Gaymercon?

Discussioni e considerazioni su definizioni, terminologie, classificazioni, concetti e questioni di filosofia del gioco.

Moderatori: Sephion, Galdor

Gaymercon?

Messaggioda Stef » 21 set 2012, 18:01

Una premessa doverosa: spero che la discussione in questo topic si mantenga su livelli civili perché secondo me si tratta di un argomento interessante.

Su Kickstarter non entrano in gioco soltanto i boardgame: ad agosto un'associazione di omosessuali residenti a San Francisco ha avviato una raccolta fondi per creare Gaymercon, una convention ludica "per geek" dedicata al pubblico omosessuale.

Ne ho scritto un po' in dettaglio qui.

Fermo restando che le mie idee circa l'omosessualità sono piuttosto "libere" (sono eterosessuale e credo comunque nella libertà di orientamento), mi chiedo che senso abbia la neonata definizione di "gaymer". Cioè, "giocatore gay". Una definizione che proviene, appunto, dal movimento gay stesso, come fosse un'etichetta auto-imposta.

Inizio a pensare che auto-appiccicarsi un termine come questo (che, di fatto, significa "giocatore gay") non solo abbia poco senso, ma risulti a modo suo auto discriminante nei confronti di chi le discriminazioni vorrebbe abbatterle.

Al tempo stesso il concetto stesso di "manifestazione ludica gay" (badate: non "per gay", perché è aperta a tutti) credo che lasci un po' il tempo che trova. Mi sembra una mossa di "autoghettizazione" e... boh... penso che sia l'ultima cosa di cui i movimenti gay abbiano bisogno, anche se magari la mia visione da europeo ed eterosessuale non tiene conto di tutta una serie di problematiche e situazioni che magari sono maggiormente presenti altrove.

Sperando di non essere risultato indelicato mi piaceva portare questo spunto di discussione qui, su un argomento che è più complesso e sensibile di ciò di cui di solito discutiamo sulla Tana.
--
Stef - Stefano Castelli
I consigli di Boardcast
Quello che vendo o scambio a Roma
Offline Stef
Grande Goblin
Grande Goblin

Avatar utente
Top Author
Game Inventor
 
Collezione: Stef
Messaggi: 7691
Iscritto il: 19 agosto 2004
Goblons: 430.00
Località: Roma
Utente Bgg: castef
Twitter: il_paradroide

Messaggioda kadaj » 21 set 2012, 18:13

Dunque dunque...

Premesso che da parte mia ritengo l'orientamento e la preferenza sessuale assolutamente libero e mai motivi di discriminazione e/o esclusione trovo un po' strana questa scelta.

Sono assolutamente d'accordo con te, Stef, che una manovra del genere sembra quasi autodiscriminante. Più che altro sembra quasi che un giocatore "etero" e un giocatore "gay" debbano essere messi su due piani diversi.

Passandomi il pessimo paragone (madò Stef che argomento che hai tirato fuori. Ogni parola che scrivo mi fa sudare e mi sembra di camminare sulle uova) sembra quasi che abbiano voluto creare delle simil paraolimpiadi. Persone che, purtroppo, non hanno la possibilità di mostrare il loro valore olimpico in competizioni "normo-dotate" (prego non leggere alcuna accezione negativa in questo termine) sono, per cause di forza maggiore, "costrette" a competere tra loro in una gara creata appositamente per loro (non tiratemi fuori l'esempio di Pistonius, che infatti è stata un'eccezione che conferma la regola).

Come se un giocatore omosessuale e un giocatore eterosessuale non possano giocare in uno stesso contesto perchè uno dei due (non osate chiedermi chi) sia palesemente avvantaggiato rispetto all'avversario nella disciplina. E' un comportamente che non capisco. Non mi sembra che le fiere siano notoriamente "fiere eterosessuali".

Mi sembra che questa questione dell'essere omosessuale stia prendendo più attenzione di quella che, in una società civile volta al rispetto delle scelte di ognuno, dovrebbe meritare. Quasi come fosse una nuova "stella di David" (concepita così sia da uno schieramento che dall'altro)


Ecco, questa è più o meno la mia idea... E sono stanco, sudato e stremato... ;)
Offline kadaj
Super Goblin
Super Goblin

Avatar utente
 
Collezione: kadaj
Messaggi: 23876
Iscritto il: 21 agosto 2009
Goblons: 14.00
Località: Aosta
Io faccio il Venerdi GdT! Sono di bocca buona

Messaggioda Normanno » 21 set 2012, 20:46

Pienamente d'accordo. L'autoghettizzazione è una sciocchezza in un mondo in cui IN TEORIA non si dovrebbe parlare nemmeno più di "accettare le diversità"; l'orientamento sessuale, come il colore della pelle e cose simili dovrebbero non essere nemmeno "visti".
E poi, andando all'argomento del topic, perchè fare una convention "aperta ai giocatori omosessuali"? Questo può essere letto anche come un'accusa aperta alle altre convention? Cos'è, nelle altre convention i giocatori ghettizzano?
Forse uno dei microcosmi umani dalla mentalità più aperta in assoluto è proprio quello dei gamers, ed ecco che ti arrivano persone che cercano di fomentare le differenze anche qui?

Io la trovo davvero un'idea sciocca. Ma d'altronde, sono statunitensi (ooopss... sto ghettizzando in base al colore della bandiera!).

Sito del Normanno: http://www.marcosignore.weebly.com Blog Ludico del Normanno: http://roccanormanna.wordpress.com/

Offline Normanno
Goblin
Goblin

TdG Moderator
Top Author
Top Reviewer 2 Star
TdG Translator
 
Collezione: Normanno
Messaggi: 6448
Iscritto il: 07 novembre 2004
Goblons: 3,620.00
Località: Osgiliath

Messaggioda vittogol » 21 set 2012, 21:16

Sarebbe come organizzare delle convention solo per: neri, cinesi, calvi, donne baffute, culturisti, persone con i capelli rossi, malati di diabete, persone con le lentiggini ecc. ecc. (Posso scrivere un elenco infinito).

Credo sia evidente, evito d'infierire sugli ideatori della convention.

Ciao
La luce che vedi in fondo al tunnel non è la tua salvezza, ma il mio fanalino di coda!
Offline vittogol
Gran Maestro
Gran Maestro

Avatar utente
 
Collezione: vittogol
Messaggi: 1305
Iscritto il: 14 ottobre 2006
Goblons: 0.00
Località: Roma - Largo Preneste

Messaggioda Izraphael » 21 set 2012, 21:18

vittogol ha scritto:Sarebbe come organizzare delle convention solo per: neri, cinesi, calvi, donne baffute, culturisti, persone con i capelli rossi, malati di diabete, persone con le lentiggini ecc. ecc. (Posso scrivere un elenco infinito).

Credo sia evidente, evito d'infierire sugli ideatori della convention.

Ciao


Sarebbe come organizzare una convention "per soli etero".
Comunque quoto il commento finale.
Marco Valtriani
Lead Designer
Red Glove Edizioni & Distribuzioni
Offline Izraphael
Onnisciente
Onnisciente

Avatar utente
Top Reviewer
Game Inventor
 
Collezione: Izraphael
Messaggi: 3981
Iscritto il: 05 marzo 2007
Goblons: 1,040.00
Località: Pisa

Messaggioda Khoril » 21 set 2012, 21:23

non riesco a tradurre la frase "is important to help shape a more tolerant and safer space in gaming" in maniera pratica.

secondo voi cosa intendono gli organizzatori con più tolleranza e più sicurezza in una con? non ho mai sentito di problemi in questo senso.
Offline Khoril
Gran Maestro
Gran Maestro

Avatar utente
Tdg Supporter
Game Inventor
 
Collezione: Khoril
Messaggi: 1180
Iscritto il: 13 gennaio 2009
Goblons: 290.00
Località: Montichiari (BS)
Utente Bgg: Khoril

Messaggioda Izraphael » 21 set 2012, 21:44

Ah, una precisazione, forse futile. Si parla di una con di videogiochi e non di gdt.
Quindi il metro di paragone semmai è quello dell'ambiente videoludico, e non le fiere che frequenta magari l'abitué della Tana.

Ciò non toglie che l'idea mi sembra concettualmente una cagata autodiscriminante indipendentemente dal settore.
Marco Valtriani
Lead Designer
Red Glove Edizioni & Distribuzioni
Offline Izraphael
Onnisciente
Onnisciente

Avatar utente
Top Reviewer
Game Inventor
 
Collezione: Izraphael
Messaggi: 3981
Iscritto il: 05 marzo 2007
Goblons: 1,040.00
Località: Pisa

Messaggioda Raistlin » 22 set 2012, 1:40

Izraphael ha scritto:Sarebbe come organizzare una convention "per soli etero".


Già, con la differenza che se mai gli eterosessuali provassero a creare una cosa del genere verrebbero tacciati di discriminazione. Ai gay tutto è sempre più permesso invece e nessuno può anche solo provare a dire qualcosa. Semplicemente folle.

Purtroppo questo è uno dei tristi risultati di quel processo che ha normalizzato un qualcosa che normale non è affatto. E ormai indietro ahimè non si torna.

A che punto siamo arrivati... e sarà sempre peggio.
Non Cogito, Ergo Digito.
Offline Raistlin
Goblin
Goblin

Avatar utente
 
Collezione: Raistlin
Messaggi: 5977
Iscritto il: 04 dicembre 2003
Goblons: 40.00
Località: Torino, Città Magica...
Utente Bgg: RaistlinMajere

Messaggioda Domon » 22 set 2012, 3:32

Izraphael ha scritto:Ah, una precisazione, forse futile. Si parla di una con di videogiochi e non di gdt.
Quindi il metro di paragone semmai è quello dell'ambiente videoludico, e non le fiere che frequenta magari l'abitué della Tana.

Ciò non toglie che l'idea mi sembra concettualmente una cagata autodiscriminante indipendentemente dal settore.


è una roba tipo il gay pride. siccome non si vede speranza che siano accettati in modo soddisfacente, vengono fatti questo genere di raduni un po' per stre tranquilli "tra loro", un po' per provocazione.

risulta particolarmente fuori luogo nei casi in cui la sessualità e l'orientamento sessuale non vengono fuori manco di striscio, come in un raduno di giocatori.

ma oh, mettetevi in quei panni. se uno alla modcon fa capire che è ricchione [1] durante una partita di Magic, la maggior parte della gente si scomporrebbe un po', e basterebbero 2-3 genitori "benpensanti" per piantare un casino a riguardo.

[1] si, è un termine offensivo, ma direi che io posso usarlo... :)
Niccolò
Offline Domon
Onnisciente
Onnisciente

Avatar utente
 
Collezione: Domon
Messaggi: 4294
Iscritto il: 12 maggio 2005
Goblons: 0.00
Località: Milano

Messaggioda UltordaFlorentia » 22 set 2012, 4:21

Raistlin ha scritto:Purtroppo questo è uno dei tristi risultati di quel processo che ha normalizzato un qualcosa che normale non è affatto.


8-O

Cioè?
Offline UltordaFlorentia
Illuminato
Illuminato

Avatar utente
TdG Moderator
 
Collezione: UltordaFlorentia
Messaggi: 1503
Iscritto il: 01 agosto 2007
Goblons: 0.00
Località: Firenze/Scandicci
Utente Bgg: Ultor da Florentia
Facebook: Emanuele Ultor False

Messaggioda kukri » 22 set 2012, 11:16

Certo che è un ottimo sistema di integrazione fare duplicare manifestazioni per i gay e da loro organizzate.
Avete mai visto organizzare eventi etero?
Salvo rarissime occasioni no.
Chiedete sempre tutti, immagino, agli altri giocatori con chi fanno sesso.
A volte mi sorge il dubbio che siano afflitti da vittimismo congenito.
:mellow_sm: :mellow_sm: :mellow_sm:
"Uno stregone non è mai in ritardo, Frodo Baggins. Nè in anticipo. Arriva precisamente quando intende farlo".
"Ma come fai a sparare a donne e bambini? Facile, corrono più piano, miro più vicino"
"Giù la testa cog....e"
Offline kukri
Onnisciente
Onnisciente

Avatar utente
 
Collezione: kukri
Messaggi: 3898
Iscritto il: 30 novembre 2009
Goblons: 40.00
Località: Forlì
Utente Bgg: kukriit

Messaggioda Izraphael » 22 set 2012, 15:02

Raistlin ha scritto:Purtroppo questo è uno dei tristi risultati di quel processo che ha normalizzato un qualcosa che normale non è affatto.


Cos'è che non è normale?
Marco Valtriani
Lead Designer
Red Glove Edizioni & Distribuzioni
Offline Izraphael
Onnisciente
Onnisciente

Avatar utente
Top Reviewer
Game Inventor
 
Collezione: Izraphael
Messaggi: 3981
Iscritto il: 05 marzo 2007
Goblons: 1,040.00
Località: Pisa

Messaggioda dmc977 » 22 set 2012, 18:29

Non è normale che chiediate spiegazioni a Raistlin su cosa non sia normale!
Ma qui ne verrebbe fuori un discorso troppo lungo e complesso che è inutile fare, soprattutto su un forum di giochi da tavolo.
Vienici a trovare sul nostro gruppo Facebook "Boardgames della Terra di Mezzo" https://www.facebook.com/groups/bgterradimezzo/
e sulla pagina della nostra associazione ludica "Il Dado in Bilico"
https://www.facebook.com/ildadoinbilico/
Offline dmc977
Onnisciente
Onnisciente

Avatar utente
Top Uploader 2 Star
 
Collezione: dmc977
Messaggi: 4050
Iscritto il: 11 febbraio 2009
Goblons: 780.00
Località: Capua (CE)
Utente Bgg: dmc977
Facebook: Claudio Des

Messaggioda Raistlin » 22 set 2012, 18:32

Izraphael ha scritto:
Raistlin ha scritto:Purtroppo questo è uno dei tristi risultati di quel processo che ha normalizzato un qualcosa che normale non è affatto.


Cos'è che non è normale?


Uhm addirittura devo spiegare la mia frase? Siamo messi bene... :)
Ma forse Kaimano ha compreso.

Per me ognuno può fare quello che vuole e io (entro certi termini) lo rispetto, ma per me l'omosessualità non è la normalità.

EDIT: heh, post in sincrono con dmc977 :)
Non Cogito, Ergo Digito.
Offline Raistlin
Goblin
Goblin

Avatar utente
 
Collezione: Raistlin
Messaggi: 5977
Iscritto il: 04 dicembre 2003
Goblons: 40.00
Località: Torino, Città Magica...
Utente Bgg: RaistlinMajere

Prossimo

Torna a Questioni filosofiche

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti