Il Codice da Vinci

Discussioni, commenti, considerazioni e suggerimenti su film, serie TV, libri, fumetti, musica e sport. Indicate sempre l'argomento di cui parlate nel titolo dei vostri post usando un TAG e leggete gli annunci e gli adesivi dei moderatori per conoscere le altre norme che regolano il forum.
TAG: [Film]; [Serie TV]; [Fumetti]; [Musica]; [Sport]

Moderatori: pacobillo, Dera

Messaggioda Nather » 10 dic 2004, 11:20

romendil ha scritto:La sua è un'opera di fantasia, scadente e che si regge appena. Alcune ipotesi (ad esempio quella su Gesù e Maria Maddalena) non trovano riscontro da nessuna parte. Non bastano giochi di parole per renderle sensate. Complessivamente mi sembra più interessante e verosimile Harry Potter! Dopotutto, potrebbero esistere posti come Diagon Alley e Hogwarths... ;)


Ho letto i vostri interventi e su un punto non mi trovo assolutamente d'accordo. Un romanzo è un romanzo. Alla fine di questo si tratta. Che abbia utilizzato (a mio avviso sapientemente, visto il successo riscosso nel mondo, ma è solo una mia personalissima opinione) delle tracce storiche o delle leggende poco importa.
In fondo anche Harry Potter utilizza moltissimi riferimenti reali (uno su tutti: Nicolas Flamel) e leggendari senza che nessuno abbia mai preso sul serio la cosa.
Cosa c'è di diverso nel romanzo di Dan Brown che porta all'esasperazione il dibattito sul contenuto?
A mio avviso è la lettura critica della chiesa. Basata ovviamente sulla fantasia, ma il solo aleggiare di prove "realistiche" è sufficiente a scatenare il putiferio.

Che vi siano riscontri (a livello storico Romendil, non religioso...)dell'amore tra Maria Maddalena e Gesù non è importante. Del resto, storicamente, sappiamo che alcune verità sono state distorte nell'evoluzione della chiesa. Se ne potrebbero citare a centinaia.

Gli stessi dieci comandamenti sono in netto disaccordo con la chiesa attuale ("Non avrai altro Dio all'infuori di me" contrasta con la venerazione dei Santi e delle reliquie).

Credo però che l'argomento sia troppo serioso e scottante da trattarlo qui nella Tana, anche perché si rischia di urtare la sensibilità delle persone.

Ciao
Gianluca
Offline Nather
Babbano
Babbano

Avatar utente
 
Messaggi: 96
Iscritto il: 12 ottobre 2004
Goblons: 0.00
Località: Pavia - Roma

Messaggioda romendil » 10 dic 2004, 12:29

Caro Nather, anche se non mi trovo d'accordo su alcune tue osservazioni, concordo su queste:
1. "Un romanzo è un romanzo". Il mio intervento infatti nasceva da alcuni commenti che lasciavano intendere che il romanzo scritto da Brown nascesse da una qualche verità;
2. "L'argomento è troppo serioso e scottante da trattarlo qui nella Tana".
ciao!
RòmeNdil (goblin chierico), ultimamente ho giocato a:
Immagine
"L'importante non è né vincere, né partecipare: è divertirsi, davvero!"
Offline romendil
Goblin
Goblin

Avatar utente
TdG Moderator
TdG Editor
Top Author
 
Messaggi: 6977
Iscritto il: 25 ottobre 2004
Goblons: 1,215.00
Località: Roma
Utente Bgg: romendil
Board Game Arena: romendil
Yucata: romendil
Android Netrunner Fan Through the ages Fan Ho partecipato ad una lettura condivisa dei Goblins Tifo Roma Io faccio il Venerdi GdT!

Messaggioda Nather » 10 dic 2004, 12:43

romendil ha scritto:1. "Un romanzo è un romanzo". Il mio intervento infatti nasceva da alcuni commenti che lasciavano intendere che il romanzo scritto da Brown nascesse da una qualche verità;


Si, infatti anche leggendo su altri forum dei dibattiti su questo romanzo scatta immediatamente una sorta di schieramento pro e contro, basato su fatti, leggende ed invenzioni di sana pianta che a mio avviso vengono mescolati tra loro proprio per servire il romanzo.
Gia' questo smonta qualsiasi discussione sulla verità del romanzo. Si possono poi trattare i temi discussi all'interno (che molte volte si perdono però nella misconoscenza dell'argomento, nel mito, nella leggenda metropolitana... e chi più ne ha più ne metta) fino alla nausea. Ma sono dell'idea che per una discussione "vera" si dovrebbero toccare argomenti un po' tabù.

Ad una Con se ne può parlare perché queste discussioni sono molto belle dal vivo e arricchiscono senz'altro (almeno a me danno sempre lo spunto per documentarmi maggiormente su alcuni punti che conosco meno).
Via forum diventano sterili e rischiano di esasperarsi in flame... cosa che non deve accadere, soprattutto per via di un romanzo di Dan Brown (che dal punto di vista economico le sue belle soddisfazioni le ha prese di certo!!!)...
:)

Ciao
Gianluca

PS Se ho offeso con qualche affermazione, me ne scuso: non era mia intenzione.
Offline Nather
Babbano
Babbano

Avatar utente
 
Messaggi: 96
Iscritto il: 12 ottobre 2004
Goblons: 0.00
Località: Pavia - Roma

Messaggioda romendil » 10 dic 2004, 13:22

Nather ha scritto:Ad una Con se ne può parlare perché queste discussioni sono molto belle dal vivo e arricchiscono senz'altro (almeno a me danno sempre lo spunto per documentarmi maggiormente su alcuni punti che conosco meno).
Via forum diventano sterili e rischiano di esasperarsi in flame... cosa che non deve accadere, soprattutto per via di un romanzo di Dan Brown (che dal punto di vista economico le sue belle soddisfazioni le ha prese di certo!!!)...
Ben detto!
Nather ha scritto:PS Se ho offeso con qualche affermazione, me ne scuso: non era mia intenzione.
Assolutamente no, non me!
RòmeNdil (goblin chierico), ultimamente ho giocato a:
Immagine
"L'importante non è né vincere, né partecipare: è divertirsi, davvero!"
Offline romendil
Goblin
Goblin

Avatar utente
TdG Moderator
TdG Editor
Top Author
 
Messaggi: 6977
Iscritto il: 25 ottobre 2004
Goblons: 1,215.00
Località: Roma
Utente Bgg: romendil
Board Game Arena: romendil
Yucata: romendil
Android Netrunner Fan Through the ages Fan Ho partecipato ad una lettura condivisa dei Goblins Tifo Roma Io faccio il Venerdi GdT!

Messaggioda iorek » 10 dic 2004, 16:27

Ho cominciato a leggerlo ieri dopo aver letto questo post. Lo conoscevo da tempo ma non mi ha mai attirato visto tutto il rumore che attirano i templari e il priorato, ma mi sono incuriosito (per vedere cosa proponeva di nuovo...niente) e sapendo che l'aveva mio cugino me lo sono fatto prestare.

Adesso sono a metà e ho notato un piccolo giochino che ha fatto l'autore.
Ispirato dal "santo Graal" (libro inchiesta) ho notato che i nomi dei protagonisti erano familiari e cosa ho scoperto?
Leigh Teabing (grande studioso del priorato)
anagrammato Teabing:
Baigent
Leigh (il nome)
il protagonista si chiama Langdon molto simile a Lincoln

Baigent - Leigh e Lincoln sono gli scrittori del "santo graal".

Vabbè come scoperta non è sensazionale.

Comunque anni fa è uscito un libro di uno scrittore italiano molto più pesante ma molto più affascinante che parlo di argomenti molto simili (e guarda caso cita anche il santo graal di baigent, Leigh e c.):
Il pendolo di Focault di Eco.
Offline iorek
Babbano
Babbano

Avatar utente
 
Messaggi: 48
Iscritto il: 22 ottobre 2004
Goblons: 0.00
Località: Rome

Messaggioda Askatasuna » 28 feb 2005, 19:07

:evil: :evil: Essendo appassionato del campo e lavoratore assiduo in questi spazi di ricerca,posso tranquillamente affermare che il Codice Da Vinci è una bufala incredibilmente volgare. Non sto assolutamente parlando nè della scorrevolezza del romanzo nè desidero discorrere della piacevolezza nella lettura;parlo da un punto di vista prettamente storico e filologico. Dan Brown lo conoscevo abbastanza bene da diversi anni,fortunatamente non di persona. Ha girato per mezza Europa cercando di ammorbare decine e decine di editori per ottenere una pubblicazione e prima di riuscirvi ha dovuto davvero dannarsi l'animo.
Dovete accoglierlo per quello che è,un romanziere;dal punto di vista storico-filologico è un mistificatore. Non c'è bisogno di tirare in ballo la massoneria,perchè lui sa a malapena che cosa sia. La maggior parte delle riflessioni storiche del libro sono inesatte,la completà totalità delle sue tesi è falsa. Quello di cui Brown tratta è un campo pressochè oscuro,di cui poco sappiamo vagamente e praticamente nulla con esattezza. Le date sono inesatte,le conclusioni assolutamente false;le sue tesi potrebbe asserirle chiunque altro,senza correre il rischio d'affermar qualcosa di meno credibile. Vi ricordo che vi sta parlando un ateo che,come se non bastasse,è assolutamente anticlericale. Questo però non basta;quando di mezzo c'è la mistificazione vado su tutte le furie. Noi studiamo e dedichiamo la nostra esistenza alla possibilità di rendere talune informazioni conoscibili e fruibili a tutti;lui invece sfrutta le sue corbellerie per guadagnare e spargere menzogne in coloro che per incapacità,sfortuna o dedizione ad altri campi non possono conoscere determinate informazioni. Quindi spero vivamente che la discussione(se proprio deve) possa continuare trattando di piacevolezza,scorribilità,fruibilità e mole del romanzo,ma non di veridicità storica poichè,vi assicuro,non ce ne è.
Gora Euskadi!
"Nella dorata guaina della compassione si nasconde talvolta il pugnale dell'invidia".
F.Nietzsche
Offline Askatasuna
Veterano
Veterano

Avatar utente
TdG Editor
 
Messaggi: 790
Iscritto il: 14 dicembre 2004
Goblons: 200.00
Località: Roma

Messaggioda Mariov » 28 feb 2005, 21:42

Secondo me il romanzo è scorrevole e sicuramente è avvincente, visto l'argomento trattato. Ciò che non mi è per nulla piaciuto è la caratterizzazione dei personaggi, assolutamente piatti ed incolori. Per quanto riguarda la verità storica, il romanzo va preso per quello che è, cioè per un romanzo. Ciò non toglie che la storia ufficiale di Gesù e della Chiesa non mi convincono su parecchi punti. A chi fosse rimasto affascinato dall'argomento consiglio senza dubbio il Pendolo di Focault che è senza dubbio meno agevole da leggere, ma non è certo un "mattone" (almeno per me).

Secondo me parlare di queste cose sul forum si può. Sono uno degli ultimi arrivati e non so se ci siano flame, qui sulla tana, ma per ora il topic è assolutamente corretto ed educato e finché si mantiene così non vedo perché interromperlo.
Offline Mariov
Esperto
Esperto

Avatar utente
 
Messaggi: 438
Iscritto il: 24 gennaio 2005
Goblons: 440.00
Località: Suno (NO)

Messaggioda Galdor » 1 mar 2005, 20:54

Il libro è la versione romanzata di un altro libro -che lessi diversi anni fa- dal titolo "Il Mistero del Santo Graal" (edizione Mondadori) scritto da due giornalisti della BBC (Leighton e nonmiricordocomesichiama). I due giornalisti anni prima avevano realizzato una sorta di documentario (mandato in onda dalla BBC) fondato sulle idee un pò strampalate e forzate che poi inserirono nel loro lbro... 3 o 4 anni fa i due giornalisti SMENTIRONO tutto quanto da loro affermato ammettendo di aver forzato i ragionamenti e di essersi inventati alcune cose!! :roll:
Brown ha ripreso pari pari le loro idee (che -seppur infondate da un punto di vista storico- erano alquanto originali!) e le ha riproposte in un romanzo un pò scarso da un punto di vista letterario... ;)
...il successo del libro è indubbiamente dovuto alle idee originali (che non sono di Brown!!) più che alla sua solidità narrativa. :-?
Parlo da ateo convinto (seppur non anticlericale) che andò 6 anni fa appositamente a visitare Rennes le Chateau e tutti i posti connessi al libro dei giornalisti BBC per rendersi conto di persona che si trattava di un misto di forzature e bufale! :grin:
Offline Galdor
Onnisciente
Onnisciente

Avatar utente
TdG Moderator
TdG Editor
Top Reviewer
Top Uploader 2 Star
 
Messaggi: 4864
Iscritto il: 15 dicembre 2003
Goblons: 1,600.00
Località: Isengard (Pisa)

Messaggioda trilobit » 2 mar 2005, 2:20

Galdor ha scritto:Parlo da ateo convinto (seppur non anticlericale) che andò 6 anni fa appositamente a visitare Rennes le Chateau e tutti i posti connessi al libro dei giornalisti BBC per rendersi conto di persona che si trattava di un misto di forzature e bufale! :grin:


Seguo il mistero di Rennes le Chateau dal 1995, ho visitato piu' volte il paese e i siti limitrofi, sono socio del Cicap ed apprezzo molto il lavoro svolto da Tomatis, ma ti posso assicurare che le cose non stanno esattamente cosi'.

Senza dubbio, circa il 70-80% di cio' che e' scritto da Lincoln e soci nel loro bestseller e' inesatto e fuorviante, eppure alla base del mistero ci sono ancora molti enigmi irrisolti.

Inoltre non furono gli autori, in malafede, a diffondere fandonie e bufale bensi' vennero magistralmente depistati e manipolati dall'ambigua figura di Pierre Plantard.
"La vita è troppo breve, per bere del vino cattivo" (G. E. Lessing)
Sorsi Di Vino - Il mio blog sul mondo del vino
Offline trilobit
Saggio
Saggio

Avatar utente
 
Messaggi: 2014
Iscritto il: 11 aprile 2004
Goblons: 560.00
Località: Pisa

Messaggioda Balder » 2 mar 2005, 14:25

Amaryllis ha scritto:entrate in una qualsiasi biblioteca esoterica e chiedete dei libri della Massoneria o dei Santacroce...ormai non sono più tabù.


Forse intendevi dire R0sacr0ce?... :roll:

Cmq "biblioteca esoterica" è una contraddizione in termini! :lol: ;)
"'Cause WHAT YOU SEE YOU MIGHT NOT GET
And we can bet so don't you get souped yet
You're scheming on a thing that's a mirage
I'm trying to tell you now it's sabotage"

Beastie Boys (evidentemente riferendosi agli editor WYSIWYG)
Offline Balder
Esperto
Esperto

Avatar utente
 
Messaggi: 507
Iscritto il: 13 maggio 2004
Goblons: 10.00
Località: Roma

Messaggioda Galdor » 2 mar 2005, 20:17

trilobit ha scritto:Inoltre non furono gli autori, in malafede, a diffondere fandonie e bufale bensi' vennero magistralmente depistati e manipolati dall'ambigua figura di Pierre Plantard.

Io mi ricordo molto bene una palese smentita (da parte di Lincoln e collega)di quanto sostenuto nel loro libro prima in un articolo (che spero di recuperare) e successivamente in un servizio sulla BBC che riprendeva il servizio precedente (dove costruivano il loro castello di carta) smontandolo pezzo per pezzo. :crazy7:
Fu una loro ammissione di errore: confessarono di aver "forzato" il ragionamento per far tornare la loro tesi! :verywin:
Comunque Rennes le Chateau è un villaggio che vive di questa pubblicità (e questo è triste) e che -fino alla smentita dei due giornalisti- faceva affluire migliaia di turisti l'anno (me tapino compreso)! :oops: ...
...ma ti assicuro che di "strano" ed "esoterico" nella cittadina c'è solo il proprietario dell'albergo che mi ospitò! :-)8( :Straeyes: :-)8(
Offline Galdor
Onnisciente
Onnisciente

Avatar utente
TdG Moderator
TdG Editor
Top Reviewer
Top Uploader 2 Star
 
Messaggi: 4864
Iscritto il: 15 dicembre 2003
Goblons: 1,600.00
Località: Isengard (Pisa)

Messaggioda Amaryllis » 2 mar 2005, 20:55

Balder ha scritto:
Amaryllis ha scritto:entrate in una qualsiasi biblioteca esoterica e chiedete dei libri della Massoneria o dei Santacroce...ormai non sono più tabù.


Forse intendevi dire R0sacr0ce?... :roll:

Cmq "biblioteca esoterica" è una contraddizione in termini! :lol: ;)


Intendevo Rosacroce, ma in realtà intendevo Prioria di Sion. :-?
Non vedo proprio perchè non si possa dire "ho una biblioteca esoterica in casa": significa semplicemente che sono in mio possesso molti volumi che trattano d'argomenti esoterici... ;)
Amaryllis-Schumaryllis
Sogno d'un'ombra l'Uomo

Sono una fava!!!
Offline Amaryllis
Gran Maestro
Gran Maestro

Avatar utente
 
Messaggi: 1205
Iscritto il: 26 ottobre 2004
Goblons: 10.00
Località: Mordor (Lodi)

Messaggioda trilobit » 2 mar 2005, 22:14

Galdor ha scritto: ...ma ti assicuro che di "strano" ed "esoterico" nella cittadina c'è solo il proprietario dell'albergo che mi ospitò!


Cordialmente, dissento! :grin:

Ti prego di non offenderti - e' solo uno scambio di opinioni - ma, tralasciando le infondate conclusioni di Lincoln & Co., trovo la tua affermazione una riduzione assai semplicistica.

Per un maggiore approfondimento "critico" dell'intera faccenda (quindi lasciando da parte le numerose "beep"ate) ti consiglio:
1- Bill Putnam & John Edwin, "Il tesoro scomparso di Rennes-le-Château" Newton & Compton Editori, 2004
2- il recente libro demistificatorio di Iannacone per il quale ti consiglio di leggere questa recensione: http://www.renneslechateau.it/forum/viewtopic.php?t=262

Per una visione piu' "aperta" (che non condivido in piu' punti) e' comunque interessante il libro:
- Baietti Giorgio, "L' enigma di Rennes Le Chateau"

Uno dei piu' importanti siti seri e critici sul RLC e':
http://www.renneslechateau.it/

A presto,
Tilobit
"La vita è troppo breve, per bere del vino cattivo" (G. E. Lessing)
Sorsi Di Vino - Il mio blog sul mondo del vino
Offline trilobit
Saggio
Saggio

Avatar utente
 
Messaggi: 2014
Iscritto il: 11 aprile 2004
Goblons: 560.00
Località: Pisa

Messaggioda Balder » 3 mar 2005, 12:55

Amaryllis ha scritto:Non vedo proprio perchè non si possa dire "ho una biblioteca esoterica in casa": significa semplicemente che sono in mio possesso molti volumi che trattano d'argomenti esoterici... ;)


:-o Pensavo parlassi di biblioteche pubbliche!
Fnord.
"'Cause WHAT YOU SEE YOU MIGHT NOT GET
And we can bet so don't you get souped yet
You're scheming on a thing that's a mirage
I'm trying to tell you now it's sabotage"

Beastie Boys (evidentemente riferendosi agli editor WYSIWYG)
Offline Balder
Esperto
Esperto

Avatar utente
 
Messaggi: 507
Iscritto il: 13 maggio 2004
Goblons: 10.00
Località: Roma

PrecedenteProssimo


  • Pubblicita`

Torna a Tempo Libero



Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite