Il "peso" della Tana dei Goblin?

Discussioni e considerazioni su definizioni, terminologie, classificazioni, concetti e questioni di filosofia del gioco.

Moderatori: Sephion, Galdor

Messaggioda romendil » 11 ott 2012, 9:01

Come non condividere questi ultimi commenti (Jehuty, Crow e notfound)? Credo che queste osservazioni possono servire a fare autocritica ma anche a riflettere su come gestire al meglio la moderazione. In questo c'è bisogno della collaborazione di ciascuno in quanto l'attuale sito non aiuta con strumenti rapidi di segnalazione di post alla moderazione. Capisco anche gli autori che trovano più profiquo dedicare il loro tempo in altri luoghi dove il loro intervento è più "focalizzato" sui loro giochi, ma apprezzo anche sia chi comunque ci mette la faccia (come pierino1 nel topic a cui si faceva riferimento) sia chi frequenta la Tana come un sito piacevole per passare del tempo, per informarsi, per condividere.
Più delicato è e sempre sarà il discorso relativo ai negozianti. Perché se da un lato hanno l'interesse ad informare sulle proprie iniziative di vendita, dall'altro non vogliono sentire infangato il loro lavoro, come non vorrebbe nessuno di noi. E' sintomatico che essendoci nel tempo nuovi iscritti goblin, certi topic (esempio prezzi Italia-Germania) altrettanto ciclicamente ritornano, generando nuovi flames. E si tratta ogni volta di spiegare il perché: magari forse basterebbe linkare una vecchia discussione e via :)
RòmeNdil (goblin chierico), ultimamente ho giocato a:
Immagine
"L'importante non è né vincere, né partecipare: è divertirsi, davvero!"
Offline romendil
Goblin
Goblin

Avatar utente
TdG Moderator
TdG Editor
Top Author
 
Collezione: romendil
Messaggi: 6949
Iscritto il: 25 ottobre 2004
Goblons: 1,215.00
Località: Roma
Utente Bgg: romendil
Board Game Arena: romendil
Yucata: romendil
Android Netrunner Fan Through the ages Fan Ho partecipato ad una lettura condivisa dei Goblins Tifo Roma Io faccio il Venerdi GdT!

Messaggioda Crow » 11 ott 2012, 9:03

Cyrano ha scritto:Io sto seguendo "I minimondi di Capochino" il forum del buon Starmaster per il modellismo da gioco.

Sta crescendo ed abbiamo molti autori ed editori.

Ora premetto che il mio discorso so basa SOLO sul discorso commerciale e sul fatto che si voglia o meno che il forum diventi anche una vetrina (il che non è necessariamente un bene).

Da parte degli autori/editori serve la correttezza di approfittare BENE delle sezioni dedicate del forum. Lo sappiamo tutti che entrare in una sezione generica e spammare i propri prodotti (magari con frecciatine velate) "rende" di più, ma allontana gli altri. Mi fa un po' ridere che alcuni non abbiano il tempo di mantenere una sezione loro ma lo trovino sempre per millemila post e teoremi sulle sezioni generiche.

Da parte dei moderatori serve una scelta concreta che vada oltre l'amicizia. Un insulto od una critica ad un prodotto da parte di un autore/editore o dai loro "collaboratori" NON E' la stessa cosa di una critica fatta da un utente. Non importa la buona fede: un addetto ai lavori di qualsiasi tipo non si può permettere di criticare la concorrenza un tanto al chilo.

La moderazione deve mantenersi neutrale. Avete mai visto un moderatore di starmaster scrivere articoli ironici sul "puzzillo"? Sì, si intendeva qualcos'altro, il messaggio non fu capito ecc. Ma i risultati ci sono stati ugualmente.

Ripeto, questo è tutto scritto nell'ottica di avere gli "addetti ai lavori". Se si preferisce un forum più "libero" (il che potrebbe essere più giusto) il mio discorso non vale nulla di nulla.


Non ho capito la tua posizione e non ho capito a quali episodi ti riferisci.
Intanto però, sotto gli occhi dei moderatori, questo commento è 'legale':

vabbè se si basa sui prezzi del negozio più ladro d'Italia.....


Ma vi sembra corretta un'affermazione così?
Non sono neanche parte coinvolta, si tratta di un mio concorrente, ma mi dà comunque un enorme fastidio.
Offline Crow
Maestro
Maestro

 
Collezione: Crow
Messaggi: 958
Iscritto il: 08 novembre 2010
Goblons: 260.00
Località: Lucca

Messaggioda tika » 11 ott 2012, 9:10

Visto che l'argomento del topic sta vertendo su questo, io posso raccontarvi la mia esperienza che riguarda un argomento del tutto diverso dai gdt ma che per dinamiche tutto sommati si avvicina a quelle descritte-ipotizzate qui sopra.

Da anni faccio parte della gestione di un forum riguardante il nuoto. Ebbene, fin dalla nostra apertura la politica decisa (tra l'altro sulla quale io personalmente nn so nemmeno se essere del tutto d'accordo) è stata quella della severità. Si è deciso di impostare il forum sul dialogo "professionale", che quindi limitasse le discussioni a toni e contenuti intelligenti, e che venisse anche portata avanti seguendo un certo "ordine".

Tutto questo ha probabilmente, ora me ne rendo ancora più conto, evitato al forum di trovarsi in situazioni simili a quelle descritte nei post precedenti.
L'altra faccia della medaglia è che ci siamo sentiti dare dei fascisti, dei venduti ai politici legati al mondo del nuoto (non sapendo nemmeno chi fossero), dei frustrati etc. etc., potrei andare avanti per ore.


Io ritengo che un'altra linea sia possibile, ma non sono solamente rose e fiori, tutt'altro.
Offline tika
Saggio
Saggio

Avatar utente
 
Collezione: tika
Messaggi: 2119
Iscritto il: 29 agosto 2008
Goblons: 240.00
Località: Trento

Messaggioda Crow » 11 ott 2012, 9:15

romendil ha scritto:Più delicato è e sempre sarà il discorso relativo ai negozianti. Perché se da un lato hanno l'interesse ad informare sulle proprie iniziative di vendita, dall'altro non vogliono sentire infangato il loro lavoro, come non vorrebbe nessuno di noi. E' sintomatico che essendoci nel tempo nuovi iscritti goblin, certi topic (esempio prezzi Italia-Germania) altrettanto ciclicamente ritornano, generando nuovi flames. E si tratta ogni volta di spiegare il perché: magari forse basterebbe linkare una vecchia discussione e via :)


Ma va benissimo Romendil. Cioè il flame sui prezzi ci sta. Ci sono tantissime cose che non vanno sul pricing dei prodotti in Italia, a tutti i livelli, dall'editoria, alla distribuzione, ai negozianti (ricordo il 'semiscandalo' delle promo vendute).

Il punto è che questi flames sfociano in insulti gratuiti, in prese di posizione per il negozio dell'amico, in accuse senza prove, chi dice una cosa, chi ne dice un'altra. Non ci sono argomentazioni, solo cose sparate a caso per dimostrare che il negoziante di turno o il distributore a caso è un ladro, è un furfante. Ragazzi ma questa è diffamazione, la diffamazione è punibile per legge. Ora non credo che nessuno di noi voglia ricorrere a vie legali, inutili e dispendiose, ma neanche si possono leggere commenti come quelli di sopra in continuazione, sotto gli occhi dei moderatori e tollerare all'infinito.

Se io offendo è giusto che venga cacciato, indipendentemente dal mio status di professionista o meno. Le offese non aggiungono nulla alle conversazioni, solo nervosismo.

Quanto al 'farsi pubblicità' delle iniziative. Sinceramente a parte 5-6 news sulla bacheca (comunque approvate dallo staff della tana) non ho mai fatto granché. Mi piace intervenire nelle discussioni dicendo la mia da un altro punto di vista, spesso molto più informato su certe cose. Ma perché mi piace parlare di questo hobby, mi appassiona e lo faccio volentieri.

Se dovessi misurare il tempo che sto qui, con la 'resa' commerciale dovrei immediatamente sospendere ogni attività. E non lo dico tanto per, ma fatturato alla mano. Anche perché ci sono almeno una 40ina di fakes che invece spammano quasi quotidianamente i link dei nostri concorrenti in quasi ogni discussione :)

Ma quello è anche accettabile. Sta poi al giudizio dei clienti cominciare a maturare una loro convinzione sulla qualità del servizio offerto (oltre che sul prezzo).
Offline Crow
Maestro
Maestro

 
Collezione: Crow
Messaggi: 958
Iscritto il: 08 novembre 2010
Goblons: 260.00
Località: Lucca

Re: Il "peso" della Tana dei Goblin?

Messaggioda linx » 11 ott 2012, 11:03

Stef ha scritto:Un autore/editore italiano non ha la voglia di andare a parlare della propria creatura su quello che - a occhio - è il sito più frequentato in Italia?

Non sarebbe interessante vedere... che so... un Bellini che presenta Jungle Brunch o un Lavezzi che parla di Oddville?

Credo che il discorso stia deragliando (fra l'altro su rotaie già strabattute) rispetto alla domanda iniziale.
Stef voleva parlare del perchè i giochi italiani non vengono trattati abbastanza in Tana.
La risposta per voi sarebbe che la scarsa moderazione allontana gli editori e gli autori? Perchè, secondo voi, dovrebbero essere autori ed editori ad APRIRE discussioni sui loro giochi?
Cioè voi AUSPICATE il fatto che gli stessi usino il forum per farsi pubblicità?
Io, sinceramente, mi aspetto il contrario. Mi aspeto persone che chiedano info su quel o quell'altro gioco a chi li ha provati e AL MASSIMO che editori ed autori (e negozianti, se proprio vogliamo includerli) IN MANCANZA DI PERSONE MENO INTERESSATE rispondano a tali richieste.
Il confronto è stimolante a 2 condizioni:
che ci sia la volontà potenziale dell'interlocutore a cambiare opinione;
che nessuno si senta depositario di verità assolute. Dubitare è uno strumento per arrivare alla "verità".
Offline linx
Goblin
Goblin

Avatar utente
TdG Moderator
TdG Editor
Top Author
 
Collezione: linx
Messaggi: 5711
Iscritto il: 03 dicembre 2003
Goblons: 920.00
Località: Busto Arsizio (VA)
Yucata: linx
Agricola fan Yucata Player Le Havre Fan Ilsa Magazine fan

Messaggioda Angiolillo » 11 ott 2012, 11:24

Questa anche è una risposta significativa. Ovvio che incontrare posizioni del genere possa spingere un editore o un autore a frequentare meno il forum.
E magari andare su BGG, per esempio, dove poter avere un dialogo diretto con figure coinvolte nell'ideazione e realizzazione di un gioco è sempre visto come un grosso vantaggio. Difficile capire come chiarimenti sul significato ma anche sul perché di certe regole, anteprime su sviluppi futuri, commenti alle scelte di design e altro ancora possano avere un valore minore, da ultima spiaggia se non c'è proprio nessun altro in grado di rispondere, se vengono da chi il gioco lo ha progettato o prodotto. E come li si possa considerare pubblicità.

linx ha scritto:Stef voleva parlare del perchè i giochi italiani non vengono trattati abbastanza in Tana.


Non proprio. Direi invece del perché gli autori e gli editori italiani non partecipano abbastanza alle discussioni in Tana, particolarmente riguardo ai propri giochi.
Ultima modifica di Angiolillo il 11 ott 2012, 11:28, modificato 2 volte in totale.
"Il Premio Speciale alla Memoria... a un autore che da anni ci regala nulla di nuovo: Andrea Angiolino... Dandogli un premio alla memoria, lo costringiamo a cambiare l'ironica firma che usa sulla Tana dei Goblin." (Il Puzzillo/Mr.Black Pawn)
Offline Angiolillo
Goblin
Goblin

Avatar utente
Top Author 1 Star
Game Inventor
 
Collezione: Angiolillo
Messaggi: 5391
Iscritto il: 11 giugno 2004
Goblons: 2,440.00
Località: Roma

Re: Il "peso" della Tana dei Goblin?

Messaggioda Crow » 11 ott 2012, 11:26

linx ha scritto:
Stef ha scritto:Un autore/editore italiano non ha la voglia di andare a parlare della propria creatura su quello che - a occhio - è il sito più frequentato in Italia?

Non sarebbe interessante vedere... che so... un Bellini che presenta Jungle Brunch o un Lavezzi che parla di Oddville?

Credo che il discorso stia deragliando (fra l'altro su rotaie già strabattute) rispetto alla domanda iniziale.
Stef voleva parlare del perchè i giochi italiani non vengono trattati abbastanza in Tana.
La risposta per voi sarebbe che la scarsa moderazione allontana gli editori e gli autori? Perchè, secondo voi, dovrebbero essere autori ed editori ad APRIRE discussioni sui loro giochi?
Cioè voi AUSPICATE il fatto che gli stessi usino il forum per farsi pubblicità?
Io, sinceramente, mi aspetto il contrario. Mi aspeto persone che chiedano info su quel o quell'altro gioco a chi li ha provati e AL MASSIMO che editori ed autori (e negozianti, se proprio vogliamo includerli) IN MANCANZA DI PERSONE MENO INTERESSATE rispondano a tali richieste.


A parte che l'educazione dovrebbe esserci anche in assenza dei soggetti coinvolti. Dare del ladro a qualcuno poi è diffamazione e il reply è sempre lì, incensurato.

Ma oltre a questo mi sembra che Stef stia dicendo proprio il contrario: perché sulla Tana ci sono sempre meno editori/autori disposti ad interfacciarsi con gli utenti. O meglio: l'identità della tdg quale deve essere? Solo un forum di appassionati? Allora al bando chiunque sia un professionista. Sarò il primo a farmi indietro.
Offline Crow
Maestro
Maestro

 
Collezione: Crow
Messaggi: 958
Iscritto il: 08 novembre 2010
Goblons: 260.00
Località: Lucca

Re: Il "peso" della Tana dei Goblin?

Messaggioda Izraphael » 11 ott 2012, 11:27

linx ha scritto:Io, sinceramente, mi aspetto il contrario. Mi aspeto persone che chiedano info su quel o quell'altro gioco a chi li ha provati e AL MASSIMO che editori ed autori (e negozianti, se proprio vogliamo includerli) IN MANCANZA DI PERSONE MENO INTERESSATE rispondano a tali richieste.


Cioè... autore ed editore sono il tappabuchi che sopperisce alla mancanza di appassionati che parlano di quell'argomento?
Boia, grazie.

Il negoziante è solo una rottura di scatole? Dillo a chi paga i banner sulla tana e si sbatte per fare sconti e promozioni, vai!

Mi ero ripromesso di intervenire, ma, questa è roba da far cascare le braccia.
Spero che sia una posizione personale e non opinione diffusa nella redazione della tana.
Marco Valtriani
Lead Designer
Red Glove Edizioni & Distribuzioni
Offline Izraphael
Onnisciente
Onnisciente

Avatar utente
Top Reviewer
Game Inventor
 
Collezione: Izraphael
Messaggi: 3981
Iscritto il: 05 marzo 2007
Goblons: 1,040.00
Località: Pisa

Messaggioda paolo » 11 ott 2012, 11:29

Dico un paio di pensieri volanti.

Uno, occorre distinguere autori e editori, e questo lo si fa piuttosto raramente (forse perché specie in Italia è particolarmente facile associare alcuni autori ad alcuni editori). Credo che la promozioni dei giochi, in qualsiasi forma, spetti agli editori e non agli autori, per questo personalmente non vado su nessun forum a pubblicizzare l'uscita dei miei giochi. Alcune case editrici ritengono opportuno farlo (es. Sprunx e Max per Asterion), altre no. Non sarò io a riempire questo vuoto. Mi piace dare supporto ai giocatori, rispondere a domande sulle regole e anche addentrarmi eventualmente in discussioni sulle scelte di 'game design' (come è avvenuto recentemente per il tie breaker di Libertalia), ma non di più. Scelta personale, naturalmente.

Due, su tanti siti italiani e forse in maggior misura sulla tana dei goblin noto un atteggiamento 'schizofrenico' nei confronti dei prodotti italiani (che si tratti di autori, editori, o anche negozianti italiani).

Da una parte c'è una tendenza alla lode sperticata, alla recensione ai limiti della marchetta, al mezzo voto abbondante in più perché "lo sforzo va sostenuto" o perché - non detto - l'autore o editore non se la prenda a male, visto che (altro punto) è un mondo piccolo ed è facile che ci conosciamo personalmente. Ah, questo è anche uno dei motivi per cui preferisco non votare nessun gioco, né italiano, né straniero. E mi pare che tanti autori abbiano sottoscritto tacitamente lo stesso accordo.

Dall'altra, forse come risposta a questa tendenza invadente, si avverte anche un atteggiamento ipercritico nei confronti degli stessi prodotti, come se non potessero in nessun modo competere con giochi di autori o editori stranieri, con toni che forse non ci si sognerebbe di usare nei confronti di prodotti 'stranieri' (ma questa forse è solo una sensazione mia).

Ultima cosa, per rispondere a Stef, sul peso della Tana dei Goblin. Indubbiamente negli ultimi mesi si sono aggiunti diversi luoghi virtuali che trattano di giochi con serietà e una certa profondità. Per tutti questi motivi credo che dal punto di vista della 'promozione' dei giochi il peso della tana dei goblin sia necessariamente ridimensionato.
Offline paolo
Veterano
Veterano

Avatar utente
Game Inventor
 
Collezione: paolo
Messaggi: 695
Iscritto il: 28 ottobre 2004
Goblons: 410.00
Località: Parma

Re: Il "peso" della Tana dei Goblin?

Messaggioda Peppe74 » 11 ott 2012, 11:44

Izraphael ha scritto:Spero che sia una posizione personale e non opinione diffusa nella redazione della tana.


Scontato che è un'opinione personale di linx, perché insinuare che possa essere "opinione diffusa nella redazione della tana"?

Mi sono riproposto anche io di non intervenire in questo thread, e non lo farò se non per dire che la penso in maniera assai diversa da linx.
Ovviamente penso che linx abbia tutto il diritto di esprimere la sua opinione e, a meno che non lo chiarisca senza equivoci, parla SEMPRE a titolo personale, altrimenti, caro Iz, devo dedurre che tutti i tuoi interventi su questo forum sono a nome dello staf moderazione.

Cordialmente
Offline Peppe74
Goblin
Goblin

Avatar utente
TdG Editor
Top Author
Top Reviewer
TdG Auctioneer Level 1
 
Collezione: Peppe74
Messaggi: 5455
Iscritto il: 16 febbraio 2006
Goblons: 1,270.00
Località: Vimercate (ma sono di Napoli)
Utente Bgg: Peppe74
Agricola fan Puerto Rico Fan Through the ages Fan Sono un Goblin Membro della giuria Goblin Magnifico Alta Tensione Fan Io gioco col rosso
Brass fan Food Chain Magnate fan Napoli fan Splotten Spellen fan Ilsa Magazine fan

Messaggioda Stef » 11 ott 2012, 11:45

Nota di servizio: così sembra che abbia lanciato il sasso (con la catapulta) e nascosto la mano. In realtà non ho avuto tempo di rispondere, lo farò oggi. Sorry!
--
Stef - Stefano Castelli
I consigli di Boardcast
Quello che vendo o scambio a Roma
Offline Stef
Grande Goblin
Grande Goblin

Avatar utente
Top Author
Game Inventor
 
Collezione: Stef
Messaggi: 7691
Iscritto il: 19 agosto 2004
Goblons: 430.00
Località: Roma
Utente Bgg: castef
Twitter: il_paradroide

Re: Il "peso" della Tana dei Goblin?

Messaggioda Izraphael » 11 ott 2012, 11:56

Peppe74 ha scritto:altrimenti, caro Iz, devo dedurre che tutti i tuoi interventi su questo forum sono a nome dello staf moderazione.
Cordialmente


A parte che la moderazione segnala i post di moderazione con la dicitura in rosso [MOD], intendevo solo dire che spero che la posizione di Linx non sia quella maggioritaria in redazione. Per motivi direi OVVI.
Marco Valtriani
Lead Designer
Red Glove Edizioni & Distribuzioni
Offline Izraphael
Onnisciente
Onnisciente

Avatar utente
Top Reviewer
Game Inventor
 
Collezione: Izraphael
Messaggi: 3981
Iscritto il: 05 marzo 2007
Goblons: 1,040.00
Località: Pisa

Messaggioda linx » 11 ott 2012, 11:59

Mamma mia come ve la prendete a male!
Io sono uno che se entra in un negozio NON VUOLE la commessa vicino!
Io sono un grafico abituato a trattare direttamente coi miei clienti, a mostrare bozze e via. Spesso mi sbatto un casino per proporre cose originali e ben calibrate per poi magari trovarmi davanti un cliente a cui non gliene frega niente perchè lui la vuole ESATTAMENTE così, come la me**a del suo collega/concorrente. Pure se anche solo il fatto che uno si chiami Ugo e l'altro Massimiliano cambia TUTTO a livello di equilibri. E dopo che ci hai perso del tempo fai fatica ad accingerti a perderne dell'altro insinuando il dubbio che sta facendo una ca***ta.

E il discorso è lo stesso per il commesso: se al cliente quel vestito piace perchè andare a dirgli che non è adatto a quello che cercava, alla sua persona o altro? Come posso quindi fidarmi di un commesso? Io voglio qualcuno che possa darmi pareri positivi o negativi. Avete letto di qualche autore o editore che SCONSIGLIA il suo gioco? "No, guarda, non è adatto al target che rappresenti, è meglio se prendi quest'altro della concorrenza".
:lol:

Quindi, certo, io non voglio risposte da autori o editori. Risposte che non siano quando esce il gioco o come funziona quella regola.
O, perlomeno, io VOGLIO informazioni, e in mancanza di meglio autori ed editori sono delle fonti, ma PREFERIREI fossero altri utenti a darmele. Perlomeno qua. Senò vado sul sito della casa editrice e mi leggo i comunicati.

Quindi AUSPICO che si parli di giochi italiani, ma che a farlo siano degli utenti, capaci di rivelare anche i lati negativi dei giochi.
Ormai tutti i giochi o quasi che escono sul mercato sono validi. Ma ne escono millemila all'anno e io ne comprerò 3 o 4!!! Mi spiace ma DEVE uscirne il meglio PER LA PERSONA CHE CHIEDE INFO.

Poi sono il primo a dire che il forum è pieno di utenti dissennati che insultano demotivatamente gli autori di giochi e i negozianti, che meritano di essere fatti santi per lo sbattimento che si sobbarcano in relazione al guadagno (in second'ordine, anche alle case editrici che forse un filo di più ci guadagnano, senza esagerare però) e ciò non è bello nè giusto.
Il confronto è stimolante a 2 condizioni:
che ci sia la volontà potenziale dell'interlocutore a cambiare opinione;
che nessuno si senta depositario di verità assolute. Dubitare è uno strumento per arrivare alla "verità".
Offline linx
Goblin
Goblin

Avatar utente
TdG Moderator
TdG Editor
Top Author
 
Collezione: linx
Messaggi: 5711
Iscritto il: 03 dicembre 2003
Goblons: 920.00
Località: Busto Arsizio (VA)
Yucata: linx
Agricola fan Yucata Player Le Havre Fan Ilsa Magazine fan

Messaggioda Cippacometa » 11 ott 2012, 12:03

paolo ha scritto:[...]su tanti siti italiani e forse in maggior misura sulla tana dei goblin noto un atteggiamento 'schizofrenico' nei confronti dei prodotti italiani [...]
Vero, ma non solo nel panorama ludico.

paolo ha scritto:[...]Indubbiamente negli ultimi mesi si sono aggiunti diversi luoghi virtuali che trattano di giochi con serietà e una certa profondità. [...]
Per me è una questione di numero critico (di utenti): i "seri" sono pochi, e se a questi si aggiungono centinaia di troll & saccenti perditempo, il contributo dei "seri" (se restano) scompare sommerso dal rumore di fondo delle suddette centinaia.
Quindi capisco benissimo chi vuol far promozione (di giochi, negozi o quant'altro) e va dove può ritagliarsi uno spazio in cui il rumore di fondo è basso... finché dura. ;)

Però prendersela con la Moderazione per le questioni in topic mi sembra un po' eccessivo ed irragionevole (anche perché, nell'esempio citato, un intervento di moderazione ha immediatamente seguito il famoso post "ladrone", o sbaglio?):
http://www.goblins.net/modules.php?name ... highlight=

Voglio dire, non è che i Moderatori sono lì per intervenire e dare giù di mazza ferrata ad ogni inezia, sennò non si campa più! Seguire 11,000 e passa goblins non è cosa semplice: ne banniamo 10,000? Non si può fare. Allora che cosa dobbiamo fare? Ci mettiamo una scopa in culo così ramazziamo la Tana? :lol:


[MOD ON]
Pregasi rientrare in topic
[MOD OFF]
Offline Cippacometa
Hàkarl Devourer
Hàkarl Devourer

Avatar utente
Tdg Super Moderator
TdG Editor
Top Reviewer 1 Star
TdG Translator
 
Collezione: Cippacometa
Messaggi: 4017
Iscritto il: 17 luglio 2003
Goblons: 1,490.00
Località: Marseille (France)

Messaggioda linx » 11 ott 2012, 12:06

Ovviamente io parlo per la mia modestissima persona, non certo per l'organismo Tana!
Questa cosa dei bannerini di redazione sembra ci si stia ritorcendo contro.
Io sono persona prima che moderatore o redattore.

Se esistesse una linea redazionale su questo argomento credete sia una bella cosa? Vorrebbe dire che io DEVO pensarla in un determinato modo e sostenerla solo perchè sono un moderatore o un redattore?
Probabilmente me ne toglierei solo per poter parlare liberamente. E' questo che ho sempre voluto fare da quando sono in Tana!

Il fatto di aver smesso di cercarmi un editore mi libera anche meglio dai vincoli invisibili che potevano trattenermi dal farlo.
Il confronto è stimolante a 2 condizioni:
che ci sia la volontà potenziale dell'interlocutore a cambiare opinione;
che nessuno si senta depositario di verità assolute. Dubitare è uno strumento per arrivare alla "verità".
Offline linx
Goblin
Goblin

Avatar utente
TdG Moderator
TdG Editor
Top Author
 
Collezione: linx
Messaggi: 5711
Iscritto il: 03 dicembre 2003
Goblons: 920.00
Località: Busto Arsizio (VA)
Yucata: linx
Agricola fan Yucata Player Le Havre Fan Ilsa Magazine fan

PrecedenteProssimo

Torna a Questioni filosofiche

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti