L'anima dei giochi

Discussioni e considerazioni su definizioni, terminologie, classificazioni, concetti e questioni di filosofia del gioco.

Moderatori: Sephion, Galdor

Messaggioda kadaj » 20 set 2012, 17:33

randallmcmurphy ha scritto:
kadaj ha scritto:Riprendendo romendil io invece pongo il punto sul fatto che a me, oltre ad amare il collezionismo di giochi, mi annoio a provare molte volte i differenti giochi.

La mia ragazza per esempio, molto più esigente a livello ludico, mi propone spesso giochi ai quali abbiamo già giocato, dei quali conosce le regole e nei quali si riesce ad applicare in maniera "competitiva". Da parte mia, invece, alla terza o quarta partita ho la sensazione di già visto, di meccaniche già provate, di carte già lette. E sento il bisogno di studiare nuove regole, provare nuove meccaniche o vedere una grafica differente...

Da qui uno dei motivi dell'acquisto continuo... ;)


Molto simile a quello che ho scritto io...quando facciamo una partita..a un gioco NUOVO? :grin:


Sì sì, è praticamente quello che hai detto tu eccettuato il lavoro di sintesi, in particolare sui soldi vinti invece che guadagnati... ;)
Offline kadaj
Super Goblin
Super Goblin

Avatar utente
 
Collezione: kadaj
Messaggi: 23855
Iscritto il: 21 agosto 2009
Goblons: 14.00
Località: Aosta
Io faccio il Venerdi GdT! Sono di bocca buona

Messaggioda linx » 20 set 2012, 17:50

Il mio pensiero è molto in linea con quello di Brandebard. Ormai siamo degustatori, non gente che ha fame.
Però vi confesso che spessissimo avrei voglia di una bella scorpacciata ad un solo titolo. Vorrei prendere un gioco e capirlo veramente a fondo, scoprendo il perchè l'autore ha messo certe cose che a prima vista paiono decisamente inutili ma che, son convinto, non stanno lì perchè ha sbagliato: non ne hanno il sentore!
Qualche volta sono riuscito a far ciò quando il gioco finiva online, ma sono pochi quelli che necessitano una scorpacciata che ci finiscono.
E purtroppo, non essendo i giochi da tavolo qualcosa che si gioca da soli, la voglia di scorpacciata rimane sempre insoddisfatta. Perchè c'è sempre qualcuno a cui quel gioco non piace così tanto. Qualcuno che concede la partita, poi un'altra, poi un'altra e poi ti manda perchè vuole giocare ad altro e la scorpacciata è finita e mai più si ripresenterà l'occasione.
Questo è uno dei motivi per cui compro giochi nuovi, credo: la speranza di trovarne uno che piaccia così tanto a tutti da riuscire a farmene una scorpacciata.
Si sà che le illusioni nella vita sono quelle che mandano avanti.

Quindi mi tocca accontentarmi delle soddisfazioni ben descritte qui
randallmcmurphy ha scritto:...è raro trovare qualcosa di veramente sorprendente e innovativo, Il mio gusto quindi è capire meglio e prima degli altri come vincere ad un gioco, essere incuriosito da un nuovo meccanismo (che utilizza quasi sempre cose già viste, e magari non nella maniera migliore, ma per me in qualche modo..è nuovo!), assaporare la meraviglia della scoperta nel vedere "cosa succede"....
Il confronto è stimolante a 2 condizioni:
che ci sia la volontà potenziale dell'interlocutore a cambiare opinione;
che nessuno si senta depositario di verità assolute. Dubitare è uno strumento per arrivare alla "verità".
Offline linx
Goblin
Goblin

Avatar utente
TdG Moderator
TdG Editor
Top Author
 
Collezione: linx
Messaggi: 5707
Iscritto il: 03 dicembre 2003
Goblons: 920.00
Località: Busto Arsizio (VA)
Yucata: linx
Agricola fan Yucata Player Le Havre Fan Ilsa Magazine fan

Messaggioda Ventogrigio » 21 set 2012, 17:22

Sicuramente anche io mi lascio affascinare ogni volta da nuovi giochi, dalla voglia di scoprire nuove meccaniche o di veder applicate nuove combinazioni a meccaniche già esistenti. Mi gusto la sensazione di aprire la scatola e di esplorare i materiali, lasciarmi incuriosire da questo o quel tassello ancora ignaro del suo utilizzo prima ancora di leggere il regolamento.
Possiedo circa una settantina di giochi e pochissimi sono stati quelli che non mi sono piaciuti (2/3 titoli al massimo).

Solo ultimamente la mia voglia di acquisti ha subito una botta d'arresto per via dell'insofferenza che ho sviluppato verso la mancanza di traduzione delle espansioni. Ho la tendenza a prendere solo giochi tradotti in italiano o che sono almeno indipendenti dalla lingua e quando mi capita di vedere espansioni che non vengono tradotte mi rode talmente tanto da smorzarmi ogni forma d'entusiasmo verso nuovi giochi.
Offline Ventogrigio
Maestro
Maestro

Avatar utente
 
Collezione: Ventogrigio
Messaggi: 1124
Iscritto il: 11 novembre 2005
Goblons: 0.00
Località: Bellizzi (SA)

Messaggioda Inuyasha » 21 set 2012, 21:03

In effetti i giochi Avalon Hill sembravano davvero possedere un'anima, nel senso oltre al piacere ludico in sè che trovo anche per i giochi astratti con ottime meccaniche, c'era anche il piacere di vedere la storia dietro che si evolveva.
In Civilization (ad esempio) ti immaginavi dietro ad una civiltà e non vedevi uno scontro tra giocatori bensì lo sbocciare della civilizzazione nel mediterraneo cosa che giochi più recenti non ti riescono a dare allo stesso modo.
Ma anche recentemente Village pur essendo più tedesco mi è riuscito a far immaginare le vicissitudini di una famiglia... insomma l'ambientazione aiuta molto a dare l'anima ad un gioco (ma deve sempre avere delle buone meccaniche se no per me vale poco).
Sono un mezzo demone cacciatore di giochi
Offline Inuyasha
Gran Maestro
Gran Maestro

Avatar utente
 
Collezione: Inuyasha
Messaggi: 1200
Iscritto il: 24 maggio 2004
Goblons: 0.00
Località: Palermo

Messaggioda alfredo » 21 set 2012, 21:22

Quando ero piccolo per me Heroquest era una chimera.
Una chimera perché era unico nel suo genere, ed accumulare i soldi per comprarlo, ai tempi, era per me molto difficile.

A distanza di tempo mi rendo conto che quello che dava valore al quadro non era tanto il quadro in sé ma piuttosto la sua cornice.

Di giochi con l'anima io ne trovo tanti tra i giochi che ho, anzi mi vien da dire che tutti i miei giochi hanno l'anima, perché se non l'avessero non sarebbero qui a casa mia.

Anche con i loro limiti (il gioco perfetto non esiste) ci sono dei giochi che sia io che il mio gruppo adoriamo. Ne proviamo spesso di nuovi e, ogni 10 nuovi giochi, ne troviamo sempre un paio che, per un motivo o per un altro ci piacciono molto.

Adoro lo stile personalissimo dei giochi Cranio Creations, la poesia di Dixit, il coinvolgimento ne "Il Signore degli anelli LCG", il meccanismo perfetto di Dominion, la spettacolarità di Heroscape, gli eserciti schierati di Battlelore, i sorrisi dei bambini quando giocano a Zicke Zacke...
Pagina facebook dell'associazione:https://www.facebook.com/Spazio-Ludico-662318633891117
Offline alfredo
Gran Maestro
Gran Maestro

Avatar utente
 
Collezione: alfredo
Messaggi: 1296
Iscritto il: 23 agosto 2007
Goblons: 290.00
Località: Monsampolo del tronto (AP)
Utente Bgg: fidimar
Facebook:https://www.facebook"> https://www.facebook

Precedente

Torna a Questioni filosofiche

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti