Dove vanno i boardgames?

Discussioni e considerazioni su definizioni, terminologie, classificazioni, concetti e questioni di filosofia del gioco.

Moderatori: Sephion, Galdor

Re: Dove vanno i boardgames?

Messaggioda rporrini » 18 nov 2004, 9:23

Bell'argomento. Si ricollega a quello che, anni addietro, si diceva a proposito dei fumetti.
E' meglio un fumetto con dei bei disegni o con delle belle storie?


Normanno ha scritto:1) Pensate che i pezzi di un gioco siano più importanti del regolamento?

No.
Però penso che i pezzi debbano essere adeguati al gioco.
Se mi consentite di porre in mezzo il "solito" Civilization (non l'Advanced, in cui questo problema è stato in parte risolto) e anche altri giochi Avalon, la critica più forte che si poteva fare era che i pezzi non sarebbero durati quanto il gioco.
Mi spiego meglio.
Le carte civilizzazione di Civilization erano ottenute "staccando" le carte da fogli di cartoncino leggero fustellato.
Ora questo genere di cartoncino è facile agli strappi e alle "orecchie" che si provocano quando una carta "entra" nello spessore di un'altra (spero di essermi spiegato).

Questa è una cosa inammissibile in un gioco che, al prezzo di oggi, costerebbe circa 60-80 euro.

Normanno ha scritto:2) Ritenete che nel mondo dei boardgames si stia finendo come nei videogiochi (cioè tanta bella grafica e originalità e giocabilità zero)?


Io penso di no.
I disegnatori, come i produttori, si renderanno conto che, vendendo bufale colorate, a lungo andare si chiude tutto il mercato.
Immagine
Calcolo fatto sul prezzo di 1500 lire a pacchetto.
Offline rporrini
Magister Antiquitatis
Magister Antiquitatis

Avatar utente
Tdg Super Moderator
Top Author
Top Uploader 1 Star
 
Collezione: rporrini
Messaggi: 9580
Iscritto il: 20 febbraio 2004
Goblons: 780.00
Località: Roma - First Valley
Utente Bgg: rporrini
Board Game Arena: rporrini
Yucata: rporrini
Facebook: rporrini
Puerto Rico Fan Tocca a te fan Terra Mystica Fan Alta Tensione Fan Alhambra Fan Sono stato alla Gobcon 2016

Re: Dove vanno i boardgames?

Messaggioda orsinidan » 18 nov 2004, 11:31

Normanno ha scritto:1) Pensate che i pezzi di un gioco siano più importanti del regolamento?


Assolutamente NO!!
Un regolamento ben fatto che non dia adito ad interpretazioni diverse e che sia indice di un meccanismo di gioco "solido" ed accattivante, nella mia personalissima HitParade delle caratteristiche che deve avere un gioco, rappresenta il "brano" più gettonato!!
L'ambientazione ed i pezzi, come ho avuto modo di scrivere in altri post sono degli abbellimenti che hanno vita breve se le "fondamenta" sono fragili............poi potrebbe crollar tutto!! ;)

Normanno ha scritto:2) Ritenete che nel mondo dei boardgames si stia finendo come nei videogiochi (cioè tanta bella grafica e originalità e giocabilità zero)?


Non in modo assoluto!!!
Nella marmellata di giochi che vengono prodotti e proposti al pubblico qualcuno emergerà sempre dalla "melma" di cui sopra anche se l'andazzo può semprare proprio quello da TE paventato (tanta ambientazione e poca giocabilità).
Fortunatamente esistono siti-web come quello della Tana (ed è il migliore ;) ), in cui i membri della comunità grazie alla loro cultura ludica, dalla quale scaturiscono le rispettive opinioni, riescono ad individuare i "veri" TopGames!!! ;) E ce ne saranno sempre!!! 8)

orsinidan
Offline orsinidan
Novizio
Novizio

Avatar utente
 
Collezione: orsinidan
Messaggi: 143
Iscritto il: 09 luglio 2004
Goblons: 60.00
Località: Roma (Quartiere: San Paolo)

Re: Dove vanno i boardgames?

Messaggioda Jones » 18 nov 2004, 16:14

rporrini ha scritto:I disegnatori, come i produttori, si renderanno conto che, vendendo bufale colorate, a lungo andare si chiude tutto il mercato.


Siamo veramente mooooolto ottimisti, eh?? Se fosse veramente come dici tu sai quanti mercati oggi avrebbero chiuso? Raggiunto il fondo si può sempre scavare e se si è in tanti a scavare è difficile non finire nella buca... ;)

Normanno ha scritto:1) Pensate che i pezzi di un gioco siano più importanti del regolamento?


No, è più importante, secondo me, il regolamento e/o il coinvolgimento che un gioco mi da. Certo che se poi è un bel gioco ma ha una grafica da Tiro Salvezza contro vomito (vedi Bus) che oltretutto rovina la giocabilità allora col cavolo che lo compro xché ritengo che non se lo meriti.

Normanno ha scritto:2) Ritenete che nel mondo dei boardgames si stia finendo come nei videogiochi (cioè tanta bella grafica e originalità e giocabilità zero)?


No, non penso, o perlomeno non adesso. Sicuramente se il mercato dovesse espandersi potrebbe finire in questo modo ma non ritengo che ci sia per ora il problema. In futuro, a mercato molto ingrandito, sono sicuro che sarà una guerra di grafica, ma soprattutto di componentistica (che è la vera "grafica" dei boardgame). Anni fa, alla fine degli '80, al calare della moda dei boardgame la guerra era sul 3D: tutti i giochi che uscivano si sforzavano di essere più tridimensionali degli altri: da Brivido, ad HeroQuest, dalla GW con le sue miniature in metallo al plastico esagerato dell'Isola di Fuoco.
Oggi la battaglia è molto più sulla qualità dei materiali che non sulla loro "appariscenza" ed io, benché sia un nostalgico del 3D alla HeroQuest, preferisco un "barilotto" di merce di Puerto Rico che non sembra assolutamente ciò che rappresenta (x non parlare dei coloni! ;) ), ma almeno è di legno ed è comodo/resistente/gradevole al tatto che non una porta aperta di HQ che è graficamente bella e somigliante, ma in cartonato un po' così e si piega/rovina subito se non si sta + che attenti a come la si ripone nella scatola.

L'importante non è vincere: è far perdere gli altri!

Offline Jones
Goblin Hunnorum Dux
Goblin Hunnorum Dux

Avatar utente
TdG Top Supporter
TdG Organization Plus
TdG Administrator
Top Reviewer 1 Star
TdG Auctioneer Level 1
 
Collezione: Jones
Messaggi: 5066
Iscritto il: 15 aprile 2004
Goblons: 51,158.00
Località: Il Semipiano delle Nebbie (Lodi)
Agricola fan Blood Royale fan Puerto Rico Fan 10 anni con i Goblins Sono stato alla Gobcon 2015 HeroQuest Fan Ho partecipato alla Play di Modena
Space Hulk Fan Race Formula 90 Arkham Horror Fan Rallyman Fan Doom Fan Formula D Fan Sono stato alla Gobcon 2016
Io gioco col nero Berserk fan Birra fan Al cavaliere nero nun je devi rompe er c***o! Valentino Rossi fan Ayrton Senna Goldrake fan
Carnival Zombie fan Carson city fan Firefly fan Pathfinder fan Shogun fan Tanto Cuore fan Thunder Alley fan

Re: Dove vanno i boardgames?

Messaggioda rporrini » 19 nov 2004, 9:19

Jones ha scritto:ma almeno è di legno ed è comodo/resistente/gradevole al tatto che non una porta aperta di HQ che è graficamente bella e somigliante, ma in cartonato un po' così e si piega/rovina subito se non si sta + che attenti a come la si ripone nella scatola.


Già, ma prova a farti cascare una strada di Coloni quando c'è un cane in giro per casa... :oops: (scusa Perigastus)
Immagine
Calcolo fatto sul prezzo di 1500 lire a pacchetto.
Offline rporrini
Magister Antiquitatis
Magister Antiquitatis

Avatar utente
Tdg Super Moderator
Top Author
Top Uploader 1 Star
 
Collezione: rporrini
Messaggi: 9580
Iscritto il: 20 febbraio 2004
Goblons: 780.00
Località: Roma - First Valley
Utente Bgg: rporrini
Board Game Arena: rporrini
Yucata: rporrini
Facebook: rporrini
Puerto Rico Fan Tocca a te fan Terra Mystica Fan Alta Tensione Fan Alhambra Fan Sono stato alla Gobcon 2016

Re: Dove vanno i boardgames?

Messaggioda genma1 » 19 nov 2004, 10:09

Normanno ha scritto:2) Ritenete che nel mondo dei boardgames si stia finendo come nei videogiochi (cioè tanta bella grafica e originalità e giocabilità zero)?

Rispondo prima alla domanda 2, e credo che effettivamente i boardgame stiano andando nella stessa direzione dei videogames...nel mondo almeno, in Italia è difficile dire l'andamento del mercato che è di fatto pilotato da altre nazioni.
Non lo vedo come un fenomeno negativo, la grafica si evolve, la qualità media scade, proprio perchè dato il successo escono molti titoli pessimi...ma anche la produzione di titoli belli cresce in assoluto, tutto sta a capire quali sono.

Non voglio essere un positivista, ma credo che lasciarsi prendere dalla nostalgia, mi ricorda chi è rimasto ad amare i giochi per Amiga e non riesce ad apprezzare il 3D, sicuramente alcuni titoli "antichi" sono stati capolavori, oggi continuiamo a giocarli ed ad ispirarci a questi per nuovi giochi , ma credo che a vedere oggi CIVILIZATION si rimanga un pò infastiditi dalla pessima grafica.

I giochi di oggi credo tendano ad essere più giocabili di quelli di ieri, e più fluidi, si riutilizzano le buone idee precedenti e si va avanti, i giocatori che amano i titoli profondi sono meno di quelli che amano i Coloni? Poco male usciranno meno titoli di questo genere, ma quei pochi si fonderanno su esperienze precedenti e saranno in assoluto probabilmente migliori.

Non lasciamoci pervadere dalla nostalgia delle forti emozioni provate sui primi giochi, quelle non torneranno più non perchè i giochi erano migliori...ma solo perchè per noi erano i primi
Normanno ha scritto:1) Pensate che i pezzi di un gioco siano più importanti del regolamento?


Data la risposta precedente, direi proprio di si o quantomeno che giocabilità e grafica vadano di paripasso.

I tempi sono cambiati, un gioco con brutta grafica oggi è inaccettabile, anche io continuo ad amare Mario Bross, ma se uscisse oggi direi che non ci siamo e che gli autori si erano ubriacati!Che è una presa in giro!
Se uscisse un videogioco dalla bella grafica e stupido concetto, non mi stupirei e direi solamente: "ci risiamo, aspetterò un titolo migliore il mese prossimo per spendere i miei soldi"
The (Real) Panda Goblin!
A Roma, la serata ludica è
Immagine
Offline genma1
Saggio
Saggio

Avatar utente
Top Reviewer 2 Star
 
Collezione: genma1
Messaggi: 1955
Iscritto il: 06 luglio 2004
Goblons: 4,260.00
Località: Roma(RM) e Frosinone(FR)

Messaggioda Gwaihir » 19 nov 2004, 11:29

8-O

Sono sena parole

Bravo genma1! :approve:
Offline Gwaihir
Grande Saggio
Grande Saggio

Avatar utente
 
Collezione: Gwaihir
Messaggi: 2925
Iscritto il: 24 marzo 2004
Goblons: 580.00
Località: Roma

Messaggioda Normanno » 22 nov 2004, 19:30

Adesso dico la mia. Io personalmente credo invece che i giochi stiano andando verso almeno due trend distinti. Da una parte ci sono i giochi "in stile tedesco", cioè con regole usualmente belle ed innovative e meccaniche di gioco molto divertenti, ma con componentistiche solo "interessanti". Dall'altra lo "stile USA" con componenti al di sopra di molte medie, ma meccaniche e gameplay mediocri.
Gli esempi? So che molti non sono d'accordo (d'altronde la varietà è il sale della vita...), ma sugli ultimi 5 giochi che ho comprato e provato 3 mi hanno deluso e due di questi davvero parecchio. Warcraft è un gioco simpatico ma non avrebbe dovuto chiamarsi Warcraft; Runebound è un gioco in solitario rappezzato salvato da una grafica decente; La Guerra dell'Anello è un simpatico "entry level" ma non è accostabile a nessun gioco di strategia (persino Axis & Allies ha più strategia dentro...), e con un tentativo di meccanica originale che falsa il gioco in partenza (il concetto di dadi di azione, in realtà già presente in altri giochi come per esempio Firefight degli anni '80, Alternative Armies...). Si è salvato l'unico gioco tratto da un libro che ho odiato: a Game of Thrones, che per quanto alla lunga diventi noioso, è uno dei pochissimi giochi di pura strategia in cui il contenuto e le meccaniche vanno di pari passo: cioè sono belle entrambe le componenti.

Purtuttavia leggo commenti entusiasti su giochi che davvero hanno ben poco delle qualità di "glorie passate", ed è per questo che credo che ormai il nome e le miniature presenti in un gioco contino di più del gioco stesso.

Per il resto, ognuno è artefice del proprio destino.

Ver thik, Her ek kom.

Sito del Normanno: http://www.marcosignore.weebly.com Blog Ludico del Normanno: http://roccanormanna.wordpress.com/

Offline Normanno
Goblin
Goblin

TdG Moderator
Top Author
Top Reviewer 2 Star
TdG Translator
 
Collezione: Normanno
Messaggi: 6448
Iscritto il: 07 novembre 2004
Goblons: 3,620.00
Località: Osgiliath

Messaggioda Nather » 23 nov 2004, 9:22

Normanno ha scritto:Purtuttavia leggo commenti entusiasti su giochi che davvero hanno ben poco delle qualità di "glorie passate", ed è per questo che credo che ormai il nome e le miniature presenti in un gioco contino di più del gioco stesso.


Per renderci meglio il quadro del tuo pensiero, dovresti anche dirci quali sono per te le pietre miliari del gioco da tavolo.

Il discorso però lo vedo molto come Genma. Il tuo pensiero è applicabile a moltissimi ambiti, dai videogiochi alla musica, dall'arte figurativa alla letteratura.
Più giochi significano più scelta, affinamento di meccaniche gia' viste, espansione del mercato (non italiano ovviamente).

Io credo che la tua visione sia alquanto pessimistica. Lo stesso Runebound, pur non essendo un "giocone" è un boardgame adatto ad una serata tra amici. Avendolo posso dirti che l'ho fatto giocare a diverse persone ed è sempre stato apprezzato. E' sbilanciato ma non annoia.
Di contro un gioco più importante come Tigri ed Eufrate non è apprezzato da tutti, ma solo dai cultori dei boardgames.
E' una questione di target, ma se arrivano persone babbane preferisco indirizzarle su giochi come Bohnanza: sono quasi certo di riuscire a trasferire le meccaniche in poco tempo e di fargli passare qualche oretta in allegria.

Ciao
Gianluca
Offline Nather
Babbano
Babbano

Avatar utente
 
Collezione: Nather
Messaggi: 96
Iscritto il: 12 ottobre 2004
Goblons: 0.00
Località: Pavia - Roma

Messaggioda Gwaihir » 23 nov 2004, 13:11

Io invece preferisco i gioconi "stile USA" con componenti che lasciano a bocca aperta , e COMPLETI nella meccanica di gioco.

Prendiamo Twilght Imperium : c' è tutto, gestione risorse, acquisto di tecnologie che migliorano le caratteristiche, differenzazione delle razze, combattimento (studiato bene), colonizzazione di pianeti (e il tema E' importante).

Stesso discorso per Age Of Mythology.

E un piacere anche solo aprire le scatole ed impersonificarsi in una civiltà o in una razza aliena, il divertimento è assicurato già solo da questo.

Il problema è solo la mancanza di tempo o di giocatori disposti a giocare per tanto tempo.

I giochi tedeschi vanno bene, alcuni sono molto piacevoli, ma non sono completi, ci può essere una meccanica originale, ma sono piuttosto aridi di fronte a certi capolavori.
Offline Gwaihir
Grande Saggio
Grande Saggio

Avatar utente
 
Collezione: Gwaihir
Messaggi: 2925
Iscritto il: 24 marzo 2004
Goblons: 580.00
Località: Roma

Messaggioda mork » 23 nov 2004, 13:55

Una considerazione preliminare andrebbe fatta, a mio avviso, perchè altrimenti non si raggiunge una fine nella discussione.
Ovvero cosa ci piace in prevalenza in un gioco.
Personalmente a me piacciono i giochi completi (bella scoperta) di buona grafica e belle regole, però........c'è un però.
Infatti spesso giochi tipo Age of Mitology o Twilght Imperium non riesco a giocarli per mancanza di tempo e mi devo reindirizzare su altri che hanno una durata minore (stile tedesco).
Alla fine vorrei giocarci ma proprio non capita mai l'occasione .....o quasi mai!
MORK

A Roma, la serata ludica è:
THE GOLDEN RULE
Offline mork
Onnisciente
Onnisciente

Avatar utente
 
Collezione: mork
Messaggi: 4595
Iscritto il: 31 marzo 2004
Goblons: 470.00
Località: Roma - De Sanctis Villa

Messaggioda Gwaihir » 23 nov 2004, 14:49

Se la vogliamo far capitare ;)
Offline Gwaihir
Grande Saggio
Grande Saggio

Avatar utente
 
Collezione: Gwaihir
Messaggi: 2925
Iscritto il: 24 marzo 2004
Goblons: 580.00
Località: Roma

Messaggioda mork » 23 nov 2004, 15:55

Gwaihir ha scritto:Se la vogliamo far capitare ;)


Lo so. Ma se si è da soli a provocare il proprio gruppo......o ti adegui o cambi gruppo. Anche colpa mia che non ho mai tanto tempo!
MORK

A Roma, la serata ludica è:
THE GOLDEN RULE
Offline mork
Onnisciente
Onnisciente

Avatar utente
 
Collezione: mork
Messaggi: 4595
Iscritto il: 31 marzo 2004
Goblons: 470.00
Località: Roma - De Sanctis Villa

Messaggioda Gwaihir » 23 nov 2004, 16:00

non hai capito il mio era un invito a giocarci insieme, trovando qualche altro volontario; io ho già la mia ragazza...
Offline Gwaihir
Grande Saggio
Grande Saggio

Avatar utente
 
Collezione: Gwaihir
Messaggi: 2925
Iscritto il: 24 marzo 2004
Goblons: 580.00
Località: Roma

Messaggioda mork » 23 nov 2004, 16:03

Gwaihir ha scritto:non hai capito il mio era un invito a giocarci insieme, trovando qualche altro volontario; io ho già la mia ragazza...


Intanto il 27 ci facciamo un Advanced Civilization, poi magari ci contattiamo in maniera privata per non tediare tutti con i nostri discorsi!
MORK

A Roma, la serata ludica è:
THE GOLDEN RULE
Offline mork
Onnisciente
Onnisciente

Avatar utente
 
Collezione: mork
Messaggi: 4595
Iscritto il: 31 marzo 2004
Goblons: 470.00
Località: Roma - De Sanctis Villa

Messaggioda Drugo » 23 nov 2004, 17:05

sono cominciati ad uscire quelli ke forse sono una prima commistione di gioco tedesco/gioco USA... parlo di A Game of Thrones e (soprattutto) Twilight Imperium III. una fusione del meglio di questi due mondi credo faccia solo ke bene, soprattutto ai game designer (gli ultimi gioki stanno cominciando a sfruttare sempre le stesse meccanike).
Offline Drugo
Iniziato
Iniziato

Avatar utente
 
Collezione: Drugo
Messaggi: 331
Iscritto il: 02 ottobre 2003
Goblons: 0.00
Località: Roma

Precedente

Torna a Questioni filosofiche

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti