i gusti che essendo giochi di carte sono facili da espandere e virtualmente senza fine.
Acquisire license sempre piu' pesanti.
Lo scopo e' quello di arrivare a vendere al supermercato e nelle grandi catene di distribuzione per vendere a chi non compra i suoi prodotti.
FFG conosce i suoi attuali clienti e non vende prodotti di consumo.
Offline Madazam
Illuminato
Illuminato

Avatar utente
TdG Editor
 
Collezione: Madazam
Messaggi: 1479
Iscritto il: 18 luglio 2007
Goblons: 150.00
Località: Perso nel tempo e nello spazio

Re: Che combinano alla Fantasy Flight?

Messaggioda Madazam » 8 ago 2011, 17:38

LordDrachen ha scritto:penso male.
ma prima di tutto, a parte la qualità dei giochi, mi da fastidio che un titolo resti attivo per così poco tempo, soprattutto se a questo titolo uno abbina diverse espansioni. tra un gioco e la sua second edition per me dovrebbero passare tanti anni. ovviamente non ragiono in ottica di mercato, ma in ottica di compratore.

poniamo che fra 6 mesi esca un nuovo Arkham Horror. uno che fa? butta nel cesso tutto il materiale pregresso?
è questo continuo re-editing, oppure questo continuo battere il chiodo a senso unico.
il SdA LCG cooperativo ha venduto? facciamone uno "similare" su SW.
il setting ha avuto successo? facciamo tutti i giochi possibili con quel setting.
un gioco continua ad avere un certo fascino? facciamo un'espansione testata male. (ora non so per TI3, ma sicuramente alcune espansioni di altri giochi sono di dubbio bilanciamento, in primis proprio Arkham Horror).
da acquirente preferirei meno uscite, ma più oculate e un tantinello di varietà in più nelle meccaniche. vogliono fare l'ennesimo gioco su Cthulhu? mi va benissimo, ma cambiate idea di gioco almeno!
Mansion of M. è bello, ce l'ho, ci gioco bene, ma cavolo è l'ennesimo crossover di sistemi. (e sto parlando di una delle uscite che ho apprezzato di più recentemente...)

quando capiranno che la WWII non tira più come prima, faranno il Tide Of Iron su Star Wars? ^^ (ironico)

ora però faccio l'avvocato del diavolo: una realtà del genere, così di successo, è manna per i gdt. non oso pensare come sarebbe il mercato dei giochi (soprattutto in ambito di gestione delle licenze SdA, SW, ecc.)
se non ci fosse dietro una struttura imponente come quella FFG.

ciò non toglie che, ultimamente, stiano un tantino esagerando.

tutto ovviamente molto IMHO.


Non e' tanto imponente come tu creda.

Riguardo Arkham Horror, ho gia' detto che a questo punto mi aspetto una nuova edizione in un paio di anni. Scommettiamo?
Offline Madazam
Illuminato
Illuminato

Avatar utente
TdG Editor
 
Collezione: Madazam
Messaggi: 1479
Iscritto il: 18 luglio 2007
Goblons: 150.00
Località: Perso nel tempo e nello spazio

Messaggioda stec74 » 8 ago 2011, 17:46

Forse Madazam non sbaglia... oppure c'e' semplicemente un nuovo manager rampante e troppo giovane... oppure hanno esaurito le idee...
BGG: http://www.boardgamegeek.com/collection ... large&ff=1

"Ogni uomo e' in potere dei suoi fantasmi
fino al rintoccar dell'ora in cui la sua umanita' si desta..."
( William Blake )
Offline stec74
Grande Saggio
Grande Saggio

Avatar utente
TdG Top Supporter
TdG Organization
TdG Moderator
Top Uploader
 
Collezione: stec74
Messaggi: 3450
Iscritto il: 22 febbraio 2010
Goblons: 570.00
Località: Bologna

Messaggioda Madazam » 8 ago 2011, 18:08

Probabilmente avranno anche esaurito le idee e saranno anche stanchi di impazzire con nuove creazioni.
In fin dei conti nel mondo dei giocatori ci sono i core gamers (e ci metto quelli che almeno bazzicano serate ludiche e usano strumenti come la tana, bgg etc, fino a quelli che giocano tutte le sere).
Poi ci sono quelli che giocano Monopoli Risico e per caso, dopo aver visto il film X, sono venuti a conoscenza del gioco che vanno a cercare al supermercato.
Ecco, FFG ha capito che con i core gamers, oramai viziati e scafati deve tirare fuori un miracolo ogni volta. Con gli altri, non serve.....
Offline Madazam
Illuminato
Illuminato

Avatar utente
TdG Editor
 
Collezione: Madazam
Messaggi: 1479
Iscritto il: 18 luglio 2007
Goblons: 150.00
Località: Perso nel tempo e nello spazio

Messaggioda Madazam » 8 ago 2011, 20:39

In pausa pranzo ho fatto un salto al negozio dove vado spesso a giocare e solitamente trovo Travis, il titolare, con cui scambio quattro chiacchiere.
Fresco, fresco di GenCon, oltre a qualche notizia sulle nuove uscite, gli ho chiesto cosa ne pensava di queste ultime mosse della FFG.
Lui mi ha detto che Petersen, il proprietario di FFG, non farebbe mai il salto verso la grande distribuzione massiva. Anzi, gli piace essere "the big fish in the small pool". Insomma preferisce controllare un mercato di nicchia piuttosto che essere esposto ai pericoli del grande mercato, specialmente con i tempi che corrono.
A parer suo, FFG sta tentando di portare i prezzi verso il basso, ovviamente offrendo meno nello scatola. Elder Sign, Rune Age escono con un prezzo di listino di 35 dollari. Questa sarebbe una mossa per mettersi sul mercato con un prezzo piu' basso degli standard dei vari CCG.
Molti negozi piccoli, non prendono mai piu' di una o due copie di una big box (Descent, Rune wars, etc.), per cost e ragioni di spazio. Con un costo leggermente minore e un volume piu' contenuto certi tipi di negozi invece che 2 pezzi ne prendono 3 o 4.

Ora non queste erano le sue considerazioni come operatore nel mercato.
Staremo a vedere.
Offline Madazam
Illuminato
Illuminato

Avatar utente
TdG Editor
 
Collezione: Madazam
Messaggi: 1479
Iscritto il: 18 luglio 2007
Goblons: 150.00
Località: Perso nel tempo e nello spazio

Messaggioda Frost82 » 12 ago 2011, 12:40

Onestamente, a mio parere, la FF ha ancora molti anni ed eoni di fatturati per arrivare alla HASBRO o a ritenersi anche solo "lontanamente paragonabile".

In ogni caso, credo che si siano finalmente accorti che i BIG BOX da 80 €-90 € a scatola NON vendono (o meglio vendono, ma non così tanto) e stanno tornando indietro, cercando di rendere i giochi più alla "portata".

In ogni caso, è FF cosa vi aspettavate?
Solitamente cerco di avere i guanti di velluto, ma quando serve metto quelli di ghisa.
Offline Frost82
Gran Maestro
Gran Maestro

Avatar utente
 
Collezione: Frost82
Messaggi: 1276
Iscritto il: 17 dicembre 2004
Goblons: 160.00

Messaggioda Madazam » 12 ago 2011, 15:36

Bisogna pure considerare la situazione: mi pare che al momento la crisi economica mondiale sia veramente bruttina e FFG vende giochi, prodotti che se ne puo' fare a meno per poter campare.
Pero' io vedo la parte subdola della manovra: metto sugli scaffali prodotti ad un costo inferiore, ma metto molto meno dentro la scatola.
Il discorso di uscire con scatole base di giochi di carte con un costo inferiore ai 30/35 dollari e' lodevole. Ma se provate a giocare a Rune Age vi accorgerete che ha un bisogno pazzesco di molte piu' carte. Quante per poterlo almeno paragonare alla scatola base di AGOT, Lord of the rings, ecc.?
Probabilmente un numero tale il cui costo totale per il giocatore e' superiore ai 45/50 dollari.
Credo che sara' cosi' anche per Descent seconda edizione.
Per carita', FFG lo faceva anche prima, ma ora sembra molto piu' esasperato.
Offline Madazam
Illuminato
Illuminato

Avatar utente
TdG Editor
 
Collezione: Madazam
Messaggi: 1479
Iscritto il: 18 luglio 2007
Goblons: 150.00
Località: Perso nel tempo e nello spazio

Messaggioda Radamantis » 13 ago 2011, 14:28

Perchè FF continua con le strategie delle espansioni?

Ossia 10 buoni motivi (dal punto di vista delle aziende) per fare le espansioni

1) si riduce il materiale nella scatola di partenza e si offre un prodotto base ad un prezzo più contenuto

2) non si devono sviluppare continuamente nuovi giochi con una conseguente riduzione dell'incidenza dei costi fissi

3) non si devono sviluppare continuamente nuovi giochi con una conseguente riduzione del rischio di "sbagliare" il prodotto

4) l'espansione genera un flusso di cassa continuativo nel tempo (Il gioco senza espansioni lo compri una volta e basta)

5) ottieni leve di marketing: in qualche modo senti sempre parlare della FF o ti devi tenere aggiornato sul loro sito. E magari a furia di navigare ti fai tentare anche dal prodotto X

6) Il costo di produzione è mooolto basso ed il prezzo di vendita tutto sommato contenuto. In questo modo il cliente continua ad interessarsi al prodotto. Insomma anche il gioco più bello del mondo dopo 1.000 partite stufa, no? e con 25€ ricomincia il divertimento!

7) puoi sperimentare meccaniche differenti e confrontando i dati di vendita / gradimento orientare le produzioni future

8) fidelizzi il cliente (vedi anche num 4)

9) squadra che vince non si cambia. Ossia se un prodotto funziona non puoi fare ogni anno una nuova edizione, ergo lo espandi!

10) Aumenti il tuo catalogo. Hai più probabilità di colpire le nicchie e di sottrarre quote di mercato alla concorrenza che non riesce stare al tuo ritmo
Offline Radamantis
Novizio
Novizio

Avatar utente
 
Collezione: Radamantis
Messaggi: 115
Iscritto il: 22 settembre 2008
Goblons: 0.00

Messaggioda Madazam » 13 ago 2011, 15:08

Veramente si parlava di espansione aziendale :)
Offline Madazam
Illuminato
Illuminato

Avatar utente
TdG Editor
 
Collezione: Madazam
Messaggi: 1479
Iscritto il: 18 luglio 2007
Goblons: 150.00
Località: Perso nel tempo e nello spazio

Messaggioda foxmul84 » 13 ago 2011, 15:54

Ma questo "mette di meno nella scatola" è un controsenso, credo...
Cioè, prendiamo un gioco come Power Grid che con una scatola con pochi buoni componenti tira fuori un gioco immenso...

Ora... se quel "poco nella scatola" basta e avanza per avere un buon gioco, che poi magari verrà espanso (e capirai... a me piacciono le espansioni! Ma de gustibus...), allora ben venga la scatola... soprattutto se si abbassa il prezzo...
Al mio negozio di fiducia ricordo 2 scatole di Twilight Imperium III sulla parte alta dello scaffale da almeno 4-5 anni! Ok, è un bellissimo giocone che però si gioca raramente per la portata del titolo stesso, ma il motivo per cui non si compra non è la scarsa praticità del titolo, ma il prezzo!!!
E la prova è il fatto che sono in molti a comprare giochi con prezzo "normale" che restano cmq la maggior parte delle volte sullo scaffale di casa.

Inoltre, non esistono solo i giocatori esperti che mangiano pane e dadi tutti i giorni... l'errore di valutazione è spesso questo...

Prendete un novellino giocatore di risiko che venne in negozio l'altro giorno: "Scusa, hai il risiko del signore degli anelli"?
"No, ma ho di meglio!"
Ok, allora siamo riusciti a convincerlo a prendere e provare qualcosa di diverso, ma resta il fatto che una grossa varietà di titoli (anche stessi giochi o quasi con vesti diverse) copre un maggiore raggio di "gusti" tra i compratori...
La cosa è positiva per il più sacro dei motivi: chi gioca lo fa per divertirsi!!!

Ora, ultimo appunto e finisco di fare l'antipatico: ci si lamenta di giochi simili con nomi e vesti diverse... ok, prendiamo in esempio il neo-nascente LCG di Star Wars... si dice che sia stato semplicemente appezzottato un altro LCG, cambiandone la faccia...
Bene, ora vi chiedo: quanti giochi conoscete in cui c'è il sistema tedesco: prendi ruolo/esegui azione/costruisci/produci risorse/vendi risorse? Questo sistema è presente nel più famoso Puerto Rico, ma posso elencare decine e decine di giochi con gli stessi meccanismi, alla quale si è cambiato qualcosa insieme alla faccia...
Perchè tutto questo va bene, mentre se si fa ad un gioco FFG fa inca...are?

Non fraintendetemi, io sono contrarissimo al fatto che alcuni giochi di nuova uscita abbiano uno scarso playtesting, ma cavolo... un giocatore che si rispetti applica House Rules anche al gioco di S.Antonio, perchè non a questi?
Concludendo: pollice giu per i playtesting... pollice su per le nuove uscite/edizioni/espansioni...

Ovviamente enunciando il primo comandamento dell'acquirente: se non lo vuoi, NON LO COMPRI!!!

GO, FFG... GOOOOOO!!!! XD
It can't rain all the time!
Offline foxmul84
Gran Maestro
Gran Maestro

Avatar utente
Top Uploader 1 Star
 
Collezione: foxmul84
Messaggi: 1232
Iscritto il: 18 febbraio 2006
Goblons: 420.00
Località: Nocera Inferiore (SA)

Messaggioda Lobo » 13 ago 2011, 16:17

Basta non comprare, io per Descent non spederò un Euro.

Detto qesto la cosa che più mi innervosisce è la mancanza di Playtesting o peggio ancora il lasciare li i "buchi", tanto se lo comprano comunque.

Bisognerebe seppellirli di email di protesta.

Lobo Quando si gioca si combatte per un punto, massacriamo di fatica noi stessi per un punto, ci difendiamo con le unghie e coi denti per un punto, perché sappiamo che quando andremo a sommare tutti quei punti il totale farà la differenza!

Offline Lobo
Crazy Goblin
Crazy Goblin

Avatar utente
TdG Top Supporter
TdG Organization Plus
TdG Administrator
TdG Editor
Top Author 2 Star
Top Reviewer 2 Star
Top Uploader 2 Star
 
Collezione: Lobo
Messaggi: 3679
Iscritto il: 09 giugno 2003
Goblons: 12,502.00
Località: Flaminius - TdG

Messaggioda Madazam » 13 ago 2011, 16:34

Fox, la cosa e' un po' diversa dal semplice mettere meno nella scatola.
In soldoni, FFG sta alzando i prezzi uscendo con prodotti con qualita' un pelino al di sotto del suo standard con cui ha viziato i suoi clienti.
Un mezzo Descent dovrebbe costare la meta' di un Descent intero invece di soli 10 dollari.
Neasuno sindaca le scelte di FFG, ci si chiedeva il perché.


foxmul84 ha scritto:Ma questo "mette di meno nella scatola" è un controsenso, credo...
Cioè, prendiamo un gioco come Power Grid che con una scatola con pochi buoni componenti tira fuori un gioco immenso...

Ora... se quel "poco nella scatola" basta e avanza per avere un buon gioco, che poi magari verrà espanso (e capirai... a me piacciono le espansioni! Ma de gustibus...), allora ben venga la scatola... soprattutto se si abbassa il prezzo...
Al mio negozio di fiducia ricordo 2 scatole di Twilight Imperium III sulla parte alta dello scaffale da almeno 4-5 anni! Ok, è un bellissimo giocone che però si gioca raramente per la portata del titolo stesso, ma il motivo per cui non si compra non è la scarsa praticità del titolo, ma il prezzo!!!
E la prova è il fatto che sono in molti a comprare giochi con prezzo "normale" che restano cmq la maggior parte delle volte sullo scaffale di casa.

Inoltre, non esistono solo i giocatori esperti che mangiano pane e dadi tutti i giorni... l'errore di valutazione è spesso questo...

Prendete un novellino giocatore di risiko che venne in negozio l'altro giorno: "Scusa, hai il risiko del signore degli anelli"?
"No, ma ho di meglio!"
Ok, allora siamo riusciti a convincerlo a prendere e provare qualcosa di diverso, ma resta il fatto che una grossa varietà di titoli (anche stessi giochi o quasi con vesti diverse) copre un maggiore raggio di "gusti" tra i compratori...
La cosa è positiva per il più sacro dei motivi: chi gioca lo fa per divertirsi!!!

Ora, ultimo appunto e finisco di fare l'antipatico: ci si lamenta di giochi simili con nomi e vesti diverse... ok, prendiamo in esempio il neo-nascente LCG di Star Wars... si dice che sia stato semplicemente appezzottato un altro LCG, cambiandone la faccia...
Bene, ora vi chiedo: quanti giochi conoscete in cui c'è il sistema tedesco: prendi ruolo/esegui azione/costruisci/produci risorse/vendi risorse? Questo sistema è presente nel più famoso Puerto Rico, ma posso elencare decine e decine di giochi con gli stessi meccanismi, alla quale si è cambiato qualcosa insieme alla faccia...
Perchè tutto questo va bene, mentre se si fa ad un gioco FFG fa inca...are?

Non fraintendetemi, io sono contrarissimo al fatto che alcuni giochi di nuova uscita abbiano uno scarso playtesting, ma cavolo... un giocatore che si rispetti applica House Rules anche al gioco di S.Antonio, perchè non a questi?
Concludendo: pollice giu per i playtesting... pollice su per le nuove uscite/edizioni/espansioni...

Ovviamente enunciando il primo comandamento dell'acquirente: se non lo vuoi, NON LO COMPRI!!!

GO, FFG... GOOOOOO!!!! XD
Offline Madazam
Illuminato
Illuminato

Avatar utente
TdG Editor
 
Collezione: Madazam
Messaggi: 1479
Iscritto il: 18 luglio 2007
Goblons: 150.00
Località: Perso nel tempo e nello spazio

Prossimo

Torna a Sproloqui e chicche varie

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti