Il film è diverso dal libro

Discussioni, commenti, considerazioni e suggerimenti sui film ed il mondo del cinema... Ricordate di citare il film di cui parlate nel titolo dei vostri post e controllate gli annunci e gli adesivi dei moderatori per le altre norme all'interno di questo forum.

Moderatori: Asliaur, Boiler, Lobo

Messaggioda SmOnCiO » 30 ott 2007, 0:22

secondo me dopo che i diritti sono stati comprati l'autore può farne quello che vuole ma per rendere il film più interessante dovrebbe riprodurlo in base al libro. :grin: ;)
Offline SmOnCiO
Babbano
Babbano

Avatar utente
 
Collezione: SmOnCiO
Messaggi: 73
Iscritto il: 19 ottobre 2007
Goblons: 0.00
Località: San Leo Bastia

Messaggioda Iup » 30 ott 2007, 11:52

Il problema della riduzione cinematografica è che molte volte nascono solo per mancanza di fantasia e coraggio delle case di produzione.

Per il resto sono anch'io d'accordo che il cinema ha il suo linguaggio ed è più facile apprezzare sfumature linguistiche letterarie piuttosto che cinematografiche di cui ahimé siamo un po' tutti ignorantotti (leggere un film è altrettanto complesso quanto leggere un'opera scritta).

Sul fatto poi che a molti piacciano più i libri dei film non penso sia snobismo ma forse non tutti sanno che i propri gusti si basano più su fatti privati e psicologici che su oggettive qualità artistiche dell'opera, per cui se ci è piaciuto un libro allora in testa già abbiamo la voce del protagonista, l'ambiente, il ritmo ecc e spesso non coincide con quella del regista, da qui la delusione.
Ultima modifica di Iup il 30 ott 2007, 13:25, modificato 1 volta in totale.
Offline Iup
Esperto
Esperto

 
Collezione: Iup
Messaggi: 531
Iscritto il: 27 settembre 2005
Goblons: 0.00
Località: Pavia (PV)

Messaggioda TheLawyer » 30 ott 2007, 13:01

Io sono, purtroppo, uno di quelli che di solito si lamentano degli adattamenti cinematografici. Ma non è per fare gli snob, è sempre per amore dell'opera, perchè la si vorrebbe completa.
Il mio ultimo lamento è stato proprio su questo forum, riguardo a Stardust; il libro lo avevo letto più di un anno fa, e forse nei miei ricordi lo avevo mitizzato.
Lo sto rileggendo in questi giorni, dopo essere andato al cinema, e devo ricredermi, il film non è stato affatto male.

Però, pur comprendendo la diversità di mezzi e la necessità di stare in tempi sopportabili per il pubblico, sono fermo sulle mie critiche: non sopporto il fatto che ogni film fantasy debba avere uno "scontro finale".

E non sopporto che si imbocchi con il cucchiaino il pubblico, credendolo più stupido di quello che è, dicendogli tutto quello che potrebbe intuire da solo.

Stardust non mi sembra certo un libro ermetico da leggere, ma conserva i meccanismi classici della favola, con i vari pericoli affrontati dal protagonista, e la risoluzione finale. Il film elimina la ricerca: lui trova subito la stella; peccato, poteva essere un bello spunto per raccontare. Volendo fare il moralista potrei dire che è un po' il segno dei tempi: tutto e subito! :-?
Everybody is special. Everybody. Everybody is a hero, a lover, a fool, a villain. Everybody. … Everybody has their story to tell
(V for Vendetta)
Offline TheLawyer
Grande Saggio
Grande Saggio

Avatar utente
TdG Moderator
TdG Auctioneer Level 1
 
Collezione: TheLawyer
Messaggi: 3068
Iscritto il: 09 luglio 2004
Goblons: 90.00
Località: Leeds, West Yorkshire, United Kingdom

Precedente

Torna a Cinema & Tv

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite