Eroi, chi li vuole?

Discussioni e considerazioni su definizioni, terminologie, classificazioni, concetti e questioni di filosofia del gioco.

Moderatori: Sephion, Galdor

Messaggioda nakedape » 20 set 2010, 14:57

Io non credo che il discorso stia nel premiare un comportamento piuttosto che un altro, quanto quello di convergere i propri gusti.
Se i giocatori vogliono fare i PG criminali e schifoni ben vengano, anche se vogliono fare gli acefali o i senza memoria.
L'importante però è sapere *prima* che cosa ci si aspetta...
E' inutile che tu come master prepari delle partite incentrate sul roleplay e poi i giocatori passano ore a livellare orsigufi nei boschi...Cercate di chiarirvi prima di giocare, altrimenti è tutto inutile.
Alle volte capita che i giocatori non abbiano mai avuto modo di cogliere la potenza ludica di una bella interpretazione e per quesot motivo non la ricerchino.
Il mio suggerimento è di dividere il gruppo mescolandoli a giocatori più role e offrendo delle trame in cui la diplomazia paga più del pestaggio...volendo tutto si può fare...
Un mondo di cialtroni, opportunisti e a volte entrambe le cose.
Ogni tanto un fiore.
Online nakedape
Grande Goblin
Grande Goblin

Avatar utente
TdG Auctioneer Level 1
 
Collezione: nakedape
Messaggi: 12018
Iscritto il: 21 dicembre 2009
Goblons: 100.00
Località: Sant' Agata Bolognese
Sono stato alla Gobcon 2015 Sono stato alla Gobcon 2016 Podcast Maker

Messaggioda Falcon » 20 set 2010, 15:00

Frost82 ha scritto:Ma ovviamente cambia da gruppo a gruppo: se uno cerca il realismo, è molto difficile avere i personaggi da voi indicati, a meno che uno non si faccia un fanatico religioso o una persona con degli ideali così forti da spingerlo a fare delle follie... Ma non è mai capitato.

Alt, questo è il tuo concetto di realismo. Per quanto mi riguarda "l'eroe", il buono o il paladino che dir si voglia, giocando a D&D, Rolemaster o Gurps non si getterà mai sotto le fauci del drago per salvare il bambino se questo è ovvio che significhi la morte. Quello non è un eroe è un pirla! :twisted: Diverso il discorso se il suo probabile sacrificio serve davvero a qualcosa (tipo a salvare la vita al bambino che non verrà mangiato dal drago il secondo successivo), in quel caso si può parlare di atto eroico. Giocatori che rischiano i propri Pg (o i proprio punti fato, se giocano a Warhammer ;) ) in simili momenti di pathos per me sono gli eroi. Gettarsi contro morte certa, soprattutto per 0 risultato è stupido e affatto eroico (e realistico), per me.

"E in ogni caso non abbandonate il tavolo da gioco, perché il giorno che lo farete la festa sarà finita e sarete diventati, inesorabilmente, vecchi." (Dostoevskij)

Offline Falcon
Goblin
Goblin

Avatar utente
TdG Moderator
TdG Editor
Top Reviewer 1 Star
Top Uploader
 
Collezione: Falcon
Messaggi: 5474
Iscritto il: 09 gennaio 2005
Goblons: 3,284.00
Località: Senigallia (An)
Sono stato alla Gobcon 2015 Ho partecipato alla Play di Modena Sono stato alla Gobcon 2016 Io gioco col verde Ho sostenuto la tana alla Play 2016

Messaggioda Frost82 » 20 set 2010, 17:18

Certo Falcon, ma io mica nego ad un eroe il diritto di esserlo, ma nemmeno nego al drago il diritto di mangiarsi l'eroe :lol: :lol: :lol:

Quindi, se il paladino vuole buttarsi tra le fauci del mostro per impedire che il drago si mangi il bambino, che lo faccia pure. Poi il regolamento deciderà se il drago si mangia o meno il paladino :-)

Ovviamente, essendo portato per il realismo, penso questo: se c'è il tempo di lanciarsi contro il drago a spada tratta per impedirgli di mangiarsi il bambino, c'è anche il tempo di correre dal bambino, prenderlo e cercare di salvarsi il culo scappando dal drago.

Sei un eroe in entrambi i casi ma nel primo caso sei probabilmente un eroe morto (a meno che tu non sia abbastanza abile da sfidare un drago) nel secondo caso potresti essere un eroe vivo, se corri abbastanza o se trovi un riparo all'interno del quale il drago sia effettivamente svantaggiato :)
Offline Frost82
Gran Maestro
Gran Maestro

Avatar utente
 
Collezione: Frost82
Messaggi: 1276
Iscritto il: 17 dicembre 2004
Goblons: 160.00

Messaggioda Izraphael » 20 set 2010, 17:33

Io più che altro mi chiedo: come ca**o c'è finito un bambino nella tana di un drago? Più che correre a sfidare il drago denuncerei i genitori :)
Marco Valtriani
Lead Designer
Red Glove Edizioni & Distribuzioni
Offline Izraphael
Onnisciente
Onnisciente

Avatar utente
Top Reviewer
Game Inventor
 
Collezione: Izraphael
Messaggi: 3981
Iscritto il: 05 marzo 2007
Goblons: 1,040.00
Località: Pisa

Messaggioda Frost82 » 20 set 2010, 17:51

Era la mia stessa perplessità, oppure perché diavolo un drago è ancora li a dare fastidio? Perché non è stata mossa una brigata di arcieri a farlo fuori? Perché viene proprio fuori in quel momento? Ma soprattutto, perché vuole mangiare un bambino ecc. ecc.

Ma queste sono altre domande a cui, evidentemente, abbiamo già risposto se ci troviamo in quella situazione :)
Offline Frost82
Gran Maestro
Gran Maestro

Avatar utente
 
Collezione: Frost82
Messaggi: 1276
Iscritto il: 17 dicembre 2004
Goblons: 160.00

Messaggioda kukri » 20 set 2010, 18:03

Come giocatore mi sono immolato (fatto esplodere) per salvare il gruppo da morte certa, impalare per non evadere di galera, chierico del Dio della Giustizia ingiustamente condannato.
Ho d'altra parte chiuso un altro PG (paladino) in un tempio con un demone perchè voleva consegnare la mia "ladra bastardissima" alla giustizia per nefandezze precedentemente fatte.

A mio parere tutto dipende dal personaggio CHE INTERPRETI o che giochi e dalle tue priorità, per me il GdR non è solo tirare dei dadi.

D'altra parte ho giocato con un Cavaliere di Solamnia (una specie di paladino per chi non lo sapesse) che si era meritato il titolo di "Forte con i deboli, Debole con i forti", a lui interessava principalmente la sopravvivenza del personaggio.
"Uno stregone non è mai in ritardo, Frodo Baggins. Nè in anticipo. Arriva precisamente quando intende farlo".
"Ma come fai a sparare a donne e bambini? Facile, corrono più piano, miro più vicino"
"Giù la testa cog....e"
Offline kukri
Onnisciente
Onnisciente

Avatar utente
 
Collezione: kukri
Messaggi: 3898
Iscritto il: 30 novembre 2009
Goblons: 40.00
Località: Forlì
Utente Bgg: kukriit

Messaggioda nakedape » 20 set 2010, 18:42

kukri ha scritto:D'altra parte ho giocato con un Cavaliere di Solamnia (una specie di paladino per chi non lo sapesse)


Mmmm...il nome di Huma e di Sturm Brightblade dovrebbero dirmi qualche cosa?
Un mondo di cialtroni, opportunisti e a volte entrambe le cose.
Ogni tanto un fiore.
Online nakedape
Grande Goblin
Grande Goblin

Avatar utente
TdG Auctioneer Level 1
 
Collezione: nakedape
Messaggi: 12018
Iscritto il: 21 dicembre 2009
Goblons: 100.00
Località: Sant' Agata Bolognese
Sono stato alla Gobcon 2015 Sono stato alla Gobcon 2016 Podcast Maker

Messaggioda kukri » 20 set 2010, 19:25

nakedape scrive:

Mmmm...il nome di Huma e di Sturm Brightblade dovrebbero dirmi qualche cosa?

Temo proprio di si!!! :lol:
"Uno stregone non è mai in ritardo, Frodo Baggins. Nè in anticipo. Arriva precisamente quando intende farlo".
"Ma come fai a sparare a donne e bambini? Facile, corrono più piano, miro più vicino"
"Giù la testa cog....e"
Offline kukri
Onnisciente
Onnisciente

Avatar utente
 
Collezione: kukri
Messaggi: 3898
Iscritto il: 30 novembre 2009
Goblons: 40.00
Località: Forlì
Utente Bgg: kukriit

Messaggioda Jehuty » 20 set 2010, 21:29

Proto77 ha scritto:
essere ha scritto:altrimenti il gioco alla lunga diventa noioso.


Appunto!
Nella ricerca di un giocare più soddisfacente ho provato vari sistemi, ambientazioni, master e giocatori, ma sempre mi sono imbattuto in questa pochezza di immaginazione e di "ambizione" interpretativa.
Io stesso sono abbastanza limitato nella mia capacità di impersonare PG diversi, ma almeno ci provo.


Bho Proto77, prova con il GdR de Il Signore degli Anelli, in cui c'è scritto chiaro e tondo che i giocatori devono tenere un atteggiamento 'eroico' secondo alcune regole presenti nel libro, e se i giocatori non le rispettano non faranno carriera/avanzeranno nel gioco/fama xP
Offline Jehuty
Grande Goblin
Grande Goblin

Avatar utente
Tdg Super Moderator
 
Collezione: Jehuty
Messaggi: 7947
Iscritto il: 26 agosto 2010
Goblons: 70.00
Località: Nella Bocca di un Vulcano (CE)
Utente Bgg: Jehuty

Messaggioda Raistlin » 21 set 2010, 2:03

kukri ha scritto: Mmmm...il nome di Huma e di Sturm Brightblade dovrebbero dirmi qualche cosa?



Raistlin Majere ROLEPLAY MODE ON

"Tsè.. due pivellini legati a ridicoli quanto stupidi Codici Cavallereschi."

Raistlin Majere ROLEPLAY MODE OFF

:)
Offline Raistlin
Goblin
Goblin

Avatar utente
 
Collezione: Raistlin
Messaggi: 5975
Iscritto il: 04 dicembre 2003
Goblons: 40.00
Località: Torino, Città Magica...
Utente Bgg: RaistlinMajere

Messaggioda Proto77 » 22 set 2010, 8:05

Temo che il mio uso del termine "eroe" stia deviando la discussione dall' argomento.

Al di là del livello di realismo che si vuole implementare e della relativa bontà dei background, quello che mi sconcerta non è il fatto che la gente preferisca giocare PG bastardi anzichè eroici, ma è la diffusa tendenza a "volare basso" in termini di ambizioni e comportamento dei PG.
Voglio dire, avendo la possibilità di usare un personaggio fittizio e quindi non correre nessun rischio, perchè non cercare di realizzare qualcosa di grande, nel bene o nel male?

Quello che io vedo al tavolo da gioco sono invece una serie di pusillanimi cleptomani con pulsioni omicide/libidinose da sfogare.

Se si trattasse di alcune persone e basta penserei che sia un loro problema, ma la cosa sembra piuttosto diffusa e la cosa è allarmante oltre che sconcertante.
Non posso fare a meno di chiedermi cosa succederebbe se per qualche motivo venissimo a trovarci in una situazione di "sospensione della legalità" nel mondo reale.
Probabilmente niente visto che dovrebbero rischiare in prima persona, ma chissà?
Impossible is nothing. Anything is possible, with enough determination.
Offline Proto77
Novizio
Novizio

Avatar utente
 
Collezione: Proto77
Messaggi: 212
Iscritto il: 03 febbraio 2009
Goblons: 0.00
Località: Milano

Messaggioda Raistlin » 22 set 2010, 13:38

Proto77 ha scritto:Voglio dire, avendo la possibilità di usare un personaggio fittizio e quindi non correre nessun rischio, perchè non cercare di realizzare qualcosa di grande, nel bene o nel male?

Quello che io vedo al tavolo da gioco sono invece una serie di pusillanimi cleptomani con pulsioni omicide/libidinose da sfogare.

Se si trattasse di alcune persone e basta penserei che sia un loro problema, ma la cosa sembra piuttosto diffusa e la cosa è allarmante oltre che sconcertante.
Non posso fare a meno di chiedermi cosa succederebbe se per qualche motivo venissimo a trovarci in una situazione di "sospensione della legalità" nel mondo reale.
Probabilmente niente visto che dovrebbero rischiare in prima persona, ma chissà?


Heh semplicemente perchè il 'qualcosa di grande' per molti è proprio l'essere dei 'pusillanimi cleptomani con pulsioni omicide/libidinose da sfogare', mi sembra chiaro :) Altrimenti mirerebbero ad altro.

Veramente interessante comunque la tua testimonianza. Non che mi stupisca granchè viste come vanno le cose nel mondo - in fondo il gioco di ruolo (e non solo lui naturalmente) altro non è che un riflesso del modo di pensare della persona, libera però dai limiti imposti dall'etica, dalla morale comune e dalla legge. Ora non voglio dire che 'rispecchi' il vero io di chi gioca (anzi spero VIVAMENTE che non sia così.. benchè dei dubbi permangano), ma se uno si diverte a massacrare innocenti o a stuprare nella finzione a mio avviso qualche problema di suo lo ha poichè personalmente non mi verrebbe mai in mente di fare ciò nè in un gioco di ruolo nè in nessun altro gioco, per quanto possa trattarsi sempre e comunque di 'finzione'.

In ogni caso un importante spunto di riflessione. Inutile dire però che la spiegazione di un fatto come questo sfocerebbe in un completo OT, nonchè complesso discorso social-filo-moral-etico-religioso che temo sarebbe meglio evitare... :)
Offline Raistlin
Goblin
Goblin

Avatar utente
 
Collezione: Raistlin
Messaggi: 5975
Iscritto il: 04 dicembre 2003
Goblons: 40.00
Località: Torino, Città Magica...
Utente Bgg: RaistlinMajere

Messaggioda Falcon » 22 set 2010, 14:26

Proto77 ha scritto:Quello che io vedo al tavolo da gioco sono invece una serie di pusillanimi cleptomani con pulsioni omicide/libidinose da sfogare.

Ok, ora è un po' più chiaro, ma per quanto mi riguarda non cambia, nel mio descrivere giocatori desiderosi di fare Pg eroici, entra alla perfezione anche la presenza al tavolo di persone che hanno voglia proprio di "puntare in alto" essere protagonisti "con un certo stile", perché è questo che li diverte.
Poi magari le cose stanno cambiando, ma anche tra giocatori più giovani ho avuto sempre fortuna (se vogliamo chiamarla così)... quindi dipende da chi s'incontra al tavolo. :grin:

Per il resto, come dice Raist, per un discorso più generico si rischia di sfociare in un territorio spinoso. :roll:

"E in ogni caso non abbandonate il tavolo da gioco, perché il giorno che lo farete la festa sarà finita e sarete diventati, inesorabilmente, vecchi." (Dostoevskij)

Offline Falcon
Goblin
Goblin

Avatar utente
TdG Moderator
TdG Editor
Top Reviewer 1 Star
Top Uploader
 
Collezione: Falcon
Messaggi: 5474
Iscritto il: 09 gennaio 2005
Goblons: 3,284.00
Località: Senigallia (An)
Sono stato alla Gobcon 2015 Ho partecipato alla Play di Modena Sono stato alla Gobcon 2016 Io gioco col verde Ho sostenuto la tana alla Play 2016

Precedente

Torna a Questioni filosofiche

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti