Gli Ameritrash: rise and fall

Discussioni e considerazioni su definizioni, terminologie, classificazioni, concetti e questioni di filosofia del gioco.

Moderatori: Sephion, Galdor

Gli Ameritrash: rise and fall

Messaggioda LordDrachen » 21 mar 2014, 14:02

Non posso dire di essere diventato gamer nel periodo ideale per avere una conoscenza
approfondita dei "volgarmente detti" Ameritrash.
Su spinta di Mik apro questo thread che vuole essere un contenitore aperto per scambio di conoscenza
e feedbacks su questo genere, ma anche un thread che parla della direzione (io userei declino) che sta
prendendo il genere stesso, ormai relegato in pochissime case editrici con un semi-monopolio ad opera
della FFG.

Il primo boardgame che ho giocato e goduto appieno non è certo un titolo "vecchio" ma è l'arcinoto Battlestar Galactica.
Un gioco che secondo me segna l'ultimo baluardo di un genere che non riesce più a sfornare meccaniche
ambientate o in linea col setting e che tende essenzialmente o nel riciclo infinito di idee, o nella semplificazione
delle meccaniche o in una ibridazione massicciamente sbilanciata verso l'euro (con risultati dallo scarso all'eccellente).

1. Quali sono le cause?
Mik sosteneva la clientela. Secondo me Mik centra sicuramente uno dei punti cardine, ma non c'è solo quello.
Il mercato non lo fa solo il cliente.
C'è poi anche un discorso europeo, che è fatto di altra cultura ludica e quindi di una più o meno diffidenza
verso questo genere.

2. Come gli europei elaborano l'ameritrash? (Merchants & Marauders)
Come l'eurogame ha influenzato l'ameritrash e viceversa? (Mage Knight, Eclipse, ma anche Chaos in the Old World)

3. E' l'inizio della fine, o in futuro torneranno titoli come Dune o Twilight Imperium?

A voi le prime considerazioni.

:fly: :fly: :fly: :fly: :fly:
Mi trovate anche su BGG. ^_^
Ho visto qualcuno impedire un Runaway Leader ed essere travolto da una Snowball

Immagine
http://www.noferplei.it
Offline LordDrachen
Onnisciente
Onnisciente

Avatar utente
 
Collezione: LordDrachen
Messaggi: 4022
Iscritto il: 02 agosto 2011
Goblons: 20.00
Località: Reggio Emilia
Utente Bgg: LordDrachen
Twitter: LordDrachen

Re: Gli Ameritrash: rise and fall

Messaggioda Normanno » 21 mar 2014, 15:12

Secondo me questo fenomeno della "caduta" degli "ameritrash" non esiste. Semplicemente il mercato italiano è chiaramente orientato ai giochi noios... ehm, ai giochi tedeschi, e quindi qui non arrivano o non hanno grande risonanza giochi che invece funzionano bene in USA. Che so, Conquest of Nerath, diversi giochi che usano miniature, tutto sommato anche i giochi della Ares (che è italiana...), e molti pezzi validi della Fantasy Flight, della Flying Frog, della Z-Man, etc. etc.
Le contaminazioni ci sono, ed a mio parere DEVONO esserci, anche per rendere più appetibili alla "cross-generation" i giochi dell'una e dell'altra sponda. Sarà un giorno infausto quello in cui le cose verranno costruite solo in una direzione o solo nell'altra. Ma per quanto posso vedere, i giochi all'americana ancora sono prodotti abbastanza bene, e d'altronde fare un gioco alla tedesca è relativamente meno difficile perché non esiste ambientazione e non devi "bilanciare" il fattore fortuna; in più io ho la sensazione che una parte dei giocatori stia virando silenziosamente verso lo stesso tipo di "disastro" (perdonatemi il termine, vi prego) che ha colpito la scienza: "hard-gamers" vs "soft-gamers", laddove se non ci sono i dadi e l'elemento fortuna (che peraltro come da diverse discussioni passate non è MAI assente), allora il gioco è intelligente, figo ed hard, mentre se metti i dadi e le carte da pescare, allora è adatto ai principianti ed ai soft-gamer. Male, peggio.

Io torno ai miei adorati dadini... :rotfl:

Sito del Normanno: http://www.marcosignore.weebly.com Blog Ludico del Normanno: http://roccanormanna.wordpress.com/

Offline Normanno
Goblin
Goblin

TdG Moderator
Top Author
Top Reviewer 2 Star
TdG Translator
 
Collezione: Normanno
Messaggi: 6445
Iscritto il: 07 novembre 2004
Goblons: 3,620.00
Località: Osgiliath

Re: Gli Ameritrash: rise and fall

Messaggioda LordDrachen » 21 mar 2014, 15:38

In realtà non parlavo del mercato italiano, che semmai è un aspetto, ma in generale la FFG ha avuto un crollo nel design, e le altre case non stanno certo brillando per innovazione.
Quali sarebbero i nuovi pezzi validi della FFG?
La Flying Frog ha dei gran giochi tematici-adventure, ma quali ameritrash profondi produce?
La Z-Man games non saprei, di profondo mi viene in mente solo 1960 Making of a Pres.
e Merchants & Marauders che è una via di mezzo (ed è pure di design danese).
La Wizkids va avanti a miniaturine ma i regolamenti son sempre lo stesso frullato, e MK è un ibrido.
La Ares sta rinverdendo il catalogo, ma Sails of Glory non è che sia concettualmente una sorpresa
rispetto Wings of War...
Non vedo grande spinta.
Le contaminazioni ci sono, ed a mio parere DEVONO esserci, anche per rendere più appetibili alla "cross-generation" i giochi dell'una e dell'altra sponda.

Mai negato il contrario.
"hard-gamers" vs "soft-gamers", laddove se non ci sono i dadi e l'elemento fortuna (che peraltro come da diverse discussioni passate non è MAI assente), allora il gioco è intelligente, figo ed hard, mentre se metti i dadi e le carte da pescare, allora è adatto ai principianti ed ai soft-gamer. Male, peggio.

In realtà credo che sia un prb anche di design che vuole accontentare sia l'hard-gamer che il soft-gamer.
Nei german però lo vedo meno incidente (ci sono i filler, i family e gli hard, senza cali significativi, ma è un'impressione), mentre sull'ameritrash c'è una smisurata preponderanza di adventure, e pure per nulla esenti da critiche, e pochissimi giochi strategici e hard.
A questo ovviamente sommiamo il fatto che l'Europa non sembra il miglior mercato in questo senso.
Mi trovate anche su BGG. ^_^
Ho visto qualcuno impedire un Runaway Leader ed essere travolto da una Snowball

Immagine
http://www.noferplei.it
Offline LordDrachen
Onnisciente
Onnisciente

Avatar utente
 
Collezione: LordDrachen
Messaggi: 4022
Iscritto il: 02 agosto 2011
Goblons: 20.00
Località: Reggio Emilia
Utente Bgg: LordDrachen
Twitter: LordDrachen

Re: Gli Ameritrash: rise and fall

Messaggioda Ricc » 21 mar 2014, 15:59

potresti darmi la definizione di ameritrash? da ignorante non credevo battlestar galattica appartenesse al genere
Offline Ricc
Maestro
Maestro

Avatar utente
 
Collezione: Ricc
Messaggi: 902
Iscritto il: 29 luglio 2009
Goblons: 0.00
Località: Pisa

Re: Gli Ameritrash: rise and fall

Messaggioda Normanno » 21 mar 2014, 16:02

Ah ma se per ameritrash intendi wargames light e medi, allora si, c'è un calo. Per me "ameritrash" significa "giochi strettamente legati all'ambientazione con presenza del fattore fortuna in forma di dadi e/o carte". La FFG ha avuto un calo ma non è sparita, e sinceramente Battlelore 2 è un buon gioco, come pure sembra esserlo Eldritch Horror. Certo, mi dirai tu, sono "svecchiamenti" di roba già esistente. Ma anche TI3 lo era, e tutto sommato il mercato dei giochi tedeschi è basato su repliche dei predecessori. In più, sempre nella mia accezione di "ameritrash", i giochi della Flying Frog sono la quintessenza dello stile... più ameritrash di quelli non riesco a trovarne :grin:
In più, ho dimenticato di menzionare molti dei giochi in uscita o pubblicati dalla Iello, che tendono molto più all'american che al german.
Diciamo che io non do' ancora in freefall il settore, ma è anche vero che dalla "scoperta" di KS i giochi si fanno sempre più con le miniature e sempre meno con le regole.

E si, anche secondo me Battlestar Galactica NON è un ameritrash.

Sito del Normanno: http://www.marcosignore.weebly.com Blog Ludico del Normanno: http://roccanormanna.wordpress.com/

Offline Normanno
Goblin
Goblin

TdG Moderator
Top Author
Top Reviewer 2 Star
TdG Translator
 
Collezione: Normanno
Messaggi: 6445
Iscritto il: 07 novembre 2004
Goblons: 3,620.00
Località: Osgiliath

Re: Gli Ameritrash: rise and fall

Messaggioda Mailok » 21 mar 2014, 16:08

Io invece vedo un mercato molto florido per gli ameritrash in costante ascesa. E' il mercato a dettare i ritmi, daltronde FFG e co. non sono li a dover educare i giocatori con meccaniche raffinate o sempre innovative, tutte sono li a far soldi per campare quindi se la gente vuole quello, quello avranno :)
Immagine
Progetti attuali:
  • progettazione di scenari Sci-Fi tagliati con il laser casalingo (MERCS incoming!!)
  • ricostruzione del gioco Kingdom Death: Monster
  • pittura miniature di Earth Reborn
  • scultura di un busto di Conan by Frazetta
Offline Mailok
Onnisciente
Onnisciente

Avatar utente
 
Collezione: Mailok
Messaggi: 4916
Iscritto il: 09 agosto 2011
Goblons: 20.00
Località: Roma

Re: Gli Ameritrash: rise and fall

Messaggioda Mik » 21 mar 2014, 16:33

Mailok ha scritto:E' il mercato a dettare i ritmi, daltronde FFG e co. non sono li a dover educare i giocatori con meccaniche raffinate o sempre innovative, tutte sono li a far soldi per campare quindi se la gente vuole quello, quello avranno :)


Questo è più o meno quello che penso io.
La FFG qualche bel gioco nell'ultimo periodo, anche partendo da licenze, l'ha fatto.
Mi viene in mente Gears of War ad esempio. E' un collaborativo veramente tosto, ogni mossa è una scelta su cosa e quanto sacrificare. Ogni errore viene pagato a caro prezzo. L'ambientazione di brothers in arms si sente splendidamente e più di qualunque altro gioco abbia provato finora.
Però alla fine è un gioco apprezzato solo da pochi.
E io credo sia perché non è immediato da capire e perché è cattivo.
Quello che mi ha sempre lasciato molto perplesso non è la mancanza di American in questo periodo, ma la mancanza di American "cazzuti". E quei pochi che ci sono sono apprezzati solo da estimatori (Earth Reborn è un gioellino che non ha avuto tutto questo successo).
E oltre a non uscire linee nuove di un certo spessore, parlando sempre di FFG, stanno continuando nell'opera di banalizzazione di quelle esistenti.
Della serie: giochiamo subito, in poco tempo e senza crearci troppi problemi. Il livello dei giochi di questo tipo mi sembra ultimamente settato su FACILE e le persone fanno fatica a leggere e capire un regolamento di più di 10 pagine. Basta anche vedere le faq. Di pagine di faq, ultimamente, troverò utili 5 riposte. Le altre sono di una banalità incredibile!!
Però mi pare una tendenza generale. Con amici si parlava anche dei giochi in line. Quelli cazzuti, quelli che non perdonano, sopravvivono a stento.
A chi piace far fatica e godere dei risultati del proprio sudore, resta poco.
Offline Mik
Maestro Goblin
Maestro Goblin

Avatar utente
TdG Moderator
 
Collezione: Mik
Messaggi: 15293
Iscritto il: 16 luglio 2011
Goblons: 110.00
Località: Venezia

Re: Gli Ameritrash: rise and fall

Messaggioda Jehuty » 21 mar 2014, 18:28

Sono concorde con Mik e il primo intervento di Normanno.
Giochi Amercantrash ce ne sono e ce ne saranno ancora. Zombiecide non mi sembra passato così in sordina.
Oltre la FFG anche Flying Frog genera americantrash di tutto rispetto (F&G <3)
Se poi le 'mina' sono viste con cose da 'casual' o 'bimbo' bhé è un problema di chi vede le cose così e snobba dei bei titoli.
Immagine
Online Jehuty
Grande Goblin
Grande Goblin

Avatar utente
Tdg Super Moderator
 
Collezione: Jehuty
Messaggi: 7935
Iscritto il: 26 agosto 2010
Goblons: 70.00
Località: Nella Bocca di un Vulcano (CE)
Utente Bgg: Jehuty

Re: Gli Ameritrash: rise and fall

Messaggioda Agzaroth » 21 mar 2014, 21:26

Vi butto in pasto anche Mage Wars: un gioco ambientato, dadoso, ricco, perfetto connubio tra gioco da tavolo e gioco di carte.
(noi) non indulgemmo né a noi stessi né ad altri
Immagine
Offline Agzaroth
Black Metal Goblin
Black Metal Goblin

Avatar utente
TdG Top Supporter
TdG Editor
Top Author 1 Star
Top Reviewer 1 Star
Top Uploader 2 Star
TdG Moderator
 
Collezione: Agzaroth
Messaggi: 22557
Iscritto il: 23 agosto 2009
Goblons: 14,470.00
Località: La Spezia
Utente Bgg: Agzaroth
Puerto Rico Fan HeroQuest Fan Sono un cattivo Membro della giuria Goblin Magnifico The Great Zimbabwe Fan Race Formula 90 Alta Tensione Fan
Caylus Fan Lewis & Clark Fan Io gioco col nero Ho partecipato ad una lettura condivisa dei Goblins Il trono di spade Fan Antiquity fan Podcast Maker

Re: Gli Ameritrash: rise and fall

Messaggioda Sveltolampo » 21 mar 2014, 21:28

Anch'io ho qualche dubbio sulla definizione, tipo Star Wars X-Wing è un Ameritrash...

...a me gasa un casino tirare dadi...

I german li ho giocati ma fra piazzare lavoratori o espandere una colonia mi sono maciullato i zebedei :asd:

Via botte da orbi!!!

E Summoner Wars?????
Offline Sveltolampo
Grande Goblin
Grande Goblin

Avatar utente
 
Collezione: Sveltolampo
Messaggi: 11124
Iscritto il: 22 settembre 2011
Goblons: 10.00
Località: Povoletto (UD)
Utente Bgg: Sveltolampo
Ho partecipato ad una lettura condivisa dei Goblins Sono un Sava follower Ho parteciapto al torneo di Clash Royale

Re: Gli Ameritrash: rise and fall

Messaggioda Agzaroth » 21 mar 2014, 21:44

Beh Summoner Wars è ameritrash.
però la categoria in via di estinzione a cui si riferiva Lord Drachen sono i Monster Ameritrash. Quelli si, probabilmente stanno calando parecchio.
(noi) non indulgemmo né a noi stessi né ad altri
Immagine
Offline Agzaroth
Black Metal Goblin
Black Metal Goblin

Avatar utente
TdG Top Supporter
TdG Editor
Top Author 1 Star
Top Reviewer 1 Star
Top Uploader 2 Star
TdG Moderator
 
Collezione: Agzaroth
Messaggi: 22557
Iscritto il: 23 agosto 2009
Goblons: 14,470.00
Località: La Spezia
Utente Bgg: Agzaroth
Puerto Rico Fan HeroQuest Fan Sono un cattivo Membro della giuria Goblin Magnifico The Great Zimbabwe Fan Race Formula 90 Alta Tensione Fan
Caylus Fan Lewis & Clark Fan Io gioco col nero Ho partecipato ad una lettura condivisa dei Goblins Il trono di spade Fan Antiquity fan Podcast Maker

Gli Ameritrash: rise and fall

Messaggioda Mik » 22 mar 2014, 3:19

Se parliamo di monster, mi torna in mente un mio post di più di 1 anno fa in cui lamentavo la cosa:

Ma i monster stanno sparendo?

Devo dire che da allora, nonostante li adori, ho ancora meno tempo per giocarli :piange:
Offline Mik
Maestro Goblin
Maestro Goblin

Avatar utente
TdG Moderator
 
Collezione: Mik
Messaggi: 15293
Iscritto il: 16 luglio 2011
Goblons: 110.00
Località: Venezia

Re: Gli Ameritrash: rise and fall

Messaggioda Sveltolampo » 23 mar 2014, 0:17

Scusate l'ignoranza ma per monster ameritrash cosa intendete?

Qualche esempio?
Offline Sveltolampo
Grande Goblin
Grande Goblin

Avatar utente
 
Collezione: Sveltolampo
Messaggi: 11124
Iscritto il: 22 settembre 2011
Goblons: 10.00
Località: Povoletto (UD)
Utente Bgg: Sveltolampo
Ho partecipato ad una lettura condivisa dei Goblins Sono un Sava follower Ho parteciapto al torneo di Clash Royale

Re: Gli Ameritrash: rise and fall

Messaggioda Jehuty » 23 mar 2014, 1:37

Monster sono le scatole grandi:
- World of warcraft - the boardgame
- Starcraft
- Fortune and Glory The cliffhanger game
- Tide of Iron
- Twilight Imperium
ecc
Immagine
Online Jehuty
Grande Goblin
Grande Goblin

Avatar utente
Tdg Super Moderator
 
Collezione: Jehuty
Messaggi: 7935
Iscritto il: 26 agosto 2010
Goblons: 70.00
Località: Nella Bocca di un Vulcano (CE)
Utente Bgg: Jehuty

Re: Gli Ameritrash: rise and fall

Messaggioda aledrugo1977 » 23 mar 2014, 2:55

Mah sta caduta non la vedo.

Spartacus è un signor Ameritrash. Per esempio.

Le Case della Follia mi pare lievemente ameritrash.
Wizard of the coast fa ameritrash.

Zombicide. Krosmaster Arena mi pare lievemente ameritrash.

E sto citando i successi commerciali enormi tralasciando i semplici successi.

Se vogliamo parlare di capolavori american sottovalutatissimi piazzerei al primo posto Starcraft (i giocatori non l'hanno capito: troppo profondo, tecnico, feroce, longevo e brillante), a seguire Gears of War (essenziale e ferocissimo) e Warrior Knights.

Un american impone partite lunghe, rischio di eliminazione e può essere pure lunghe campagne (Descent?).
Per capirci un Shards of the Throne, chi ha provato la modalità 1 contro tutti (che è la ragione della seconda espansione di TI3)? Provato intendo averci fatto almeno 5 partite?
Chi ha giocato almeno 5 partite a Rex? 10 a Dungeonquest?

Voglio dire che il problema è dei giocatori storici. Passa il tempo e famiglia e lavoro ti tolgono il tempo. Quindi non è che non ci sono più gli ameritrash di una volta (nel senso che si sono evoluti ovviamente), semplicemente chi fa tendenza d'opinione c'ha meno tempo per giocarci o quantomeno ne prova un numero inferiore.

I nuovi giocatori american sono ora al liceo o all'università. Essi mica scrivono qua di filosofia del gioco o declino (ah ah ah, scusate ancora sorrido) dell'ameritrash. Essi impiegano il loro tempo a giocare. Maratone di gioco organizzate, campagne di gioco. Poi tra dieci anni si ritroveranno nei forum in Tana a scrivere che non ci sono più gli ameritrash di una volta come Civilization FFG o Le Case della Follia. Per inciso nel mentre Knizia avrà rivisitato il mancala in chiave asta astratta.

Tra l'altro così per dire i german in genere costano meno e quindi se ne possono comprare di più in base al budget (e per forza, la componentistica oltre al peso è inferiore in genere). Se hai 200 euro che fai? 4 german o due american (o anche solo uno più espansioni?).
E sti tedeschi pure loro sono sempre la stessa pappa da anni, in genere. Piazza pupetto, trasforma cubetto, fai un tris, incastra il pezzo, completa il colore.

Più o meno, tra alti e bassi, è una ruota che gira. Ogni tanto arriva una forte innovazione o più spesso si implementa meglio qualcosa di noto.

Ah sì, si stava meglio quando si stava peggio.

Thy fallen, thou shall rise
Offline aledrugo1977
Goblin sondaggisticus
Goblin sondaggisticus

Avatar utente
Top Author 2 Star
TdG Auctioneer Level 1
TdG Editor
 
Collezione: aledrugo1977
Messaggi: 9219
Iscritto il: 12 gennaio 2006
Goblons: 3,440.00
Località: Pendolare senza fissa dimora. Ora Sarzana!
Starcraft Fan Sono stato alla Gobcon 2016 Il trono di spade Fan Sono un Sava follower

Prossimo

Torna a Questioni filosofiche

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti