gli estremi

Discussioni e considerazioni su definizioni, terminologie, classificazioni, concetti e questioni di filosofia del gioco.

Moderatori: Sephion, Galdor

gli estremi

Messaggioda eddie » 19 ott 2005, 21:06

Leggendo i thread di jessecuster(una domanda filosofica) di exiliumj(sul divertimento)di madeR(i giocatori problematici) e avendo visto questi giorni alcuni programmi televisivi che trattavano l'argomento(e che mi hanno profondamente depresso) mi sono indotto a chiedere cosa spinge le persone,nel nostro caso i giocatori, ad avere composrtamenti estremi che possono danneggiare se setessi e gli altri(vedi la smania di vincere,il poco rispetto per le persone)...non mi riferisco tanto alle manifestazioni degli eccessi, quano alle cause profonde scatenanti...voi cosa ne pensate?quali credete che siano?
Sì, stavo seduto a mangiarmi la focaccina, a bermi il caffé e a ripassare l'accaduto nella mia mente quando ho avuto quello che gli alcolisti definiscono il momento di lucidità
Offline eddie
Saggio
Saggio

Avatar utente
 
Collezione: eddie
Messaggi: 2240
Iscritto il: 08 gennaio 2005
Goblons: 0.00
Località: roma(caput mundi)

Messaggioda linx » 20 ott 2005, 13:33

La smania di vincere è un comportamento eccessivo? In che senso?
Il poco rispetto degli altri (una volta levato, come dici tu, le alterazioni momentanee) è procurato dai giochi da tavolo? :-?
Non capisco. Hai qualche esempio concreto da esporre?
Il confronto è stimolante a 2 condizioni:
che ci sia la volontà potenziale dell'interlocutore a cambiare opinione;
che nessuno si senta depositario di verità assolute. Dubitare è uno strumento per arrivare alla "verità".
Offline linx
Goblin
Goblin

Avatar utente
TdG Moderator
TdG Editor
Top Author
 
Collezione: linx
Messaggi: 5711
Iscritto il: 03 dicembre 2003
Goblons: 920.00
Località: Busto Arsizio (VA)
Yucata: linx
Agricola fan Yucata Player Le Havre Fan Ilsa Magazine fan

Messaggioda eddie » 20 ott 2005, 13:53

linx ha scritto:La smania di vincere è un comportamento eccessivo? In che senso?
Il poco rispetto degli altri (una volta levato, come dici tu, le alterazioni momentanee) è procurato dai giochi da tavolo? :-?
Non capisco. Hai qualche esempio concreto da esporre?

mi riferisco a giocatori di warhammer che si tirano le miniature,a gente che viene alle mani perchè si interpreta la regola invece ch in un modo un altro, a gente ossessiva che durante la partita non pensa soilo a vincere rovinando il divertimento agli altri giocatori.
queste sono le"manifestazioni estreme" che intendevo e mi chiedevo queli potessero essere le cause che le scatenano(ovvero:"cosa spinge i giocatori a comportarsi così?")
Sì, stavo seduto a mangiarmi la focaccina, a bermi il caffé e a ripassare l'accaduto nella mia mente quando ho avuto quello che gli alcolisti definiscono il momento di lucidità
Offline eddie
Saggio
Saggio

Avatar utente
 
Collezione: eddie
Messaggi: 2240
Iscritto il: 08 gennaio 2005
Goblons: 0.00
Località: roma(caput mundi)

Messaggioda linx » 20 ott 2005, 20:12

Mancanza di autostima. Hanno bisogno della prova effettiva che loro non hanno sbagliato perchè la loro psiche è già instabile e ammettere di avere sbagliato (o di non poterne essere sicuri) sarebbe troppo faticoso e li costringerebbe ad indagare su se stessi.

E già sanno che questo porterebbe loro troppa sofferenza.

Mi spiace se sembra una spiegazione difficile ma un post lungo sarebbe troppo pesante da digerire... :cry:
Il confronto è stimolante a 2 condizioni:
che ci sia la volontà potenziale dell'interlocutore a cambiare opinione;
che nessuno si senta depositario di verità assolute. Dubitare è uno strumento per arrivare alla "verità".
Offline linx
Goblin
Goblin

Avatar utente
TdG Moderator
TdG Editor
Top Author
 
Collezione: linx
Messaggi: 5711
Iscritto il: 03 dicembre 2003
Goblons: 920.00
Località: Busto Arsizio (VA)
Yucata: linx
Agricola fan Yucata Player Le Havre Fan Ilsa Magazine fan

Messaggioda Necros » 20 ott 2005, 20:19

l'ipotesi psicologica di linx ha un buon fondamento: però io sostengo che la voglia di vincere è presente in tutti noi( non ho mai conosciuto una persona che si siede al tavolo perchè vuole perdere) e alcune reazioni- normali- come imprecazioni o osannazioni, sonolo spirito agonistico del gioco: ovviamnete in alcuni casi quest'agonismo viene portato all'estremo, e qui entra in gioco la teoria di linx con la qulale concordo in pieno, e rammaricato dico che non ne esistono poche di pesone che devono mostrare a se stessi di che sono capaci per darsi un 'identità e crearsi una propria autostima.
"Ora, se la morte è il non aver più alcuna sensazione, ma è come un sonno che si ha quando nel dormire non si vede più nulla neppure in sogno, allora la morte sarebbe un guadagno meraviglioso."
Offline Necros
Grande Goblin
Grande Goblin

Avatar utente
 
Collezione: Necros
Messaggi: 10000
Iscritto il: 28 novembre 2004
Goblons: 0.00

Messaggioda Baltazarjack » 21 ott 2005, 3:16

Necros ha scritto:l'ipotesi psicologica di linx ha un buon fondamento: però io sostengo che la voglia di vincere è presente in tutti noi( non ho mai conosciuto una persona che si siede al tavolo perchè vuole perdere) e alcune reazioni- normali- come imprecazioni o osannazioni, sonolo spirito agonistico del gioco: ovviamnete in alcuni casi quest'agonismo viene portato all'estremo

Sottoscrivo in pieno, la competitività é il motore di tutto, che se non mitigata d'autocontrollo e coscienza della situazione (é pur sempre un gioco!) porta agli eccessi da te esemplificati.
Certo, può essere che alla base ci sia una mancanza individuale di autostima, o altro, ma si va più sullo psicologico che sul filosofico :hatZ: ... e come dire, ciascuno é unico e reagisce alla sua maniera, va a capire che ha in testa???
Questo non vuol dire che é permesso qualunque atteggiamento o al contrario che non ci si può incazzare (specie se ti capitano cose come a Risiko, in cui hai aspettato il tuo bel tris da 12 per conquistarti il continente ed un territorio da tre ti devasta tenendoti fermo :smileangry: ). gli estremi sono sempre pericolosi.

-E sara' chiamato, il flagello di Dio... Attila. -Attila, il fratello di Dio! -Il flagello di Dio. -Va be' é i stess, flagello per... motto amico di...

Offline Baltazarjack
Iniziato
Iniziato

Avatar utente
 
Collezione: Baltazarjack
Messaggi: 339
Iscritto il: 09 ottobre 2005
Goblons: 20.00
Località: Sospiro (CR), a breve Varedo (MB)

Messaggioda rporrini » 21 ott 2005, 8:09

Aggiungerei la categoria di coloro che giocando fanno tutto pur di perdere e poi se la prendono con gli amici perché non hanno fatto "quella cosa" che a loro dire avrebbe evitato loro la disfatta.

Confesso di essere stato un appartenente a questa categoria e, adesso che ne sono venuto fuori, soffro terribilmente per coloro che vedo ancora in questo tunnel.
Immagine
Calcolo fatto sul prezzo di 1500 lire a pacchetto.
Offline rporrini
Magister Antiquitatis
Magister Antiquitatis

Avatar utente
Tdg Super Moderator
Top Author
Top Uploader 1 Star
 
Collezione: rporrini
Messaggi: 9580
Iscritto il: 20 febbraio 2004
Goblons: 780.00
Località: Roma - First Valley
Utente Bgg: rporrini
Board Game Arena: rporrini
Yucata: rporrini
Facebook: rporrini
Puerto Rico Fan Tocca a te fan Terra Mystica Fan Alta Tensione Fan Alhambra Fan Sono stato alla Gobcon 2016

Messaggioda linx » 21 ott 2005, 12:02

Baltazarjack ha scritto:Certo, può essere che alla base ci sia una mancanza individuale di autostima, o altro, ma si va più sullo psicologico che sul filosofico :hatZ:


Il forum psicologico manca e comunque parecchi topic qui nel reame di Galdor sforano più nella psicologia che nella filosofia.
Ne caso si voglia aprire un forum sulla psicologia del giocatore mi metto in prima fila :grin:
Il confronto è stimolante a 2 condizioni:
che ci sia la volontà potenziale dell'interlocutore a cambiare opinione;
che nessuno si senta depositario di verità assolute. Dubitare è uno strumento per arrivare alla "verità".
Offline linx
Goblin
Goblin

Avatar utente
TdG Moderator
TdG Editor
Top Author
 
Collezione: linx
Messaggi: 5711
Iscritto il: 03 dicembre 2003
Goblons: 920.00
Località: Busto Arsizio (VA)
Yucata: linx
Agricola fan Yucata Player Le Havre Fan Ilsa Magazine fan

Messaggioda Galdor » 21 ott 2005, 12:15

linx ha scritto:
Baltazarjack ha scritto:Certo, può essere che alla base ci sia una mancanza individuale di autostima, o altro, ma si va più sullo psicologico che sul filosofico :hatZ:


Il forum psicologico manca e comunque parecchi topic qui nel reame di Galdor sforano più nella psicologia che nella filosofia.
Ne caso si voglia aprire un forum sulla psicologia del giocatore mi metto in prima fila :grin:

Basta tranquillamente questo forum, anche perchè -perlomeno agli inizi del XXI secolo- psicologia e filosofia andavano a braccetto... :grin:

Penso comunque che la battuta di Baltazarjack alludesse al fatto che solo un esperto di psicologia (leggi Laureato o simili) potrebbe dirci se l'autostima è l'unico motore di tali atteggiamenti...a naso non penso. Potrebbe essere uno dei mille perchè, questo si. ;)
Offline Galdor
Onnisciente
Onnisciente

Avatar utente
TdG Moderator
TdG Editor
Top Reviewer
Top Uploader 2 Star
 
Collezione: Galdor
Messaggi: 4864
Iscritto il: 15 dicembre 2003
Goblons: 1,600.00
Località: Isengard (Pisa)

Messaggioda eddie » 21 ott 2005, 13:01

linx ha scritto:Mancanza di autostima. Hanno bisogno della prova effettiva che loro non hanno sbagliato perchè la loro psiche è già instabile e ammettere di avere sbagliato (o di non poterne essere sicuri) sarebbe troppo faticoso e li costringerebbe ad indagare su se stessi.

E già sanno che questo porterebbe loro troppa sofferenza.

Mi spiace se sembra una spiegazione difficile ma un post lungo sarebbe troppo pesante da digerire... :cry:
...quindi il fattore scatenante sarebbe l'istabilità mentale.....sicuramente c'è ma credo che ci si possa spingere ancora più affondo.....alla fine questa instabilità non può essere causata semplicemente da"un caratteraccio"...voglio dire....credo che comunque le persone che si comportano così ,non solo nel gioco, ma nella vita in generale, debbano ever avuto qualche trauma che li ha portati ad assumere questi atteggiamenti
Sì, stavo seduto a mangiarmi la focaccina, a bermi il caffé e a ripassare l'accaduto nella mia mente quando ho avuto quello che gli alcolisti definiscono il momento di lucidità
Offline eddie
Saggio
Saggio

Avatar utente
 
Collezione: eddie
Messaggi: 2240
Iscritto il: 08 gennaio 2005
Goblons: 0.00
Località: roma(caput mundi)

Messaggioda linx » 21 ott 2005, 13:48

Instabile non nel senso di deviata.
Instabile nel senso di non matura, in fase di maturazione. Probabilmente hanno intorno a se un ambiente da cui non si sentono apprezzati e quindi momentaneamente è solo l'autostima a tenere in piedi la propria personalità.

Non sono necessariamente delle cattive persone. Bisogna capirle (non approvarle, ma capirle sì).
Il confronto è stimolante a 2 condizioni:
che ci sia la volontà potenziale dell'interlocutore a cambiare opinione;
che nessuno si senta depositario di verità assolute. Dubitare è uno strumento per arrivare alla "verità".
Offline linx
Goblin
Goblin

Avatar utente
TdG Moderator
TdG Editor
Top Author
 
Collezione: linx
Messaggi: 5711
Iscritto il: 03 dicembre 2003
Goblons: 920.00
Località: Busto Arsizio (VA)
Yucata: linx
Agricola fan Yucata Player Le Havre Fan Ilsa Magazine fan

Messaggioda Dera » 21 ott 2005, 14:32

Secondo me alla base di certi comportamenti c'è qualcosa di profondo nei rapporti fra le persone... odio atavico, problemi personali che si scaricano sul gioco... nulla di grave, secondo me (a parte eccezioni naturalmente!). Anche a me, nonostante sia una giocatrice in fondo mediocre, è successo, avolte, di incavolarmi eccessivamente perchè tizio (ultimo) ha fatto la cavolata che mi ha fatto arrivare seconda, invece che prima. Nei medesimi casi, invece, a volte ci ho riso sopra.
Offline Dera
Goblin OffTopicus
Goblin OffTopicus

Avatar utente
TdG Moderator
 
Collezione: Dera
Messaggi: 1350
Iscritto il: 29 settembre 2003
Goblons: 80.00
Località: Nodica city (Pi)

Messaggioda Baltazarjack » 21 ott 2005, 17:45

Infatti, penso sia difficile esaminare a fondo i motivi di tali comportamenti in termini psicologici, credo ci vorrebbero anni partendo da eventuali teorie già formulate :nerd: (non sò se c'é qualcosa di specifico, ma penso esistano già dei testi che affrontino problematiche simili).
Soprattutto, siamo tutti diversi, e credo sia difficile fare un discorso generale, ma sarebbe più corretto analizzare il singolo caso di volta in volta e molto probabilmente si potrebbero identificare, come causa scatenante determinati atteggiamenti/risposte, traumi psicologici (più o meno gravi)

Dera ha scritto:Anche a me, nonostante sia una giocatrice in fondo mediocre, è successo, avolte, di incavolarmi eccessivamente perchè tizio (ultimo) ha fatto la cavolata che mi ha fatto arrivare seconda, invece che prima. Nei medesimi casi, invece, a volte ci ho riso sopra.

Ma siccome io propendo per la teoria che la normalità non esiste e che quindi tutti siamo un po' traumatizzati :jump2: prendo spunto da quanto scritto da Dera per riportare l'attenzione sull'altro punto da me evidenziato e più facilmente sviscerabile, e cioé: l'ambiente influenza l'atteggiamento.
Puoi anche avere forti problemi caratteriali (diciamo irritabilità o mancanza cronica di autostima), ma se l'ambiente di gioco é rilassato sarà più difficile che si manifestino, o compariranno mitigati.

eddie ha scritto:mi riferisco a giocatori di warhammer che si tirano le miniature

Davvero c'é gente che fa queste cose? 8-O Casso, se tiro un mio Divoratore a una persona sarei doppiamnete folle, primo perché rischio d'ammazzarlo :headshot: , secondo perché costano un'occhio e me lo rovino :twisted:

-E sara' chiamato, il flagello di Dio... Attila. -Attila, il fratello di Dio! -Il flagello di Dio. -Va be' é i stess, flagello per... motto amico di...

Offline Baltazarjack
Iniziato
Iniziato

Avatar utente
 
Collezione: Baltazarjack
Messaggi: 339
Iscritto il: 09 ottobre 2005
Goblons: 20.00
Località: Sospiro (CR), a breve Varedo (MB)

Messaggioda randallmcmurphy » 21 ott 2005, 18:13

linx ha scritto:.. Probabilmente hanno intorno a se un ambiente da cui non si sentono apprezzati e quindi momentaneamente è solo l'autostima a tenere in piedi la propria personalità.

Non sono necessariamente delle cattive persone. Bisogna capirle (non approvarle, ma capirle sì).


Questo è vero..dover far vedere che si è migliori in qualcosa, a chi magari non ti calcola nella vita al di fuori dei giochi, a volte può essere veicolo di frustrazione e quindi di instabilità.Non sentendosi accettati nel resto si prova ad acquisire importanza nel campo ludico, generando una delle classiche situazioni in cui la reazione al disadattamento non porta nient'altro che ad un disadattamento maggiore, a volte patetico.

Se si è tutti più o meno allo stesso livello (senza quindi queste implicazioni sociali comunque estreme) quando si gioca, io prediligo però un acceso spirito combattivo, e mi fanno imbestialire di più quelli che giocano sbadatamente.Quelli si che rovinano il divertimento agli altri..non le tigri da vittoria...
Ricordatevi che "il cannibale" del ciclismo Eddy Merckx, il più grande esempio di "esagitato da vittoria", non riusciva a far vincere nemmeno il suo povero figlio Axel nelle corse sotto casa (aneddoto mi pare raccontato proprio da lui) e quando arrivavano al traguardo..non resisteva alla tentazione, era più forte di lui..doveva piantargli uno scatto e vincere!..lasciamo stare il fatto che magari ha traumatizzato il figlioletto (che non ha mai vinto niente neanche da grande), ma questo ci fa capire che per essere delle leggende bisogna provare a vincere sempre..anche se giochi a rubamazzo con i bambini!!! :gunshot:
« Ardo dal desiderio di spiegare, e la mia massima soddisfazione è prendere qualcosa di ragionevolmente intricato e renderlo chiaro passo dopo passo. È il modo più facile per chiarire le cose a me stesso. »

(Isaac Asimov)
Offline randallmcmurphy
Goblin Showman
Goblin Showman

Avatar utente
Tdg Supporter
TdG Editor
Top Reviewer 1 Star
TdG Auctioneer Level 1
 
Collezione: randallmcmurphy
Messaggi: 2829
Iscritto il: 24 giugno 2005
Goblons: 1,620.00
Località: Rimini
Utente Bgg: mcmurphy
10 anni con i Goblins Membro della giuria Goblin Magnifico

Messaggioda Necros » 21 ott 2005, 21:33

personalmente tra tutti i giocatori di wh che conosco(e sono veramnete tanti) l'unico che ,anche se perde o fa un grave errore stategico, ci ride sopra e scherza...ma penso proprio che sotto sotto al sorriso anche lui dopo che l'ho amssacrato al 4 turno sentiva il veleno salire!


Baltazarjack ha scritto:
eddie ha scritto:mi riferisco a giocatori di warhammer che si tirano le miniature

Davvero c'é gente che fa queste cose? 8-O Casso, se tiro un mio Divoratore a una persona sarei doppiamnete folle

gente così esiste...te lo garantisco!
"Ora, se la morte è il non aver più alcuna sensazione, ma è come un sonno che si ha quando nel dormire non si vede più nulla neppure in sogno, allora la morte sarebbe un guadagno meraviglioso."
Offline Necros
Grande Goblin
Grande Goblin

Avatar utente
 
Collezione: Necros
Messaggi: 10000
Iscritto il: 28 novembre 2004
Goblons: 0.00

Prossimo

Torna a Questioni filosofiche

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti