Italiano questo sconosciuto

Discussioni su tutto ciò che circonda il mondo dei giochi e che non trova spazio nelle altre sezioni del forum, come classifiche e collezioni ma anche discussioni e considerazioni su definizioni, terminologie, classificazioni, concetti e questioni di filosofia del gioco.

Moderatori: Cippacometa, Rage, pacobillo, Sephion

Vi piacerebbe riportare l'italiano ai fasti di un tempo?

Sondaggio concluso il 21 ott 2005, 20:12

Si, mi inorgoglirebbe e magari potrei comprare un Twilight Imperium in italiano!
10
45%
Si, ma sarebbe troppo difficile per la sua poca diffusione meglio imparare l'inglese
5
23%
No, ormai non è più adatto ad un ruolo internazionale
2
9%
No, anzi sarebbe peggio, diventeremmo ancora più oziosi e provinciali cullandoci sul nostro ritrovato italiano
5
23%
 
Voti totali : 22

Messaggioda linx » 15 ott 2005, 10:44

Juda ha scritto: Voglio dire che la sostituzione di "ch" con "k" non pregiudica la comprensione come invece gli errori in americano e inglese che hai citato ( in cui si parla di parole intere che investono aree semantiche diverse).


Concordo con Juda in questi specificissimi casi.
Soprattutto perchè le lettere K e X non esistono (+ o meno) nell'alfabeto italiano e quindi difficilmente creeranno equivoci con altre parole.
Quando uno li usa si rende perfettamente conto che la parola andrebbe scritta in altro modo visto che l'uso di queste lettere non esiste nella lingua italiana, ma solo in termini importati.

Forse ti danno fastidio perchè indici di una smania generale di abbreviazione. L'importante è che vengano usate solo in comunicazioni, come gli SMS, equivalenti al linguaggio volgare parlato. Non penso che nessuno li userà mai per scrivere qualcosa di "pubblico".
Il confronto è stimolante a 2 condizioni:
che ci sia la volontà potenziale dell'interlocutore a cambiare opinione;
che nessuno si senta depositario di verità assolute. Dubitare è uno strumento per arrivare alla "verità".
Offline linx
Goblin
Goblin

Avatar utente
TdG Moderator
TdG Editor
Top Author
 
Messaggi: 5814
Iscritto il: 03 dicembre 2003
Goblons: 920.00
Località: Busto Arsizio (VA)
Yucata: linx
Agricola fan Yucata Player Le Havre Fan Ilsa Magazine fan

Messaggioda genluvi » 15 ott 2005, 11:36

Non me ne intendo molto, ma provo a dire la mia.
Credo che sia naturale per una lingua modificarsi e subire gli influssi dei cambiamenti culturali e sociali che si verificano da sempre. Credo che molte abbreviazioni che si usano siano frutto dell'informatizzazione e della diffusione della lingua inglese, e credo siano a volte utili. Tutto va veloce nella nostra società, ci perdiamo un sacco di cose per andare veloci e la lingua fa lo stesso.
A me non piacerebbe tornare all'italiano di un tempo (non sarebbe logico, tutto cambia...se no come farebbero i nostalgici? :-) ), quanto piuttosto ripristinare l'uso attento delle parole e di tante espressioni che per la fretta scompaiono e che però, spesso, nascondono delle sfumature importanti. Anche dei neologismi possono essere usati in proposito. Perchè no?
La via [...] mi piaceva, ma mi era ancora spiacevole passare per le sue strettoie.
- S. Agostino, Le Confessioni -
Offline genluvi
Esperto
Esperto

Avatar utente
 
Messaggi: 436
Iscritto il: 14 gennaio 2005
Goblons: 0.00
Località: Venezia

Messaggioda freeman74 » 15 ott 2005, 11:46

si alla lingua che si modifica, d'altronde è anche giusto, tutto cambia, non vedo perchè anche una lingua non dovrebbe adattarsi ai tempi.
no all'inglese ovunque e comunque; va bene prendere qualche parola e italianizzarla (per la cronaca settare e postare non sono parole nuove).
odio le abbreviazioni da quindicenne tipo xchè, le odiatissime k al posto della c molto da zecca, e altri storpiamenti della lingua.
impossibile tornare indietro (e credo che nessuno lo vorrebbe), impossibile non adeguarsi, ma almeno quello che abbiamo di buono cerchiamo di conservarlo (anzichè rovinarlo, nel tipico comportamento degli italiani).
Offline freeman74
Goblin
Goblin

Avatar utente
TdG Moderator
Top Uploader 1 Star
 
Messaggi: 5101
Iscritto il: 21 giugno 2004
Goblons: 1,120.00
Località: Roma - Casal Palocco

Messaggioda linx » 15 ott 2005, 12:25

Che ne dite del T9 dei telefonini?
Io tendo a fare messaggi sms con parole lunghissime.
Le riconosce meglio.
Mi dispiace solo per le forme più "cerimoniali" delle parole, quelle che finiscono con ...vi ...moci ...tevi e cose del genere che mi tocca digitarle una letttera alla volta perchè non comprese.
Il confronto è stimolante a 2 condizioni:
che ci sia la volontà potenziale dell'interlocutore a cambiare opinione;
che nessuno si senta depositario di verità assolute. Dubitare è uno strumento per arrivare alla "verità".
Offline linx
Goblin
Goblin

Avatar utente
TdG Moderator
TdG Editor
Top Author
 
Messaggi: 5814
Iscritto il: 03 dicembre 2003
Goblons: 920.00
Località: Busto Arsizio (VA)
Yucata: linx
Agricola fan Yucata Player Le Havre Fan Ilsa Magazine fan

Messaggioda Necros » 16 ott 2005, 18:28

quoto, senza contre che i cellulari non hanno il vocabolario in inglese(quindi figuriamoci altre lingue) per il T9!
"Ora, se la morte è il non aver più alcuna sensazione, ma è come un sonno che si ha quando nel dormire non si vede più nulla neppure in sogno, allora la morte sarebbe un guadagno meraviglioso."
Offline Necros
Grande Goblin
Grande Goblin

Avatar utente
 
Messaggi: 10000
Iscritto il: 28 novembre 2004
Goblons: 0.00

Messaggioda Blerpa » 16 ott 2005, 18:40

Necros ha scritto:quoto, senza contre che i cellulari non hanno il vocabolario in inglese(quindi figuriamoci altre lingue) per il T9!


Il mio cellulare, Nokia 3650 (quindi ormai vecchiotto), ha il T9 in italiano, inglese e tedesco.

Il mio vecchio 3210 comprato in Finlandia aveva il T9 in italiano, finlandese, inglese, francese, tedesco.

Non ti sto nemmeno ad elencare tutte le possibilità e i programmi che si possono scaricare per i cellulari a sistema operativo Symbian S60 (come il mio 3650)... fra cui PDF reader, DiVX viewer, word, programmino ultrasuoni anti-zanzare e tre miliardi d'altre cose (pure il Mame e l'emulatore Gameboy).

Dire che ho sempre quasi zero credito, se no potrei collegarmi con Opera direttamente dal cellulare e chattare con ogni tipo di messenger dal cellulare (MSN, Yahoo, Aol, IRC, ICQ...).
Offline Blerpa
Iniziato
Iniziato

Avatar utente
 
Messaggi: 379
Iscritto il: 26 settembre 2005
Goblons: 0.00
Località: Siracusa

Messaggioda Cippacometa » 17 ott 2005, 10:48

Blerpa ha scritto:[...] i programmi che si possono scaricare per i cellulari a sistema operativo Symbian S60 (come il mio 3650)... fra cui [...] programmino ultrasuoni anti-zanzare


Che è sto programmino??
Dove si trova?
Come si fa a sapere che sistema operativo c'è sul proprio cellulare (il mio è un Nokia 3120)?
Dubitare di tutto o credere a tutto, sono due soluzioni ugualmente comode che ci dispensano entrambe dal riflettere. (H. Poincaré)
Offline Cippacometa
Hàkarl Devourer
Hàkarl Devourer

Avatar utente
Tdg Super Moderator
TdG Editor
Top Reviewer 1 Star
TdG Translator
 
Messaggi: 4017
Iscritto il: 17 luglio 2003
Goblons: 1,490.00
Località: Marseille (France)

Re: Italiano questo sconosciuto

Messaggioda Bellalex » 17 ott 2005, 14:32

Ma l'avete mai visto il Signore degli Anelli o Guerre Stellari in V.O.?
Penso che i film doppiati perdano dal 20 al 30% del pathos.
Inoltre, ormai mi sto abituando a vedere tutto in V.O., pure i film Uzbeki (ovviamente coi sottotitoli!), e quindi ormai la desincronizzazione parlato-movimento buccale dai film doppiati mi salta talmente all'occhio che mi da fisicamente fastidio!

Certe cose mi piacciono di più in inglese ed altre in italiano... per esempio trovo insopportabile il dare del voi di Sam nel doppiaggio, così come la voce inglese di Gandalf in certi momenti farfugliante o ebete.
A me da esteticamente fastidio la presenza dei sottotitoli, purtroppo capire un film in lingua originale non è facile (ma i miei preferiti li imparo a memoria e poi me li guardo in lingua originale senza sottotitoli...)
Offline Bellalex
Novizio
Novizio

Avatar utente
 
Messaggi: 101
Iscritto il: 07 ottobre 2005
Goblons: 0.00
Località: Piacenza

Messaggioda Necros » 17 ott 2005, 20:13

Blerpa ha scritto:
Necros ha scritto:quoto, senza contre che i cellulari non hanno il vocabolario in inglese(quindi figuriamoci altre lingue) per il T9!


Il mio cellulare, Nokia 3650 (quindi ormai vecchiotto), ha il T9 in italiano, inglese e tedesco.

Il mio vecchio 3210 comprato in Finlandia aveva il T9 in italiano, finlandese, inglese, francese, tedesco.


però, non mi sarei mai immaginato che un cellulare contenesse tante lingue, vabbè che io ho un simens C45 di 6 anni fa ....... che non mastioca perniente l'inglese!
"Ora, se la morte è il non aver più alcuna sensazione, ma è come un sonno che si ha quando nel dormire non si vede più nulla neppure in sogno, allora la morte sarebbe un guadagno meraviglioso."
Offline Necros
Grande Goblin
Grande Goblin

Avatar utente
 
Messaggi: 10000
Iscritto il: 28 novembre 2004
Goblons: 0.00

Messaggioda Bellalex » 17 ott 2005, 21:23

Oggi ho letto, su una rivista di scacchi in francese, lamentele perchè un DVD di Kasparov è tradotto in parecchie lingue (tra cui l`italiano,) ma non in francese!
Ognuno si lamenta a casa sua...
Offline Bellalex
Novizio
Novizio

Avatar utente
 
Messaggi: 101
Iscritto il: 07 ottobre 2005
Goblons: 0.00
Località: Piacenza

Messaggioda randallmcmurphy » 17 ott 2005, 21:59

Mah..di film sottotitolati ne ho visti diversi, e ora con i dvd per chi sa un pò di inglese può essere utile, ma lasciando stare l'ipotetica utilità..quanti attori veramente dimostrano una maggiore espressività vocale dei loro doppiatori italiani? A me solo Al Pacino in Scarface ha dato davvero qualcosa in più dell'indimenticato Ferruccio Amendola..ma del resto...é italiano pure lui! Mi piacerebbe avere altri esempi per confutare o confermare la mia concezione negativa di questi cavolo di "anglofoni".
Mi ha dato più fastidio ad esempio il cambio di traccia sonora (e quindi di doppiatori) nel DvD di Superman!Ormai ero affezionato a Pino Colizzi.
Sul fatto che ognuno si lamenta a casa sua preferisco soprassedere...è ridicolmente ovvio!! Semmai cerchiamo di dare motivo alle nostre, di lamentele...
Per quanto riguarda i telefonini...BOH! Io i compositori automatici (se è di quello che si parlava) non li ho mai usati..ma mi inquietano un pò...mi indicano loro le parole da usare....e se io ne voglio usare altre? Tanto ormai con la velocità digitale che abbiamo raggiunto riusciremmo ad inviare la divina commedia in pochi minuti..se avessimo tutti quei caratteri a disposizione..un sogno!!! Ma su questa materia ammetto la mia ignoranza.
Offline randallmcmurphy
Goblin Showman
Goblin Showman

Avatar utente
Tdg Supporter
TdG Editor
Top Reviewer 1 Star
TdG Auctioneer Level 1
 
Messaggi: 2851
Iscritto il: 24 giugno 2005
Goblons: 1,620.00
Località: Rimini
Utente Bgg: mcmurphy
10 anni con i Goblins Membro della giuria Goblin Magnifico

Messaggioda Bellalex » 17 ott 2005, 22:10

Hugo Weaving (l`agente Smith in Matrix ed Elrond nel LotR) ha una recitazione da pelle d`oca.
Anche il doppiaggio non è male, ma l`originale in questo caso è veramente impagabile.
(Ascoltatevi in particolare il preambolo alla scena Neo contro i cloni di Smith in Matrix Reloaded...)
Offline Bellalex
Novizio
Novizio

Avatar utente
 
Messaggi: 101
Iscritto il: 07 ottobre 2005
Goblons: 0.00
Località: Piacenza

Messaggioda Blerpa » 18 ott 2005, 3:07

randallmcmurphy ha scritto:Mah..di film sottotitolati ne ho visti diversi, e ora con i dvd per chi sa un pò di inglese può essere utile, ma lasciando stare l'ipotetica utilità..quanti attori veramente dimostrano una maggiore espressività vocale dei loro doppiatori italiani? A me solo Al Pacino in Scarface ha dato davvero qualcosa in più dell'indimenticato Ferruccio Amendola..ma del resto...é italiano pure lui! Mi piacerebbe avere altri esempi per confutare o confermare la mia concezione negativa di questi cavolo di "anglofoni".
Mi ha dato più fastidio ad esempio il cambio di traccia sonora (e quindi di doppiatori) nel DvD di Superman!Ormai ero affezionato a Pino Colizzi.
Sul fatto che ognuno si lamenta a casa sua preferisco soprassedere...è ridicolmente ovvio!! Semmai cerchiamo di dare motivo alle nostre, di lamentele...


Bene.
Hai completamente cannato il punto.

Non si discute se il doppiatore sia più espressivo dell'attore originale.

Si discute che chi ama il vero cinema preferisce la voce originale dell'attore originale in *ogni caso*.
Se la voce originale fa schifo e manca di espressività (esempio: Arnold Schwarzenegger, Silvester Stallone o Jennifer Tilly) o meno è uno dei punti imprescindibili per poter godere e criticare pienamente un film.

Non me ne frega un piffero se Ferruccio Amendola (pace all'anima sua) aveva una voce della madonna, ma lui NON era Al Pacino e tutti gli altri trenta attori che doppiava.

Personalmente, rivolto a randall, dai l'idea di criticare gli anglofoni solo perchè non ti ritrovi e non conosci l'inglese così bene, se posso permettermi.
Un pò come la storia del T9... Non lo usi, non lo conosci bene... e quindi ti inquieta.
E quindi ti vengono i dubbi, quando basterebbe sapere che il T9, giusto per continuare con l'esempio, ti permette di scegliere fra varie parole, e, in caso che non ti piacciano, di inserirne una diversa manualmente e di farla imparare al cellulare (nel caso di cellulari con memoria e capacità decenti).

L'ignoto fa paura e quindi lo si combatte.
Marò! Pare la caccia alle streghe... :lol:

Una postilla che forse avrei dovuto fare prima...
Io usavo l'inglese come esempio, poi vale anche per francese, tedesco, cinese, filippino e così via.
Non è che ora non usiamo l'italiano ma le cose debbono essere fatte necessariamente in inglese, giusto per capirci.

Per chi dice che poi il doppiaggio non influisce molto.
Guardatevi "Y Tu Mama Tambien" in italiano.
Poi in originale spagnolo.

Il film rimane comunque un filmetto IMHO, sopravvalutato un pò da molti, ma mentre con il doppiaggio italiano i due ragazzini protagonisti del film sembrano due odiosi cretini alla Beavis & Butthead nella versione originale il film prende tutt'altra atmosfera con le loro vere voci, ben lontane dalla cretineria mostrata dai doppiatori italiani.

Riflettete gente, riflettete.

Ps.: Cippacometa, per risponderti semplicemente, i cellulari S60 e S70, hanno sistema operativo Symbian e di solito sono quelli con schermi da almeno 5000 colori in su, fotocamera e memory card per immagazzinare dati (la mia sim è vuota da una vita).
In genere gli S60 e S70 sono quasi tutti Nokia, a parte alcuni Sony-Ericsson che hanno un os Symbian proprietario che non è compatibile, anche se simile.

Per farla semplice i cellulari Nokia sotto le 200 carte (arrivano anche a 700) non sono Symbian, di solito.
Di solito sono chiamati smartphones.
Il classico 6600 è uno di questi.

Il tuo 3120 purtroppo non lo è.
Ma è un ottimo telefono lo stesso. :grin:
Offline Blerpa
Iniziato
Iniziato

Avatar utente
 
Messaggi: 379
Iscritto il: 26 settembre 2005
Goblons: 0.00
Località: Siracusa

Messaggioda Bellalex » 18 ott 2005, 3:48

Blerpa ha scritto:Non si discute se il doppiatore sia più espressivo dell'attore originale.
Si discute che chi ama il vero cinema preferisce la voce originale dell'attore originale in *ogni caso*.

Eh, mica spetta a te decidere di che si discute: me chi 'tte credi d'esse... Zarathustra? (o un moderatore...)
Né spetta a te decidere quale sia il vero o falso cinema.
Né che cosa preferisca oppure no un sedicente amante del vero cinema...
Non sei il Verbo.
Se la voce originale fa schifo e manca di espressività (esempio: Arnold Schwarzenegger, Silvester Stallone o Jennifer Tilly) o meno è uno dei punti imprescindibili per poter godere e criticare pienamente un film.
Non me ne frega un piffero se Ferruccio Amendola (pace all'anima sua) aveva una voce della madonna, ma lui NON era Al Pacino e tutti gli altri trenta attori che doppiava.

Concezione eleatica dell' opera d'arte, io credo invece che un' opera d'arte possa essere in progress, che non sia una ed immutabile, ma interpretabile.
Chiunque potrebbe risponderti "non me ne frega un piffero (di Al Pacino...)" etc., e così all'infinito, per una discussione noiosa ed inutile; ad essere un po' più costruttivi ce ne frega qualche piffero dell' opinione altrui e non stiamo parlando di teoremi matematici dimostrati una volta per tutte, ma di gusti e sensibilità, dunque evitiamo please di parlare come profeti depositari della verità.
Offline Bellalex
Novizio
Novizio

Avatar utente
 
Messaggi: 101
Iscritto il: 07 ottobre 2005
Goblons: 0.00
Località: Piacenza

Messaggioda randallmcmurphy » 18 ott 2005, 4:05

Beh invece io discutevo proprio di quello..dell'espressività degli italiani...in fondo questo argomento lo avevo iniziato proprio per rivalutare ciò che poteva essere legato al linguaggio italiano scritto, e poi visto che altri hanno incluso i commenti sui film, ho fatto un breve commento sull'espressività...se vogliamo parlare dell'originalità di un'opera nel suo linguaggio originale allora intavoliamo una discussione da un'altra parte...

Sul fatto di criticare gli anglofoni..è ovvio..come dicevo nei primi commenti in questo forum le mie sono provocazioni per destabilizzare questa assoluta sicurezza nel dipingere l'inglese come linguaggio supremo dimenticando la bellezza dell'italiano, e non considerando nemmeno che magari potrebbe essere un motivo di vanto se molte più persone ne apprezzassero i valori...

Che in questa discussione sarei stato apertamente campanilista credo di averlo fatto capire a chiare lettere no?
Senza caccia alle streghe non si fanno adepti.. :grin:

Comunque tralasciando questi "scherzi inquisitori" mi piacerebbe focalizzarmi su ciò che di buono avremmo noi..e non su quello che ci perdiamo negli altri..quello ripeto è un altro discorso che avevo affrontato così al volo..seguendo qualche divagazione tipica dei forum, in cui spesso le persone seguono linee di pensiero diverse da chi ha iniziato l'argomento.

Ribadisco che sui T9 sono totalmente ignorante e quindi accetto di buon grado i consigli...così come per l'inglese e il francese di cui sono un conoscitore marginale..e per i quali nutro dei dubbi che metto al vaglio di chi ha conoscenze superiori alle mie.Non per questo però, credo che tali dubbi non meritino nemmeno di essere vagliati, per confermarli o confutarli, sempre considerando che il punto di partenza era un altro, e cioè se vi piacerebbe salvaguardare e recuperare un corretto e magari internazionalmente valido italiano, e da questo punto di vista sono contento, perchè finora il 68% dei votanti ha detto si...sono comunque poche persone ma è già qualcosa.
« Ardo dal desiderio di spiegare, e la mia massima soddisfazione è prendere qualcosa di ragionevolmente intricato e renderlo chiaro passo dopo passo. È il modo più facile per chiarire le cose a me stesso. »

(Isaac Asimov)
Offline randallmcmurphy
Goblin Showman
Goblin Showman

Avatar utente
Tdg Supporter
TdG Editor
Top Reviewer 1 Star
TdG Auctioneer Level 1
 
Messaggi: 2851
Iscritto il: 24 giugno 2005
Goblons: 1,620.00
Località: Rimini
Utente Bgg: mcmurphy
10 anni con i Goblins Membro della giuria Goblin Magnifico

PrecedenteProssimo


  • Pubblicita`

Torna a Chiacchiere e questioni filosofiche inerenti il mondo dei giochi



Chi c’è in linea

Visitano il forum: Gaspatcho e 1 ospite