L' onere del "portare i giochi"

Discussioni e considerazioni su definizioni, terminologie, classificazioni, concetti e questioni di filosofia del gioco.

Moderatori: Sephion, Galdor

L' onere del "portare i giochi"

Messaggioda Aka » 15 gen 2006, 15:41

Situazione di vita vissuta:
23 dicembre. Dopo essermi regalato per Natale "I Coloni di Catan", vengo apostrofato da mio fratello per il fatto che alla fine ero l'unico del mio gruppo di amici a comprare giochi.

"Gli altri non li comprano mai; perchè devi essere sempre tu quello che ci mette i soldi?".
In effetti può capitare che in un gruppo di amici vi sia un solo "appassionato...": se non li comprassi io non lo farebbe nessuno, e li acquisto inanzitutto per il piacere di giocarci in prima persona;

il Gioco da Tavolo non è paragonabile ad un videogame che può essere usato da un solo utente: anzi, spesso in più si è , più ci si diverte....

Tuttavia può capitare che anche il gioco più semplice possa non essere apprezzato: è successo ieri con un "lupus in tabula" ritenuto "troppo complicato...",mentre veniva a gran voce reclamato il solito "Taboo"; ovviamente nel caso un titolo non vada giù al gruppo è il proprietario a dover subire l'unico smacco economico e a non poter più giocarci...

Senza tenere conto che il "porta giochi" è anche obbligato a dover rispiegare mille volte le regole e cercare di organizzare una partita interessante e coinvolgente per tutti (pena la "bocciatura" del nuovo titolo).

Che ne pensate? Qualcuno di voi si trova in situazioni analoghe (del tipo "predicatore nel deserto"...)?


[/b]
Offline Aka
Novizio
Novizio

Avatar utente
 
Collezione: Aka
Messaggi: 155
Iscritto il: 05 dicembre 2005
Goblons: 30.00
Località: Napoli

Messaggioda The_Spy » 15 gen 2006, 16:00

Beh, se ritengono Lupus in tabula complicato ti faccio i miei auguri quando dovrai spiegare Puerto Rico, Power Grid o Caylus..... :)

Orizzonte degli Eventi - associazione ludica di promozione sociale - http://www.orizzonteventi.org

Offline The_Spy
Iniziato
Iniziato

Avatar utente
 
Collezione: The_Spy
Messaggi: 279
Iscritto il: 31 maggio 2005
Goblons: 330.00
Località: Piacenza

Re: [b] L' onere del "portare i giochi"

Messaggioda biso » 15 gen 2006, 16:20

Aka ha scritto:... vengo apostrofato da mio fratello per il fatto che alla fine ero l'unico del mio gruppo di amici a comprare giochi.

"Gli altri non li comprano mai; perchè devi essere sempre tu quello che ci mette i soldi?".


Questo, a me, lo dice mia moglie :lol:
Io comunque non lo considero un onere perché, come hai detto anche tu, è un piacere acquistare e possedere dei giochi

biso
Solo due cose sono infinite, l'universo e la stupidità umana, e non sono sicuro della prima
Albert Einstein
Offline biso
Veterano
Veterano

Avatar utente
TdG Organization
TdG Editor
TdG Translator
 
Collezione: biso
Messaggi: 681
Iscritto il: 17 giugno 2004
Goblons: 4,670.00
Località: Casier (TV)
Utente Bgg: biso
Twitter: enricobisetto
Membro della giuria Goblin Magnifico

Messaggioda Starmaster » 15 gen 2006, 16:41

Nel gruppo in cui gioco, tutti acquistiamo.
Addirittura spesso acquistiamo giochi differenti (tranne che per alcuni titoli che si possono giocare anche in 2) per poter giocare più titoli possibili.
Mi ritengo molto fortunato a volte ci ritroviamo la sera con 6-7 titoli nuovi da provare!
Logicamente non riusciamo mai a provarli tutti ma sapere che sono li in aspettativa ci fa star bene. :-)

Aka ha scritto:In effetti può capitare che in un gruppo di amici vi sia un solo "appassionato...": se non li comprassi io non lo farebbe nessuno, e li acquisto inanzitutto per il piacere di giocarci in prima persona;


Infatti e questo il bello di essere l' unico che acquista i giochi.
Li hai solo tu!
Noi a volte discutiamo per chi deve comprare un titolo e chi invece un' altro. Sembra una stupidaggine ma a volte a più di uno piacerebbe possedere lo stesso titolo ed allora ci si deve mettere d' accordo.

Aka ha scritto:Tuttavia può capitare che anche il gioco più semplice possa non essere apprezzato: è successo ieri con un "lupus in tabula" ritenuto "troppo complicato...",mentre veniva a gran voce reclamato il solito "Taboo"; ovviamente nel caso un titolo non vada giù al gruppo è il proprietario a dover subire l'unico smacco economico e a non poter più giocarci...


Ragazzo sei messo male!
Io considero alcuni giochi dei veri e prorpi apri pista.
Cominciarono con me con Formula dè e poi Bang!, ma io sono un caso a parte perchè riesco a farmi prendere da quasi tutte le novità che mi si propongono.
Sono riuscito a coinvolgere altri amici con I Coloni di Catan e Ticket to Ride. Da li abbiamo alimentato l' interesse con Puerto Rico, Niagara, Power Grid e Tigris ed Euphrates.
Questo è il mio consiglio poi, chi meglio di te conosce i tuoi amici?



Aka ha scritto:Senza tenere conto che il "porta giochi" è anche obbligato a dover rispiegare mille volte le regole e cercare di organizzare una partita interessante e coinvolgente per tutti (pena la "bocciatura" del nuovo titolo).


Su questo si è discusso su un' altro 3d.
Comunque è proprio vero, oltre a spiegare il gioco devi pure temere che non possa piacere. (peggio ancora se a te quel gioco fa impazzire!) :cry:
Offline Starmaster
Onnisciente
Onnisciente

Avatar utente
TdG Auctioneer Level 1
 
Collezione: Starmaster
Messaggi: 4387
Iscritto il: 13 giugno 2005
Goblons: 180.00
Località: Canegrate (Milano)

Messaggioda urza » 15 gen 2006, 17:27

Nella mia personale esperienza, posso tranquillamente dire che tutto è cominciato al compleanno di un mio amico (ciao gigio :fing26: ) quando gli è stato regalato Catan (alzi la mano chi non ha cominciato con Catan...su :mrgreen: ). Da li' poi l'ho acquistato io e, esattamente a novembre 2005 l'ho presentato sotto il piu' assoluto scetticismo al mio "gruppo" (già ero stato linciato in passato per aver fatto comprare quella cagata di Cranium (grazie sempre a gigio.....Gigio ti ho già salutato?))....dopodichè è stata la fine. Si è passati dalla serata "fissa" del venerdì a giocare, alla doppia serata "fissa" (+ infrasetimanale). Sono partiti ordini ogni 15 gg di centinaia di euro e adesso ci troviamo in un tunnel senza uscita. Nel mio gruppo pero' c'è una libertà di scelta assoluta: Io ho comprato il primo Catan, poi loro ci giocavamo piu' di me e allora ho IMPOSTO che si comprassero la loro copia anche perchè io sono MOLTO GELOSO dei miei giochi). Adesso in genere tutti andiamo sulla tana e scegliamo indipendentemente i titoli da acquistare, poi li giochiamo e se piacciono tanto vengono quasi sempre acquistati dai "singoli" (alla fine ero io il gelosone... :roll: ), tant'è che ci troviamo con 4-5 copie di catan e puerto rico. Che voglio dire con questo, che se nel tuo gruppo giocano con piacere, ma la faccenda resta qualcosa di "sporadico", allora mi dispiace ma dovrai metterti l'anima in pace perchè nessuno comprerà mai nulla, in quanto ne puo' fare a meno. Lo so che posso sembrare esagerato, ma ormai noi non possiamo fare a mano di giocare (ci divertiamo troppo), Se poi mi dici che un Lupus in Tabula (che premetto manco a me piace), presenta tutte queste difficoltà di coinvolgimento, credo che il tuo gruppo sarà legato sempre a giochi un po' piu' commerciali tipo appunto Taboo, pictionary, trivial ecc ecc. Il mio consiglio magari è quello di spostarti su giochi a 2 dove è di sicuro piu' facile trovare una persona (tuo fratello?) col quale condividere una passione che forse do troppo per scontata.
Mia moglie e' una persona veramente immatura. L'altro giorno, per esempio, mentre mi facevo il bagno e' entrata e, senza motivo, mi ha affondato tutte le ochette!
Offline urza
Babbano
Babbano

Avatar utente
 
Collezione: urza
Messaggi: 75
Iscritto il: 02 novembre 2005
Goblons: 0.00
Località: Milano

Re: [b] L' onere del "portare i giochi"

Messaggioda NotQuietDead » 15 gen 2006, 20:25

Aka ha scritto:...Qualcuno di voi si trova in situazioni analoghe (del tipo "predicatore nel deserto"...)? [/b]


Aoh! Però bisogna anche crearsela la compagnia giusta per certi giochi... Poi quando si è in tanti alcuni giochi vengono inevitabilmente scartati e finisce che rimangono i soliti Pictionary o Taboo... Che cmq sono divertenti e quando si è in tanti ci si spacca...

Appunto per Lupus: anche a me non piace molto, noi preferiamo di gran lunga "werewolf", versione free di Lupus in Tabula (anzi, secondo me esiste in internet da molto tempo prima...), molto più snello e, secondo noi, più divertente
Offline NotQuietDead
Maestro
Maestro

Avatar utente
TdG Auctioneer Level 1
 
Collezione: NotQuietDead
Messaggi: 1074
Iscritto il: 06 settembre 2005
Goblons: 60.00
Località: Palombara Sabina (Roma)

Messaggioda gigio » 15 gen 2006, 22:08

urza ha scritto:Nella mia personale esperienza, posso tranquillamente dire che tutto è cominciato al compleanno di un mio amico (ciao gigio :fing26: ) quando gli è stato regalato Catan (alzi la mano chi non ha cominciato con Catan...su :mrgreen: ).


Grazie per la menzione d'onore! cmq grazie alla mia dolce meta' che me l'ha regalato...

urza ha scritto:Da li' poi l'ho acquistato io e, esattamente a novembre 2005 l'ho presentato sotto il piu' assoluto scetticismo al mio "gruppo" (già ero stato linciato in passato per aver fatto comprare quella cagata di Cranium (grazie sempre a gigio.....Gigio ti ho già salutato?))


vabbe' scusami, cmq cranium mi era stato consigliato e tra l'altro molto tempo prima di iniziare con catan

urza ha scritto:....Se poi mi dici che un Lupus in Tabula (che premetto manco a me piace), presenta tutte queste difficoltà di coinvolgimento, credo che il tuo gruppo sarà legato sempre a giochi un po' piu' commerciali tipo appunto Taboo, pictionary, trivial ecc ecc. Il mio consiglio magari è quello di spostarti su giochi a 2 dove è di sicuro piu' facile trovare una persona (tuo fratello?) col quale condividere una passione che forse do troppo per scontata.


a me lupus piace pero' bisogna essere almeno 10, pictionary lo stesso ci gioco sempre volentieri.
PS:ieri ho iniziato altre 2 persone a CATAN (fidanzato e fidanzata)...ed e' piaciuto mooltissimo. Tant'e che uno di loro ha detto : WOOOAH NON VEDO L'ORA DI VEDERE PUERTO RICO....
Ultima modifica di gigio il 15 gen 2006, 22:40, modificato 1 volta in totale.
Offline gigio
Novizio
Novizio

Avatar utente
 
Collezione: gigio
Messaggi: 206
Iscritto il: 18 aprile 2005
Goblons: 0.00
Località: Napoli

Messaggioda Aka » 15 gen 2006, 22:22

Il problema è che il mio gruppo è troppo numeroso: anch'io mi sono tolto belle soddisfazioni con Catan (è piaciuto a tutti quelli che l'hanno giocato) , ma non capita mai che siamo solo in 4....
Quando spiego un gioco nuovo su 10 persone ne trovo 4 interessate, gli altri si scocciano o fanno in modo che la serata "giocatoria" vada in malora.

D'altronde non oserei mai comprare giochi più complessi perchè conoscendo i miei polli rimarrebbero chiusi nel cassetto....

I giochi a 2 sono la soluzione, è vero ma dopo Memoir '44 , Carcassonne (che secondo me funziona benissimo in 2) e Magic vorrei darmi a qualcosa di più "tosto" (Guerra dell'Anello?? Axis & Allies??).

C'è anche da dire che paradossalmente quelli che più mi chiedono di portare i giochi sono poi i meno interessati a giocare.

[/quote]
Offline Aka
Novizio
Novizio

Avatar utente
 
Collezione: Aka
Messaggi: 155
Iscritto il: 05 dicembre 2005
Goblons: 30.00
Località: Napoli

Messaggioda OrcoBoja » 15 gen 2006, 22:46

In realtà siamo tutti un po' gelosi dei nostri giochi, e il massimo è quando i tuoi amici sono soliti giocare con litri e litri di bevande varie e bicchieri pieni cosparsi sul tavolo da gioco, pronti a rovesciarsi alla minima distrazione!
Oppure quando il "mazziere" di turno mischia il mazzo di carte (che si rovinano solo a guardarle!) con la delicatezza di un macellaio!
AHAHAH :lol: :lol: :lol:
Ogni volta che devo subire angherie simili, sono colto da istinti omicidi che a fatica riesco a frenare! 8)
Offline OrcoBoja
Iniziato
Iniziato

Avatar utente
 
Collezione: OrcoBoja
Messaggi: 363
Iscritto il: 16 dicembre 2004
Goblons: 0.00
Località: Pinerolo (TO)

Messaggioda Necros » 15 gen 2006, 23:10

io preferisco far portare i giochi agli amici, nel caso si perda una sola pedina o un carrarmatino del risiko di un mio gioco..non o cosa farei!
"Ora, se la morte è il non aver più alcuna sensazione, ma è come un sonno che si ha quando nel dormire non si vede più nulla neppure in sogno, allora la morte sarebbe un guadagno meraviglioso."
Offline Necros
Grande Goblin
Grande Goblin

Avatar utente
 
Collezione: Necros
Messaggi: 10000
Iscritto il: 28 novembre 2004
Goblons: 0.00

Messaggioda urza » 16 gen 2006, 2:41

gigio ha scritto:
urza ha scritto:Nella mia personale esperienza, posso tranquillamente dire che tutto è cominciato al compleanno di un mio amico (ciao gigio :fing26: ) quando gli è stato regalato Catan (alzi la mano chi non ha cominciato con Catan...su :mrgreen: ).


Grazie per la menzione d'onore! cmq grazie alla mia dolce meta' che me l'ha regalato...



NATURALMENTE!!!...se non era per lei mo stavamo ancora a fare l'imitazione di Pippo Baudo a Cranium!(mika ce la siamo legata al dito... :mrgreen: )

aka ha scritto:Il problema è che il mio gruppo è troppo numeroso: anch'io mi sono tolto belle soddisfazioni con Catan (è piaciuto a tutti quelli che l'hanno giocato) , ma non capita mai che siamo solo in 4....
Quando spiego un gioco nuovo su 10 persone ne trovo 4 interessate, gli altri si scocciano o fanno in modo che la serata "giocatoria" vada in malora.


Ti capisco perfettamente perchè anche nel mio gruppo esiste di fatto questo problema, ma non c'è soluzione: i party game si possono fare qualche volta ma poi se vuoi giocare "sul serio" il gruppo deve essere di 4-6 persone al massimo e tutti SERIAMENTE INTENZIONATI a giocare. Quando non ci sono queste condizioni a noi la serata finisce che alcuni giocano con la ps2, altri vedono il wrestling, le ragazze spettegolano sul divano e chi sta per proporre un puerto rico ci pensa su due volte...

aka ha scritto:D'altronde non oserei mai comprare giochi più complessi perchè conoscendo i miei polli rimarrebbero chiusi nel cassetto....


Questo è un vincolo inaccettabile, vedrai che nel tuo gruppo potrai facilmente individuare le persone "serie" e proporre a loro (e solo a loro) questo genere di giochi

aka ha scritto:C'è anche da dire che paradossalmente quelli che più mi chiedono di portare i giochi sono poi i meno interessati a giocare.


Ovvio! Una serata di boardagame è sempre un polo di aggregazione ed un buon motivo per vedersi, poi se non si gioca non è un problema (per quelli a cui non interessano i giochi da tavolo).
Mia moglie e' una persona veramente immatura. L'altro giorno, per esempio, mentre mi facevo il bagno e' entrata e, senza motivo, mi ha affondato tutte le ochette!
Offline urza
Babbano
Babbano

Avatar utente
 
Collezione: urza
Messaggi: 75
Iscritto il: 02 novembre 2005
Goblons: 0.00
Località: Milano

Messaggioda Galdor » 16 gen 2006, 13:35

urza ha scritto:Il problema è che il mio gruppo è troppo numeroso: anch'io mi sono tolto belle soddisfazioni con Catan (è piaciuto a tutti quelli che l'hanno giocato) , ma non capita mai che siamo solo in 4....
Quando spiego un gioco nuovo su 10 persone ne trovo 4 interessate, gli altri si scocciano o fanno in modo che la serata "giocatoria" vada in malora.

D'altronde non oserei mai comprare giochi più complessi perchè conoscendo i miei polli rimarrebbero chiusi nel cassetto....

Ehm, temo che il tuo gruppo in realtà non sia un gruppo ludico: non c'è niente di male, non tutti i gruppi possono condividere la passione per i giochi in scatola; pensa che addirittura un mio gruppo di giocatori di ruolo ha una naturale antipatia verso i giochi in scatola (nonostante i due mondi solitamente vadano d'accordo) ;)

Un gruppo:
A) numeroso
B) dove il gioco in scatola è sempre un optional
C) dove un gioco come Lupus in Tabula è considerato complesso 8-O
D) dove temi di comprare un gioco più complicato di Lupus
beh, non credo che possa essere considerato il gruppo ludico per eccellenza. :777:

Ma non c'è da scoraggiarsi; secondo me dovresti provare 2 strade:
1) Formare un piccolo gruppo di 4-6 persone di aficionados
(magari prelevando anche dal gruppo numeroso gli elementi più interessati)! :grin:
2) Tentare nuovamente la sorte con un altro party_game: magari qualcosa di ancora più semplice come Si, Oscuro Signore... :idea:

Infine, per la questione dei soldi spesi solo da te: pensa che i giochi sono tuoi e li puoi usare con chiunque, mentre loro -se vogliono giocare- devono per forza rivolgersi a te! :twisted:

urza ha scritto:tutto è cominciato al compleanno di un mio amico (ciao gigio :fing26: ) quando gli è stato regalato Catan (alzi la mano chi non ha cominciato con Catan...su :mrgreen: ).

Io alzo la mano: non ricordo neppure il boardgame col quale ho iniziato, sono incerto tra Zargo's Lords e Blood Bowl edizione! :-?
Offline Galdor
Onnisciente
Onnisciente

Avatar utente
TdG Moderator
TdG Editor
Top Reviewer
Top Uploader 2 Star
 
Collezione: Galdor
Messaggi: 4864
Iscritto il: 15 dicembre 2003
Goblons: 1,600.00
Località: Isengard (Pisa)

Messaggioda linx » 16 gen 2006, 14:30

Innanzitutto bisogna guardare il lato positivo (detto da me che son pessimista è quasi ilare): se sei solo tu a portare i giochi scegli che giochi giocare. Questo è importantissimo per non rimanere una vita a giocare al, seppur in alcuni casi piacevole, solito TABOO. Basta non portarlo...

Secondo: se il tuo gruppo è sempre numeroso e, come sembra abbiamo capito tutti, non composto solamente da persone interessate a giocare, la soluzione migliore è scinderlo.

Se siete in 10 sicuramente si formeranno dei gruppetti di colloquianti.
Individua le persone più interessanti e parla a loro del gioco che hai portato, guidandole magari all'apertura della scatola sul tavolo per meglio illustrarne i componenti.
Da lì è probabile che qualche persona si avvicini e segua la conversazione.
A questo punto basta ignorare quelli che si fanno gli affari loro (che sicuramente non ne avranno a male, perchè sicuramente non interessate al gioco, e spiegare il gioco solo agli altri, iniziando poi a giocare.
Se qualcuno si lamenta gli dici di giocare insieme a tizio la prima partita di prova oppure, se si lamentano in 3 o 4 fai loro notare che hai portato anche Coloni di Catan, se vogliono giocare.

Se hai qualche amico veramente interessato a giocare, dovrebbe andare a buon fine. ;)
Il confronto è stimolante a 2 condizioni:
che ci sia la volontà potenziale dell'interlocutore a cambiare opinione;
che nessuno si senta depositario di verità assolute. Dubitare è uno strumento per arrivare alla "verità".
Offline linx
Goblin
Goblin

Avatar utente
TdG Moderator
TdG Editor
Top Author
 
Collezione: linx
Messaggi: 5708
Iscritto il: 03 dicembre 2003
Goblons: 920.00
Località: Busto Arsizio (VA)
Yucata: linx
Agricola fan Yucata Player Le Havre Fan Ilsa Magazine fan

Messaggioda Aka » 16 gen 2006, 17:48

Grazie per i consigli.

Stimolo ancora le vostre opinioni:
Collegandomi al fatto che di solito non si comprano giochi "in società"; vi è mai capitato di avere un titolo "sul groppone", un gioco che sia stato bocciato in maniera inequivocabile dal vostro gruppo di giocatori e sia quindi rimasto "ingiocato" nonostante i vostri sforzi?

(non intendo un gioco che non sia piaciuto neanche a voi; solo un titolo che non ricevendo consensi sia stato definitivamente accantonato dopo la prima partita....)
Offline Aka
Novizio
Novizio

Avatar utente
 
Collezione: Aka
Messaggi: 155
Iscritto il: 05 dicembre 2005
Goblons: 30.00
Località: Napoli

Messaggioda Falcon » 16 gen 2006, 18:30

Guarda il problema è se hai 4-5 amici con cui ti incontri di continuo per giocare... ed in pratica solo tu compri giochi!!! :evil:
Da un lato c'è il gusto di averli (Tanto tanto gusto! :grin: ), dall'atro vorresti che gli altri amici (a volte con meno "problemi economici" di te) si smuovessero, invece di far comprare solo a te! Sarà un anno che giochiamo a giochi da tavola almeno 2 volte la settimana (ed altrettante a GdR), ed in tutto sono stati comprati solo una manciata di giochi dai miei amici.
Più che una crittica la mia è un dubbio: si divertono un casino a giocare (tipo questo sabato che abbiamo passato 6 ore su Britannia... bellissimo!), hanno i soldi, allora perché non comprano? (sarà che il famoso Demone spendaccione fa visita solo a "pochi" eletti? ;) )

"E in ogni caso non abbandonate il tavolo da gioco, perché il giorno che lo farete la festa sarà finita e sarete diventati, inesorabilmente, vecchi." (Dostoevskij)

Offline Falcon
Goblin
Goblin

Avatar utente
TdG Moderator
TdG Editor
Top Reviewer 1 Star
Top Uploader
 
Collezione: Falcon
Messaggi: 5474
Iscritto il: 09 gennaio 2005
Goblons: 3,284.00
Località: Senigallia (An)
Sono stato alla Gobcon 2015 Ho partecipato alla Play di Modena Sono stato alla Gobcon 2016 Io gioco col verde Ho sostenuto la tana alla Play 2016

Prossimo

Torna a Questioni filosofiche

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti