il codice da vinci

Discussioni, commenti, considerazioni e suggerimenti su film, serie TV, libri, fumetti, musica e sport. Indicate sempre l'argomento di cui parlate nel titolo dei vostri post usando un TAG e leggete gli annunci e gli adesivi dei moderatori per conoscere le altre norme che regolano il forum.
TAG: [Film]; [Serie TV]; [Fumetti]; [Musica]; [Sport]

il codice da vinci

Messaggioda maniachouse » 20 mag 2006, 15:00

salve a tutti :grin:
ieri sera sono riuscito a vedere il film del romanzo + chiaccherato e citato del mondo.
premetto il romanzo mi è piaciuto molto e l'ho letto molto volentieri.
veniamo al film: devo dire che a discapito di una critica che lo ha smontato, l'ho trovato molto valido e sopratutto in linea con il romanzo, solo poche modifiche, dovute penso a esigenze di lunghezza del film, poi chissà forse, troveremo delle chicche nella versione dvd, cosa cmq che non succede molto spesso, dal passaggio da romanzo a film.
per il protagonista avrei scelto un'altro attore rispetto a Tom Hanks, grade attore ma non lo vedo proprio nella parte di langdon, cmq pareri personali.
gli altri attori invece sono come me li immaginavo leggendo il libro, veramente tutti azzecati.
unico neo, la spegazione finale fatta da Langdon , che mi ha lasciato un pò disorientao, appena tornato a casa alle 2 di notte, mi sono riletto le ultime 50pagine del romanzo, visto che l'avevo letto molto tempo fa, pensavo che la memoria mi tradisse, invece no!!!
non vi dico nulla per rispetto a chi deve ancora vedere il film, cmq non cambia la mia valutazione sul film, solo non la capisco come scelta.
ribadisco ottimo film, assolutamente da vedere.

saluti ;)
Il pessiminsta è colui che trova sempre delle difficolta nelle opportunità.L'ottimista è colui che trova sempre delle opportunità nelle difficoltà.
Offline maniachouse
Veterano
Veterano

Avatar utente
 
Messaggi: 727
Iscritto il: 14 febbraio 2006
Goblons: 710.00
Località: cinisello balsamo prov.milano

Messaggioda Cippacometa » 22 mag 2006, 10:54

Film che rende assai fedelmente il romanzo (tranne che per dettagli del finale, come dice maniachouse). Nel complesso un film piacevole, giusto qualche piccolo "rallentamento".
Dubitare di tutto o credere a tutto, sono due soluzioni ugualmente comode che ci dispensano entrambe dal riflettere. (H. Poincaré)
Offline Cippacometa
Hàkarl Devourer
Hàkarl Devourer

Avatar utente
Tdg Super Moderator
TdG Editor
Top Reviewer 1 Star
TdG Translator
 
Messaggi: 4017
Iscritto il: 17 luglio 2003
Goblons: 1,490.00
Località: Marseille (France)

Messaggioda maniachouse » 22 mag 2006, 11:52

anch'io ho notato un'attimo di "rallentamento" rispetto al romanzo, come commenta Cippacometa, ma è anche difficile mantenere il ritmo del romanzo, ( cmq anche il libro ha i suoi rallentamenti ) di solito nei romanzi di Dan, tutto si svolge in 24 - massimo 48 ore.
girando per la rete, ho letto di spezzoni tagliati e di intere scene rifatte, sempre per dare una giusta lunghezza al film e non rendere magari noiosa la visione, vedi la morte di Silas, ma che sicuramente inseriranno nel DVD come "parti tagliate" o "film esteso" vedi signore degli anelli.
sono curioso di vedere tutte queste modifiche, non mi stupirei di vedere finalmente un film tratto da un romanzo, che segue esattamente la trama del romanzo, cosa + unica che rara ;)
saluti :grin:
Il pessiminsta è colui che trova sempre delle difficolta nelle opportunità.L'ottimista è colui che trova sempre delle opportunità nelle difficoltà.
Offline maniachouse
Veterano
Veterano

Avatar utente
 
Messaggi: 727
Iscritto il: 14 febbraio 2006
Goblons: 710.00
Località: cinisello balsamo prov.milano

Messaggioda paolone » 22 mag 2006, 18:49

Il film non è male, ma d'altra parte con un regista come Ron Howard ed attori del calibro di Tom Hanks, Ian McKellen, Jean Reno, Audrie Tatou ecc. non poteva essere altrimenti.

Bello, non noioso come si pensava, per lo meno così lo avevano descritto a Cannes.

Diciamo che non ho capito la necessità di alcuni cambi nel finale rispetto al libro.

Comunque di sicuro un buon film, ma nulla di più, tuttosommato ;)
Offline paolone
Babbano
Babbano

Avatar utente
 
Messaggi: 17
Iscritto il: 02 febbraio 2006
Goblons: 0.00
Località: tra Viterbo e Amsterdam

Messaggioda elgamoth » 22 mag 2006, 19:14

ho letto il libro (in lingua originale) per curiosità.
sinceramente non l'ho trovato un granchè....alla fine si tratta di un giallo...(un genere che in effetti non apprezzo moltissimo) nulla di più...tutto il resto e contorno fantareligioso di cose che girano da un bel pezzo...
forse andrò a vedere il film...però...tutto l'entusiasmo che ha suscitato il libro non riesco a condividerlo....
Offline elgamoth
Saggio
Saggio

Avatar utente
TdG Organization
TdG Auctioneer Level 1
 
Messaggi: 2069
Iscritto il: 23 novembre 2004
Goblons: 160.00
Località: Roma HornHelias

Messaggioda maniachouse » 22 mag 2006, 19:52

scusa elgamoth ma prima di comprare un libro non ti guardi la copertina o la presentazione, per capire di cosa tratta. :grin:
quando l'ho letto io, era appena uscito e non conoscevo assolutamente lo scrittore, a me a differenza tua piace moltissimo il genere giallo, se poi condito da medioevo e templari ancora meglio, del tema religioso non ne faccio una passione, ma in una trama del genere ci può stare, senza dover per questo gridare all'eresia, visto che un romanzo d'intrattenimento.
unica cosa che contesto al caro Dan che nelle prime copie, vedi la mia, non abbia evidenziato che ciò che scrive non è realtà storica, quindi può aver tratto in inganno gli sprovveduti che non conoscono ciò che tratta il libro, però in copertina vi è scritto romanzo non saggio.
cmq se il romanzo non ti è piaciuto, perchè vuoi andare a vedere il film, non ti conviene aspettere di vedertelo comodamente in TV gratis ;)
sul fatto che non condividi l'entusiasmo suscitato dal libro...
converrebbe continuare a parlarne nel forum specifico sui libri, dove si è trattato in varie salse del CDV ;)

saluti, :grin:
Il pessiminsta è colui che trova sempre delle difficolta nelle opportunità.L'ottimista è colui che trova sempre delle opportunità nelle difficoltà.
Offline maniachouse
Veterano
Veterano

Avatar utente
 
Messaggi: 727
Iscritto il: 14 febbraio 2006
Goblons: 710.00
Località: cinisello balsamo prov.milano

Messaggioda Lobo » 23 mag 2006, 13:36

Lobo Quando si gioca si combatte per un punto, massacriamo di fatica noi stessi per un punto, ci difendiamo con le unghie e coi denti per un punto, perché sappiamo che quando andremo a sommare tutti quei punti il totale farà la differenza!

Offline Lobo
Crazy Goblin
Crazy Goblin

Avatar utente
TdG Top Supporter
TdG Organization Plus
TdG Administrator
TdG Editor
Top Author 2 Star
Top Reviewer 2 Star
Top Uploader 2 Star
 
Messaggi: 3692
Iscritto il: 09 giugno 2003
Goblons: 12,102.00
Località: Flaminius - TdG
Utente Bgg: Lobo
Board Game Arena: LGZ

Messaggioda maniachouse » 23 mag 2006, 16:04

faccio concorrenza a Lobo :grin: .
postando una delle tante "rece" che mi sono divertito a leggere, vi propongo questa ;)
www.fantasymagazine.it/film/5855/

in medio stat veritas saluti ;)
Il pessiminsta è colui che trova sempre delle difficolta nelle opportunità.L'ottimista è colui che trova sempre delle opportunità nelle difficoltà.
Offline maniachouse
Veterano
Veterano

Avatar utente
 
Messaggi: 727
Iscritto il: 14 febbraio 2006
Goblons: 710.00
Località: cinisello balsamo prov.milano

Messaggioda Galdor » 23 mag 2006, 16:41

maniachouse ha scritto:in medio stat veritas saluti ;)

Il broccardo latino è errato (Dan Brown ne ha fatti tanti nel suo libro ;) ); la frase esatta è "in medio stat virtus" (ed è addirittura di Aristotele)!! :grin:

La recensione di Fantasy Magazine mi pare esalti l'aspetto della storia alternativa..
FantasyMagazine ha scritto:Il risultato è che il film apparirà grandioso per chi si farà coinvolgere dalla storia alternativa della vita di Gesù, deludente per chi non ne sarà attratto e avrebbe voluto godersi un buon giallo.

..aspetto che -come già detto in altri topic- è una scopiazzatura di teorie vecchie di 10 anni, che circolavano in ambienti accademici già da un bel pò :arrow: http://www.ilgiardinodeilibri.it/__sant ... aigent.php
Offline Galdor
Onnisciente
Onnisciente

Avatar utente
TdG Moderator
TdG Editor
Top Reviewer
Top Uploader 2 Star
 
Messaggi: 4864
Iscritto il: 15 dicembre 2003
Goblons: 1,600.00
Località: Isengard (Pisa)

Messaggioda genluvi » 23 mag 2006, 17:07

Io non ho letto il libro....mi puzzano sempre i romanzi che hanno un enorme successo (non che a priori siano robaccia eh...). In ogni caso ho voluto vedere il film per vedere un po' di cosa tutta sta gente parla...così a sangue freddo mi ha lasciata delusa....un giallo, ma nemmeno tanto avvincente e nemmeno tanto origlinale....e poi cavoli si capiva da subito che lei si sarebbe rivelata...bhe non sveliamo il finale :). Credo che tutto questo scalpore sia dovuto al fatto che la gente ha bisogno di credere in qualche cosa...essendosi dimenticata dell'originale...
Mha...sono basita :grin:
La via [...] mi piaceva, ma mi era ancora spiacevole passare per le sue strettoie.
- S. Agostino, Le Confessioni -
Offline genluvi
Esperto
Esperto

Avatar utente
 
Messaggi: 436
Iscritto il: 14 gennaio 2005
Goblons: 0.00
Località: Venezia

Messaggioda Gwaihir » 23 mag 2006, 17:14

genluvi ha scritto:bisogno di credere in qualche cosa...essendosi dimenticata dell'originale...
Mha...sono basita :grin:


Il libro è servito proprio a ricordare com'era effettivamente l'originale ;)
O comunque a far riflettere sul tema.
The Eagle Goblin
Offline Gwaihir
Grande Saggio
Grande Saggio

Avatar utente
 
Messaggi: 2925
Iscritto il: 24 marzo 2004
Goblons: 580.00
Località: Roma

Messaggioda maniachouse » 23 mag 2006, 18:35

ciao Galdor :grin: non conosco il latino :cry: , ho ripreso la frase in medio stat veritas dalla fine della rece postata, come frase che potrebbe dire Silas al suo maestro.
frase intesa come "la verità sta nel mezzo", sono andato a controllare su un vocabolario italiano - latino, veritas equivale a verità , mentre virtus sta per virtù, quindi nella mia ignoranza sulla lingua latina, non comprendo la tua correzione, la frase scritta dal giornalista e riportata da me, secondo te bisognerebbe scriverla "in medio stat virtus" la virtù sta nel mezzo, ma non centra nulla con quello che volevamo intendere sia io che il gionalista :roll: :grin:
sul fatto che DB abbia commesso molti errori, probabilmente ora che è straricco, si potrà permettere dei correttori di bozze di gran lunga + in gamba ed eruditi di quelli che hanno corretto le bozze del CDV.
cmq rimango dell'idea che il romanzo e il film siano entrambi da vedere come intrattenimento - fiction, null'altro.
e da un lato invidio DB per cosa sia riuscito a fare, e sopratutto a guadagnare, alla faccia di tanti altri scrittori molto + capaci e che avevano già abbondantemente trattato lo stesso tema, ( e + di ventanni che mi interesso di medioevo - templari, graal e massoneria, ho una vasta raccolta di libri a riguardo) naturalmente quanto mi devo documentere seriamente non vado a rileggere il CDV :twisted: ;)



saluti :grin:
Il pessiminsta è colui che trova sempre delle difficolta nelle opportunità.L'ottimista è colui che trova sempre delle opportunità nelle difficoltà.
Offline maniachouse
Veterano
Veterano

Avatar utente
 
Messaggi: 727
Iscritto il: 14 febbraio 2006
Goblons: 710.00
Località: cinisello balsamo prov.milano

Messaggioda Galdor » 23 mag 2006, 19:39

maniachouse ha scritto:secondo te bisognerebbe scriverla "in medio stat virtus" la virtù sta nel mezzo, ma non centra nulla con quello che volevamo intendere sia io che il gionalista :roll: :grin:

Certo, lo so che non c'entra niente :grin: , ma "in medio stat virtus" è un broccardo latino, cioè una famosa frase latina (come -che ne so- "Cicero pro domo sua" o "Audaces fortuna iuvat"): Dan Brown l'ha invece storpiata, creando una frase latina che ha senso, ma che non è quella originale...
E' come dire -ad esempio- "Un passero non fa primavera" invece di "Una rondine non fa primavera": la frase ha ugualmente abbastanza senso, ma non è quella originale.. ;)
Offline Galdor
Onnisciente
Onnisciente

Avatar utente
TdG Moderator
TdG Editor
Top Reviewer
Top Uploader 2 Star
 
Messaggi: 4864
Iscritto il: 15 dicembre 2003
Goblons: 1,600.00
Località: Isengard (Pisa)

Messaggioda Fungo » 23 mag 2006, 20:24

elgamoth ha scritto:ho letto il libro (in lingua originale) per curiosità.
sinceramente non l'ho trovato un granchè....alla fine si tratta di un giallo...(un genere che in effetti non apprezzo moltissimo) nulla di più...tutto il resto e contorno fantareligioso di cose che girano da un bel pezzo...
forse andrò a vedere il film...però...tutto l'entusiasmo che ha suscitato il libro non riesco a condividerlo....

.
non capisco il termine "fantareligioso". mi sembra che tutto quello che rigurda la relgione cattolica sia "fantareligione". questa è semplicemente una teoria diversa di come potevano essere le cose.
poi su come sia nata a Nicea la religione cristiana "tradizionale" penso che sia su tutti i libri di storia. Lo si inizia a studiare in 2^ media!
Offline Fungo
Novizio
Novizio

Avatar utente
 
Messaggi: 151
Iscritto il: 01 febbraio 2005
Goblons: 30.00
Località: Roteglia (RE)

Messaggioda genluvi » 24 mag 2006, 9:39

maniachouse ha scritto:sono andato a controllare su un vocabolario italiano - latino, veritas equivale a verità , mentre virtus sta per virtù


Da quello che so virtus in latino si traduce raramente con la parola virtù...è un concetto un po' più complesso, che probabilmente comprende anche l'onestà e quindi la verità....mi sembra eh...potrei sbagliarmi di grosso...vecchie reminescenze del liceo...
La via [...] mi piaceva, ma mi era ancora spiacevole passare per le sue strettoie.
- S. Agostino, Le Confessioni -
Offline genluvi
Esperto
Esperto

Avatar utente
 
Messaggi: 436
Iscritto il: 14 gennaio 2005
Goblons: 0.00
Località: Venezia

Prossimo


  • Pubblicita`

Torna a Tempo Libero



Chi c’è in linea

Visitano il forum: ruttolomeo e 0 ospiti