La Guida ai Giochi da Tavolo

Discussioni, commenti, considerazioni e suggerimenti sui libri e le vostre letture... Ricordate di citare il libro di cui parlate nel titolo dei vostri post e controllate gli annunci e gli adesivi dei moderatori per le altre norme all'interno di questo forum.

Moderatori: Asliaur, stec74

Messaggioda Angiolillo » 13 gen 2008, 16:11

Prefatore di entrambe, vi dico la mia dal mezzo sperando che la cossa venga presa in maniera costruttiva.

L'Almanacco Panini è un evento notevolissimo per il nostro settore, ed è un bel colpaccio averlo fatto. Sui suoi pregi non mi dilungo, qua ha già la sua ampia schiera di estimatori e difensori. Sui suoi difetti, ovvio che è solo un primo tentativo ed è perfettibile: i margini di miglioramento sono parecchio ampi e se ne è già dibattuto in varie sedi, speriamo utilmente per il perfezionamento delle edizioni future.

Però contestare alla "Guida ai giochi da tavolo" di Claudio il nome è piuttosto fuori luogo. E' vero che si rivolge prevalentemente ai collezionisti, ma se devo pensarla in mano a un "babbano" ne vedo ugualmente l'utilità. Se il babbano si ricorda di aver giocato in vita sua, o di aver intravisto dal giocattolaio o tabaccaio sotto casa, qualcosa che si chiama L'allegro chirurgo o Master mind o Flying circus, nella guida ce lo trova. Se si ricorda vagamente un gioco che si chiama Metropolis, la guida lo avverte che è un gioco del 1974 ormai rarissimo. Eccetera.

Da questo punto di vista, l'Almanacco potrebbe imparare qualcosa dalla Guida se volesse davvero rivolgersi ai "babbani" e non solo a chi già ben si orienta nel mondo dei giochi da tavolo. A mio parere le recensioni della Tana sono scritte da iperappassionati per iperappassionati e, copertina furbetta a parte (sono i trucchi del marketing), l'Almanacco che le contiene ha la stessa impostazione. Metterlo in mano a un profano, che si trova la descrizione di Metropolis e Clash of eagles sullo stesso piano di quella di Pictionary e senza alcuna avvertenza sulla relativa reperibilità, non è esattamente guidarlo per mano nel nostro mondo. Se il target dell'Almanacco vuole essere quello dei babbani, personalmente suggerirei di cambiare approccio sia nella selezione delle schede che nei dati forniti.

Sulla copertina dico solo che dal mio personalissimo punto di vista, al di là dei furbetti ammiccamenti del marketing, alla fine traspare appunto un punto di vista non molto babbano sul mondo del gioco. Con la classica esterofilia degli appassionati, di giochi italiani non c'è nemmeno l'ombra: il che in un Almanacco italiano dei giochi da tavolo per lo meno dispiace. Capisco che ci sia "Puetro Rico", che è appunto in cima alle classifiche di tutti i geek: e però commercialmente è un tragico flop, rispetto a "Bang!" (500.000 pezzi venduti) o alla "La guerra dell'Anello" (del resto guardate un po' che fine ha fatto l'Alea), che magari il babbano rischia davvero di trovare nella cartoleria di Terracina o nel tabaccaio di Rovigo e che un loro spazietto forse lo meritavano. Di Diplomacy, il babbano può forse aver visto l'edizione Mondadori o forse quella Editrice Giochi, e invece c'è la foto una vecchia copertina Avalon Hill (nemmeno l'ultima e più attuale): per me che sono un vecchio iperappassonato è meglio, la copertina attuale farei fatica a riconoscerla, ma alla fine non è certo una scelta per babbani. Dopodiché, del Diplomacy chi se ne importa: ma dell'assenza di giochi italiani io, da autore italiano, un po' me ne rammarico per i miei più famosi colleghi.

La polemica sul fatto che i dati presenti nella Guida siano già reperibili altrove mi pare sterile. Anche quasi tutto quello che c'è sull'Enciclopedia Treccani lo trovate altrove, ma non è che la Treccani sia poi un'operetta così disprezzabile. Io dalla Guida di Claudio, benche dati sui giochi ne raccolga da tempo, delle cose le ho imparate: ci sono anni di ricerca dietro, del resto. E comunque le valutazioni di reperibilità, che come ripeto mi paiono preziose, sono frutto di valutazioni personali di Caludio in base appunto alle ampie ricerche fatte.

Sulle drastiche opinioni di Lobo, mi è capitato di discuterne spesso amabilmente anche con lui. Ovviamente non sempre sono d'accordo, ma mi è capitato anche di recente sulla mailing list ETTI di esprimersi sul suo diritto di criticare l'originalità di Wings of War sulla Tana e anche sull'Almanacco, dal suo personalissimo punto di vista. Poi io ho il mio punto di vista diverso, che esprimo con altrettanta schiettezza. Ma si sa come sono fatti 'sti Goblin... Hanno idee tutte loro. ;)

Salutoni a tutti,

Andrea
"Il Premio Speciale alla Memoria... a un autore che da anni ci regala nulla di nuovo: Andrea Angiolino... Dandogli un premio alla memoria, lo costringiamo a cambiare l'ironica firma che usa sulla Tana dei Goblin." (Il Puzzillo/Mr.Black Pawn)
Offline Angiolillo
Goblin
Goblin

Avatar utente
Top Author 1 Star
Game Inventor
 
Collezione: Angiolillo
Messaggi: 5391
Iscritto il: 11 giugno 2004
Goblons: 2,440.00
Località: Roma

Messaggioda lupogiallo » 13 gen 2008, 16:50

Lobo ha scritto: "Non hai accettato la critica, chi pensa di essere nel giusto butta la e ignora chi non è a favore e raccogli i consensi di chi è favorevole. Tu no. Coda di paglia?"

Caro Lobo, le tue non sono critiche ma commenti da persona maleducata e arrogante e come riferito da altri il tuo commento è stato piuttosto infelice. E' chiaro che non hai nemmeno idea di come sia fatta la guida da quello scrivi. Non voglio difendere Claudio, anche perchè a lui non serve e non c'è molto da dire sul tuo comportamente che qualcuno non si decide a censurare. Non è questione di "coda di paglia" ma di stile (cosa che evidentemente a te manca). Datti una calmata Lobo e cerca di ripensare alle tue uscite. Torna sui tuoi passi e cerca di capire la tua brutta e infelice uscita. Se ancora non vuoi capire allora non c'è nulla da fare, questo è essere ottusi e in malafede o come dice Liga, "dietro c'è un progresso di cui non siamo a conoscenza" e questo spiega tutto...
Offline lupogiallo
Babbano
Babbano

Avatar utente
 
Collezione: lupogiallo
Messaggi: 29
Iscritto il: 14 giugno 2007
Goblons: 0.00

Messaggioda Lobo » 13 gen 2008, 17:27

Non lo conosco nemmeno... pensa che pregresso.

Lobo Quando si gioca si combatte per un punto, massacriamo di fatica noi stessi per un punto, ci difendiamo con le unghie e coi denti per un punto, perché sappiamo che quando andremo a sommare tutti quei punti il totale farà la differenza!

Offline Lobo
Crazy Goblin
Crazy Goblin

Avatar utente
TdG Top Supporter
TdG Organization Plus
TdG Administrator
TdG Editor
Top Author 2 Star
Top Reviewer 2 Star
Top Uploader 2 Star
 
Collezione: Lobo
Messaggi: 3679
Iscritto il: 09 giugno 2003
Goblons: 12,502.00
Località: Flaminius - TdG

Messaggioda lupogiallo » 13 gen 2008, 19:10

Ho capito, fai finta di non capire... Comunque, anch'io penso che l'Almanacco dei giochi da tavolo prodotto in collaborazione con la Tana dei Goblin sia orrendo e una pagliacciata, ma mica lo scrivo con questi toni. A maggior ragione, penso che la copertina (come già scritto da più parti) è una "furberia" e che lo stesso Almanacco contiene una quantità di errori incredibile da far impallidire (datti un'occhiata ai post che trovi in giro e non quelli "sponsorizzati" dalla Tana. Inoltre, i giochi presenti non hanno nessun criterio di selezione, se non quello di avere quelle recensioni disponibili, copiarle e incollarle. Ma com'è possibile non inserire nessun gioco della Clementoni e chiamarlo Almanacco illustrato dei giochi da tavolo? Io l'ho preso, ma perchè sulle produzioni editoriali prendo proprio tutto ma sono molto molto pentito di averlo comprato.
Offline lupogiallo
Babbano
Babbano

Avatar utente
 
Collezione: lupogiallo
Messaggi: 29
Iscritto il: 14 giugno 2007
Goblons: 0.00

Messaggioda buoneacque » 13 gen 2008, 20:59

lupogiallo ha scritto:Ma com'è possibile non inserire nessun gioco della Clementoni e chiamarlo Almanacco illustrato dei giochi da tavolo?


Perché fa giocattoli e non giochi da tavolo? :lol:

A parte gli scherzi, dopo aver seguito questo scambio di opinioni mi vedo costretto a comprarli entrambi. Non so perché, questo è il problema :-?
Immagine
Offline buoneacque
Saggio
Saggio

Avatar utente
TdG Moderator
 
Collezione: buoneacque
Messaggi: 1874
Iscritto il: 07 gennaio 2004
Goblons: 100.00
Località: Montebelluna(TV)

Messaggioda lupogiallo » 13 gen 2008, 22:02

Ciao Buoneacque,
in effetti in parte è vero, ma titoli come Colpo grosso a Topolinia, Assalto alla Jac Bank, La febbre dell'oro, Domenica sportiva, Domenica Sprint, etc sono giochi da tavolo che raggiungono prezzi interessanti e per di più abbastanza giocabili. Poi ci sono addirittura wargames della Clementoni (Isonzo, Garibaldi, I Mille, Curtatone Montanara) tutti degli anni '80 e questi davvero molto belli e giocabilissimi. Tutti questi titoli dovrebbero essere riportati nella nuova guida 2008 di Del Pizzo (giovedì ve lo saprò dire, quando la riceverò) con descrizione, contenuto, giocabilità, durata, n. giocatori, valore commerciale, rarità, autori e molte altre altre informazioni.
Ciao
Offline lupogiallo
Babbano
Babbano

Avatar utente
 
Collezione: lupogiallo
Messaggi: 29
Iscritto il: 14 giugno 2007
Goblons: 0.00

Messaggioda buoneacque » 13 gen 2008, 22:18

era solo una battuta ;)

sono abbastanza nuovo del mondo ludico, quindi nel dubbio le comprerò entrambe. nella speranza che le mancanze dell'una siano ricoperte dall'altra :-))
Immagine
Offline buoneacque
Saggio
Saggio

Avatar utente
TdG Moderator
 
Collezione: buoneacque
Messaggi: 1874
Iscritto il: 07 gennaio 2004
Goblons: 100.00
Località: Montebelluna(TV)

Messaggioda Angiolillo » 13 gen 2008, 22:28

Beh, Clementoni continua a fare giochi da tavolo: anche d'autore, anche recenti, anche per l'estero. Basta vedere i 42 titoli su BGG:
http://www.boardgamegeek.com/publisher/311

Del resto, la selezione sull'Almanacco è prerogativa dei curatori: hanno deciso loro, avranno avuto i loro motivi. Io magari per la prossima edizione suggerirei di spiegare i criteri in una prefazione, così da prevenire gli inevitabili commenti tipo "non avete messo il mio gioco preferito". O anche, più sinteticamente, "non avete messo il mio gioco". ;)
"Il Premio Speciale alla Memoria... a un autore che da anni ci regala nulla di nuovo: Andrea Angiolino... Dandogli un premio alla memoria, lo costringiamo a cambiare l'ironica firma che usa sulla Tana dei Goblin." (Il Puzzillo/Mr.Black Pawn)
Offline Angiolillo
Goblin
Goblin

Avatar utente
Top Author 1 Star
Game Inventor
 
Collezione: Angiolillo
Messaggi: 5391
Iscritto il: 11 giugno 2004
Goblons: 2,440.00
Località: Roma

Messaggioda gjmbo » 13 gen 2008, 22:58

lupogiallo ha scritto:Ciao Buoneacque,
in effetti in parte è vero, ma titoli come Colpo grosso a Topolinia, Assalto alla Jac Bank, La febbre dell'oro, Domenica sportiva, Domenica Sprint, etc sono giochi da tavolo che raggiungono prezzi interessanti e per di più abbastanza giocabili. Poi ci sono addirittura wargames della Clementoni (Isonzo, Garibaldi, I Mille, Curtatone Montanara) tutti degli anni '80 e questi davvero molto belli e giocabilissimi. Tutti questi titoli dovrebbero essere riportati nella nuova guida 2008 di Del Pizzo (giovedì ve lo saprò dire, quando la riceverò) con descrizione, contenuto, giocabilità, durata, n. giocatori, valore commerciale, rarità, autori e molte altre altre informazioni.
Ciao


Credo che per questi titoli si debba fare una guida con la storia dei giochi da tavolo... Che senso ha fare la guida 2008 e ficcarci sti titoli degli anni 80, inoltre introvabili... ma dopotutto queste guide hanno sempre poco senso (senza offesa mi raccomando...)

Gjmbo, The genius Goblin http://www.agenzia2d.it

Offline gjmbo
Lord of Avatars
Lord of Avatars

Avatar utente
TdG Moderator
TdG Illustrator
 
Collezione: gjmbo
Messaggi: 1467
Iscritto il: 27 agosto 2003
Goblons: 50.00
Località: Roma - Boccea

Messaggioda Angiolillo » 13 gen 2008, 23:37

gjmbo ha scritto:
lupogiallo ha scritto:in effetti in parte è vero, ma titoli come Colpo grosso a Topolinia, Assalto alla Jac Bank, La febbre dell'oro, Domenica sportiva, Domenica Sprint, etc ...

Credo che per questi titoli si debba fare una guida con la storia dei giochi da tavolo...


A mio parere, se nell'Almanacco c'è spazio per Metropolis e Clash of Eagles e Blue Max e Zargo's Lord, ci sarebbe anche spazio per i giochi sopra citati e per i vecchi wargame della Clementoni. Dipende dalle scelte dei curatori quali mettere e quali escludere, ma in astratto potrebbero starci anche loro. Di nuovo, è questone di target: in un volume per babbani avrebbe avuto più ragion d'essere Colpo grosso a Topolinia, in un volume per appassionati Blue Max.
"Il Premio Speciale alla Memoria... a un autore che da anni ci regala nulla di nuovo: Andrea Angiolino... Dandogli un premio alla memoria, lo costringiamo a cambiare l'ironica firma che usa sulla Tana dei Goblin." (Il Puzzillo/Mr.Black Pawn)
Offline Angiolillo
Goblin
Goblin

Avatar utente
Top Author 1 Star
Game Inventor
 
Collezione: Angiolillo
Messaggi: 5391
Iscritto il: 11 giugno 2004
Goblons: 2,440.00
Località: Roma

Messaggioda the_goblin » 14 gen 2008, 10:41

Resto ancora una volta di stucco nel notare come si sia potuto accendere ed infiammare una discussione del genere solo per banali motivi di invidia, risentimento, incapacità di esprimersi senza offendere gli altri. Francamente dopo tante parole vostre non saprei neanche cosa scrivere io, eppure dato il mio ruolo nella Tana sento di doverlo fare e ci proverò.

Innanzitutto vorrei chiedere a Lupogiallo, a Claudio come a eventuali altri che avessero pensato le stesse cose, di rivedere i loro giudizi generalizzati sulla Tana e sullo staff che la dirige, poiché come in tutti i casi avviene, generalizzare non è mai saggio e causa ulteriori errori. Io, noi amministratori e direttivo TdG non approviamo e non condividiamo il modo di esprimersi eccessivamente diretto usato in questo caso da Lobo, che è eccessivamente portato alla vena polemica e piuttosto impulsivo come da lui stesso ammesso, qualche messaggio fa.

D'altra parte, il fatto che sia uno dei fondatori e faccia parte del nostro direttivo impone che così come è stato concausa dell'accaduto, partecipi allo stesso modo alla sua risoluzione. Questo giusto per tacere eventuali illazioni che credo siano volutamente provocatorie, circa l'obiettività e la volontà di osservare il nostro regolamento e le nostre policy, che non intendo tollerare né sopportare a causa di singoli episodi che non possono costituire rappresentatività su un arco di oltre dieci anni di attività. Laddove si pensasse il contrario, infatti, saremmo in presenza di una tale faziosità e incapacità di valutazione, da non rendere necessaria alcuna prosecuzione del discorso, essendo questo evidentemente vano.

Nella fattispecie dell'accaduto, personalmente ritengo che sia davvero poco utile e poco intelligente da parte nostra metterci a discutere dell'utilità e della bellezza o di quanto siano fatte bene o male le due pubbblicazioni in argomento. Credo che da appasionati del gioco dovremmo essere tutti contenti nel notare che in due occasioni siamo riusciti a portare il mondo del'editoria a parlare del nostro hobby, tradizionalmente ignorato e poco considerato. Come Tana dei Goblin sono abituato a pensare come prima cosa al giocatore medio, non a quello che passa il giorno a spostare cubetti e prendere punti vittoria, ma quello che è interessato ma non ne sa abbastanza e vorrebbe saperne di più. Entambe le guide in questo senso sono strumenti utili, e davvero poco importa discutere se una sia più bella dell'altra o se sono fatte bene o male e soprattutto che a me piaccia o meno.

Personalmente applaudirei anche ad una terza iniziativa editoriale in questo senso, così come fischio e fischierei all'indirizzo di chi ha fatto di questa sitazione l'occasione per risvegliare, causare e/o alimentare una lite ed una forzata contrapposizione che non c'è e non dovrebbe esserci. A mio parere queste sono le cose e gli atteggiamenti che non ci fanno crescere, nel settore giochi come in generale nel panorama italiano. Perdiamo tempo a farci la guerra fra immaginari concorrenti su un ipotetico mercato (che è nullo) perdendo di vista che se andasse bene a tutti lo stesso mercato crescerebbe facendo un favore all'intera comunità dei giocatori.

Ecco perché non prendo le parti di nessuno in questa discussione ma mi limito a commentare sperando che serva a rientrare nei binari di una civile, educata ma anche costruttiva discussione da forum. Se Claudio ha parlato della sua guida solo in occasione dell'uscita della nostra per un senso di rivalsa o di concorrenza e via dicendo, a mio parere ha sbagliato. Così come Lobo ha sbagliato nell'esprimere un giudizio personale in modo esageratamente diretto e non propriamente educato, soprattutto perché non dovuto e non opportuno per la sua posizione. Allo stesso modo, Lupogiallo sbaglia (e l'ho detto in apertura) se generalizza l'accaduto. Anche io starò certo sbagliando qualcosa, chissà, ma di sicuro non sbaglio nel dirvi che questo modo di comportarci non serve a nessuno, ai singoli, alla tana né ai giocatori che ci leggono e nei confronti dei quali facciamo tutti (nessuno escluso) una pessima, pessima figura.
The (real) Goblin King You don't stop playing games because you grew older... you grow older because you stopped playing games!
Offline the_goblin
The Goblin Master
The Goblin Master

Avatar utente
TdG Top Supporter
TdG Organization Plus
TdG Administrator
TdG Programmer
Top Author 2 Star
Top Reviewer 2 Star
Top Uploader 2 Star
 
Collezione: the_goblin
Messaggi: 2809
Iscritto il: 09 giugno 2003
Goblons: 18,260.00
Località: Roma (Italy)

Messaggioda contediluna » 14 gen 2008, 16:33

Scusate se mi permetto...
esisterebbe anche il DIZIONARIO DEI GIOCHI DI SOCIETA', di cui sarei l'autore, volevo sapere se qualcuno di voi ha acquistato l'edizione 2008 da poco disponibile su LULU e cosa ne pensa...

A mio modesto avviso si tratta di tre diversi approcci all'argomento... tutti perfettibili, ma senza ombra di dubbio si integrano fra loro.

Quest'anno, dopo la prima edizione e il buon consenso mostratomi, ho cercato di dare spazio agli autori, ho aggiunto oltre 500 titoli e ho cercato di emendare omissini, sviste ed errori, etc.

Sicuramente in internet ci sono siti come il vostro e il boardgamegeek (da me citati sul Dizionario) che offrono numerose informazioni, ma per un collezionista portarsi dientro un libro tascabile con riferimenti e descrizione dei contenuti può essere molto utile...

A presto e scusate la scrittura un po' affrettata!
H
Offline contediluna
Veterano
Veterano

Avatar utente
 
Collezione: contediluna
Messaggi: 834
Iscritto il: 13 gennaio 2005
Goblons: 90.00
Località: Cosenza

Messaggioda rporrini » 14 gen 2008, 17:17

contediluna ha scritto:Scusate se mi permetto...
esisterebbe anche il DIZIONARIO DEI GIOCHI DI SOCIETA', di cui sarei l'autore, volevo sapere se qualcuno di voi ha acquistato l'edizione 2008 da poco disponibile su LULU e cosa ne pensa...


Fammi capire... la prefazione è dell'Angiolillo? :lol:
Immagine
Calcolo fatto sul prezzo di 1500 lire a pacchetto.
Offline rporrini
Magister Antiquitatis
Magister Antiquitatis

Avatar utente
Tdg Super Moderator
Top Author
Top Uploader 1 Star
 
Collezione: rporrini
Messaggi: 9580
Iscritto il: 20 febbraio 2004
Goblons: 780.00
Località: Roma - First Valley
Utente Bgg: rporrini
Board Game Arena: rporrini
Yucata: rporrini
Facebook: rporrini
Puerto Rico Fan Tocca a te fan Terra Mystica Fan Alta Tensione Fan Alhambra Fan Sono stato alla Gobcon 2016

Messaggioda contediluna » 14 gen 2008, 17:33

no... c'è una presentazione di Albertarelli

H
Offline contediluna
Veterano
Veterano

Avatar utente
 
Collezione: contediluna
Messaggi: 834
Iscritto il: 13 gennaio 2005
Goblons: 90.00
Località: Cosenza

Messaggioda lupogiallo » 14 gen 2008, 21:25

La prefazione dell'Angiolillo è sulla guida ai giochi da tavolo (2007), mentre sull'edizione 2008 della guida è a cura di Marco Donadoni.
Offline lupogiallo
Babbano
Babbano

Avatar utente
 
Collezione: lupogiallo
Messaggi: 29
Iscritto il: 14 giugno 2007
Goblons: 0.00

PrecedenteProssimo

Torna a Libri

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti