I Am Legend

Discussioni, commenti, considerazioni e suggerimenti sui film ed il mondo del cinema... Ricordate di citare il film di cui parlate nel titolo dei vostri post e controllate gli annunci e gli adesivi dei moderatori per le altre norme all'interno di questo forum.

Moderatori: Asliaur, Boiler, Lobo

Messaggioda Juda » 24 gen 2008, 2:14

A me è piaciuto, buona la resa della tensione che tiene per tutto il film, e mi è piaciuta la recitazione del protagonista. Al confronto con il libro invece non sono preparato :oops:

Adotta un Juda, ti sara "fedele" per sempre!?!

Offline Juda
Illuminato
Illuminato

Avatar utente
 
Collezione: Juda
Messaggi: 1571
Iscritto il: 25 novembre 2004
Goblons: 0.00
Località: Lodi

Messaggioda randallmcmurphy » 24 gen 2008, 5:58

Premetto che non ho letto il libro, e quindi non mi addentro nella solità tiritera "è meglio il libro" (tanto lo sapete..e per chi non lo sapesse lo ripeto..potrebbe essere STRAmeglio qualsiasi libro, ma io preferisco sempre vedere il film), ma essendo a conoscenza più o meno delle differenze..metto al vostro vaglio queste riflessioni..dalle quali si potrebbe ricavare qualche RIVELAZIONE (non uso il solito inglesismo che ne ho fin sopra i capelli) per cui..chi non volesse aver rovinata la sorpresa, non continui a leggere..anche se chi viene qui a leggere presumo che il film lo abbia già visto no? ;)

Mi chiedo cosa cavolo c'azzecchi questo titolo..nella storia originale, correggetemi se sbaglio, il superstite diventava leggenda perchè in pratica rimaneva l'unico umano in un mondo di vampiri..una interessante inversione di ruoli, in cui il personaggio alla fine si accorgeva, in quel mondo assurdo, di essere diventato lui leggenda..e normali i vampiri!

In questa versione moderna invece questo senso si è perso completamente, e il motivo per cui Smith diviene leggenda è molto meno interessante..

Il finale buonista sembra in realtà che sia un peggioramento di un altro finale ancora più buonista, poi non mostrato nelle sale, in cui Smith si salvava addirittura..a questo punto avrei preferito così..e con un titolo diverso..

Poi anche a me è parso un poco sfilacciato e corto..per me manca una mezzoretta buona all'inizio dove si poteva far vedere e capire meglio tutta la storia del virus invece di quelle due parole di Emma Thompson..

Anche per il finale, più o meno buonista..altri 5 minuti per far vedere e capire meglio il "dopo", mi sarebbero alquanto garbati..

Il mio voto comunque è 6..per Smith che è sempre un mito, e per la Mustang Gt 500 che lo è ancor di più! :grin:
« Ardo dal desiderio di spiegare, e la mia massima soddisfazione è prendere qualcosa di ragionevolmente intricato e renderlo chiaro passo dopo passo. È il modo più facile per chiarire le cose a me stesso. »

(Isaac Asimov)
Offline randallmcmurphy
Goblin Showman
Goblin Showman

Avatar utente
Tdg Supporter
TdG Editor
Top Reviewer 1 Star
TdG Auctioneer Level 1
 
Collezione: randallmcmurphy
Messaggi: 2828
Iscritto il: 24 giugno 2005
Goblons: 1,620.00
Località: Rimini
Utente Bgg: mcmurphy
10 anni con i Goblins Membro della giuria Goblin Magnifico

Messaggioda Sol_Invictus » 24 gen 2008, 16:10

Il film sarebbe decente se non fosse per gli ultimi 10 minuti, patetici, e per la storia generale, decisamente piatta. In sostanza, si salva la recitazione di Smith e la regia mi sembra senza infamia e senza lode, insomma almeno passabili. Ma il resto fa schifo.

E finale e storia NON sono brutti perchè "sono diversi dal libro", solita lagna sciocchina ed insensata, ma semplicemente perchè sono patetici.

Finale e svolgimento orrendi, cagatona buonista che unita a quella dichiarazione delirante del regista riportata da qualcuno qualche post fa (spero sia falsa, ma temo di no), assume toni semplicemente ributtanti.

I mostri in computer-grafica non fanno paura, è vero. Ma non è questo il problema.
S'i' fosse fuoco, arderei 'l mondo;
s'i' fosse vento, lo tempestarei;
s'i' fosse acqua, i' l'annegherei;
s'i' fosse Dio, mandereil' en profondo;
Offline Sol_Invictus
Illuminato
Illuminato

Avatar utente
 
Collezione: Sol_Invictus
Messaggi: 1706
Iscritto il: 16 novembre 2006
Goblons: 30.00
Località: Londra / Ravenna

Messaggioda nausicaakro » 24 gen 2008, 17:53

quoto sol e randal.
direi che la fine è tanto stucchevole utopista evangelico buonista che io ero disperato. Peccato perchè nella prima ora, mi aveva abbastanza preso.
Sui mostri in CC non ho nulla da obiettare... facevano un pò WH, ma non mi sembrano il problema maggiore...
nausicaakro
May the Yellow Order lives forever
Membro onorario del "Circolo degli dei Sognanti";
http://www.kabaedizioni.com/dei_sognanti/home.php
Offline nausicaakro
Esperto
Esperto

Avatar utente
 
Collezione: nausicaakro
Messaggi: 528
Iscritto il: 17 ottobre 2007
Goblons: 0.00
Località: milano

Messaggioda Gaijin » 26 gen 2008, 16:18

*** contiene spoiler ***

a parte:
- che l'attore migliore è senza dubbio il cane,
- che se avevo la pistola del coin-op mi sarei messo a sparare tanto gli zombi erano videoludici e finti,

ma poi mi spiegate alcune cose:

sti zombi sono belve però tendono una trappola della madonna a will smith (manichino spostato con tanto di contrappeso e trappola copiato dalla sua tecnica) e poi che fanno? buttano giù a testate un muro in prexiglas?
sono scemi a minuti alterni?

e poi:

il jeeppone con cui smith svalvola dopo che ha seccato il cane e con cui va sul ponte a sterminare un pò di zombie esce da quella scena distrutto e sporco (vetri infranti, un palo della luce sul cofano etc...)
nell'ultima scena lo stesso jeeppone nuovo di concessionario arriva davanti a sta disneyland militarizzata.

ultimo:
nell'attacco alla casa gli zombi si arrampicano sui muri ed arrivano al 4 piano. L'oasi umana aveva dei blocchi di cemento che saranno stati alti al max 4 metri...
li gli zombi nn sanno arrampicarsi? so più lesi dei loro pari cittadini?
Offline Gaijin
Babbano
Babbano

Avatar utente
 
Collezione: Gaijin
Messaggi: 58
Iscritto il: 16 novembre 2007
Goblons: 0.00
Località: Genova

Messaggioda randallmcmurphy » 26 gen 2008, 19:40

Il jeeppone della fine mi sa che era quello della tipa che va a salvare Smith mentre svalvolando distruggeva il suo..

Per il resto..di certo la trama e lo sviluppo della storia non brillano per coerenza.. :grin:
« Ardo dal desiderio di spiegare, e la mia massima soddisfazione è prendere qualcosa di ragionevolmente intricato e renderlo chiaro passo dopo passo. È il modo più facile per chiarire le cose a me stesso. »

(Isaac Asimov)
Offline randallmcmurphy
Goblin Showman
Goblin Showman

Avatar utente
Tdg Supporter
TdG Editor
Top Reviewer 1 Star
TdG Auctioneer Level 1
 
Collezione: randallmcmurphy
Messaggi: 2828
Iscritto il: 24 giugno 2005
Goblons: 1,620.00
Località: Rimini
Utente Bgg: mcmurphy
10 anni con i Goblins Membro della giuria Goblin Magnifico

Messaggioda fenomeno » 27 gen 2008, 17:06

Gaijin ha scritto:nell'attacco alla casa gli zombi si arrampicano sui muri ed arrivano al 4 piano. L'oasi umana aveva dei blocchi di cemento che saranno stati alti al max 4 metri...
li gli zombi nn sanno arrampicarsi? so più lesi dei loro pari cittadini?

geniale :lol:
A lot of games become boring or simplistic once you’ve mostly "solved" them - a game that opens itself up to more strategy with repeated play is a rare treasure.
Offline fenomeno
Grande Saggio
Grande Saggio

Avatar utente
TdG Top Supporter
Top Author
 
Collezione: fenomeno
Messaggi: 2905
Iscritto il: 16 gennaio 2005
Goblons: 890.00
Località: Roma - African Quarter

Messaggioda Necros » 27 gen 2008, 23:12

io ho sentito un sacco di commenti positivi a proposito di questo film:
"nel I tempo smith mostra la vera solitudine dell'uomo, gran film" mi dicevano... ora l'ho visto e ho deciso di farmi ridare i soldi del biglietto da quel deficiente che diceva che era bello
"Ora, se la morte è il non aver più alcuna sensazione, ma è come un sonno che si ha quando nel dormire non si vede più nulla neppure in sogno, allora la morte sarebbe un guadagno meraviglioso."
Offline Necros
Grande Goblin
Grande Goblin

Avatar utente
 
Collezione: Necros
Messaggi: 10000
Iscritto il: 28 novembre 2004
Goblons: 0.00

,...

Messaggioda aledrugo1977 » 28 gen 2008, 18:35

...ribadisco:
Io sono leggenda è una cagata pazzesca...(92 minuti d'applausi!!)
Offline aledrugo1977
Goblin sondaggisticus
Goblin sondaggisticus

Avatar utente
Top Author 2 Star
TdG Auctioneer Level 1
TdG Editor
 
Collezione: aledrugo1977
Messaggi: 9219
Iscritto il: 12 gennaio 2006
Goblons: 3,440.00
Località: Pendolare senza fissa dimora. Ora Sarzana!
Starcraft Fan Sono stato alla Gobcon 2016 Il trono di spade Fan Sono un Sava follower

Messaggioda IlProfessore » 10 lug 2008, 14:35

L'ho visto ieri sera al cinema all'aperto.
Un film completamente da buttare: dal capolavoro di Matheson hanno tratto la pessima copia di uno pseudo-Romero, Romero il quale a Matheson si era già ispirato, allontanandose anche lui non poco, eppure scrivendo (girando) un pezzo di storia del cinema. Nulla rimane dello spirito originale dell'opera, a partire dall'ambientazione totalmente stravolta, al background e alla psicologia del personaggio tremendamente banalizzati.
<<Nei giorni di cielo coperto Robert Neville non era mai sicuro del tramonto del sole e capitava che loro uscissero in strada prima del suo rientro. Se fosse stato più analitico avrebbe saputo prevedere il loro arrivo con una certa approssimazione; ma si ostinava a mantenere l'abitudine di tutta una vita di calcolare il calar delle tenebre guardando il cielo, un metodo che nelle giornate nuvolose non funzionava. Ecco perché in quelle occasioni non si allontanava mai troppo>> Questo è l'inizio del romanzo di Matheson e solo in queste poche righe possiamo individuare già una enormità di differenze.
Ovviamente non sono le differenze tra il racconto originale e il film che da esso è tratto a dover muovere a critica lo spettatore. In questo caso è la completa mancanza di orginalità e la spudorata mossa commerciale che sta dietro a un titolo che un amante di letteratura horror e fantascientifica non può ignorare.

Un appunto...Neville, passava le sue giornate col sottofondo di Beethoven , Schonberg e se non sbaglio anche Rachmaninov che non gli piaceva...del resto Matheson scriveva il libro intorno ai primi anni 50; all'epoca Bob Marley era soltanto un adolescente, non sapeva ancora che pochi anni dopo avrebbe inciso il disco più bello della storia...

"Ciò che si fa in tutto il periodo intermedio, della ragione e della riflessione, è come una linea stretta che si diparte dall'immensità oscura e vi fa ritorno". ( J. Michelet, Le Peuple )

Offline IlProfessore
Grande Saggio
Grande Saggio

Avatar utente
TdG Moderator
 
Collezione: IlProfessore
Messaggi: 3285
Iscritto il: 03 novembre 2004
Goblons: 0.00
Località: Pisa

Messaggioda Qwein » 10 lug 2008, 15:27

Piaciuto l'originale con Price e il remake con Smith, solo mi pare che il finale sia come dire... stato tagliato per restare nei tempi.
Cioè ti trovi di fronte a un ambientazione apocalittica, migliaia di "mostri" la scena straziante del cane e finisce cosi... ci sono rimasto male ^^
348 8118717
Offline Qwein
Veterano
Veterano

Avatar utente
 
Collezione: Qwein
Messaggi: 730
Iscritto il: 29 settembre 2006
Goblons: 80.00

Messaggioda Qwein » 10 lug 2008, 15:31

Mi ha postato due volte edito..scusate non so perchè
348 8118717
Offline Qwein
Veterano
Veterano

Avatar utente
 
Collezione: Qwein
Messaggi: 730
Iscritto il: 29 settembre 2006
Goblons: 80.00

Messaggioda IlProfessore » 11 lug 2008, 23:16

Qwein ha scritto:Piaciuto l'originale con Price e il remake con Smith, solo mi pare che il finale sia come dire... stato tagliato per restare nei tempi.
Cioè ti trovi di fronte a un ambientazione apocalittica, migliaia di "mostri" la scena straziante del cane e finisce cosi... ci sono rimasto male ^^


Il libro è molto molto molto meno soft

"Ciò che si fa in tutto il periodo intermedio, della ragione e della riflessione, è come una linea stretta che si diparte dall'immensità oscura e vi fa ritorno". ( J. Michelet, Le Peuple )

Offline IlProfessore
Grande Saggio
Grande Saggio

Avatar utente
TdG Moderator
 
Collezione: IlProfessore
Messaggi: 3285
Iscritto il: 03 novembre 2004
Goblons: 0.00
Località: Pisa

Re: Pessimo

Messaggioda Ultimo_Nephilim » 20 lug 2008, 14:37

aledrugo1977 ha scritto:Pessimo davvero.

Critiche maggiori

1- gli zombi-appestati sembrano usciti fuori dalla playstation
2- scena dell'uccisione del cane ridicola (primo piano insistito su Will Smith che sembra afflitto da una stitichezza erculea)
3- tema del "boia" ributtante completamente perso in questa trasposizione
4- appestati completamente emarginati a ruolo di belve
5- sceneggiatura colabrodo: approfondire la trappola degli appestati era troppo? la donnina e il moccioso si salvano come? e la colonia sognata?
6- finale ridicolo religioso naif con tanto di colonia utopica simil disneyland con chiesetta in legno sullo sfondo
7- ultimi 30 minuti tirati via
8- l'unico personaggio empatico è il cane, il che è tutto dire
9- romanzo non stravolto, violentato

L'Ultimo Uomo Sulla Terra era un piccolo capolavoro nobudget (8/10)
Omega-Man (6/10: Heston teneva su la baracca con dignità)
I Sono Leggenda (4/10: one man show di un pompatissimo Smith che brucia un'ottima occasione in un filmetto mediocre, regia fortemente colpevole)

Se volete vedere film sul tema di "superstiti" guardatevi nell'ordine:

La Notte dei morti viventi (G Romero 1968)
L'Ultimo uomo sulla terra (U Ragona 1964)
Zombi (G Romero 1978 mi pare)
Shivers - Il Demone sotto la pelle (D Cronemberg 1976?)
Rabid - Sete di sangue (D. Cronemberg 1978?)
28 giorni dopo (D Boyle)
28 settimane dopo (...prodotto da D Boyle, il regista è lo stesso di Infecto)
L'Alba dei Morti Viventi (Z Snyder)

poi mi dite com'è Io sono Leggenda

Altro che sciopero degli sceneggiatori di hollywood...

l'Alba dei Morti Viventi...?
Offline Ultimo_Nephilim
Saggio
Saggio

Avatar utente
 
Collezione: Ultimo_Nephilim
Messaggi: 2067
Iscritto il: 08 luglio 2007
Goblons: 0.00
Località: Roma

Messaggioda IlProfessore » 20 lug 2008, 20:08

A peggiorare ulteriormente il tutto contribuisce inolte l'abbastanza facilmente individuabile messaggio fideistico che viene fatto passare...

"Ciò che si fa in tutto il periodo intermedio, della ragione e della riflessione, è come una linea stretta che si diparte dall'immensità oscura e vi fa ritorno". ( J. Michelet, Le Peuple )

Offline IlProfessore
Grande Saggio
Grande Saggio

Avatar utente
TdG Moderator
 
Collezione: IlProfessore
Messaggi: 3285
Iscritto il: 03 novembre 2004
Goblons: 0.00
Località: Pisa

Precedente

Torna a Cinema & Tv

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti