Giocatori Buoni VS Giocatori Cattivi

Discussioni e considerazioni su definizioni, terminologie, classificazioni, concetti e questioni di filosofia del gioco.

Moderatori: Sephion, Galdor

Siete davanti ad un giocatore che è palesemente meno abile e capace di voi e siete anche in grosso vantaggio, come vi comportate?

Lo faccio vincere perchè non c'è gusto in una vittoria del genere
0
Nessun voto
Lo faccio vincere perchè non mi piace umiliare gli altri inutilmente
2
5%
Abbandono la partita perchè non c'è gusto ad andare avanti
0
Nessun voto
Abbandono la partita perchè mi infastidise chi non sa giocare
0
Nessun voto
Faccio di tutto per vincere perchè il gioco è gioco e bisogna accettarne le conseguenze
21
49%
Faccio di tutto per vincere perchè mi piace la sensazione della vittoria
0
Nessun voto
A prescindere da tutto cerco di finire subito perchè si sa come va a finire
3
7%
A prescindere da tutto cerco di finire subito perchè così si può giocare ad un gioco a cui sanno giocare tutti
6
14%
Interrompo la partita e cerco di insegnargli a giocare
10
23%
Interrompo la partita così si evita ogni conseguenza negativa sia per me che per l'altro
1
2%
 
Voti totali : 43

Messaggioda lordpixel » 14 set 2007, 13:15

Ho votato
"A prescindere da tutto cerco di finire subito perchè così si può giocare ad un gioco a cui sanno giocare tutti" perchè è la risposta che più si avvicina al mio modo di pensare, ma penso che sia inconpleta.
Se gioco con qualcuno che non sa giocare, ovviamente vinco, ma cerco di spiegare ogni mossa che faccio e cerco di dare dei consigli...la prima partita sarà una specie di collaborativo e ovviamente non sarà una vera e propria vittoria. E' ovvio che dalla successiva non ci sono più scuse.
E ogni partita se affrontata in questo modo contribuisce a far crescere sempre più la propria esperienza ludica.
Offline lordpixel
Novizio
Novizio

Avatar utente
 
Collezione: lordpixel
Messaggi: 148
Iscritto il: 22 marzo 2006
Goblons: 0.00
Località: Ivrea (Torino)

Re: ç'uomo dagli attacchi inutili

Messaggioda TheLawyer » 14 set 2007, 13:31

aledrugo1977 ha scritto:...l'Uomo dagli attacchi inutili in due circostanze è entrato nella storia:


Quelle sono solo due circostanze in cui tu eri presente...ma ne avrò combinate sicuramente altre che ora mi sfuggono...peccato che mancavi a una storica partita a History Of The World a Orte, dove Sargon mi soprannominò Culoman...

:grin: scherzo ovviamente Thelaweyer! anche se però non so perché ma ti accanisci sempre contro qualcuno in particolare... ;)


E' un modo per dimostrarti il mio affetto! :wub:
Everybody is special. Everybody. Everybody is a hero, a lover, a fool, a villain. Everybody. … Everybody has their story to tell
(V for Vendetta)
Offline TheLawyer
Grande Saggio
Grande Saggio

Avatar utente
TdG Moderator
TdG Auctioneer Level 1
 
Collezione: TheLawyer
Messaggi: 3068
Iscritto il: 09 luglio 2004
Goblons: 90.00
Località: Leeds, West Yorkshire, United Kingdom

Re: ç'uomo dagli attacchi inutili

Messaggioda Raistlin » 14 set 2007, 13:48

aledrugo1977 ha scritto:Mi ricorderò sempre quando avevo 11 anni ero in ospedale (14 giorni!!) e quando passava il primario giocava con me a scacchi: le nostre partite duravano pochissimo poiché ogni volta ad inizio partita mi diceva "conosci la mossa del barbiere?" oppure "conosci l'apertura dei cavalli?" ecc. Io non conoscevo nessuna mossa da manuale..e puntualmente mi liquidava in modo fulmineo!
Beh a parte che quelle aperture me le ricordo ancora, devo ammettere che non vedevo l'ora che passasse perché nel frattempo pensavo a come bloccargli le aperture che mi aveva rifilato precedentemente...

...ho reso l'idea? :grin:


Heh, conosco una persona che per un atteggiamento analogo ha odiato gli scacchi per tutta la vita...
Personalmente continuo a sostenere la tesi che dipenda molto dalla persona che si ha di fronte.
Offline Raistlin
Goblin
Goblin

Avatar utente
 
Collezione: Raistlin
Messaggi: 5977
Iscritto il: 04 dicembre 2003
Goblons: 40.00
Località: Torino, Città Magica...
Utente Bgg: RaistlinMajere

Messaggioda Izraphael » 14 set 2007, 14:20

Faccio di tutto per vincere perchè il gioco è gioco e bisogna accettarne le conseguenze.
Al limite, aggiungo, e se l'altro è un bambino, cerco di fargli capire dove ha sbagliato (dopo).
Se è un "pari peso", sono affari suoi. Ha giocato, e ha perso.
Sarà che "ludicamente" nasco con gli scacchi, ma se uno è meno bravo, perde.
Sul discorso "bambini", direi che quoto rporrini ("Mi sono posto questo problema anni fa quando ho insegnato UNO a Chicca. Ovviamente lei mi faceva le boccacce quando perdeva e inizialmente se la prendeva anche, ma poi ha cominciato a godersi le vittorie e a considerare le sconfitte uno stimolo per vincere la partita successiva").
Marco Valtriani
Lead Designer
Red Glove Edizioni & Distribuzioni
Offline Izraphael
Onnisciente
Onnisciente

Avatar utente
Top Reviewer
Game Inventor
 
Collezione: Izraphael
Messaggi: 3981
Iscritto il: 05 marzo 2007
Goblons: 1,040.00
Località: Pisa

Messaggioda UltordaFlorentia » 14 set 2007, 15:11

Faccio di tutto per vincere perchè il gioco è gioco e bisogna accettarne le conseguenze

"Cento volte cadere cento rialzarsi" è un motto che ho fatto mio fin dalle mie prime esperienze marziali (e vi assicuro che lì perdere facendosi surclassare ha un significato decisamente profondo) e che applico ogniqualvolta qualcuno si cimenti con me in maniera più o meno competitiva: imparare a perdere, riconoscere i propri errori e testare i prorpi limiti è, a parer mio, non solo formativo ma sicuramente necessario soprattutto per i bambini (con cui lavoro da anni) a cui a lungo termine fà decisamente meglio prendere confidenza con l'acre sapore della sconfitta (che prepara il terreno ad una futura "riscossa") piuttosto che stazionare troppo nell'insipido limbo in cui vengono relegati dal buonismo della "pedagogia della caramella" ;)
Offline UltordaFlorentia
Illuminato
Illuminato

Avatar utente
TdG Moderator
 
Collezione: UltordaFlorentia
Messaggi: 1503
Iscritto il: 01 agosto 2007
Goblons: 0.00
Località: Firenze/Scandicci
Utente Bgg: Ultor da Florentia
Facebook: Emanuele Ultor False

Re: ç'uomo dagli attacchi inutili

Messaggioda aledrugo1977 » 14 set 2007, 15:13

Raistlin ha scritto:
aledrugo1977 ha scritto:Mi ricorderò sempre quando avevo 11 anni ero in ospedale (14 giorni!!) e quando passava il primario giocava con me a scacchi: le nostre partite duravano pochissimo poiché ogni volta ad inizio partita mi diceva "conosci la mossa del barbiere?" oppure "conosci l'apertura dei cavalli?" ecc. Io non conoscevo nessuna mossa da manuale..e puntualmente mi liquidava in modo fulmineo!
Beh a parte che quelle aperture me le ricordo ancora, devo ammettere che non vedevo l'ora che passasse perché nel frattempo pensavo a come bloccargli le aperture che mi aveva rifilato precedentemente...

...ho reso l'idea? :grin:


Heh, conosco una persona che per un atteggiamento analogo ha odiato gli scacchi per tutta la vita...
Personalmente continuo a sostenere la tesi che dipenda molto dalla persona che si ha di fronte.



...boh sarà perché vinco spesso nei giochi con gente diversa...però quasi quasi preferisco essere strinato da veterani...così imparo e mi motivo per la rivincita... :twisted:
Offline aledrugo1977
Goblin sondaggisticus
Goblin sondaggisticus

Avatar utente
Top Author 2 Star
TdG Auctioneer Level 1
TdG Editor
 
Collezione: aledrugo1977
Messaggi: 9219
Iscritto il: 12 gennaio 2006
Goblons: 3,440.00
Località: Pendolare senza fissa dimora. Ora Sarzana!
Starcraft Fan Sono stato alla Gobcon 2016 Il trono di spade Fan Sono un Sava follower

Messaggioda KooriNecros » 14 set 2007, 15:31

Manca l'optione: Gioco bene, ma in modo moderato, e cercando di fargli capire dove sbaglia... Io faccio sempre così ma non interrompo il gioco... L'alro giocatore deve capire da solo altrimenti non gli entrerà mai niente in zucca...
Francesco Giovo
Offline KooriNecros
Saggio
Saggio

Avatar utente
Game Inventor
 
Collezione: KooriNecros
Messaggi: 2069
Iscritto il: 03 marzo 2007
Goblons: 12.00
Località: Asti
Utente Bgg: KooriNecros

Messaggioda linx » 15 set 2007, 10:45

Se l'avversario è palesemente inferiore fin da prima che il gioco inizi imposto la partita cercando di sperimentare strategie strane per scoprire se ci sono modi nascosti di vincere.
In tal modo:
1) io mi impegno al massimo e mi diverto
2) spesso mi ritrovo in svantaggio e mi diverto a recuperarlo
3) vedo di non traumatizzarlo

Ho votato "Cerco di finire al più presto per giocare ad altro" perchè è quello che farei se la partita fosse già a metà e compromessa a mio favore: cercherei di sfruttare il vantaggio con un arrembaggio selvaggio per tagliare sui tempi (e qualche volta riesco pure a perdere, facendo cio!)
Il confronto è stimolante a 2 condizioni:
che ci sia la volontà potenziale dell'interlocutore a cambiare opinione;
che nessuno si senta depositario di verità assolute. Dubitare è uno strumento per arrivare alla "verità".
Offline linx
Goblin
Goblin

Avatar utente
TdG Moderator
TdG Editor
Top Author
 
Collezione: linx
Messaggi: 5711
Iscritto il: 03 dicembre 2003
Goblons: 920.00
Località: Busto Arsizio (VA)
Yucata: linx
Agricola fan Yucata Player Le Havre Fan Ilsa Magazine fan

Messaggioda Galdor » 15 set 2007, 11:05

KooriNecros ha scritto:Manca l'optione: Gioco bene, ma in modo moderato, e cercando di fargli capire dove sbaglia... Io faccio sempre così ma non interrompo il gioco...

Esattamente come faccio io...e a fine partita -se la persona che ho di fronte ha il carattere adatto- gli spiego perchè e come ho vinto (o almeno le mosse/tattiche decisive) :idea:

linx ha scritto:Se l'avversario è palesemente inferiore fin da prima che il gioco inizi imposto la partita cercando di sperimentare strategie strane per scoprire se ci sono modi nascosti di vincere.

Faccio anche questo :grin:
Offline Galdor
Onnisciente
Onnisciente

Avatar utente
TdG Moderator
TdG Editor
Top Reviewer
Top Uploader 2 Star
 
Collezione: Galdor
Messaggi: 4864
Iscritto il: 15 dicembre 2003
Goblons: 1,600.00
Località: Isengard (Pisa)

Messaggioda gjmbo » 15 set 2007, 13:05

Galdor ha scritto:Esattamente come faccio io...e a fine partita -se la persona che ho di fronte ha il carattere adatto- gli spiego perchè e come ho vinto (o almeno le mosse/tattiche decisive) :idea:

Quindi il malcapitato, non solo si è rotto le scatole a giocare con un saccentone come te, ma ha anche perso e si è dovuto sorbire la tua lezione di come hai vinto....
Ora capisco perchè nessuno vuole mai giocare con te!
:grin: :grin: :grin: :grin:
Peccato che a Modena non ci sarai altrimenti ti avrei sfidato volentieri a qualche gioco con l'obiettivo di vincere per poi parlarti per un'oretta della mia vittoria e di tutti i tuoi errori e dei miei colpi di genialità! :grin: :grin:
Eddai viecci!!! Eddai!!!

Gjmbo, The genius Goblin http://www.agenzia2d.it

Offline gjmbo
Lord of Avatars
Lord of Avatars

Avatar utente
TdG Moderator
TdG Illustrator
 
Collezione: gjmbo
Messaggi: 1467
Iscritto il: 27 agosto 2003
Goblons: 50.00
Località: Roma - Boccea

Messaggioda Galdor » 15 set 2007, 13:56

gjmbo ha scritto:Quindi il malcapitato, non solo si è rotto le scatole a giocare con un saccentone come te, ma ha anche perso e si è dovuto sorbire la tua lezione di come hai vinto....
Ora capisco perchè nessuno vuole mai giocare con te!
:grin: :grin: :grin: :grin:
Peccato che a Modena non ci sarai altrimenti ti avrei sfidato volentieri a qualche gioco con l'obiettivo di vincere per poi parlarti per un'oretta della mia vittoria e di tutti i tuoi errori e dei miei colpi di genialità! :grin: :grin:
Eddai viecci!!! Eddai!!!

Post come questi mi fanno piangere ancora di più per l'assenza forzata a Modena... :bellow_sm: :-( :strasniff:
Se vieni a Lucca comunque ci rifacciamo e -visto che hai il "carattere adatto"- ti impartirò una bella lectio (magari anche su un gioco stupidissimo :lol:)
Offline Galdor
Onnisciente
Onnisciente

Avatar utente
TdG Moderator
TdG Editor
Top Reviewer
Top Uploader 2 Star
 
Collezione: Galdor
Messaggi: 4864
Iscritto il: 15 dicembre 2003
Goblons: 1,600.00
Località: Isengard (Pisa)

Messaggioda Solomon » 15 set 2007, 14:39

linx ha scritto:Se l'avversario è palesemente inferiore fin da prima che il gioco inizi imposto la partita cercando di sperimentare strategie strane per scoprire se ci sono modi nascosti di vincere.
In tal modo:
1) io mi impegno al massimo e mi diverto
2) spesso mi ritrovo in svantaggio e mi diverto a recuperarlo
3) vedo di non traumatizzarlo

Ho votato "Cerco di finire al più presto per giocare ad altro" perchè è quello che farei se la partita fosse già a metà e compromessa a mio favore: cercherei di sfruttare il vantaggio con un arrembaggio selvaggio per tagliare sui tempi (e qualche volta riesco pure a perdere, facendo cio!)


Idem con patate.
Offline Solomon
Esperto
Esperto

Avatar utente
 
Collezione: Solomon
Messaggi: 494
Iscritto il: 16 settembre 2005
Goblons: 0.00
Località: Modena

Messaggioda buoneacque » 15 set 2007, 15:08

linx ha scritto:Se l'avversario è palesemente inferiore fin da prima che il gioco inizi imposto la partita cercando di sperimentare strategie strane per scoprire se ci sono modi nascosti di vincere.
In tal modo:
1) io mi impegno al massimo e mi diverto
2) spesso mi ritrovo in svantaggio e mi diverto a recuperarlo
3) vedo di non traumatizzarlo

Ho votato "Cerco di finire al più presto per giocare ad altro" perchè è quello che farei se la partita fosse già a metà e compromessa a mio favore: cercherei di sfruttare il vantaggio con un arrembaggio selvaggio per tagliare sui tempi (e qualche volta riesco pure a perdere, facendo cio!)


quoto anche io :-))


poi vorrei mettermi nei panni di quello scarso. se gioco con uno che non si impegna o cerca di farmi vincere, mi incxxxx e gli tiro un pugno in faccia(è solo un modo di dire :lol: )
Immagine
Offline buoneacque
Saggio
Saggio

Avatar utente
TdG Moderator
 
Collezione: buoneacque
Messaggi: 1874
Iscritto il: 07 gennaio 2004
Goblons: 100.00
Località: Montebelluna(TV)

Messaggioda randallmcmurphy » 17 set 2007, 1:24

gjmbo ha scritto:Quindi il malcapitato, non solo si è rotto le scatole a giocare con un saccentone come te, ma ha anche perso e si è dovuto sorbire la tua lezione di come hai vinto....
Ora capisco perchè nessuno vuole mai giocare con te!
:grin: :grin: :grin: :grin:
Peccato che a Modena non ci sarai altrimenti ti avrei sfidato volentieri a qualche gioco con l'obiettivo di vincere per poi parlarti per un'oretta della mia vittoria e di tutti i tuoi errori e dei miei colpi di genialità! :grin: :grin:
Eddai viecci!!! Eddai!!!


A proposito, ancora non ho avuto occasione di spiegarti come vi ho battuto a te e quegli altri poveracci giocando ad Emira.. :grin: Poi infatti te ne sei scappato a giocare con i tuoi miseri soldatini di Axis & Allies..:P

Io a Modena ci sarò..se non reggi lo sconforto dimmelo che ti faccio vincere.. ah..Spaccone è il mio secondo nome..:grin:

Comunque rispondendo al quesito originario..io non farei MAI vincere uno per compassione e non vorrei MAI vincere per compassione altrui..

Al massimo se si è in più di due e lo sprovveduto è uno solo si cerca di non fargli fare fesserie assurde che possano rovinare la partita a TUTTI gli altri..

Certo con i bambini magari non si esulta (dipende..) come faceva Giovanni in 3 uomini e una gamba..e con quelli meno abili o meno esperti si percorrono nuove strategie, si fanno mosse anche non eccelse per rendere la partita più avvincente anche per loro (senza farsi accorgere ovviamente), ma alla fine farli vincere è peggio..

E poi..ci sono sempre MILLEMILA motivi per vincere! :grin:

Ultimo pensierino..mi piace sempre ricordare un caratteristico aneddoto su Eddy Merckxx ..lo chiamavano il CANNIBALE perchè voleva vincere qualsiasi gara..e alla fine ne vinse più di tutti...si racconta che anche gareggiando con suo figlio da piccolo non riuscisse proprio a farlo vincere..magari lo faceva stare davanti ma poi alla fine gli tirava la volata e vinceva! Morale della favola..innanzitutto ora avete capito perchè il figlio di Merckxx non ha vinto mai una cippa :grin: poi, che
per essere dei vincenti bisogna inseguire la vittoria..SEMPRE!

Quindi non pensate tanto a chi avete davanti..pensate a Vincere e non sbaglierete mai!
« Ardo dal desiderio di spiegare, e la mia massima soddisfazione è prendere qualcosa di ragionevolmente intricato e renderlo chiaro passo dopo passo. È il modo più facile per chiarire le cose a me stesso. »

(Isaac Asimov)
Offline randallmcmurphy
Goblin Showman
Goblin Showman

Avatar utente
Tdg Supporter
TdG Editor
Top Reviewer 1 Star
TdG Auctioneer Level 1
 
Collezione: randallmcmurphy
Messaggi: 2829
Iscritto il: 24 giugno 2005
Goblons: 1,620.00
Località: Rimini
Utente Bgg: mcmurphy
10 anni con i Goblins Membro della giuria Goblin Magnifico

Messaggioda genluvi » 17 set 2007, 11:14

E' più umiliante lasciar vincere qualcuno piuttosto che vincere e basta. Significa svilire il suo impegno e la sua motivazione, significa mentire, significa sentirsi superiori a lei tanto da decidere il meglio per lei senza consultarla. Se qualcuno mi dice in anticipo che giocherà per insegnarmi allora ben venga, ma no che mi prenda in giro.
La via [...] mi piaceva, ma mi era ancora spiacevole passare per le sue strettoie.
- S. Agostino, Le Confessioni -
Offline genluvi
Esperto
Esperto

Avatar utente
 
Collezione: genluvi
Messaggi: 436
Iscritto il: 14 gennaio 2005
Goblons: 0.00
Località: Venezia

PrecedenteProssimo

Torna a Questioni filosofiche

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti