Che tecnica usate per spiegare le regole

Discussioni e considerazioni su definizioni, terminologie, classificazioni, concetti e questioni di filosofia del gioco.

Moderatori: Sephion, Galdor

Che tecnica usate per spiegare le regole

Messaggioda VecchioUnno » 11 feb 2010, 10:32

Come molti di voi , mi trovo sempre a dover spiegare ad altri giocatori le regole dei vari boardgame .
Sono curioso di sapere come sviluppate il discorso .
Per cominciare vi illustro il mio metodo ;)
Prima di tutto comincio a preparare la plancia utilizzando i vari pezzi ,carte ,per fare entrare i giocatori nel narrrativo del gioco utilizzando la mia patetica parlantina :roll: .
Poi inizio con un approccio a grandi linee del regolamento.
Sicuramente mi vengono poste mille domande , che utilizzo per ampliare la spiegazione .
Quindi passo ad un riassunto e rispondo ad altra tornata di domande .
Solitamente un amico a caso ;) nel mentre legge le regole e mi fà notare che uno o due concetti sono da interpretare , ed io ho sbagliato :evil:
Alla mia ribattuta perchè non mi ha aiutato a spiegare la risposta standard è " ma io non sono capace , fallo tu che leggi volentieri :roll: "
Adesso sarei curioso di sapere come sviluppate la spiegazione delle regole , cioè siete dei freddi sonoccialotori di dati o sareste degni di presiedere ad un congresso di venditori di Folletto ;) ( e non dico nulla sulla politica ma ormai siamo a quei livelli :cry: )
Ciao e grazie della lettura e magari per i vostri interventi.
Ciao da Massimo
' disapprovo ciò che dici, ma difenderò alla morte il tuo diritto di dirlo '
Francois-Marie Arouet , detto Voltaire
Parigi 1694-1778
Offline VecchioUnno
Esperto
Esperto

Avatar utente
TdG Top Supporter
 
Collezione: VecchioUnno
Messaggi: 582
Iscritto il: 17 aprile 2005
Goblons: 20.00
Località: Savona
Utente Bgg: vecchiounno

Messaggioda j4m3s » 11 feb 2010, 10:48

So per esperienza (spiego sempre io le regole), che è una cosa molto difficile, sopratutto quando interrompono in continuazione e non solo per fare domande.

Cmq io inizio sempre con un' introduzione all'ambientazione, del tipo, siamo nel 19... in un isola ecc.. siamo dei pirati, o siamo dei contadini
(secondo me è molto importante per coinvolgere).

Poi naturalmente si passa allo scopo del gioco.

tutto questo mentre prepariamo il gioco.

spiego i componenti principali,le meccaniche veloci veloci e poi due o tre giri di prova con chi deve imparare messo per ultimo...una volta imparate le cose principali, si passa alla partita "vera".

Naturalmente la prima partita sarà di prova per loro!

Ciao!
Offline j4m3s
Iniziato
Iniziato

Avatar utente
 
Collezione: j4m3s
Messaggi: 357
Iscritto il: 08 novembre 2009
Goblons: 0.00
Località: Acqualagna (PU)
Utente Bgg: j4m3s
Facebook: mattia.tontini

Messaggioda Sol_Invictus » 11 feb 2010, 13:14

Allestisco il gioco, introduzione minima, poi spiego le regole cercando di seguire una logica.
Naturalmente, a parte giochi molto semplici, la prima volta che spiego 30-40 pagine di manuale me ne scordo o male interpreto la metà, ma non fa niente. Giochiamo comunque consapevoli di questa cosa, la prima partita è un rodaggio e a mano a mano che abbiamo dubbi sulle regole le controlliamo e capiamo come sono quelle corrette. Così, la seconda partita la giocheremo, sperabilmente nel giro di poco tempo, con le regole corrette, e servirà a fissarle tutte o il 90%. Da lì in poi si gioca quindi normalmente.
S'i' fosse fuoco, arderei 'l mondo;
s'i' fosse vento, lo tempestarei;
s'i' fosse acqua, i' l'annegherei;
s'i' fosse Dio, mandereil' en profondo;
Offline Sol_Invictus
Illuminato
Illuminato

Avatar utente
 
Collezione: Sol_Invictus
Messaggi: 1706
Iscritto il: 16 novembre 2006
Goblons: 30.00
Località: Londra / Ravenna

Re: Che tecnica usate per spiegare le regole

Messaggioda solaris » 11 feb 2010, 13:19

Solitamente mi apro il manuale davanti ed inizio a spiegarlo come lo spiega il manuale, ovviamente condensando. Tenendo conto che i manuali devono anche spiegare tutta una serie di casi limite o fare esempi che invece in una spiegazione a voce non servono, l'operazione è solitamente molto rapida.
Purtroppo è abbastanza inevitabile che tipo a 3/4 di partita te ne esci con un: "Ops... mi ero dimenticato di specificare che..." [regola che stravolge le strategie degli altri]
Offline solaris
Novizio
Novizio

Avatar utente
 
Collezione: solaris
Messaggi: 225
Iscritto il: 28 settembre 2005
Goblons: 0.00
Località: Terni

Messaggioda ob1 » 11 feb 2010, 14:01

Di solito seguo questo schema:

-Ambientazione
-Finalità
-Meccaniche per ottenere le finalità
-Qualche esempio

...ovviamente uno deve avere ben chiaro il regolamento perchè spiegare le regole dimenticandosene la metà crea solo confusione totale!!!! ovvio!!!
Offline ob1
Illuminato
Illuminato

Avatar utente
TdG Editor
 
Collezione: ob1
Messaggi: 1841
Iscritto il: 27 aprile 2007
Goblons: 30.00
Località: Imola

Messaggioda genluvi » 11 feb 2010, 14:03

Per prima cosa faccio stare tutti in silenzio fino alla fine :)...dopo la trecentesima volta che a son di domande si perde il filo ho optato per questa soluzione...indispensabile secondo me.
Poi spiego lo scopo del gioco con un po' di ambientazione, illustro i componenti fondamentali e descrivo il turno di gioco. Tutte le regole secondarie, o eccezioni le spiego alla fine. Poi consento le domande :) spesso mi chiedono di ripetere alcune parti del regolamento, così lo si ripete e lo si impara meglio, poi si scoprono cose nuove :)...tantissime volte mi sono accorta di non conoscere alcune regole o di averle interpretate male attraverso le domande che gli altri mi pongono...è utilissimo!
La via [...] mi piaceva, ma mi era ancora spiacevole passare per le sue strettoie.
- S. Agostino, Le Confessioni -
Offline genluvi
Esperto
Esperto

Avatar utente
 
Collezione: genluvi
Messaggi: 436
Iscritto il: 14 gennaio 2005
Goblons: 0.00
Località: Venezia

Messaggioda simox » 12 feb 2010, 7:56

Io invece mi sono ispirato molto ai videogiochi: si gioca subito un tutorial :-) .

In pratica,semplicemente allesetisco il gioco e, man mano che giochiamo, spiego tutto, contenendomi ovviamente ai primi turni per daer tempo ai miei novizi di capire tutto e, appena hanno capito tutto, faccio sul serio :-)
Offline simox
Maestro
Maestro

Avatar utente
Top Uploader
 
Collezione: simox
Messaggi: 1083
Iscritto il: 02 settembre 2009
Goblons: 850.00
Località: Campania

Messaggioda alfredo » 12 feb 2010, 11:18

j4m3s ha scritto:Cmq io inizio sempre con un' introduzione all'ambientazione, del tipo, siamo nel 19... in un isola ecc.. siamo dei pirati, o siamo dei contadini
(secondo me è molto importante per coinvolgere).


Penso che questo passaggio sia quello fondamentale e non solo per i neofiti.
Se il gioco è ben fatto ci sono strette relazioni tra le meccaniche (e quindi le regole) e l'ambientazione e riuscire a sottolineare il legame che c'è tra queste vuol dire memorizzare più facilmente le regole.
Ad ogni azione che si fa durante il gioco andrebbe dato, per quanto possibile, un significato simbolico, per fare un esempio: non sto semplicemente girando una carta turno, ma sta sorgendo il sole e comincia un nuovo giorno di lavoro per i nostri contadini. Cosa decideranno di fare oggi? (Agricola)
Pagina facebook dell'associazione:https://www.facebook.com/Spazio-Ludico-662318633891117
Offline alfredo
Gran Maestro
Gran Maestro

Avatar utente
 
Collezione: alfredo
Messaggi: 1296
Iscritto il: 23 agosto 2007
Goblons: 290.00
Località: Monsampolo del tronto (AP)
Utente Bgg: fidimar
Facebook:https://www.facebook"> https://www.facebook

Messaggioda alfredo » 12 feb 2010, 11:28

ob1 ha scritto:Di solito seguo questo schema:
-Ambientazione
-Finalità
-Meccaniche per ottenere le finalità
-Qualche esempio
...ovviamente uno deve avere ben chiaro il regolamento perchè spiegare le regole dimenticandosene la metà crea solo confusione totale!!!! ovvio!!!


Mi trovo molto d'accordo con questi passaggi, e colgo l'occasione per aggiungere una cosa.

Spesso mi preoccupo (sempre per quanto possibile), prima di spiegare un gioco, non tanto di conoscere il regolamento, ma di conoscere le strategie migliori in maniera da saper valutare quali regole devono essere spiegate subito e quali invece posso spiegare in itinere.
Per fare un esempio, per "I coloni di catan" la spiegazione completa delle carte sviluppo avviene sempre verso la metà inoltrata della partita.
Chiaramente per fare questo occorre padroneggiare bene il gioco (non è un caso che abbia citato i coloni di catan... ;) )
Pagina facebook dell'associazione:https://www.facebook.com/Spazio-Ludico-662318633891117
Offline alfredo
Gran Maestro
Gran Maestro

Avatar utente
 
Collezione: alfredo
Messaggi: 1296
Iscritto il: 23 agosto 2007
Goblons: 290.00
Località: Monsampolo del tronto (AP)
Utente Bgg: fidimar
Facebook:https://www.facebook"> https://www.facebook

Messaggioda luperto » 12 feb 2010, 11:41

Primo passo: rapida spiegazione di cosa bisogna fare per vincere.

Ad esempio a Puerto Rico non bisogna partire subito a spiegare il sistema dei ruoli o il dettaglio degli edifici.
Meglio dire:
vince chi fa più punti vittoria. I punti vittoria si possono fare costruendo edifici, spedendo materie prime alla madre patria o come bonus degli edifici grandi. I soldi e le materie in sè non valgono punti vittoria, ma è importante procurarsi un buon modo per fare i soldi perchè servono a far funzionare l'ingranaggio.

Secondo passo: spiegare il meccanismo fondamentale delle regole

Sempre in Puerto Rico la seconda cosa da spiegare è il sistema dei ruoli. Ma non il dettaglio, solo il fatto che un giocatore è il governatore e inizia a scegliere un ruolo e che poi tutti eseguono quel ruolo. Poi il secondo giocatore sceglie il ruolo e così via.
In questa fase spiegare in dettaglio cosa fa un certo ruolo è controproducente. Finchè la gente non ha capito bene come funziona il giro, mettere troppi dettagli serve solo a confondere.

Terzo passo: i dettagli (ma non troppi)

A questo punto spiegate pure i dettagli. Cosa fa ogni ruolo, cosa fa ogni edificio. Poichè i giocatori a questo punto hanno sia un'idea di come "gira" il gioco sia un'infarinatura (molto di base) di strategia comprenderanno meglio i dettagli e riusciranno a inquadrarli nel quadro generale.
Potete anche arrischiare un po' di consigli, ma solo per far evitare errori grossolani.
Ad esempio: questo è lo small market: se c'è compratelo prima che finisca.
Quest'altro è l'ospizio: sembra una gran cosa, ma in realtà è una mossa molto debole.
Non esagerate coi dettagli. Dall'esperienza solo uno 0.1% dei giocatori vuole sapere la percentuale di composizione delle risorse di un mazzo o conoscere tutti gli eventi presenti in un mazzo di carte. Per queste cose è meglio dire che "gli eventi li vediamo mano mano che escono". Spiegate (se ce ne sono) solo quelli che è fondamentale conoscere dall'inizio poichè i giocatori devono in qualche modo prepararsi.

Quarto passo: consigli strategici.
Anche qui inutile esagerare, limitatevi a rimarcare l'importanza di qualche elemento. E soprattutto, evitate di giocare per conto di qualcun altro durante durante la partita con suggerimenti esagerati: infastidisce gli avversari e toglie il gusto di scoprire sa soli il gioco.
Intervenite solo se vedete che qualcuno sta facendo errori grossolani che possono portarlo fuori gioco (rovinandogli la partita)
Offline luperto
Babbano
Babbano

Avatar utente
 
Collezione: luperto
Messaggi: 48
Iscritto il: 05 febbraio 2005
Goblons: 0.00
Località: Londra

Messaggioda Faustoxx » 12 feb 2010, 11:47

simox ha scritto:Io invece mi sono ispirato molto ai videogiochi: si gioca subito un tutorial :-) .

In pratica,semplicemente allesetisco il gioco e, man mano che giochiamo, spiego tutto, contenendomi ovviamente ai primi turni per daer tempo ai miei novizi di capire tutto e, appena hanno capito tutto, faccio sul serio :-)


Quoto. Anch'io seguo questo sistema. Faccio prima una breve panoramica del gioco e delle meccaniche e partiamo con un tutorial. La partita non vale e tutti sono più concentrati ad apprendere il gioco piuttosto che a vincere la partita.
Devo dire che normalmente sono giochi semplici tipo family, per quelli più complessi forse bisogna scegliere un altro approccio.

Buon gioco

Faustoxx
Offline Faustoxx
Maestro
Maestro

Avatar utente
Top Uploader
 
Collezione: Faustoxx
Messaggi: 1066
Iscritto il: 24 novembre 2008
Goblons: 120.00
Località: Genova
Utente Bgg: Faustoxx
Yucata: Faustoxx
Twitter: @fausto_berutti
Alta Tensione Fan

Messaggioda alfredo » 12 feb 2010, 11:53

luperto ha scritto:Quarto passo: consigli strategici.
Anche qui inutile esagerare, limitatevi a rimarcare l'importanza di qualche elemento. E soprattutto, evitate di giocare per conto di qualcun altro durante durante la partita con suggerimenti esagerati: infastidisce gli avversari e toglie il gusto di scoprire sa soli il gioco.
Intervenite solo se vedete che qualcuno sta facendo errori grossolani che possono portarlo fuori gioco (rovinandogli la partita)


Quoto. Ci vuole molto equilibrio su questo punto.
Non bisogna dare troppe informazioni perchè si rischia di giocare al posto dell'altro, ma neanche troppe poche da rendere la partita un disastro (con il rischio di scoraggiamento).
Dopotutto questo è l'equilibrio richiesto in ogni atto educativo (pensate al rapporto genitori-figli).
Pagina facebook dell'associazione:https://www.facebook.com/Spazio-Ludico-662318633891117
Offline alfredo
Gran Maestro
Gran Maestro

Avatar utente
 
Collezione: alfredo
Messaggi: 1296
Iscritto il: 23 agosto 2007
Goblons: 290.00
Località: Monsampolo del tronto (AP)
Utente Bgg: fidimar
Facebook:https://www.facebook"> https://www.facebook

Messaggioda Raistlin » 12 feb 2010, 12:20

genluvi ha scritto:Per prima cosa faccio stare tutti in silenzio fino alla fine :)...dopo la trecentesima volta che a son di domande si perde il filo ho optato per questa soluzione...indispensabile secondo me.


Anche io parto da questo presupposto: quando si comincia seriamente si ascoltano le regole, altrimenti è finita.. non se ne viene più a capo e si perde un sacco di tempo.


genluvi ha scritto:Poi spiego lo scopo del gioco con un po' di ambientazione


Eh sì, anche io tento di far calare i giocatori nell'atmosfera dell'ambientazione, entrando nella parte con tono di voce variabile ed accennando una qualche interpretazione. Secondo me è alla base per la creazione dell'atmosfera di gioco, soprattutto per i neofiti.

E poi spiego il turno di gioco, magari ricapitolandolo una seconda volta, oltre che alle condizioni di vittoria e a tutto il resto. Talvolta alcune sezioni vengono spiegate in seguito durante il corso della partita, soprattutto per i giochi più complessi - ad esempio un combattimento magari viene esaminato quando vi si ha a che fare.
Offline Raistlin
Goblin
Goblin

Avatar utente
 
Collezione: Raistlin
Messaggi: 5974
Iscritto il: 04 dicembre 2003
Goblons: 40.00
Località: Torino, Città Magica...
Utente Bgg: RaistlinMajere

Messaggioda Favar » 12 feb 2010, 13:17

Una certa goblinessa di cui non svelerò mai il nome "Fairy".. disse una volta:

Lo scopo di questo gioco è vincere facendo punti seguendo le regole.

E non aggiungo altro... :twisted:
Ma non hai ucciso il drago??!!
Ce l'ho sulla lista delle cose da fare....!!
Offline Favar
Monta vi' che vedi Lucca
Monta vi' che vedi Lucca

Avatar utente
Top Reviewer 2 Star
Top Uploader 2 Star
Game Inventor
TdG Translator
 
Collezione: Favar
Messaggi: 4450
Iscritto il: 23 giugno 2003
Goblons: 3,340.00
Località: Pisa (Italy)
Utente Bgg: Favar
Facebook: Michele Mura

Messaggioda Faustoxx » 12 feb 2010, 13:32

Favar ha scritto:Una certa goblinessa di cui non svelerò mai il nome "Fairy".. disse una volta:

Lo scopo di questo gioco è vincere facendo punti seguendo le regole.

E non aggiungo altro... :twisted:


Beh ! Non puoi dire che non sia stata sintetica nè che abbia omesso il fine ultimo del gioco :lol:
Offline Faustoxx
Maestro
Maestro

Avatar utente
Top Uploader
 
Collezione: Faustoxx
Messaggi: 1066
Iscritto il: 24 novembre 2008
Goblons: 120.00
Località: Genova
Utente Bgg: Faustoxx
Yucata: Faustoxx
Twitter: @fausto_berutti
Alta Tensione Fan

Prossimo

Torna a Questioni filosofiche

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti