La ruota del tempo

Discussioni, commenti, considerazioni e suggerimenti su film, serie TV, libri, fumetti, musica e sport. Indicate sempre l'argomento di cui parlate nel titolo dei vostri post usando un TAG e leggete gli annunci e gli adesivi dei moderatori per conoscere le altre norme che regolano il forum.
TAG: [Film]; [Serie TV]; [Fumetti]; [Musica]; [Sport]

Moderatori: pacobillo, Dera

La ruota del tempo

Messaggioda Caoslord » 14 mar 2007, 22:31

Qualcuno di voi ha letto la saga della Ruota del tempo?(Jordan ne ha scritti 11 ma in italia ne sono usciti per ora solo 7)
se sì che ne pensate? :grin:
(secondo me dopo il signore degli anelli e lo Hobbit sono i migiori libri fantasy in circolazione) :grin: ;)
Demoralizzare il nemico colpendo di sorpresa, spargendo terrore, sabotando e uccidendo. Così si vinceranno le guerre.
Offline Caoslord
Maestro
Maestro

Avatar utente
 
Messaggi: 1113
Iscritto il: 20 maggio 2006
Goblons: 0.00
Località: Piombino

Messaggioda Xarxus » 15 mar 2007, 14:44

Dopo aver letto i commenti entusiasti di Athafil mi ero preso il prologo. Mi avevano avvertito che era stato scritto "dopo" per descrivere l'inizio. L'ho trovato piuttosto lento (mi avevano avvertito anche di questo - non ho letto gli altri).
Concordo con, mi pare, Asliaur che diceva che le idee sono riprese da altro (es.: sorellanza da Dune). La mia opinione è che non sia poi così "speciale". Diciamo carino, ma non di più. E' chiaro che mi baso solo su quel primo volume.
Forse proverò a leggere gli altri, magari cambierò idea.
Sono Goblin Questi Romani
Offline Xarxus
Goblin Affoga-Dønnøle
Goblin Affoga-Dønnøle

Avatar utente
TdG Moderator
 
Messaggi: 3859
Iscritto il: 29 luglio 2003
Goblons: 410.00
Località: Roma - Big Tree

Messaggioda Caoslord » 17 mar 2007, 21:22

Secondo me quelli dal 3 in poi sono i migliori :grin:
però è vero che sono un pò lenti sia come scrittura che come volume circa mille pagine per undici volumi :cry:
daltra parte sono lunghi perchè devono raccontare la storia di un intero mondo quasi giorno per giorno 8-O
Demoralizzare il nemico colpendo di sorpresa, spargendo terrore, sabotando e uccidendo. Così si vinceranno le guerre.
Offline Caoslord
Maestro
Maestro

Avatar utente
 
Messaggi: 1113
Iscritto il: 20 maggio 2006
Goblons: 0.00
Località: Piombino

Messaggioda Normanno » 18 mar 2007, 22:59

Io ho trovato il quarto pesante da leggere, per il resto è la saga fantasy più bella che abbia letto di recente dopo quelle di David Gemmel.

Sito del Normanno: http://www.marcosignore.weebly.com Blog Ludico del Normanno: http://roccanormanna.wordpress.com/

Offline Normanno
Goblin
Goblin

TdG Moderator
Top Author
Top Reviewer 2 Star
TdG Translator
 
Messaggi: 6481
Iscritto il: 07 novembre 2004
Goblons: 3,620.00
Località: Osgiliath
Podcast Maker

Messaggioda BlackLegionMarine » 19 mar 2007, 12:44

Io ho letto solo il Primo e per ora deo dire che ho letto di meglio......Certo per essere un Fantasy ha una bella ambientazione ma secondo me nn ha nulla di speciale.

dalle mie parti c'è chi lo definisce l'erede di Tolkien................Secondo voi dovrei usare il lanciafiamme o una classica mazza per queste persone?

L'erede di tokien? ma quando mai .

fino ad ora nn ho trovato nulla che potesse eguagliare Tolkien.
A = AIUTO
I = IMMEDIATO
U = URGEMI
T = TANTO
O = O POVERO ME
Offline BlackLegionMarine
Novizio
Novizio

Avatar utente
 
Messaggi: 193
Iscritto il: 26 gennaio 2007
Goblons: 0.00
Località: Montoro Sup. (AV)

Messaggioda Xarxus » 19 mar 2007, 14:01

Normanno ha scritto:Io ho trovato il quarto pesante da leggere, per il resto è la saga fantasy più bella che abbia letto di recente dopo quelle di David Gemmel.


Ti consiglio George Martin, se non lo avessi già letto.
Sono Goblin Questi Romani
Offline Xarxus
Goblin Affoga-Dønnøle
Goblin Affoga-Dønnøle

Avatar utente
TdG Moderator
 
Messaggi: 3859
Iscritto il: 29 luglio 2003
Goblons: 410.00
Località: Roma - Big Tree

Messaggioda Caoslord » 19 mar 2007, 23:32

in comune con tolkien ha la pesantezza di scrittura , la trama lenta e che si dilunga in descrizioni :grin:
cmq ti consiglio di leggere il due e soprattutto dal 3 in poi! ;)
Demoralizzare il nemico colpendo di sorpresa, spargendo terrore, sabotando e uccidendo. Così si vinceranno le guerre.
Offline Caoslord
Maestro
Maestro

Avatar utente
 
Messaggi: 1113
Iscritto il: 20 maggio 2006
Goblons: 0.00
Località: Piombino

Messaggioda WildChild » 28 feb 2013, 16:34

Rispolvero questo thread proprio perchè in questo periodo ho ripreso la lettura di questa incredibile saga.
Dopo aver letto i primi 3 volumi, si conferma la mia idea, una saga incredibile, affascinante ben scritta ma non per tutti.

Per la cura nelle descrizioni e per come dettaglia l'ambiente, Robert Jordan è veramente uno tra pochi. Ok proprio per questo aspetto non è per tutti, soprattutto per chi cerca un ritmo incalzante per tutto il libro, ma superato questo ci si trova di fronte ad un'epopea veritiera e complessa.

Ve lo consiglio caldamente almeno dandogli una possibilità nel primo volume. :lol:
Offline WildChild
Iniziato
Iniziato

Avatar utente
 
Messaggi: 314
Iscritto il: 03 gennaio 2008
Goblons: 0.00
Località: Roma - Cerveteri

Messaggioda Cyrano » 28 feb 2013, 22:57

Ma un paragone serio con uno scrittore noto?
«Sua OTtosità»

Tre urrah per il tappo!
Offline Cyrano
Goblin
Goblin

Avatar utente
 
Messaggi: 5749
Iscritto il: 26 agosto 2007
Goblons: 10.00
Località: Cavalese (TN)

Messaggioda Normanno » 1 mar 2013, 0:12

Xarxus ha scritto:
Normanno ha scritto:Io ho trovato il quarto pesante da leggere, per il resto è la saga fantasy più bella che abbia letto di recente dopo quelle di David Gemmel.


Ti consiglio George Martin, se non lo avessi già letto.


Ho letto Martin quando ancora non era famoso. Ho letto i primi due libri di A game of thrones. Non leggerò altro di lui.

Sito del Normanno: http://www.marcosignore.weebly.com Blog Ludico del Normanno: http://roccanormanna.wordpress.com/

Offline Normanno
Goblin
Goblin

TdG Moderator
Top Author
Top Reviewer 2 Star
TdG Translator
 
Messaggi: 6481
Iscritto il: 07 novembre 2004
Goblons: 3,620.00
Località: Osgiliath
Podcast Maker

Messaggioda Cyrano » 1 mar 2013, 9:33

Martin è tristissimo :D
«Sua OTtosità»

Tre urrah per il tappo!
Offline Cyrano
Goblin
Goblin

Avatar utente
 
Messaggi: 5749
Iscritto il: 26 agosto 2007
Goblons: 10.00
Località: Cavalese (TN)

Messaggioda GhiriGoro » 1 mar 2013, 15:19

Cyrano ha scritto:Ma un paragone serio con uno scrittore noto?


Oddio, è difficilmente paragonabile.

Ogni libro è collegato all'altro e è una di quelle storie che quando si inizia andrebbe letta fino in fondo, anche se si vede che col passare del tempo Jordan stesso cresce. L'occhio del mondo, ad esempio, primo dei libri è, a mio avviso, quello nettamente inferiore. Tanto che quando iniziai la saga pensai che alla fine non era neppure un gran ché, ma me ne avevano parlato talmente bene che decisi di dargli fiducia anche con la grande caccia.

Per paragonarlo con altri sarebbe necessario capire cosa paragonare:
- descrizioni e velocità della trama... Jordan viene spesso indicato come prolisso nelle descrizioni, ma questo avviene soprattutto in fase di "cambio ambientazione". Scrive secondo vari POV, diversi capitoli per ogni POV, e poi cambia. Spesso a un cambio corrisponde una descrizione più o meno lunga della situazione in cui si è. L'inizio del libro è sempre molto dettagliata sulla situazione temporale, come se scrivessi "correva il giorno primo del terzo mese del tredicesimo anno dopo ecc.. ecc...", ma del resto l'importanza del tempo, in una saga che si chiama "ruota del tempo" non poteva non esserci. La trama invece scorre. Eccome se scorre. Da questo punto di vista è paragonabile al Tolkien de Le due torri, quando descrive le avventure di Gimli, Legolas e Aragorn, rispetto a quelle di Frodo e Sam. Quindi descrittivo si, ma anche con azioni veloci e incalzanti...
- ambientazione... è un'ambientazione talmente impregnata di magia, una magia a cui le persone hanno accesso non imparando, ma solo se nascono con queste possibilità (e saranno più o meno potenti a seconda della fortuna). E poi c'è il discordo del destino, che ti lega sempre. Insomma, è un mondo dove i personaggi hanno libero arbitrio ma tutto quello che avviene è perché la ruota (del tempo) ha intessuto il suo destino in un certo modo. Ad eccetto per chi era predestinato a cambiare l'intreccio, muovere i fili di tutte le persone a lui vicine, condizionandole, facendole diventare loro stesse fautrici del proprio destino.
E' paragonabile alla Terra di Mezzo? è sicuramente più complessa, tant'è che è più recente di 50 anni. Rispetto al Westeros/Essos? paragonabile direi, ma caratterizzata diversamente vista la presenza di magia, regni e nobiltà legate a case regnanti.
-intreccio... Quello che però colpisce maggiormente, e ce ne rendiamo conto forse solo con 4° libro -dopo aver individuato Seanchan e Aiel-, è la complessità della trama per arrivare a Tarmon Gai'don. Trama che è un piacere leggere, se non si si vuole tutto e subito ovviamente: un quel caso ci sono i fumetti di topolino che finiscono in 20 pagine :P
Trama che però sappiamo che alla fine ci condurrà proprio lì dove lo scrittore pensava di portarci nel 1990. :)

Ora, non che abbia letto tutto il fantasy del mondo (Gemmel ad esempio non l'ho letto, Goodking mi sono fermato al primo libro della spada della verità -un giorno riprenderò), Brooks lo reputo infantile... di Tolkien e Martin ho letto un po' tutto, della Hobb la prima trilogia dell'assassino...
Direi che se si vuole leggere una storia accattivante e complessa, capace di tenerti incollato a dei libri per circa 12.000 pagine, con dei personaggi e un mondo fortemente caratterizzati, con diversi colpi di scena arricchiti da battaglie, sotterfugi di corte, viaggi, città, magie e razze (niente elfi e orchi, ma ogier e trolloc ;) )...
La mole di cose è talmente ampia che è difficile da paragonare. Chiaro che la lunghezza può tener lontani. Ma del resto, è (stato) uno degli scrittori più letti e venduti d'america.

Se non s'è capito, a me piace e lo metto con Martin nel mio olimpo degli scrittori fantasy, sebbene abbia uno stile e racconti una storia decisamente diversi.

PS: stare lontani dal prologo prima di aver letto il 5° libro. Non per niente, ma è solo un riempitivo.... anche perché la trama del prologo (che non dice molto di più in realtà) è più lenta di quella dei romanzi.

PPS: come saprete Jordan è morto prima di finire il 12esimo libro. Direi che Sanderson ha fatto un ottimo lavoro sul 12esimo e il 13esimo, tanto che la storia non ne ha risentito per quanto riguarda intreccio, filo logico e intensità.
E il finale del 14esimo è quello previsto/scritto/registrato da Jordan. :)
Offline GhiriGoro
Veterano
Veterano

Avatar utente
 
Messaggi: 792
Iscritto il: 06 ottobre 2005
Goblons: 70.00
Località: Pisa



  • Pubblicita`

Torna a Tempo Libero



Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti