Longevità: perchè ?

Discussioni e considerazioni su definizioni, terminologie, classificazioni, concetti e questioni di filosofia del gioco.

Moderatori: Sephion, Galdor

Longevità: perchè ?

Messaggioda dmc977 » 19 lug 2009, 11:40

Giocando spesso a poker con gli amici mi è venuta in mente una semplice domanda: perchè giudicare i giochi da tavolo sul parametro longevità ? Chi decide quanto un gioco può durare o la sua data di scadenza ? Credo che ogni buon gioco abbia una longevità virtualmente infinita, del resto il poker o la briscola non mi pare abbiano mai avuto bisogno di espansioni. Mi sbaglio ?

dmc977
Vienici a trovare sul nostro gruppo Facebook "Boardgames della Terra di Mezzo" https://www.facebook.com/groups/bgterradimezzo/
e sulla pagina della nostra associazione ludica "Il Dado in Bilico"
https://www.facebook.com/ildadoinbilico/
Offline dmc977
Onnisciente
Onnisciente

Avatar utente
Top Uploader 2 Star
 
Collezione: dmc977
Messaggi: 4049
Iscritto il: 11 febbraio 2009
Goblons: 780.00
Località: Capua (CE)
Utente Bgg: dmc977
Facebook: Claudio Des

Messaggioda Izraphael » 19 lug 2009, 11:51

[Mod mode ON]
Ho spostato da "Sproloqui" a qui, mi pare la sezione più adatta.
[Mod mode OFF]

...Giusto per spendere due parole: giudicare la longevità serve - quantomeno a qualcuno - ma IMHO il dato dev'essere preso nel verso giusto (vedendo il giudizio di chi ha gusti come i tuoi, o prendendo come base una "media").
La longevità è una discriminante abbastanza determinante per l'acquisto di un gioco, almeno nel mio caso: se molti utenti, o quantomeno quelli che prendo per "buoni" quando leggo i commenti, mi dicono che Frampursi III dopo due partite diventa noioso, prima di comprarlo magari faccio più di una sola partita...
Marco Valtriani
Lead Designer
Red Glove Edizioni & Distribuzioni
Offline Izraphael
Onnisciente
Onnisciente

Avatar utente
Top Reviewer
Game Inventor
 
Collezione: Izraphael
Messaggi: 3981
Iscritto il: 05 marzo 2007
Goblons: 1,040.00
Località: Pisa

...

Messaggioda aledrugo1977 » 19 lug 2009, 14:20

Condivido quanto detto.

La longevità è una caratteristica importante. Un gioco può anche essere bello bello alla prima partita ma magari poi salta fuori che tutte le partite sono uguali perché c'è solo una strategia vincente.

Briscola e Poker, essendo giochi di carte con un botto di combinazioni di gioco sono longevi per forza.
Offline aledrugo1977
Goblin sondaggisticus
Goblin sondaggisticus

Avatar utente
Top Author 2 Star
TdG Auctioneer Level 1
TdG Editor
 
Collezione: aledrugo1977
Messaggi: 9219
Iscritto il: 12 gennaio 2006
Goblons: 3,440.00
Località: Pendolare senza fissa dimora. Ora Sarzana!
Starcraft Fan Sono stato alla Gobcon 2016 Il trono di spade Fan Sono un Sava follower

Messaggioda Kobayashi » 19 lug 2009, 15:09

Quanto può essere longevo il Gioco dell'Oca?
Diciassette? Regina!! SUBITO!!!

Il mio VENDO a MI/MB/PLAY
Offline Kobayashi
Grande Saggio
Grande Saggio

Avatar utente
 
Collezione: Kobayashi
Messaggi: 2651
Iscritto il: 24 aprile 2006
Goblons: 210.00
Località: Arcore
Utente Bgg: kobayashi.issa
10 anni con i Goblins

Messaggioda Gurgugnao » 19 lug 2009, 15:22

Kobayashi ha scritto:Quanto può essere longevo il Gioco dell'Oca?


Già, è soggettivo. Dipende dal target.
Ha ragione Iz, questo ed altri parametri di valutazione vanno presi tenendo conto chi li scrive e che gusti ha, se affini ai nostri o no.
Il gioco dell'oca è oggettivamente molto longevo, per me, se ci si vuole fare del male.

Però non è che ora dicendo così mi attiro le antipatie dell'editore che lo pubblica da 50 anni?
Offline Gurgugnao
Su Goblin Sadru - Filologus
Su Goblin Sadru - Filologus

 
Collezione: Gurgugnao
Messaggi: 1777
Iscritto il: 16 febbraio 2005
Goblons: 270.00
Località: Mantova

Messaggioda dmc977 » 19 lug 2009, 15:37

Forse la verità è che per alcuni giochi ha senso parlare di fattore longevità ,per altri no, credo sia strettamente collegato alla meccanica. Se non bacato da monostrategia vincente,o se soggetto a tante variabili sempre imprevedibili, ogni gioco è virtualmente infinito, a mio parere.
Vienici a trovare sul nostro gruppo Facebook "Boardgames della Terra di Mezzo" https://www.facebook.com/groups/bgterradimezzo/
e sulla pagina della nostra associazione ludica "Il Dado in Bilico"
https://www.facebook.com/ildadoinbilico/
Offline dmc977
Onnisciente
Onnisciente

Avatar utente
Top Uploader 2 Star
 
Collezione: dmc977
Messaggi: 4049
Iscritto il: 11 febbraio 2009
Goblons: 780.00
Località: Capua (CE)
Utente Bgg: dmc977
Facebook: Claudio Des

Messaggioda Angiolillo » 19 lug 2009, 20:24

In ogni caso, di per sé la longevità non è un pregio né un difetto. Credo che se Tanis ci leggesse confermerebbe che si tratta proprio di una di quelle caratteristiche che andrebbero valutate come informazione, ma non giudicate per valutare se un gioco è buono o no. Murder party e giochi di comitato. per esempio, hanno una longevità bassissima (una sola partita), ma questo non ne fa dei giochi pessimi. Non vedo perché un gioco da tavolo che può regalare, dico per dire, 4 o 5 belle partite e poi basta sia brutto. Poi a ciascuno, anche in base al prezzo, vedere se è più o meno conveniente di altri.
"Il Premio Speciale alla Memoria... a un autore che da anni ci regala nulla di nuovo: Andrea Angiolino... Dandogli un premio alla memoria, lo costringiamo a cambiare l'ironica firma che usa sulla Tana dei Goblin." (Il Puzzillo/Mr.Black Pawn)
Offline Angiolillo
Goblin
Goblin

Avatar utente
Top Author 1 Star
Game Inventor
 
Collezione: Angiolillo
Messaggi: 5390
Iscritto il: 11 giugno 2004
Goblons: 2,440.00
Località: Roma

Messaggioda aringarosa » 19 lug 2009, 21:56

per me è un parametro importante e non dovrebbe essere relativo;

alla fine mi dice, indipendentemente dai gusti del recensore o commentatore, quante volte potrò giocare una partita diversa utilizzando i medesimi materiali (e quindi senza comprare espansioni!)...


è vero che non dice se il gioco è più o meno bello, e dunque non discrimina questa caratteristica, riducendo l'importanza del parametro almeno in apparenza....

.. ma.. se ci sono 2 giochi belli, con caratteristiche simili, la decisione, mi sembra di poter dire, propende per il gioco più longevo...

non c'è soluzione diversa, o almeno non ci dovrebbe essere... 8-O


buon gioco, Aringarosa.

... "per me, il miglior gioco da tavolo resta Risiko"... [ipse dixit] 

Offline aringarosa
Illuminato
Illuminato

Avatar utente
 
Collezione: aringarosa
Messaggi: 1728
Iscritto il: 13 settembre 2005
Goblons: 380.00
Località: Noicattaro (BA)

Messaggioda Angiolillo » 19 lug 2009, 23:23

Appunto: è una caratteristica meramente economica da "consigli per il consumatore", il quale può calcolare quanto gli può rendere l'investimento del prezzo d'acquisto in termini di partite giocate. Non ha niente a che fare con la qualità del game design o dell'esperienza di gioco. Ci sono ottimi titoli usa-e-getta (come i murder party, appunto, o giochi a scenari che si consumano come Consulting Detective o Ambush, o i libri-gioco) la cui qualità in termini di ideazione e di divertimento è ottima, indipendentemente dalla scarsa longevità. Dopodiché, tra un gioco che costa 40 euro e rigiochi presumibilmente 20 volte e uno che ne costa 24 e lo rigiochi presumibilmente 4, il secondo è economicamente meno vantaggioso. Ma è un discorso meramente quantitativo, non qualitativo.
"Il Premio Speciale alla Memoria... a un autore che da anni ci regala nulla di nuovo: Andrea Angiolino... Dandogli un premio alla memoria, lo costringiamo a cambiare l'ironica firma che usa sulla Tana dei Goblin." (Il Puzzillo/Mr.Black Pawn)
Offline Angiolillo
Goblin
Goblin

Avatar utente
Top Author 1 Star
Game Inventor
 
Collezione: Angiolillo
Messaggi: 5390
Iscritto il: 11 giugno 2004
Goblons: 2,440.00
Località: Roma

...

Messaggioda aledrugo1977 » 20 lug 2009, 3:23

Credo che sia intrinseco un distinguo.

Un modulo d'avventura D&D lo giochi una volta. Lo sai. Così come un librogame, lo fai 2-3 volte.

Un gioco da tavolo ha la caratteristica della longevità perché dovrebbe essere concepito per essere giocato più e più volte. A questo punto ci sono gdt i quali hanno tante variazioni o approcci diversi da tenere alto l'interesse di gioco. Ovvero alta longevità. Altri risultano banali in quanto ripetitivi o afflitti da strategie obbligate...ovvero con scarsa longevità.
Offline aledrugo1977
Goblin sondaggisticus
Goblin sondaggisticus

Avatar utente
Top Author 2 Star
TdG Auctioneer Level 1
TdG Editor
 
Collezione: aledrugo1977
Messaggi: 9219
Iscritto il: 12 gennaio 2006
Goblons: 3,440.00
Località: Pendolare senza fissa dimora. Ora Sarzana!
Starcraft Fan Sono stato alla Gobcon 2016 Il trono di spade Fan Sono un Sava follower

Messaggioda Angiolillo » 20 lug 2009, 7:23

Beh, il gioco è intrattenimento. Ci sono film che vedi più e più volte, o libri che leggi più e più volte, e altri che vedi/leggi una volta sola. Magari dei primi ti compri il DVD/libro, degli altri no. Però in principio non è che i secondi siano difettosi. Potrebbe valere anche per i giochi, no?

C'è una serie di caratteristiche che non sono di per sé pregi o difetti, anche se per alcuno soggettivamente lo sono e qualcuno li confonde con pregi/difetti assoluti. Chiarvesio cita la presenza di fortuna. Io potrei citare la presenza di tempi morti fra un turno e l'altro. Per un iperappassionato può essere un difetto che fra un turno e un altro ci siano dei tempi morti in cui lui non ha nulla da fare. Per il giocatore medio può essere l'opposto: può cioè essere un difetto un gioco in cui non c'è un attimo, tra un tuo turno e l'altro, in cui puoi staccare un minuto per andare a prendere altre noccioline e birra, o fare un salto in bagno, o chiamare casa per dire che si farà tardi, o scambiare due parole in libertà con il vicino di tavolo, senza interrompere e disturbare la partita.
Secondo me, la longevità potrebbe essere una di queste caratteristiche.
"Il Premio Speciale alla Memoria... a un autore che da anni ci regala nulla di nuovo: Andrea Angiolino... Dandogli un premio alla memoria, lo costringiamo a cambiare l'ironica firma che usa sulla Tana dei Goblin." (Il Puzzillo/Mr.Black Pawn)
Offline Angiolillo
Goblin
Goblin

Avatar utente
Top Author 1 Star
Game Inventor
 
Collezione: Angiolillo
Messaggi: 5390
Iscritto il: 11 giugno 2004
Goblons: 2,440.00
Località: Roma

Messaggioda linx » 20 lug 2009, 12:47

Il termine longevità è in realtà il risultato di un insieme di parametri (caratteristiche, se preferite). In realtà sono quei parametri che distinguono quando la longevità è un difetto e quando è solo una caratteristica.

Io infatti preferisco parlare di "varietà" e di "profondità strategica", cioè "quante volte puoi rigiocarti il gioco e stupirti di cosa accade" e "in quanti modi puoi raggiungere la vittoria in un gioco di cui conosci già tutti i fattori".
Entrambe le cose determinano la longevità di un gioco. Spesso di DUE tipi DIFFERENTI di giochi. Mi basta una delle due cose perchè il gioco abbia abbastanza longevità.

In un libro-game trovo esista la varietà, la possibilità di usare passaggi diversi senza che portino per forza a vicoli ciechi. Se non è un difetto l'assenza è perlomeno un pregio la presenza.
Il confronto è stimolante a 2 condizioni:
che ci sia la volontà potenziale dell'interlocutore a cambiare opinione;
che nessuno si senta depositario di verità assolute. Dubitare è uno strumento per arrivare alla "verità".
Offline linx
Goblin
Goblin

Avatar utente
TdG Moderator
TdG Editor
Top Author
 
Collezione: linx
Messaggi: 5706
Iscritto il: 03 dicembre 2003
Goblons: 920.00
Località: Busto Arsizio (VA)
Yucata: linx
Agricola fan Yucata Player Le Havre Fan Ilsa Magazine fan

Messaggioda Angiolillo » 20 lug 2009, 13:31

Spunto interessante, e in generale sono più che d'accordo. Poi resta il problema del fatto che "in natura non esistono pranzi gratis" e che ogni cosa tende ad avere un suo prezzo. I giochi di grande eleganza (intesa come massimo risultato con il minimo di regole e meccanismi) sono rari: se questa varietà e questa profondità le pago perdendoci in immediatezza, nel senso che poi passo la maggior parte della prima partita - o anche tutta la prima partita, o anche più di una partita - a capire cosa devo fare per vincere o almeno "giocare bene" (ammetto che a me con certi bilanciatissimi e sofisticatissimi giochi "alla tedesca" dalle intelligenti contromeccaniche succede), se io appartengo alla categoria dei giocatori farfalloni che preferiscono giocare a più cose piuttosto sche sviscerare un singolo gioco di nuovo potrei trovarlo un approccio a me inadatto (dico soggettivamente per non usare il fastidioso termine "difettoso" che sa troppo di assoluto). Non il fatto che il gioco sia vario e profondo, ma il fatto che per esserlo sia poco immediato.
"Il Premio Speciale alla Memoria... a un autore che da anni ci regala nulla di nuovo: Andrea Angiolino... Dandogli un premio alla memoria, lo costringiamo a cambiare l'ironica firma che usa sulla Tana dei Goblin." (Il Puzzillo/Mr.Black Pawn)
Offline Angiolillo
Goblin
Goblin

Avatar utente
Top Author 1 Star
Game Inventor
 
Collezione: Angiolillo
Messaggi: 5390
Iscritto il: 11 giugno 2004
Goblons: 2,440.00
Località: Roma

Messaggioda Gurgugnao » 20 lug 2009, 13:44

Vi leggo con piacere e... questa discussione andrà dritta dritta sulla Goblinpedia: riussunti i vari punti di vista, ne farò una definizione utile magari per chi si porrà il dubbio in futuro.

Segnalo anche questo vecchio thread:

http://nuke.goblins.net/modules.php?nam ... ic&t=13190

e questo:

http://nuke.goblins.net/modules.php?nam ... pic&t=3047

Discussione ciclica che val la pena "fotografare".
Offline Gurgugnao
Su Goblin Sadru - Filologus
Su Goblin Sadru - Filologus

 
Collezione: Gurgugnao
Messaggi: 1777
Iscritto il: 16 febbraio 2005
Goblons: 270.00
Località: Mantova

Messaggioda TheLawyer » 20 lug 2009, 14:44

D'accordo con Angiolino, la longevità per me è un parametro quantitativo.
Mi torna in mente che la prima volta che ho visto usare questo termine, è stato sulla gloriosa Games Machine per valutare i videogiochi...e allora è il caso di chiedersi se si possa applicare anche ai gdt.
La longevità non la fa solo la meccanica e le regole, ma le situazioni varie che si creano intorno al tavolo (tra quelli che ho giocato io, il più longevo è di sicuro Bang!)
Tra l'altro, alla luce dei risultati di una discussione di poco tempo fa, la gran parte dei goblin rigioca poche volte gli stessi gdt perchè ne ha troppi rispetto al tempo libero, quindi il problema sembra non porsi, se non di natura economica (qualcuno proponeva un calcolo costo/partita).
Invece è importante per chi sceglie e compra pochi giochi: un gioco monotono e poco longevo è una vera mazzata...
Everybody is special. Everybody. Everybody is a hero, a lover, a fool, a villain. Everybody. … Everybody has their story to tell
(V for Vendetta)
Offline TheLawyer
Grande Saggio
Grande Saggio

Avatar utente
TdG Moderator
TdG Auctioneer Level 1
 
Collezione: TheLawyer
Messaggi: 3068
Iscritto il: 09 luglio 2004
Goblons: 90.00
Località: Leeds, West Yorkshire, United Kingdom

Prossimo

Torna a Questioni filosofiche

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti