Copyright nei boardgame... esiste?

Discussioni e considerazioni su definizioni, terminologie, classificazioni, concetti e questioni di filosofia del gioco.

Moderatori: Sephion, Galdor

Messaggioda freeman74 » 15 dic 2004, 18:02

Galandil ha scritto:Supponi che un editore X tiri fuori un gioco dal nome "Arno & Po" che è la copia perfetta del sistema di T&E: pensi che qualcuno lo comprerebbe? Io dico di no. ;)


...quello che appunto dicevo io prima, se è uguale in tutto e per tutto allora chi me lo compra?
Offline freeman74
Goblin
Goblin

Avatar utente
TdG Moderator
Top Uploader 1 Star
 
Collezione: freeman74
Messaggi: 5101
Iscritto il: 21 giugno 2004
Goblons: 1,120.00
Località: Roma - Casal Palocco

Messaggioda genma1 » 15 dic 2004, 18:13

Galandil ha scritto:Il fatto che esistano diversi medicinali sul mercato basati sulla stessa molecola (o principio attivo) non significa di certo che le varie aziende non paghino i diritti di sfruttamento.

Non lo sapevo, a ben pensarci però è verosimile ed intuitivo... si ho fatto un esempio del cavolo :oops:
Galandil ha scritto:Supponi che un editore X tiri fuori un gioco dal nome "Arno & Po" che è la copia perfetta del sistema di T&E: pensi che qualcuno lo comprerebbe? Io dico di no. ;)

Se costasse la metà credo che lo comprerei... tu no? Ti sei fatto problemi quanto è stato sostituito il nome di E&T con T&E?
Non dico che ne ho la certezza ma potrebbe anche funzionare... :roll:
Voi siete interessati a sapere quale sia la casa che ha pubblicato per prima gli scacchi? Io no, una scacchiera vale l'altra, se poi è più bella o costa meno sono guidato nella scelta, ovviamente questo potrebbe valere solamente per grandi classici che vendano centinaia di migliaia di copie :roll:
kane ha scritto:Ho sentito oggi Raven, (contattato da Genma1)... appena si riesce a liberare dagli impegni cercherà le info...

Credo che tutti aspettiamo impazientemente un giudizio tecnico, ti ringrazio di cuore per l'interessamento ;)
The (Real) Panda Goblin!
A Roma, la serata ludica è
Immagine
Offline genma1
Saggio
Saggio

Avatar utente
Top Reviewer 2 Star
 
Collezione: genma1
Messaggi: 1955
Iscritto il: 06 luglio 2004
Goblons: 4,260.00
Località: Roma(RM) e Frosinone(FR)

Messaggioda freeman74 » 15 dic 2004, 18:18

...già lo vedo a Genma1 dentro la tipografia a serrande chiuse, tipo Totò e Peppino, mentre si stampa le carte di Rucckehr con la traduzione in italiano per poi spacciarle al tabaccaio...eheheheheheh...
Offline freeman74
Goblin
Goblin

Avatar utente
TdG Moderator
Top Uploader 1 Star
 
Collezione: freeman74
Messaggi: 5101
Iscritto il: 21 giugno 2004
Goblons: 1,120.00
Località: Roma - Casal Palocco

Messaggioda genma1 » 15 dic 2004, 18:28

freeman74 ha scritto:...già lo vedo a Genma1 dentro la tipografia a serrande chiuse, tipo Totò e Peppino, mentre si stampa le carte di Rucckehr con la traduzione in italiano per poi spacciarle al tabaccaio...eheheheheheh...

AHAHAHAH!!!
Mi hai proprio scoperto :lupin:
E' proprio quello che sto facendo... ma mi hanno soffiato buona parte di mercato traducendolo in inglese, maledetti!!! ;)

A proposito, quando è che ti cimenti per provarlo insieme? :grin:
The (Real) Panda Goblin!
A Roma, la serata ludica è
Immagine
Offline genma1
Saggio
Saggio

Avatar utente
Top Reviewer 2 Star
 
Collezione: genma1
Messaggi: 1955
Iscritto il: 06 luglio 2004
Goblons: 4,260.00
Località: Roma(RM) e Frosinone(FR)

Messaggioda freeman74 » 15 dic 2004, 18:45

ehehehehe...ma a te che ti importa, tanto hai tutto il mercato italiano a disposizione, no??? :grin: :grin: :grin:
per provarlo, direi un sabato pomeriggio, tipo l'ultimo in cui ti ho dato buca...stavo male ma l'idea mi intrigava parecchio :)
Offline freeman74
Goblin
Goblin

Avatar utente
TdG Moderator
Top Uploader 1 Star
 
Collezione: freeman74
Messaggi: 5101
Iscritto il: 21 giugno 2004
Goblons: 1,120.00
Località: Roma - Casal Palocco

Messaggioda Galandil » 15 dic 2004, 20:19

genma1 ha scritto:Se costasse la metà credo che lo comprerei... tu no? Ti sei fatto problemi quanto è stato sostituito il nome di E&T con T&E?
Non dico che ne ho la certezza ma potrebbe anche funzionare... :roll:


No, non lo comprerei. C'è un punto fondamentale da considerare: io compro, di un gioco, la versione che mi costa meno (ad esempio, PR in tedesco invece che in inglese), ma sempre del gioco di un certo autore.

Se so (come tutti i giocatori appassionati sanno, e il mercato dei BG è composto al 90% da giocatori appassionati, chi si compra il Risiko per giocarci una volta all'anno non rientra nella tipologia di cliente tipica di questo mercato) che il gioco T&E è stato ideato da Reiner Knizia, non vado a comprarmi "Arno&Po" che è la copia non autorizzata di T&E.
Non mi sembra giusto nei confronti dell'autore.

Era questo quello che intendevo. ;)
Elbereth Gilthoniel!

Galandil il Bardo

Gaming is a serious matter!
Offline Galandil
Grande Saggio
Grande Saggio

Avatar utente
 
Collezione: Galandil
Messaggi: 2848
Iscritto il: 17 marzo 2004
Goblons: 100.00
Località: Castiglion Fiorentino (AR)

Messaggioda genma1 » 16 dic 2004, 22:36

Galandil ha scritto:Non mi sembra giusto nei confronti dell'autore.
Era questo quello che intendevo. ;)

Ok, se fai una considerazione di tipo etico sono d'accordo in pieno, neanche io lo farei...
però con gli scacchi consentitemelo, l'autore credo sia deceduto da qualche annetto ;)
The (Real) Panda Goblin!
A Roma, la serata ludica è
Immagine
Offline genma1
Saggio
Saggio

Avatar utente
Top Reviewer 2 Star
 
Collezione: genma1
Messaggi: 1955
Iscritto il: 06 luglio 2004
Goblons: 4,260.00
Località: Roma(RM) e Frosinone(FR)

Messaggioda Galandil » 16 dic 2004, 23:41

genma1 ha scritto:Ok, se fai una considerazione di tipo etico sono d'accordo in pieno, neanche io lo farei...
però con gli scacchi consentitemelo, l'autore credo sia deceduto da qualche annetto ;)


Beh, se parliamo di autori di giochi secolari come gli scacchi... avrei voluto mettere io il brevetto su quel gioco, vivrei di rendita come un nababbo io e almeno altre 10 alla 10 generazioni. :lol:
Elbereth Gilthoniel!

Galandil il Bardo

Gaming is a serious matter!
Offline Galandil
Grande Saggio
Grande Saggio

Avatar utente
 
Collezione: Galandil
Messaggi: 2848
Iscritto il: 17 marzo 2004
Goblons: 100.00
Località: Castiglion Fiorentino (AR)

Messaggioda dawnstorm » 5 gen 2005, 16:21

Coinvolto da genma1 in quest'interessante discussione, mi permetto di dire la mia. Se parliamo di un board game, che consta soprattutto di meccanismi, più che di materiale scritto/disegnato, pur presente, è evidente che i diritti d'autore sono applicabili soloal suddetto materiale che, tuttavia, non costituisce il "core" del gioco, lasciando preda eventuale di plagi proprio il meccanismo di funzionamento.
Se invece parliamo di un RPG, è il mio caso, esso si presenta normalmente come un libro, contraddistinto da un titolo e composto da un testo + tabelle + eventuali foto e/o disegni. In questo caso, il volume o i volumi che compongono l'RPG in questione sono pienamente assimilabili, per la legge italiana e per le normative europee che essa recepisce, ad un romanzo o ad un saggio monografico dove l'autore è pienamente tutelato in caso di plagio di parte o della totalità dei contenuti del libro stesso.
La registrazione alla SIAE, quindi, in questo caso garantisce una piena tutela della copyright, considerando anche che i meccanismi, pur tutt'latro che secondari, in genere si assomigliano tra un RPG e l'altro almeno in parte (tabelle critici, uso dei dadi, classi di personaggi, ecc.) qualunque sia la loro ambientazione
Mi permetto comunque di dare un suggerimento ulteriore a chi scrive qualcosa e, senza voler arrivare fino alla SIAE, desidera comunque garantirsi un minimo di tutela legale. Inserite una stampa o un supporto ottico su cui è riprodotto integralemnte il vostro manoscritto, qualunque sia, in una busta, sigillatela accuratamente e speditevela al vostro indirizzo in busta chiusa, a mezzo raccomandata. Quando la riceverete, avrete cura di custodirla senza intaccare il sigillo in vista di un eventuale contenzioso. Il timbro postale di data certa sulla busta farà fede per evntuali contese in caso di plagio e sarete liberi di produrre la busta come prova in un eventuale processo per plagio, permettendo di aprirla solo alcospetto del magistrato inquirente.
Mediante questo semplice metodo, sarete in grado di provare oltre ogni dubbio che, alla data del timbro postale su menzionato, il manoscritto era in vostro possesso. A quel punto, secondo legge, spetterebbe al plagiatore da voi accusato l'onere della prova contraria, difficilmente ottenibile.
In bocca al lupo a tutti gli aspiranti autori!
Offline dawnstorm
Novizio
Novizio

Avatar utente
 
Collezione: dawnstorm
Messaggi: 151
Iscritto il: 23 aprile 2004
Goblons: 0.00
Località: Roma (Cassia)

Messaggioda mork » 5 gen 2005, 16:25

dawnstorm ha scritto: Inserite una stampa o un supporto ottico su cui è riprodotto integralemnte il vostro manoscritto, qualunque sia, in una busta, sigillatela accuratamente e speditevela al vostro indirizzo in busta chiusa, a mezzo raccomandata. Quando la riceverete, avrete cura di custodirla senza intaccare il sigillo in vista di un eventuale contenzioso. Il timbro postale di data certa sulla busta farà fede per evntuali contese in caso di plagio e sarete liberi di produrre la busta come prova in un eventuale processo per plagio, permettendo di aprirla solo alcospetto del magistrato inquirente.
Mediante questo semplice metodo, sarete in grado di provare oltre ogni dubbio che, alla data del timbro postale su menzionato, il manoscritto era in vostro possesso. A quel punto, secondo legge, spetterebbe al plagiatore da voi accusato l'onere della prova contraria, difficilmente ottenibile.
In bocca al lupo a tutti gli aspiranti autori!


E' un sitema molto usato in altri comparti, ad esempio Banca ove io lavoro.
Concordo. :cool2:
MORK

A Roma, la serata ludica è:
THE GOLDEN RULE
Offline mork
Onnisciente
Onnisciente

Avatar utente
 
Collezione: mork
Messaggi: 4595
Iscritto il: 31 marzo 2004
Goblons: 470.00
Località: Roma - De Sanctis Villa

Messaggioda genma1 » 5 gen 2005, 16:38

dawnstorm ha scritto:Coinvolto da genma1 in quest'interessante discussione, mi permetto di dire la mia.

Ti ringrazio dell'apporto dato :grin:

Il tuo punto di vista è logico e credo giuridicamente corretto, anche se certamente le conclusioni che ne vengono fuori sono sostanzialmente paradossali, infatti un RPG o un Boardgame sono entrambi giochi, entrambi richiedono playtesting, fantasia, genialità e sicuramente fatica...
L'unica cosa che mi viene da dire è che se non esiste una legge specifica probabilmente non ve ne è bisogno... :roll: ...spero
The (Real) Panda Goblin!
A Roma, la serata ludica è
Immagine
Offline genma1
Saggio
Saggio

Avatar utente
Top Reviewer 2 Star
 
Collezione: genma1
Messaggi: 1955
Iscritto il: 06 luglio 2004
Goblons: 4,260.00
Località: Roma(RM) e Frosinone(FR)

Messaggioda mork » 5 gen 2005, 16:45

genma1 ha scritto:L'unica cosa che mi viene da dire è che se non esiste una legge specifica probabilmente non ve ne è bisogno... :roll: ...spero


In Italia il mercato dei giochi è ridicolo in confronto ad altri paesi europei. Quindi mi aspetto che una legge si renderà necessaria soltanto quando il mercato arriverà ad una dimensione tale da giustificarne l'esistenza.
In considerazione che comunque la tutela dei prodotti dell'intelletto e dell'ingegno non è facile nemmeno in paesi ludicamente più evoluti come Germani ed Usa. Altrimenti non troveremmo in giro tanti cloni con il nome o la scatola diversi.
MA che ho detto? Boh! Sarà il vino che ho bevuto a pranzo. :drool:
MORK

A Roma, la serata ludica è:
THE GOLDEN RULE
Offline mork
Onnisciente
Onnisciente

Avatar utente
 
Collezione: mork
Messaggi: 4595
Iscritto il: 31 marzo 2004
Goblons: 470.00
Località: Roma - De Sanctis Villa

Messaggioda dendosan » 6 gen 2005, 16:01

Discussione molto interessante, ma state trascurando la questione "faidate", che tra l'altro mi riguarda personalmente visto che penso di aver infranto tutti i punti riguardanti il fattore "non a scopo di lucro".
La questione è sia etica che legale...
Io ho riprodotto un gioco che era uscito di produzione, ne ho tradotto uno e ristampato, ne ho copiato uno in commercio ma di cui sono il possessore (ma solo per realizzarne un'espansione altrimenti non compatibile). E' poi ovvio che la copia la lascio in sede al club, comunque è tutto per uso personale.
Cosa ne pensate? E' giusto che chi ha creato l'opera ne tragga il giusto profitto e quindi sono disposto a riconpensare il creatore con un contributo, ma se il prodotto è di difficile reperibilità, non è in lingua oppure costa troppo per la sua natura, qualcuno può essere tentato di lavorarci un po' e personalizzarne l'idea...

Ciao
Offline dendosan
Babbano
Babbano

Avatar utente
 
Collezione: dendosan
Messaggi: 31
Iscritto il: 07 marzo 2004
Goblons: 60.00
Località: Riccione RN

Messaggioda mork » 7 gen 2005, 17:37

dendosan ha scritto:Discussione molto interessante, ma state trascurando la questione "faidate", che tra l'altro mi riguarda personalmente visto che penso di aver infranto tutti i punti riguardanti il fattore "non a scopo di lucro".


Tranquillo nessuno ti denuncerà.......ehi guardie :verysmile:

dendosan ha scritto:Cosa ne pensate? E' giusto che chi ha creato l'opera ne tragga il giusto profitto e quindi sono disposto a riconpensare il creatore con un contributo, ma se il prodotto è di difficile reperibilità, non è in lingua oppure costa troppo per la sua natura, qualcuno può essere tentato di lavorarci un po' e personalizzarne l'idea...

Ciao


Ti porto solo il mio pensiero perchè non ho le competenze legali per dare una risposta esatta. secondo me ben vengano coloro che riesumano (si la parola è giusta) vecchi giochi e li rielaborano per farne dei prodotti validi. Lo fanno spesso diversi editori, ci cambiano nome e veste grafica e ce li ripropongono come nuovi per lucro. Quindi se uno lo fa per suo divertimento non vedo cosa ci sia di sbagliato. Poi.......ehi guardie.... :naughty:
MORK

A Roma, la serata ludica è:
THE GOLDEN RULE
Offline mork
Onnisciente
Onnisciente

Avatar utente
 
Collezione: mork
Messaggi: 4595
Iscritto il: 31 marzo 2004
Goblons: 470.00
Località: Roma - De Sanctis Villa

Messaggioda Galdor » 9 mar 2005, 2:17

dawnstorm ha scritto:Se parliamo di un board game, che consta soprattutto di meccanismi, più che di materiale scritto/disegnato, pur presente, è evidente che i diritti d'autore sono applicabili soloal suddetto materiale che, tuttavia, non costituisce il "core" del gioco, lasciando preda eventuale di plagi proprio il meccanismo di funzionamento.
Se invece parliamo di un RPG, è il mio caso, esso si presenta normalmente come un libro, contraddistinto da un titolo e composto da un testo + tabelle + eventuali foto e/o disegni. In questo caso, il volume o i volumi che compongono l'RPG in questione sono pienamente assimilabili, per la legge italiana e per le normative europee che essa recepisce, ad un romanzo o ad un saggio monografico dove l'autore è pienamente tutelato in caso di plagio di parte o della totalità dei contenuti del libro stesso.

Salve,
ho riscoperto questa interessante discussione sul copyright dei giochi e vi posso dire che:
1) Il meccanismo suggerito da Dawnstorm (inviarSI per posta il gioco e conservare il tutto intatto con timbro postale) è valido e fattibilissimo! 8) Viene di solito utilizzato quando il gioco è in fase di preparazione, playtesting o diffusione limitata per vederne un riscontro! Quando il gioco viene poi prodotto si verifica invece il punto 2) :approve:
2) Dawnstorm sbaglia quando differenzia i boardgames dai rolegames: così come i manuali dei giochi di ruolo sono assimilabili ad un libro e -pertanto- sono garantiti da qualsiasi riproduzione (totale o parziale), anche i boardgames sono tutelati allo stesso modo! Il regolamento è paragonabile ad un libro, quindi non può essere riprodotto, mentre per i componenti, la grafica e il titolo valgono le tutele che avete già enucleato... Ergo: nessuna riproduzione parziale o totale di un boardgame è possibile in Italia! :police:
Offline Galdor
Onnisciente
Onnisciente

Avatar utente
TdG Moderator
TdG Editor
Top Reviewer
Top Uploader 2 Star
 
Collezione: Galdor
Messaggi: 4864
Iscritto il: 15 dicembre 2003
Goblons: 1,600.00
Località: Isengard (Pisa)

PrecedenteProssimo

Torna a Questioni filosofiche

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti