hero quest perche' non lo ristampano?

Forum dedicato all'intramontabile gioco da tavolo ed alle sue innumerevoli aggiunte amatoriali!

Moderatore: Jones

Messaggioda Normanno » 6 ott 2010, 9:21

Eppure si vocifera...

Sito del Normanno: http://www.marcosignore.weebly.com Blog Ludico del Normanno: http://roccanormanna.wordpress.com/

Offline Normanno
Goblin
Goblin

TdG Moderator
Top Author
Top Reviewer 2 Star
TdG Translator
 
Collezione: Normanno
Messaggi: 6448
Iscritto il: 07 novembre 2004
Goblons: 3,620.00
Località: Osgiliath

Messaggioda bhaalspawn » 6 ott 2010, 10:03

Però, per ritornare IT, son sempre giochi che soffrono di una lunghezza estrema... Sad
confermo dopo la partita di ieri sera
a causa di sfiga coi dadi ed errori tattici (erano nuovi personaggi) i combattimenti sono diventati un martirio semi-eterno (non citando l'odioso solo)
mi ha fatto perdere quasi tutta la voglia di giocare alla quarta.
Offline bhaalspawn
Iniziato
Iniziato

Avatar utente
 
Collezione: bhaalspawn
Messaggi: 239
Iscritto il: 10 ottobre 2009
Goblons: 0.00
Località: Parma

Messaggioda Landar » 3 nov 2010, 4:27

Evitando la piega della discussione paragonando HQ a Descent ect. che è come paragonare pesce e crostacei (perchè tutti e due vivono in mare e basta), aggiungo la mia su perchè HQ non viene ristampato:

1. Il suo successo l'ha avuto e sicuramente si è guadagnato il suo posto nel firmamento dei giochi da tavolo, rispamparlo non portebbe sicuramente grandi guadagni (l'unica forse sarebbe continuare a produrre le espansioni);
2. Ricrearlo a immagine e somilianza del vecchio, avrebbe costi che oggi un gdt non si può permettere.... ad oggi, di nuova produzione, penso che dovrebbe costare €140-160 e se lo si vuole vendere dovrebbe superare in qualità il vecchio che ha un mercato dell'usato incredibile.... cosa alquanto ardua;
3. Su discorso legale, aggiungo dal sito autorizzato Hasbro:" Hero Quest è un gioco da tavolo fantasy creato da Stephen Baker nel 1989, prodotto in collaborazione con la Games Workshop e distribuito in Italia dalla MB Italia, attuale Hasbro Italia. Viene precisato che la Games Workshop non è più proprietaria del marchio HeroQuest, in quanto il 30 aprile 1993 ha ceduto tutto il materiale riguardante HeroQuest (miniature, immagini, ecc...) alla divisione inglese della Hasbro, oggi unica proprietaria. La Hasbro ha acquistato i diritti esclusivi di Hero Quest fino al 25 agosto 2015 per le classi 16* e 28*. Il gioco è uscito fuori produzione nel 1993, ma vanta ancora numerosissimi fans sparsi in tutto il mondo.
Hero Quest © 2006 Hasbro. All Rights Reserved. Used with Permission.
Infine, può sembrare obsoleto a noi che ormai proviamo giochi da tavolo di ogni tipo e siamo sempre più critici, ma per esperinza pesonale mi trovo a far giocare dei ragazzini di 13-14 anni una volta a settimana (a conoscenza di PS3 etc.) e vi posso assicurare che alla fine di ogni sessione non vedono l'ora che arrivi la settimana dopo per continuare.
Immagine
Offline Landar
Maestro
Maestro

Avatar utente
 
Collezione: Landar
Messaggi: 903
Iscritto il: 06 luglio 2004
Goblons: 10.00
Località: Terra del Sole
Utente Bgg: Landar

Messaggioda Cyrano » 3 nov 2010, 9:17

Per continuare la discussione in linea con quanto scritto sopra io ho sempre pensato che la carta vincente di Heroquest sia la semplicità del regolamento... Oramai la rete conta CENTINAIA di cloni e gli stessi boargame di nuova generazione continuano ad usare varianti del sistema di dadi (fudge) di Heroquest eppure la Hasbro ha tutt'ora in mano uno dei migliori.

Più che una ristampa integrale di Heroquest io mi chiedo perché non producono nuovi giochi "Heroquest".

Per la dotazione io lì ho "seri problemi" perché essendo un modellista tendo sempre a modificare ed a non aprezzare... :oops:
«Sua OTtosità»

Tre urrah per il tappo!
Offline Cyrano
Goblin
Goblin

Avatar utente
 
Collezione: Cyrano
Messaggi: 5749
Iscritto il: 26 agosto 2007
Goblons: 10.00
Località: Cavalese (TN)

Messaggioda Normanno » 3 nov 2010, 9:18

A me non sembra obsoleto... anzi. E poi molte idee di HeroQuest son finite in heroScape della Hasbro.
Per quanto riguarda la qualità, non dimenticate l'edizione limitata di Space Hulk... io conto sempre su queste voci di limited edition della GW di prossima uscita.

Sito del Normanno: http://www.marcosignore.weebly.com Blog Ludico del Normanno: http://roccanormanna.wordpress.com/

Offline Normanno
Goblin
Goblin

TdG Moderator
Top Author
Top Reviewer 2 Star
TdG Translator
 
Collezione: Normanno
Messaggi: 6448
Iscritto il: 07 novembre 2004
Goblons: 3,620.00
Località: Osgiliath

Messaggioda Cyrano » 3 nov 2010, 9:28

La GW ha trovato la carta vincente nell'associazione con FFG... I giochi di miniature "collaterali" a Warhammer pur non avendo avuto un successo clamoroso sono tutt'ora giocati ed alcuni "oggetti di culto" ;)

Penso che se sapessi l'inglese mi ci fionderei al volo ;) le idee innovative sono sempre gradite (penso solo all'ardire dei 54 mm di Inquisitor)

Quindi io mi aspetto nuove idee altrettanto valide... Rimane il fatto che i diritti di HQ sono in mano alla HAsbro e quindi è più probabile che vedremo cose "diverse". Ma magari saranno pure migliori.
«Sua OTtosità»

Tre urrah per il tappo!
Offline Cyrano
Goblin
Goblin

Avatar utente
 
Collezione: Cyrano
Messaggi: 5749
Iscritto il: 26 agosto 2007
Goblons: 10.00
Località: Cavalese (TN)

Messaggioda mikelezz » 3 nov 2010, 10:22

Ricordatevi inoltre che parlate sempre come "appassionati". Se io sono un distributore di giochi, le differenze nella ristampa di Heroquest e nel fare uscire un nuovo gioco basato sugli stessi principi sono sostanzialmente due:

- Evito di pagare copyrights (in questo caso presumo elevati)

- Ambisco a tutta la fascia dei giocatori, sia vecchi, che nuovi, sia quelli che vogliono le novità

L'unica cosa che perdo è lo stuolo di appassionati che aspettano la ristampa che, per numerosi siano, sicuramente non sono abbastanza per farmi tornare nelle spese (anche perché non è detto tutti poi si fiondino a comprare la ristampa, esistendo un buon mercato dell'usato)

Operazioni (a me molto gradite) come quella di Space Hulk non sono solo semplici ristampe per "guadagnare" sulle spalle dei fedeli appassionati (con i miei 60€ secondo me ci sono andati pari con i costi), ma hanno anche l'importantissima funzione di "tenere fedeli" alla casa produttrice, sopratutto quando questa ne tiene molto di conto
Offline mikelezz
Babbano
Babbano

Avatar utente
 
Collezione: mikelezz
Messaggi: 67
Iscritto il: 02 novembre 2010
Goblons: 0.00

Messaggioda Cyrano » 3 nov 2010, 11:09

Il Copyright lo pago eccome visto che c'è pure sul regolamento, e 60 eurini per una casa come la GW che può permettersi la produzione estera (e quindi il fabbricare e stampare in paesi in via di sviluppo con le leggi del Regno Unito sull'importazione) pur non essendo un guadagno "da Paperoni" è e rimane un guadagno.

Space Hulck non era Starquest ed, aimè, l'ambientazione di Space Marine vs Tirannidi non acchiappò più di tanto in un'epoca in cui i vari Alien erano passati di moda. I vari skirmish come Necromunda invece continuano a "tener botta" (c'è anche la versione Fantasy metropolitano se non erro).

L'unico vero fattore sta nell'ostinazione di GW ed anche di FFG a non voler proporre giochi con la griglia di battaglia. Ha una sua logica perché lo scontro diretto con D&D 4 sarebbe inevitabile e le due case han capito fin troppo bene che dividere ulterioremente un mercato di nicchia è controproducente.

Però di un ritorno al boardgame si vocifera parecchio ed il successo di Castel Ravenloft magari li sprona a "fare".

Il Copyright rimane però...
«Sua OTtosità»

Tre urrah per il tappo!
Offline Cyrano
Goblin
Goblin

Avatar utente
 
Collezione: Cyrano
Messaggi: 5749
Iscritto il: 26 agosto 2007
Goblons: 10.00
Località: Cavalese (TN)

Messaggioda Landar » 3 nov 2010, 13:40

Cyrano ha scritto:Ha una sua logica perché lo scontro diretto con D&D 4 sarebbe inevitabile e le due case han capito fin troppo bene che dividere ulterioremente un mercato di nicchia è controproducente.

Vi ricordo che la GW è già stata padrona del mercato board game ancor prima dell'arrivo della FFG e D&D 4 e facendo un pò di conti ancora negli anni 90 volontariamente ha chiuso tutto per rimanere solo con wh40k, wfb e SdA.
http://www.xs4all.nl/~mgsch/gaming/games_workshop.htm
Conoscendo poi la sua politica conservatrice (dove se potesse pagherebbe i dipendenti con il materiale che produce) non avrei troppe speranze; già Space Hulk è stato un miracolo a mio avviso.
Immagine
Offline Landar
Maestro
Maestro

Avatar utente
 
Collezione: Landar
Messaggi: 903
Iscritto il: 06 luglio 2004
Goblons: 10.00
Località: Terra del Sole
Utente Bgg: Landar

Messaggioda Cyrano » 3 nov 2010, 14:39

Sì e quella decisione (di 20 anni fa ricordiamolo) quasi gli costava il fallimento. Negli ultimi anni abbiamo visto che, sebbene non abbia fatto un vero e proprio dietrofront, ha accontentato moltissimo noi fan.

La qualità delle miniature è aumentata ed i prezzi sono scesi ed i prodotti "collaterali" continuano ad esserci. Insomma le speranza sono buone. L'era FFG ha inoltre puntato i riflettori sulla qualità (vedi WHFRP 3 edizione che strizza l'occhio ai boardgame).

D'altro canto è anche vero che, se da un lato l'"indipendenza" della FFG ci sta regalando finalmente un mondo di Warhammer come lo desideravamo da anni dall'altro "mamma GW" rimane una casa di giochi di modellismo ed ora come ora la scarsa dotazione di un Heroquest (o di un descent se vogliamo) non ha più l'attrattiva commerciale di trent'anni fa...

Giro di parole enorme per dire che sono d'accordo con te ma che un pochino di ottimismo lo conservo :)
«Sua OTtosità»

Tre urrah per il tappo!
Offline Cyrano
Goblin
Goblin

Avatar utente
 
Collezione: Cyrano
Messaggi: 5749
Iscritto il: 26 agosto 2007
Goblons: 10.00
Località: Cavalese (TN)

Messaggioda bhaalspawn » 3 nov 2010, 18:48

2. Ricrearlo a immagine e somilianza del vecchio, avrebbe costi che oggi un gdt non si può permettere.... ad oggi, di nuova produzione, penso che dovrebbe costare €140-160
qualcuno è in grado di spiegarmi come mai? non sono ironico, è una domanda seria.

Più che una ristampa integrale di Heroquest io mi chiedo perché non producono nuovi giochi "Heroquest".
Cyrano e Descent cosa credi che sia?
il fatto che i "vecchiarelli" come te o i nostalgici come me non lo vedano come tale (heroquest rimane superiore per immediatezza e semplicità di regolamento IMHO) non cambia il fatto che Descent sia, di fatto, l'heroquest moderno.
E vende, a quanto pare, sennò non ne continuerebbero a fare espansioni e non farebbero robette tipo "conversione dei personaggi di dungeonquest per Descent"

E guardando i siti, che ricordiamo non sono lo specchio del mercato ma aiutano a farsi un'idea delle preferenze dei giocatori più hardcore, piace pure.
Pazzesco (almeno per me) ma ha votazioni altissime, sia qui che su BGG.
Insomma l'attuale heroquest è descent.

Almeno finora, bisognerebbe provare castle ravenloft per vedere se lo scalza da questo "podio".

A me non sembra obsoleto... anzi.
io invece ti direi proprio di sì, se vuoi ne parliamo, e tieni presenti che io sono uno di quelli che ci giocherebbe immediatamente se gli chiedessero di farlo.

La GW ha trovato la carta vincente nell'associazione con FFG... I giochi di miniature "collaterali" a Warhammer pur non avendo avuto un successo clamoroso sono tutt'ora giocati ed alcuni "oggetti di culto"
Cyrano guarda che i vari SpaceHulk, BloodBowl ecc. ecc. sono ancora in mano alla GW, la FFG ha fatto GdR di warhammer (no miniature), warhammer invasion (no miniature), Caos nel vecchio mondo (definirlo un gioco di miniature mi sembra un po' esagerato), Talisman (il nuovo non è ambientato nel mondo di warhammer).
Solo per precisare.

(penso solo all'ardire dei 54 mm di Inquisitor)
TROPPO ardire :twisted:

Quindi io mi aspetto nuove idee altrettanto valide... Rimane il fatto che i diritti di HQ sono in mano alla HAsbro e quindi è più probabile che vedremo cose "diverse". Ma magari saranno pure migliori.
si spera sempre. :grin:

Space Hulck non era Starquest ed, aimè, l'ambientazione di Space Marine vs Tirannidi non acchiappò più di tanto in un'epoca in cui i vari Alien erano passati di moda. I vari skirmish come Necromunda invece continuano a "tener botta" (c'è anche la versione Fantasy metropolitano se non erro).
Mordheim. Comunque tengono molta poca botta in realtà rispetto a, che so, BloodBowl di cui trovi ancora la gente che organizza i tornei.

L'unico vero fattore sta nell'ostinazione di GW ed anche di FFG a non voler proporre giochi con la griglia di battaglia.
Descent, SpaceHulk

La qualità delle miniature è aumentata ed i prezzi sono scesi
quello che dici sulle miniature è verissimo, quelle nuove mi tentano a tornare a giocare a warhammer.
Sui prezzi è una stro-beeeeeep-. Sono continuati ad aumentare (il motivo per cui non ritorno a giocare a warhammer).
Offline bhaalspawn
Iniziato
Iniziato

Avatar utente
 
Collezione: bhaalspawn
Messaggi: 239
Iscritto il: 10 ottobre 2009
Goblons: 0.00
Località: Parma

Messaggioda Cyrano » 3 nov 2010, 19:24

Vado in ordine:

1) Se lo fa una ditta che può importare costerebbe sui 70/80 euro.

2) Descent è un gioco di schermaglie bellissimo ma non è un dungeoncraweller puro (discussione in "questioni filosofiche). Il feeling dei due giochi è assai diverso essendo due generi diversi, che poi si assomiglino fisicamente è un'altra storia ma allora (come ho detto prima) anche D&D 4 va bene (ed è meglio di Descent, e pure mooooooolto).

3) Il gioco di ruolo di Warhammer terza edizione ha le minia OBBLIGATORIE (nella confezione sono contenuti token di cartone molto belli) e si vocifera di altri prodotti... Sperem... Non usa la griglia ma i segnalini di movimento.

4) Inquisitor devo un po' vederlo ma il 54 mm sta prendendo piede sempre più tra i "ruolatori" alcuni osano addirittura il 74 8-O (a me non piace).

5) Necromunda tiene botta, non vuol dire che sia sulla cresta dell'onda ma essendo a costo zero per un giocatore del WG tien botta :)

6) Descent sta perdendo colpi rispetto alla griglia di D&D, Space Hulk è fuori produzione e la FFG per i prodotti futuri sembra puntare sui segnalini. Staremo a vedere ma siamo OT

7) I prezzi GW a parità di qualità sono bassi. Un blister da 20 personaggi customizzabili lo paghi 25 30 euro. Nemmeno le comuni delle Reaper le paghi così poco. Poi è ovvio che ci sono le elite ecc. Però la quelità delle comuni è veramente diventata altissima con i kit multipart. Per trovare miniature che costano di meno devi proprio andare sul "reparto schifezze". Io con 80 euro ora ho 60 miniature TUTTE DIVERSE ed i qualità alta.
«Sua OTtosità»

Tre urrah per il tappo!
Offline Cyrano
Goblin
Goblin

Avatar utente
 
Collezione: Cyrano
Messaggi: 5749
Iscritto il: 26 agosto 2007
Goblons: 10.00
Località: Cavalese (TN)

Messaggioda bhaalspawn » 3 nov 2010, 20:19

3) Il gioco di ruolo di Warhammer terza edizione ha le minia OBBLIGATORIE (nella confezione sono contenuti token di cartone molto belli) e si vocifera di altri prodotti... Sperem... Non usa la griglia ma i segnalini di movimento.
e lo chiami un gioco di miniature? lo è già di più 4Ed. E comunque in entrambi le minia NON SONO obbligatorie ma puoi usare i token. In più la FFG ha pure fatto marcia indietro con WFR e ne ha proposto la versione completamente cartacea.

2) Descent è un gioco di schermaglie bellissimo ma non è un dungeoncraweller puro (discussione in "questioni filosofiche). Il feeling dei due giochi è assai diverso essendo due generi diversi, che poi si assomiglino fisicamente è un'altra storia ma allora (come ho detto prima) anche D&D 4 va bene (ed è meglio di Descent, e pure mooooooolto).
ma scherziam? allora di dungeoncrawler da tavolo esistiti ci sono solo quelli che finivano con Quest meno uno (togliere starquest)


4) Inquisitor devo un po' vederlo ma il 54 mm sta prendendo piede sempre più tra i "ruolatori" alcuni osano addirittura il 74 Shocked (a me non piace).
"prendendo piede" è una cosa che dovresti usare alla leggera

5) Necromunda tiene botta, non vuol dire che sia sulla cresta dell'onda ma essendo a costo zero per un giocatore del WG tien botta Un po sorridente
ok vero.

6) Descent sta perdendo colpi rispetto alla griglia di D&D, Space Hulk è fuori produzione e la FFG per i prodotti futuri sembra puntare sui segnalini. Staremo a vedere ma siamo OT
pure quello nuovo di cthulhu c'ha le minia...
e no non siamo OT, perchè stiamo facendo un discorso sul perchè un gioco di miniature boardgame non venga ristampato, e quindi reputo pertinente qualsiasi cosa riguardante il mercato di questi prodotti.


7) I prezzi GW a parità di qualità sono bassi. Un blister da 20 personaggi customizzabili lo paghi 25 30 euro. Nemmeno le comuni delle Reaper le paghi così poco. Poi è ovvio che ci sono le elite ecc. Però la quelità delle comuni è veramente diventata altissima con i kit multipart. Per trovare miniature che costano di meno devi proprio andare sul "reparto schifezze". Io con 80 euro ora ho 60 miniature TUTTE DIVERSE ed i qualità alta
è verissimo. ma i prezzi sono aumentati da quando ci giocavo io.
che poi le miniature di quest'anno siano molto più belle delle mie è un fatto, ma i prezzi erano già aumentati da tempo
comunque in questo caso sì stiamo andando OT, se vuoi parlare di miniature messaggi privati.
Offline bhaalspawn
Iniziato
Iniziato

Avatar utente
 
Collezione: bhaalspawn
Messaggi: 239
Iscritto il: 10 ottobre 2009
Goblons: 0.00
Località: Parma

Messaggioda Cyrano » 3 nov 2010, 20:33

Sull'uso delle miniature e del 3d di WFRP ti rimando al topic in gdr, io non sono anglofono e quindi lì ho letto. Da quel che ho capito anche la versione cartacea le utilizza... Il mio discorso è che comunque la filosofia FFG sembra "minia sì ma griglia no" poi se così non fosse... Meglio ;)

Sulla questione Descent=dungeoncraweller ti rimando a "questioni fiolosofiche" diciamo che PERLOMENO ha diviso in due gli interlocutori quindi la cosa non è così ovvia.

Non uso "prendendo piede" alla leggera molte case produtrici classiche dalla Reaper alla Mithrill hanno aumentato la produzione di miniature "taglie forti". Sono più facili da dipingere e nei rpg di solo piazzamento funzionano uguali se non meglio... Ovvio che non ci può stare un drago mastodontico ;)

Se pariamo di una ristampa di heroquest il fulcro del discorso è quello di un DC con tempi brevi. Se in dotazioni e profondita di gioco lo possiamo considerare "superato" la velocità di quel sistema non ha ancora trovato un degno concorrente. Ora sta nel vedere quanto questo ha ancora mercato. Certo che è il gioco più clonato sulla rete quindi di richiesta ne ha...
«Sua OTtosità»

Tre urrah per il tappo!
Offline Cyrano
Goblin
Goblin

Avatar utente
 
Collezione: Cyrano
Messaggi: 5749
Iscritto il: 26 agosto 2007
Goblons: 10.00
Località: Cavalese (TN)

Messaggioda bhaalspawn » 3 nov 2010, 21:01

Se pariamo di una ristampa di heroquest il fulcro del discorso è quello di un DC con tempi brevi. Se in dotazioni e profondita di gioco lo possiamo considerare "superato" la velocità di quel sistema non ha ancora trovato un degno concorrente. Ora sta nel vedere quanto questo ha ancora mercato. Certo che è il gioco più clonato sulla rete quindi di richiesta ne ha...
non è certo in quelle cose che è "superato", anzi in quelle è avanti rispetto a tutti gli altri
Offline bhaalspawn
Iniziato
Iniziato

Avatar utente
 
Collezione: bhaalspawn
Messaggi: 239
Iscritto il: 10 ottobre 2009
Goblons: 0.00
Località: Parma

PrecedenteProssimo

Torna a [GdT] Heroquest

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti