Cosi' per giocare... una bella domanda filosofica

Discussioni e considerazioni su definizioni, terminologie, classificazioni, concetti e questioni di filosofia del gioco.

Moderatori: Sephion, Galdor

Messaggioda Necros » 17 ott 2005, 20:21

questi sono anche i miei pensieri prevalenti qundo gioco!
"Ora, se la morte è il non aver più alcuna sensazione, ma è come un sonno che si ha quando nel dormire non si vede più nulla neppure in sogno, allora la morte sarebbe un guadagno meraviglioso."
Offline Necros
Grande Goblin
Grande Goblin

Avatar utente
 
Collezione: Necros
Messaggi: 10000
Iscritto il: 28 novembre 2004
Goblons: 0.00

Messaggioda Falcon » 17 ott 2005, 22:47

Gioco per vincere, ma l'importante è che mi diverta. Credo sia la cosa più importante divertirsi, ma non per questo giocherei "tanto per giocare". è stupido e può (giustamente) dare fastidio agli altri... a me lo darebbe! 8)

"E in ogni caso non abbandonate il tavolo da gioco, perché il giorno che lo farete la festa sarà finita e sarete diventati, inesorabilmente, vecchi." (Dostoevskij)

Offline Falcon
Goblin
Goblin

Avatar utente
TdG Moderator
TdG Editor
Top Reviewer 1 Star
Top Uploader
 
Collezione: Falcon
Messaggi: 5474
Iscritto il: 09 gennaio 2005
Goblons: 3,284.00
Località: Senigallia (An)
Sono stato alla Gobcon 2015 Ho partecipato alla Play di Modena Sono stato alla Gobcon 2016 Io gioco col verde Ho sostenuto la tana alla Play 2016

Messaggioda magobaol77 » 18 ott 2005, 0:59

L'importare è cercare di vincere, sapendo che prima o poi perderai
(vedere la firma)
"Ebbene, si gioca per vincere ma giocando per vincere si impara a perdere. E io credo che questa sia la cosa importante, perchè se si è imparato a perdere si è imparato a vivere. E' tutto quello che volevo dire."
Alex Randolph
Offline magobaol77
Veterano
Veterano

Avatar utente
 
Collezione: magobaol77
Messaggi: 709
Iscritto il: 19 febbraio 2005
Goblons: 490.00
Località: Fermo

Messaggioda Necros » 18 ott 2005, 20:33

citiamo allora anche la firma di Jones:" l'importante non è vincere: è far perdere gli altri!"
"Ora, se la morte è il non aver più alcuna sensazione, ma è come un sonno che si ha quando nel dormire non si vede più nulla neppure in sogno, allora la morte sarebbe un guadagno meraviglioso."
Offline Necros
Grande Goblin
Grande Goblin

Avatar utente
 
Collezione: Necros
Messaggi: 10000
Iscritto il: 28 novembre 2004
Goblons: 0.00

Messaggioda Aiyvann » 18 ott 2005, 20:52

L'importante è vincere... sennò che ti sei seduto a fare? (sempre che non siano le prime partite di orientamento)
L'esperienza è l'insegnante più difficile: prima ti fa l'esame, poi ti spiega la lezione!
Offline Aiyvann
Onnisciente
Onnisciente

Avatar utente
 
Collezione: Aiyvann
Messaggi: 3635
Iscritto il: 24 luglio 2004
Goblons: 330.00
Località: Ferrara (città delle biciclette e delle buche)

Messaggioda Necros » 18 ott 2005, 21:02

io ho vinto solamente quelle!.... :-(
"Ora, se la morte è il non aver più alcuna sensazione, ma è come un sonno che si ha quando nel dormire non si vede più nulla neppure in sogno, allora la morte sarebbe un guadagno meraviglioso."
Offline Necros
Grande Goblin
Grande Goblin

Avatar utente
 
Collezione: Necros
Messaggi: 10000
Iscritto il: 28 novembre 2004
Goblons: 0.00

Messaggioda mork » 19 ott 2005, 8:19

linx ha scritto:Ti sento molto vicino.
Come ho avuto occasione di dire altrove i miei compagni di giochi usano 2 regole base valide x ogni gioco:
1) Prima distruggi Fabrizio (io n.d.r.)
2) Anche se Fabrizio ti sembra sconfitto non ti fidare, potrebbe sempre risorgere, annientalo!


Con alcune varianti abbiamno anche noi la nostra regola aurea: "non importa chi vinca, basta che non sia Simone (Dathon)!" :verysmile:
Ultima modifica di mork il 20 ott 2005, 8:09, modificato 1 volta in totale.
MORK

A Roma, la serata ludica è:
THE GOLDEN RULE
Offline mork
Onnisciente
Onnisciente

Avatar utente
 
Collezione: mork
Messaggi: 4595
Iscritto il: 31 marzo 2004
Goblons: 470.00
Località: Roma - De Sanctis Villa

Messaggioda Galdor » 19 ott 2005, 15:11

ermes73 ha scritto:Penso che stiamo confendendo due cose fondamentali...:

1. Perchè ci piace giocare?
2. Quando gioco cos'è importante?

Se ci pensate c'è una sottile differenza fra le due domande.

Nel primo caso penso che siamo innamorati del gioco e si continua a farlo perchè ci piace...ci diverte immedesimarsi nei personaggi o in certe situazioni...ci piace stare in compagnia e affronatare con gli amici attorno al tavolo situazioni paradossali svincolate dalla vita normale di tutti i giorni...senza motivazioni di fuga dalla realtà chiaramente...lo facciamo perchè è divertente farlo. In questa fase di innamoramento continuo, che si vinca o che si perda è poco rilevante. La mia prima partita in assoluto, e anche qualche altra in successione :cry: , in ambiente boardgames e wargames persi clamorosamente...ho continuato a giocare perchè mi sono comunque divertito e innamorato di quel mondo...se la vittoria era così importante forse avrei lasciato perdere di giocare...

Naturalmente, e qui entra il gioco il punto 2, quando si gioca si gioca per vincere altrimenti si gioca male...lo spirito giusto è quello della vittoria...penso sia normale per un giocatore...ma se si perde, dopo aver rosicato il giusto, ci si può innamorare lo stesso un altro pochino...

Condivido interamente il punto 1), solo parzialmente invece il punto 2): nel senso che si può tranquillamente perdere e non rosicare affatto. Delle partite più "memorabili" che ho giocato mi ricordo il pathos, il divertimento e la compagnia, non chi ha vinto o perso...:ideaZ:
Lo spirito del "gioco per vincere" è una tautologia: tutti i giochi, in quanto tali, li dovresti giocare per vincere, altrimenti perdi la loro ratio di fondo; tutti i giochi infatti (tranne quelli di ruolo ovviamente) sono stati creati perchè qualcuno vinca.
Lo spirito però del "farei qualsiasi cosa per vincere" mi sembra che sfoci nella patologia.. :crazy7: :hammer:
Offline Galdor
Onnisciente
Onnisciente

Avatar utente
TdG Moderator
TdG Editor
Top Reviewer
Top Uploader 2 Star
 
Collezione: Galdor
Messaggi: 4864
Iscritto il: 15 dicembre 2003
Goblons: 1,600.00
Località: Isengard (Pisa)

Re: Cosi' per giocare... una bella domanda filosofica

Messaggioda Biggossa » 19 ott 2005, 15:45

Cippacometa ha scritto:L'importante è partecipare per vincere e ritirare il premio!!!


Ecco, Anche io. Io mi diverto solo se do il massimo e do il massimo per vincere e se vinco godo a riccio, mentre se perdo m'intristisco nel profondo del mio smisurato ego. Mi dissocio, invece, dal "L'importante è vincere" perché come già sostenuto da qualcuno implica il Barare. Odio i bari! Riassumerei così: L'importante è vincere lealmente giocando all'ultimo dado (o carta per gli strateghi), ovviamente accompagnandosi con una buona birra e molte risate.

Biggossa Lo Terrore s'accompagna allo passo ciondolante d'esto strano trapassato che non vuol esser menato.

Offline Biggossa
Novizio
Novizio

Avatar utente
Game Inventor
Game Illustrator
 
Collezione: Biggossa
Messaggi: 225
Iscritto il: 04 novembre 2004
Goblons: 480.00
Località: Torino

Messaggioda Necros » 19 ott 2005, 19:45

mettiamola sinteticamente su questo piano: la maggior pare di noi gioca principalmente per divertirsi, ma di certo la vittoria non la schifiamo, anzi, sotto sotto, cechiamo sempre di raggiungerla.
"Ora, se la morte è il non aver più alcuna sensazione, ma è come un sonno che si ha quando nel dormire non si vede più nulla neppure in sogno, allora la morte sarebbe un guadagno meraviglioso."
Offline Necros
Grande Goblin
Grande Goblin

Avatar utente
 
Collezione: Necros
Messaggi: 10000
Iscritto il: 28 novembre 2004
Goblons: 0.00

Re: Cosi' per giocare... una bella domanda filosofica

Messaggioda randallmcmurphy » 19 ott 2005, 19:54

Biggossa ha scritto:Riassumerei così: L'importante è vincere lealmente giocando all'ultimo dado (o carta per gli strateghi), ovviamente accompagnandosi con una buona birra ...


Anche per me l'importante è vincere senza mai venire meno allo spirito del gioco...però la birra non la sopporto :!:
« Ardo dal desiderio di spiegare, e la mia massima soddisfazione è prendere qualcosa di ragionevolmente intricato e renderlo chiaro passo dopo passo. È il modo più facile per chiarire le cose a me stesso. »

(Isaac Asimov)
Offline randallmcmurphy
Goblin Showman
Goblin Showman

Avatar utente
Tdg Supporter
TdG Editor
Top Reviewer 1 Star
TdG Auctioneer Level 1
 
Collezione: randallmcmurphy
Messaggi: 2828
Iscritto il: 24 giugno 2005
Goblons: 1,620.00
Località: Rimini
Utente Bgg: mcmurphy
10 anni con i Goblins Membro della giuria Goblin Magnifico

Re: Cosi' per giocare... una bella domanda filosofica

Messaggioda Baltazarjack » 21 ott 2005, 3:43

randallmcmurphy ha scritto:però la birra non la sopporto :!:


ERESIA :beerchug:
Pazienza, avrai altre qualità :sing7:

Fatto salvo che a nessuno piacciano i bari, credo anch'io, che il gioco sia iniziato con l'intenzione di vincere, ovviamente divertendoti assieme agli altri giocatori, poiché spesso godi differentemente una vittoria, a seconda di quanto ti ha divertito la partita.
Oltre al gioco contribuisce l'ambiente, se tutti giocano in maniera competitiva, ma rilassata (si scherza e si ride) alla fine saranno tutti contenti, perdenti compresi, e si sarà pronti ad un'altra partita, che é diverso dal concetto di: "l'importante é partecipare"... provate a dirlo ad uno che ha appena vinto la medaglia di legno in un'olimpiade (penso vorrebbe avere fra le mani il famoso barone, ma in sua vece si accontenterà di sfogarsi con voi :phaser-man: )

-E sara' chiamato, il flagello di Dio... Attila. -Attila, il fratello di Dio! -Il flagello di Dio. -Va be' é i stess, flagello per... motto amico di...

Offline Baltazarjack
Iniziato
Iniziato

Avatar utente
 
Collezione: Baltazarjack
Messaggi: 339
Iscritto il: 09 ottobre 2005
Goblons: 20.00
Località: Sospiro (CR), a breve Varedo (MB)

Re: Cosi' per giocare... una bella domanda filosofica

Messaggioda Myszka » 21 ott 2005, 9:46

JesseCuster ha scritto:Quale delle tre?

1) L' importante non e' vincere, ma partecipare.

2) l' importante e' vincere!

3) l' importante non e' vincere, ma ritirare il premio!


Io la rigirerei cosi': se non mi diverto non posso dire di aver vinto :);)
Offline Myszka
Novizio
Novizio

Avatar utente
 
Collezione: Myszka
Messaggi: 117
Iscritto il: 24 agosto 2005
Goblons: 0.00
Località: Grottaferrata (Roma)

Messaggioda Necros » 21 ott 2005, 21:36

esatto: la vittoria ha più gusto se ci si è divertiti..di coseguenza anche la sconfitta pesa di meno... 8)
"Ora, se la morte è il non aver più alcuna sensazione, ma è come un sonno che si ha quando nel dormire non si vede più nulla neppure in sogno, allora la morte sarebbe un guadagno meraviglioso."
Offline Necros
Grande Goblin
Grande Goblin

Avatar utente
 
Collezione: Necros
Messaggi: 10000
Iscritto il: 28 novembre 2004
Goblons: 0.00

Messaggioda rporrini » 21 ott 2005, 22:00

Modificherei l'opzione 1) in questo modo:

L'importante non è vincere, ma partecipare al meglio delle proprie possibilità
Immagine
Calcolo fatto sul prezzo di 1500 lire a pacchetto.
Offline rporrini
Magister Antiquitatis
Magister Antiquitatis

Avatar utente
Tdg Super Moderator
Top Author
Top Uploader 1 Star
 
Collezione: rporrini
Messaggi: 9580
Iscritto il: 20 febbraio 2004
Goblons: 780.00
Località: Roma - First Valley
Utente Bgg: rporrini
Board Game Arena: rporrini
Yucata: rporrini
Facebook: rporrini
Puerto Rico Fan Tocca a te fan Terra Mystica Fan Alta Tensione Fan Alhambra Fan Sono stato alla Gobcon 2016

PrecedenteProssimo

Torna a Questioni filosofiche

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti