I 5(+1) libri più importanti della ns. vita

Discussioni, commenti, considerazioni e suggerimenti sui libri e le vostre letture... Ricordate di citare il libro di cui parlate nel titolo dei vostri post e controllate gli annunci e gli adesivi dei moderatori per le altre norme all'interno di questo forum.

Moderatori: Asliaur, stec74

Messaggioda genluvi » 18 mag 2007, 17:14

In nome della madre di Erri de Luca, per cosa significa essere donna e per che cosa significa amarsi.
Il fu Mattia Pascal, per il messaggio.
I libri di Baricco intensi e ben scritti, poetici.
Shogun di Clavell, il più bel romanzo d'amore e d'avventura a cui devo la passione per il Giappone.
Tutti i libri di Terzani, per la mia coscienza sociale.
I fiori del male di Baudelaire, per l'eterna compagnia che mi fanno.
La via [...] mi piaceva, ma mi era ancora spiacevole passare per le sue strettoie.
- S. Agostino, Le Confessioni -
Offline genluvi
Esperto
Esperto

Avatar utente
 
Collezione: genluvi
Messaggi: 436
Iscritto il: 14 gennaio 2005
Goblons: 0.00
Località: Venezia

Messaggioda specila » 19 mag 2007, 9:43

Come già detto da qualcuno 5 sono veramente troppo pochi, preferisco citare 5 autori con i loro libri più rappresentativi ( per me)


1)G. G. Marquez: L'amore ai tempi del colera; Cent'anni di solitudine

2) Hemingway . Il vecchio e il mare

3) G. Orwell; La fattoria degli animali, 1996

4) Sepulveda: Storia di una gabbianella e del gatto che le insegno´ a volare; Le rose di Atacama, patagonia express; il mondo alla fine del mondo

5) Boudelaire : I fiori del male
Offline specila
Novizio
Novizio

Avatar utente
 
Collezione: specila
Messaggi: 134
Iscritto il: 26 settembre 2006
Goblons: 0.00
Località: Messina

Messaggioda Asliaur » 22 mag 2007, 9:39

Nota del Moderatore

ho modificato qualche post nella discussione per via del linguaggio, nulla che molti di noi non abbiano già sentito, ma abbiamo limiti imposti dal regolamento, inoltre il tono iniziale di manhunter72 era decisamente un pò troppo aggressivo, si potevano fare le sue stesse critiche utilizzando parole differenti.
Comunque il thread è rimasto in carreggiata e direi che riscuote un certo successo, quindi continuate pure, ma fate i bravi.
Grazie e saluti,

Asliaur dell'Onda d'Argento
Offline Asliaur
Elven Spy...
Elven Spy...

Avatar utente
TdG Moderator
 
Collezione: Asliaur
Messaggi: 3611
Iscritto il: 15 luglio 2003
Goblons: 20.00
Località: Roma (Italy)

Messaggioda bandian » 22 mag 2007, 10:16

bandian ha scritto:che bello..anche io voglio essere supponente, stupidotto e pietosino verde (bella la parola pietosino, la utilizzerò spesso..)


In virtù della modifica al mio post effettuata dal moderatore per il linguaggio eccessivo contenuto nello stesso (post, non moderatore) ci tengo a modificare ulteriormente il linguaggio del mio scritto per non turbare le sensibilità di nessuno.

Ecco dunque che il 6 libro che scelgo è:

6) "La persona ingenua,sicuramente poco furba" di Dostojevski

Grazie e scusate per gli improperi...
enjoy,bandian
Offline bandian
Esperto
Esperto

Avatar utente
 
Collezione: bandian
Messaggi: 571
Iscritto il: 09 marzo 2006
Goblons: 0.00
Località: Terni o Roma (African Quarter)

Messaggioda Jalavier » 22 mag 2007, 10:21

bandian ha scritto:
bandian ha scritto:che bello..anche io voglio essere supponente, stupidotto e pietosino verde (bella la parola pietosino, la utilizzerò spesso..)


In virtù della modifica al mio post effettuata dal moderatore per il linguaggio eccessivo contenuto nello stesso (post, non moderatore) ci tengo a modificare ulteriormente il linguaggio del mio scritto per non turbare le sensibilità di nessuno.

Ecco dunque che il 6 libro che scelgo è:

6) "La persona ingenua,sicuramente poco furba" di Dostojevski

Grazie e scusate per gli improperi...
enjoy,bandian


:happy_sm: :happy_sm: :happy_sm: :happy_sm: :happy_sm: :happy_sm:
Offline Jalavier
Maestro
Maestro

Avatar utente
 
Collezione: Jalavier
Messaggi: 888
Iscritto il: 06 ottobre 2006
Goblons: 0.00
Località: vicino Imola

Messaggioda umbi72 » 22 mag 2007, 12:51

rapido essenziale indolore, ognuno delle centinaia di libri che ho letto (e comprato...) mi ha lasciato il segno, ognuno dei seguenti hai segnato un passaggio fondamentale della mia vita:

- le avventure di Tom Sawyer e Huck Finn: PRIMO libro degno di tale definizione che ho letto per intero, trovavo strano che Tom ne faceva più di me... e ne ho fatte! scusa mamma!
- la zona morta: sul treno verso il militare leggevo questo, forse per alienarmi (poi non ho più abbandonato King)
- Il Signore degli Anelli: secondo liceo, primo amore, primo fantasy (poi non ho più abbandonato il fantasy...)
- i libri di Buscaglia: mi hanno tirato fuori per le orecchie dal mare in cui ero caduto la fine di una storia molto importante, Grazie Leo!
- i thriller di Deaver, Caleb Carr, e Patricia Cornwell: mi hanno fatto realizzare che il lavoro che faccio, non è quello che amo e che sarei stato meglio nei panni del criminologo...

PS: qualcuno sa dirmi anche in MP perchè nel libro della Barbato "BILICO", i protagonisti fanno tutto quello... è l'unica cosa che mi è sfuggita... sarò io o il libro??

Ciao Umberto!
Offline umbi72
Maestro
Maestro

Avatar utente
Tdg Supporter
TdG Organization
 
Collezione: umbi72
Messaggi: 910
Iscritto il: 24 gennaio 2006
Goblons: 380.00
Località: Grosseto

Messaggioda Niubbone » 27 mag 2007, 15:32

-"Azione Immediata"di Andy McNab
-"pattuglia bravo two zero" di Andy McNab
-"Forrest Gump" di Winston Groom
-"Io, robot" di Asimov
-Qualunque libro di Terry Brooks

Veramente non c'è un vero e propio libro che mi abbia colpito più di altri, perchè quando ne inizio uno lo faccio sempre con un obbiettivo, e sta al libro soddisfarlo...nella misura in cui ci riesce mi piace...ma non ho libri preferiti veri e propi...
uno di quelli che in assoluto ricordo con più affetto è "I ragazzi della via Pal" ;)
Non mi piace la gente!Qual'è il vostro problema???!!

Alla fine della partita, re e pedone finiscono nella stessa scatola.
Offline Niubbone
Iniziato
Iniziato

Avatar utente
 
Collezione: Niubbone
Messaggi: 306
Iscritto il: 29 maggio 2006
Goblons: 0.00
Località: Lago di Garda (riva occidentale,tra i pesci)

Messaggioda SmOnCiO » 2 nov 2007, 12:08

INDISCUTIBILMENTE
Signore degli anelli
libro fantasy pazzesco.

Harry potter (1-2-3-4-5-6)
anche questo un bel fantasy che mi appassiona
Offline SmOnCiO
Babbano
Babbano

Avatar utente
 
Collezione: SmOnCiO
Messaggi: 73
Iscritto il: 19 ottobre 2007
Goblons: 0.00
Località: San Leo Bastia

Messaggioda Lobo » 2 nov 2007, 13:54

A parte che tutti dovrebbero rispettare le idee degli altri e a parte che i libri li scelgo non per il loro valore nella cultura media occidentale , ma perché sono piaciuti a me (es. L'Ulisse di Joyce lo trovo ributtante per la mia personalità anche se è copnsiderato un capolavoro assoluto), a parte tutto cio...

J.R.R. Tolkien - Il Signore degli Anelli - Che dire se non che IL fantasy inizia qui e per uno come me che ci è vissuto dentro per anni non c'è scelta.

F. Herbert - Dune - Uno dei migliori libri di fantascienza in assoluto per la civiltà che ha saputo creare.

I. Calvino - Il Visconte Dimezzato - In realtà uno dei miei primi libri da bambino (dopo Robin Hood). Ridcordo che per la prima volta mi piacque un libro impostomi dai miei insegnati. Miracolo! E poi il personaggio è di un romanticismo...

R. Martin - Cronache del Ghiaccio e del Fuoco - Se Tolkien è il vate del fantasy, Martin è il profeta della soap in salsa fantasy. Banale quanto vogliamo ma impossibile da abbandonare e poi "uccide" senza ritegno.

R. Matheson - Io sono Leggenda - Che dire un occhio diverso sul mondo.

il +1 è un fumetto e qui è difficile per uno come me che ne possiede una "buriana" e ne ama altrettanti. Alla fine scelgo Ken Parker - Lungo Fucile, perchè coniuga grande avventura, emozioni incredibili ed un bel tratto, anche se Zio Paperone e le lenticchie di Babilonia stavano per avere la meglio.

Lobo Quando si gioca si combatte per un punto, massacriamo di fatica noi stessi per un punto, ci difendiamo con le unghie e coi denti per un punto, perché sappiamo che quando andremo a sommare tutti quei punti il totale farà la differenza!

Offline Lobo
Crazy Goblin
Crazy Goblin

Avatar utente
TdG Top Supporter
TdG Organization Plus
TdG Administrator
TdG Editor
Top Author 2 Star
Top Reviewer 2 Star
Top Uploader 2 Star
 
Collezione: Lobo
Messaggi: 3679
Iscritto il: 09 giugno 2003
Goblons: 12,502.00
Località: Flaminius - TdG

Messaggioda Frysark » 3 nov 2007, 22:36

Ne scrivo 5+1 così,perchè se mi mettessi a scrivere per ognuno le motivazioni finirei tra una settimana.

L.Sepulveda - Il mondo alla fine del mondo

M.Blake - Balla coi lupi

Ernesto "Che" Guevara - Diario della rivoluzione cubana

P.Odifreddi - Perchè non possiamo essere crististiani (e meno che mai cattolici)

E Hemingway - Il vecchio e il mare


Fuori concorso:

Saramago - Il racconto dell'isola sconosciuta
Follow The (Dark) Reaper...
Offline Frysark
Veterano
Veterano

Avatar utente
 
Collezione: Frysark
Messaggi: 731
Iscritto il: 24 marzo 2007
Goblons: 0.00
Località: Torino

Messaggioda falconiere » 17 dic 2007, 16:42

Mamma mia che domanda difficile...veramente...mi ritrovo spaesato quando mi chiedono i 5/10 film/libri/dischi preferiti...proviamoci...

Al numero 1 devo mettere assolutamente la Storia infinita di Michael Ende:
il solo fatto di avermi fatto scoprire il piacere della lettura (assieme, lo dico senza vergogna, ai librigame) in tenera età lo mette in testa a tutti i libri che ho/potrò leggere. Genesi di un piacere.

Al numero 2...mumble mumble....
Il signore degli anelli...il piacere della lettura secondo me...la creazione di un mondo, lo scorrere delle parole che si tramutano in immagini di una forza incontenibile...Epico

Al numero 3...qui la lotta si fa dura...
Narciso e Boccadoro di Hermann Hesse...divorato...ma non contento ho dovuto leggere tutto il resto che ha scritto Hesse. Proteico.

Al numero 4...
Lord Jim di Conrad, perchè coniuga l'avventura e il romanticismo, la luce e l'oscurità...eppoi Conrad mentre scrive ti sa portare oltre quella linea che separa la realtà materiale a quella spirituale che spesso nasconde le ombre buie dell'uomo.
Romantico

Al numero 5...
La vera storia del pirata Long John Silver...perchè è avventuroso e dopo averlo letto (anzi mentre lo leggevo) volevo fare il pirata nonostante sia una vita d'inferno...No, a parte gli scherzi, perchè coniuga il piacere documentaristico/storico con la narrativa d'avventura migliore.


+1
I guerrieri del ramo rosso...
perchè è scritto davvero bene, perchè mi ha trasportato come un'onda gigantesca rincorrendo una vita leggendaria...come se a raccontarla fosse un vecchio bardo.
Magia della narrazione
La porta meglio chiusa, è quella che si può lasciare aperta - proverbio cinese
Offline falconiere
Babbano
Babbano

Avatar utente
 
Collezione: falconiere
Messaggi: 48
Iscritto il: 17 dicembre 2007
Goblons: 0.00
Località: Roma

Messaggioda SARGON » 5 mar 2008, 17:30

Intrigante... credo sia difficile scindere i libri importanti nella vita di una persona da quelli che sono piaciuti. Ci proverò...

I libri che posso definire davvero importanti nella vita sono:

1) Il Quinto Evangelio di Mario Pomilio, non soltanto un capolavoro in italiano e per l'italiano (come lingua) ma un romanzo originale che mi ha dato spunti per una sorta di introspezione che ha portato a dei cambiamenti decisivi. La storia DELLA ricerca.

2) Uomini e Topi, Steinbeck, duro e cattivo, ma a me lo stile di Steinbeck piace poco. Anche questo libro segna momenti importanti della mia vita in ben due occasioni distanti tra loro, una da adolescente e una più maturo.

3) Compagni di Sbronze, Bukowsky. Spietato lo presi perché all'epoca faceva un po figo leggere Bukowsky e poi il suo stile così volgare e pieno di storie sessuali toglieva l'amaro in bocca. Preso per caso, a prescindere dal cosa, mi piacque lo stile e a questo libro in particolare (della produzione dell'autore) si legano transizioni e cambiamenti che determinano l'uomo che sono oggi.

4)Il Folle e Il Precursore di Gibran Kahlil, due raccolte che mi fanno tornare al misticismo e alla poesia, al non detto e al sottointeso in un momento privo di ragioni e di delicatezze, la riscoperta dell'arte e del bello.

5) Pensieri di Pascal Blaise, la spiritualità superiore di un uomo superiore ha risvegliato la mia, maledetto me che non riesco a coltivarla in questo mondo.

ecco non è stato difficile in realtà...

ola
Nice Dice

SARGON
the Real Hedonist Goblin
Offline SARGON
Wise Goblin
Wise Goblin

Avatar utente
Top Reviewer 2 Star
Top Uploader 2 Star
TdG Translator
 
Collezione: SARGON
Messaggi: 2163
Iscritto il: 06 novembre 2003
Goblons: 6,680.00
Località: Ancona
Utente Bgg: Sargon
Facebook: Andrea Cupido
Membro della giuria Goblin Magnifico

Messaggioda smanno » 6 mar 2008, 3:33

il signore degli anelli di tolkien è stato il mio primo fantasy, e mi ha influenzato molto, tuttavia dopo averne letti innumerevoli bè devo dire che mi sono proprio stufato!
non dico che siano tutti uguali i fantasy, ma insomma ci andiamo vicino...

lovecraft e king sono fantastici autori dell'orrore e del mistero

cito anch'io la saga di hyperion, sicuramente il fantascientifico + bello che abbia mai letto

poi ci sono gli scritti che formano il pensiero, per esempio quelli di russel

da ultimo...i giornali!
effettivamente non sono libri (ma va...) xò sono cmq dei testi che parlano del mondo, e direi che non è proprio secondario...

cmq questa è l'opinione di un individuo che non pretende ne di essere un gran lettore ne un lettore esperto :roll:

enjoy reading!
Offline smanno
Iniziato
Iniziato

Avatar utente
 
Collezione: smanno
Messaggi: 239
Iscritto il: 26 marzo 2007
Goblons: 0.00
Località: trieste

Messaggioda Julius » 12 mar 2008, 16:55

Il solito domandone impossibile... O quasi!

1° - Jurassic Park, Michael Crichton - perché è il primo romanzo corposo che ricordo di aver letto e perché in un giorno ho letto talmente tanto da sentirmi male!

2° - Tokyo Blues Norwegian Wood, Haruki Murakami - perché mi ha commosso, sconvolto e presentato un punto di vista diverso sulla vita (quello orientale)

3° - La Legione Perduta, Harry Turtledove - perché quando ho visto il cofanetto di tutta la saga è stato amore a prima vista, una splendida storia alternativa!

4° - Il Giovane Holden, J.D. Salinger - perché è l'inico libro letto per dovere scolastico che, inaspettatamente, si è trasformato in piacere

5° - Quattro dopo mezzanotte (ep. I Langolieri), Stephen King, perché... non lo so... ma mi è piaciuto tanto!

Extra che non possono non essere nominati: Kitchen (Banana Yoshimoto), Il pozzo e il pendolo (E.A. Poe), La bambina che amava Tom Gordon e Le notti di Salem (S. King), Il Signore degli Anelli (J.R.R. Tolkien), Io e Marley (John Grogan), Il settimo papiro (Wilbur Smith).

Credo siano finiti... ma sicuramente ho dimenticato qualcosa.....
Offline Julius
Babbano
Babbano

Avatar utente
 
Collezione: Julius
Messaggi: 27
Iscritto il: 26 febbraio 2008
Goblons: 0.00
Località: Roma

Messaggioda Enkidu » 19 giu 2008, 12:20

il cavaliere inesistente

Il vecchio ke leggeva romanzi d'amore

Cent'anni di solitudine

L'autobiografia di Gabriel Garcia Marquez (mai finita perkè non ha capitoli, la leggo sul cesso)

Il racconto di BUzzati sulla Tour Eiffel (son architetto)

Il magico regno di Landover

La sottile linea rossa

La croce e la mezzaluna

AMEDEO - Vita, avventure e amori di Amedeo Guillet, un eroe italiano in Africa Orientale.

Siddharta
Offline Enkidu
Illuminato
Illuminato

Avatar utente
 
Collezione: Enkidu
Messaggi: 1821
Iscritto il: 01 gennaio 2008
Goblons: 80.00
Località: milano
Utente Bgg: kalevi1999

PrecedenteProssimo

Torna a Libri

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti