Pagati per giocare

Discussioni e considerazioni su definizioni, terminologie, classificazioni, concetti e questioni di filosofia del gioco.

Moderatori: Sephion, Galdor

Pagati per giocare

Messaggioda Angiolillo » 17 apr 2007, 17:11

Titolo a effetto per un libro sull'industria dei videogiochi segnalato qua:
http://www.repubblica.it/2005/i/sezioni ... ocare.html

Personalmente, sono lieto di essere pagato per giocare ad altro. Ma è questione di gusti.

Ciao a tutti!

Andrea
"Il Premio Speciale alla Memoria... a un autore che da anni ci regala nulla di nuovo: Andrea Angiolino... Dandogli un premio alla memoria, lo costringiamo a cambiare l'ironica firma che usa sulla Tana dei Goblin." (Il Puzzillo/Mr.Black Pawn)
Offline Angiolillo
Goblin
Goblin

Avatar utente
Top Author 1 Star
Game Inventor
 
Collezione: Angiolillo
Messaggi: 5390
Iscritto il: 11 giugno 2004
Goblons: 2,440.00
Località: Roma

Re: Pagati per giocare

Messaggioda Diper » 17 apr 2007, 17:24

Angiolillo ha scritto:Personalmente, sono lieto di essere pagato per giocare ad altro. Ma è questione di gusti.


Personalmente, ci sono momenti dell'anno (tra cui questo), in cui invidio molto entrambi... :grin:
Offline Diper
Veterano
Veterano

Avatar utente
TdG Organization
Top Author
 
Collezione: Diper
Messaggi: 639
Iscritto il: 06 giugno 2005
Goblons: 710.00
Località: Fornacette (PI)

Re: Pagati per giocare

Messaggioda Izraphael » 17 apr 2007, 17:25

Angiolillo ha scritto:Titolo a effetto per un libro sull'industria dei videogiochi segnalato qua:
http://www.repubblica.it/2005/i/sezioni ... ocare.html

Personalmente, sono lieto di essere pagato per giocare ad altro. Ma è questione di gusti.

Ciao a tutti!

Andrea


Boh.
Secondo me, se ti pagano per farlo (e quindi si aspettano che tu lo faccia come un lavoro), alla lunga "ti piglia male", come si dice dalle mie parti.

Se dovessi giocare obbligatoriamente per ore a giochi vari (di cui magari me ne piace un terzo), entro una settimana odierei quello che sto facendo.

Per me, giocare è importante, ma il gioco è divertimento, è qualcosa che faccio nel tempo libero (poco) e che probabilmente mi gusto proprio per questo... Giocare troppo fa passare la voglia.

E di questo sono sicuro perchè, se passo un week end giocando a due o tre giochi belli lunghi (e magari molto divertenti) e di lunedì qualcuno mi propone una partita ai Coloni di Catan, provo un impulso fortissimo di prendere la scatola del gioco e rompergliela in testa :)

Uhm, ora che ci penso, questa è la mia reazione standard ai Coloni, ma questa è un'altra storia...
Marco Valtriani
Lead Designer
Red Glove Edizioni & Distribuzioni
Offline Izraphael
Onnisciente
Onnisciente

Avatar utente
Top Reviewer
Game Inventor
 
Collezione: Izraphael
Messaggi: 3981
Iscritto il: 05 marzo 2007
Goblons: 1,040.00
Località: Pisa

Messaggioda Angiolillo » 17 apr 2007, 17:27

Izraphael ha abbastanza ragone. Per lo stesso motivo, pare che i pasticceri smettano di mangiare dolci.
E' anche vero che i giochi che faccio per vivere sono più questi
http://www.lottomatica.it/grattaevinci/home/index2.html
che giochi da tavolo... E quindi questi ultimi continuano a piacermi ancora parecchio nonostante qualche relazione professionale con loro.

Ciao a tutti!

A.
"Il Premio Speciale alla Memoria... a un autore che da anni ci regala nulla di nuovo: Andrea Angiolino... Dandogli un premio alla memoria, lo costringiamo a cambiare l'ironica firma che usa sulla Tana dei Goblin." (Il Puzzillo/Mr.Black Pawn)
Offline Angiolillo
Goblin
Goblin

Avatar utente
Top Author 1 Star
Game Inventor
 
Collezione: Angiolillo
Messaggi: 5390
Iscritto il: 11 giugno 2004
Goblons: 2,440.00
Località: Roma

Messaggioda lucifugo » 17 apr 2007, 17:49

Angiolillo ha scritto: Per lo stesso motivo, pare che i pasticceri smettano di mangiare dolci.


Poveri ginecologi!!!

(scusate la volgarità...)
Offline lucifugo
Veterano
Veterano

Avatar utente
 
Collezione: lucifugo
Messaggi: 759
Iscritto il: 19 novembre 2006
Goblons: 40.00
Località: Roma

Re: Pagati per giocare

Messaggioda Raistlin » 17 apr 2007, 17:49

Izraphael ha scritto:
Boh.
Secondo me, se ti pagano per farlo (e quindi si aspettano che tu lo faccia come un lavoro), alla lunga "ti piglia male", come si dice dalle mie parti.


Già. Porta gradimento solitamente ciò che si sperimenta di tanto in tanto, altrimenti ricade nella routine, nel circolo dell'abitudine e non causa più l'effetto sperato e desiderato. Insomma, da leopardiano convinto non posso non sostenere la tesi secondo cui spesso la maggior soddisfazione risiede nel desiderio, nel sapore di un qualcosa che ancora non si possiede, piuttosto che nella cosa stessa, una volta raggiunta :)
Giocare ci piace proprio perchè non possiamo permettercelo sempre.

P.S.: onestamente comunque non nego che mi piacerebbe lavorare per una casa produttrice/playtester di giochi eh! :)
Non Cogito, Ergo Digito.
Offline Raistlin
Goblin
Goblin

Avatar utente
 
Collezione: Raistlin
Messaggi: 5974
Iscritto il: 04 dicembre 2003
Goblons: 40.00
Località: Torino, Città Magica...
Utente Bgg: RaistlinMajere

Messaggioda vittogol » 17 apr 2007, 18:32

Pensate a tutte quelle persone che praticano lo sport professionistico, cioe` sono pagati per giocare a: calcio, basket, tennis, ecc...
Non e` che sia proprio male.

A parte il discorso economico, vale di piu` secondo me il fatto di fare un lavoro / un`attivita` dove per noi sarebbe piu` semplice indirizzare la passione, la voglia, l`energia, la gioia, ecc.
O mi volete dire che e` piu` facile mettere la passione facendo gli impiegati, operai, ecc.?
La luce che vedi in fondo al tunnel non è la tua salvezza, ma il mio fanalino di coda!
Offline vittogol
Gran Maestro
Gran Maestro

Avatar utente
 
Collezione: vittogol
Messaggi: 1305
Iscritto il: 14 ottobre 2006
Goblons: 0.00
Località: Roma - Largo Preneste

Messaggioda Blerpa » 17 apr 2007, 19:33

Uhm.
Mi sembra stiate un pò esagerando.

E' anche vero che nell'ambiente GdR/GdT/etc. siamo un pò indietro quanto ad organizzazione...

Personalmente dopo i GdR la mia più grande passione sono i simulatori di guida (no, non i giochini come Gran Turismo... parlo di simulatori come Grand Prix Legends, GTR2, Nascar 2003 e così via) che viene assolutamente prima di GdT ed altro.

Parliamo di un PC decente, sterzo e pedaliera, tempi passati facendo pratica sui circuiti nel simulatore, e poi gare che durano ore online insieme ad altri membri amici delle varie serie, community e così via.

I costi variano... ci sono quelli poverini come me che hanno lo sterzo economico da 79 euro.
Quelli che si possono permettere il miglior Logitech da 300 euro.

E poi quelli che hanno sterzi, pedaliere replica racing, cockpit fatto apposta e spendono molto di più (Parliamo dell'ordine delle migliaia di euro.).

Uno dei miei migliori amici è americano ed ha una ditta che costruisce un dispositivo di simulazione dinamica di forze... in Europa costa sui 28000 euro (non ricordo se spese di spedizione incluse).
Link: http://www.force-dynamics.com/

Andando avanti, uno dei migliori team conosciuti nel mondo delle simulazioni è sponsorizzato dalla BRD, ditta che costruisce sterzi e altri accessori professionali che non trovi all'Unieuro (parliamo di cose dalle centinaia di euro in su cadauno) - il team Redline, viene pagato dalla BRD per correre con livree con appunto la loro sponsorizzazione, hanno tutto il materiale BRD a loro disposizione (gratisse) e poi si organizzano LORO su quali serie correre e così via.

Online vi sono broadcast live di serie ufficiali con commentatori professionisti.

Dale Eirnardt (maledizione lo spelling) Jr. è un pilota professionista REALE della serie NASCAR REALE.
Figlio di una leggenda della Nascar REALE, e uno dei migliori piloti della Nascar REALE.
Bene, egli corre online in una serie (fatta ovviamente di gente con i cosidetti) che viene mandata in broadcast LIVE periodicamente.

Poi vi sono spesso tornei sponsorizzati, con premi e
altro.
In più una delle ditte più in vista al momento, iRacing, sta sviluppando un simulatore nuovo.
Bene, a loro al momento non frega molto dell'utente basso come me... stanno creando un simulatore iperrealistico da usare come training per i piloti reali.
Ed in più la loro idea è di non fare un gioco, appunto, ma un simulatore, per promuovere un nuovo sport, il simracing, in maniera professionale.
Visto che dietro c'è Dave Kaemmer, la mente di Grand Prix Legends, e
John Henry, plurimilionario proprietario della squadra di baseball dei Boston Red Sox, credo che si capisca che c'è un investimento sostanziale e professionale. ( http://www.iracing.com/ )

Non ho mai sentito nessuno lamentarsi del fatto che si possa guadagnare simulando, anzi vi sono pure sindacati/associazioni dei piloti cosidetti virtuali...

Resta il fatto che se voglio e posso compro il dispositivo da 28000 euro del mio amico Dave e mi sparo na marea di soldi, e magari se son bravo finisco su a giocare nell'olimpo magari beccandomi magari una sponsorizzazione, oppure continuo con un PC di 1-2 annetti fa ed uno sterzo da 80 euri e mi diverto lo stesso quando posso la domenica sera con un pugno di amici, senza impegno.

Ma cmq, l'industria dei giochi (almeno quelli che giochiamo noi - poi non parliamo dei GdR che sono i miei preferiti) è ben più ristretta e di nicchia, quindi è comprensibile che sia differente l'ambiente e l'organizzazione.

Ma alla fine non ci vedo niente di male.
Anzi, una buona volta si zittisce tutta quella gente odiosa (numerosissima in Italia - paese ultra borghese e provincialotto) che dice, sia di videogiochi, simulatori sia di GdT, GdR, che son solo "giochini".
Ultima modifica di Blerpa il 17 apr 2007, 19:35, modificato 1 volta in totale.
Offline Blerpa
Iniziato
Iniziato

Avatar utente
 
Collezione: Blerpa
Messaggi: 379
Iscritto il: 26 settembre 2005
Goblons: 0.00
Località: Siracusa

Re: Pagati per giocare

Messaggioda randallmcmurphy » 17 apr 2007, 19:35

Izraphael ha scritto:..Boh.
Secondo me, se ti pagano per farlo (e quindi si aspettano che tu lo faccia come un lavoro), alla lunga "ti piglia male", come si dice dalle mie parti.

...


Mi piglia male? mi piglierebbe male di più ad alzarmi alle 7 e andare in fabbrica! :grin:

DOVE DEVO FIRMARE PER FARLO ANCHE IO??
« Ardo dal desiderio di spiegare, e la mia massima soddisfazione è prendere qualcosa di ragionevolmente intricato e renderlo chiaro passo dopo passo. È il modo più facile per chiarire le cose a me stesso. »

(Isaac Asimov)
Online randallmcmurphy
Goblin Showman
Goblin Showman

Avatar utente
Tdg Supporter
TdG Editor
Top Reviewer 1 Star
TdG Auctioneer Level 1
 
Collezione: randallmcmurphy
Messaggi: 2828
Iscritto il: 24 giugno 2005
Goblons: 1,620.00
Località: Rimini
Utente Bgg: mcmurphy
10 anni con i Goblins Membro della giuria Goblin Magnifico

Messaggioda SIGMAR » 17 apr 2007, 19:48

cosa c'e di meglio nel lavore che guadagnare giocando invece che faticare.

ma quanto danno per questa prestazione? 8)
Offline SIGMAR
Grande Saggio
Grande Saggio

 
Collezione: SIGMAR
Messaggi: 2594
Iscritto il: 23 marzo 2007
Goblons: 0.00
Località: LATINA

Re: Pagati per giocare

Messaggioda Blerpa » 17 apr 2007, 20:28

randallmcmurphy ha scritto:Mi piglia male? mi piglierebbe male di più ad alzarmi alle 7 e andare in fabbrica! :grin:

DOVE DEVO FIRMARE PER FARLO ANCHE IO??


Randall, sei il mio mito!!! :lol:
Offline Blerpa
Iniziato
Iniziato

Avatar utente
 
Collezione: Blerpa
Messaggi: 379
Iscritto il: 26 settembre 2005
Goblons: 0.00
Località: Siracusa

Re: Pagati per giocare

Messaggioda Izraphael » 18 apr 2007, 11:12

randallmcmurphy ha scritto:
Izraphael ha scritto:..Boh.
Secondo me, se ti pagano per farlo (e quindi si aspettano che tu lo faccia come un lavoro), alla lunga "ti piglia male", come si dice dalle mie parti.

...


Mi piglia male? mi piglierebbe male di più ad alzarmi alle 7 e andare in fabbrica! :grin:

DOVE DEVO FIRMARE PER FARLO ANCHE IO??


:)

Beh, certo, il lavoro "di fatica" è effettivamente "peggio" di un lavoro "di testa" (senza nulla togliere a chi lavora in fabbrica), almeno dal mio punto di vista - faccio il videomaker e il grafico...
Però, il lavoro è una cosa necessaria, che può dare soddisfazioni infinite, ma che comunque rimane un lavoro.
Pensa se tu dovessi testare per 8 ore un gioco che non ti piace.
O anche un gioco che ti piace, ma che devi giocare per ore e ore e ore... Non pensi che alla lunga il gioco (inteso come "attività ludica") ti verrebbe a noia?

Francamente, il perdere gusto nelle attività "ludiche" è un'eventualità che mi piace molto, molto poco... Anche a fronte di un guadagno.
Marco Valtriani
Lead Designer
Red Glove Edizioni & Distribuzioni
Offline Izraphael
Onnisciente
Onnisciente

Avatar utente
Top Reviewer
Game Inventor
 
Collezione: Izraphael
Messaggi: 3981
Iscritto il: 05 marzo 2007
Goblons: 1,040.00
Località: Pisa

Messaggioda Jalavier » 18 apr 2007, 11:44

sono d'accordo, più che pagati per giocare sono pagati per testare. Ciò comporta magari stare 8 ore su una piccola parte di gioco per vedere che non abbia dei bug, stare 8 ore a verificare che non sia troppo difficile, troppo facile... che eventuali secrets siano scoprili ma non troppo facilmente. Io non li invidio, sinceramente preferisco fare il mio lavoro di amministratore di rete e quando ho una mezz'ora libera fare un post sulla Tana o un giochino online, per poi arrivare a casa non troppo stressato e con la voglia di tirare fuori un boardgame o un videogames che piace a me
Offline Jalavier
Maestro
Maestro

Avatar utente
 
Collezione: Jalavier
Messaggi: 888
Iscritto il: 06 ottobre 2006
Goblons: 0.00
Località: vicino Imola

Messaggioda Necros » 19 apr 2007, 19:31

secondo tutto questo discorso del essere pagati per giocare può essere riassunto in una sola frase:
" scegli un lavoro che ami e non lavorerai un solo giorno nella tua vita" 8)
"Ora, se la morte è il non aver più alcuna sensazione, ma è come un sonno che si ha quando nel dormire non si vede più nulla neppure in sogno, allora la morte sarebbe un guadagno meraviglioso."
Offline Necros
Grande Goblin
Grande Goblin

Avatar utente
 
Collezione: Necros
Messaggi: 10000
Iscritto il: 28 novembre 2004
Goblons: 0.00

Messaggioda Cippacometa » 25 apr 2007, 11:57

Jalavier ha scritto:sono d'accordo, più che pagati per giocare sono pagati per testare. Ciò comporta magari stare 8 ore su una piccola parte di gioco per vedere che non abbia dei bug, stare 8 ore a verificare che non sia troppo difficile, troppo facile... che eventuali secrets siano scoprili ma non troppo facilmente.

Penso che tu abbia totalmente ragione.
Frequento da 4 anni un forum di un gioco di simulazione di volo su cui spesso posta la gente che si occupa dello sviluppo e del testing. Da quel che dicono si evince che, in pratica, il lavoro di tester di giochi non consiste in giocare & divertirsi come matti, ma in quel che dice Jalavier. Il che lo rende un lavoro come un altro, o forse peggio perché mi sa che ti toglie pure la voglia di giocare. Immagina poi se sei costretto a lavorare per 8 ore al giorno, per mesi, su un gioco che proprio ti fa schifo... 8-O

Ovviamente, parlo solo per invidia!! :lol:
Dubitare di tutto o credere a tutto, sono due soluzioni ugualmente comode che ci dispensano entrambe dal riflettere. (H. Poincaré)
Offline Cippacometa
Hàkarl Devourer
Hàkarl Devourer

Avatar utente
Tdg Super Moderator
TdG Editor
Top Reviewer 1 Star
TdG Translator
 
Collezione: Cippacometa
Messaggi: 4017
Iscritto il: 17 luglio 2003
Goblons: 1,490.00
Località: Marseille (France)

Prossimo

Torna a Questioni filosofiche

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti