Perché in Italia si gioca poco?

Discussioni su tutto ciò che circonda il mondo dei giochi e che non trova spazio nelle altre sezioni del forum, come classifiche e collezioni ma anche discussioni e considerazioni su definizioni, terminologie, classificazioni, concetti e questioni di filosofia del gioco.

Moderatori: Cippacometa, Rage, pacobillo, Sephion

Re: Perché in Italia si gioca poco?

Messaggioda frankiedany » 10 giu 2006, 1:39

oltre al fattore climatico...che porta a gironzolare tra "pizze e mandolini"
penso che Necros abbia detto una cosa interessante:

Necros ha scritto:forse il popolo Italico è cresciuto troppo rapidamente reprimendo con altri interessi la propria anima ludica.


Non scordiamoci che in Italia l'influenza della Chiesa Cattolica ha storicamente svolto un ruolo che in paesi nordici e Protestanti non ha avuto.
Il gioco?.....vade retro!

Pur andando avanti con gli anni...certi retaggi restano comunque radicati.
frankiEdany
ehi, goblins...sono FRANKIE ...Dany si è fregata la mia E !!!
Offline frankiedany
Maestro
Maestro

Avatar utente
Top Uploader 1 Star
 
Messaggi: 1122
Iscritto il: 20 novembre 2005
Goblons: 350.00
Località: ROMA Historic Centre

Re: Perché in Italia si gioca poco?

Messaggioda magobaol77 » 10 giu 2006, 9:45

frankiedany ha scritto:Non scordiamoci che in Italia l'influenza della Chiesa Cattolica ha storicamente svolto un ruolo che in paesi nordici e Protestanti non ha avuto.
Il gioco?.....vade retro!

Pur andando avanti con gli anni...certi retaggi restano comunque radicati.


Sacrosanto. ancora nel 1400-1500 in molti stati italiani il gioco era severamente proibito, grazie anche al pesante intervento della chiesa, sia moralmente che legalmente, scacchi e dama compresa. Perchè le carte si siano diffuse più dei tavolieri? Potrebbe essere che un mazzo di carte è più facile da nascondere di una scacchiera no?
"Ebbene, si gioca per vincere ma giocando per vincere si impara a perdere. E io credo che questa sia la cosa importante, perchè se si è imparato a perdere si è imparato a vivere. E' tutto quello che volevo dire."
Alex Randolph
Offline magobaol77
Veterano
Veterano

Avatar utente
 
Messaggi: 709
Iscritto il: 19 febbraio 2005
Goblons: 490.00
Località: Fermo

Messaggioda linx » 10 giu 2006, 11:16

frankiedany ha scritto:non x essere bastian contrario...
ma da quando i maschi si fanno influenzare così tanto dalle donne?
se così fosse e ci deste + ascolto...molti maniaci del calcio smetterebbero di essere tali!

...per darsi allo shopping ;)

Non è un esempio praticabile. Il calcio è ormai un'istituzione italiana seguita da una quantità di persone tale che nessun tentativo di denigrarlo può fare effetto. E' difficile far sentire scemo uno che fa la stessa cosa della maggioranza delle persone del suo stesso sesso. Perdipiù non ti serve l'appoggio di altre persone per seguire il calcio: è lui che segue te ovunque vai. Altra cosa è dover convincere delle persone a giocare.
Quante volte ti sei fatta convincere a giocare una partita a calcio :lol: ?

Infatti i videogiochi, che hanno più o meno lo stesso target ma possono essere giocati da soli, hanno attecchito.
Il confronto è stimolante a 2 condizioni:
che ci sia la volontà potenziale dell'interlocutore a cambiare opinione;
che nessuno si senta depositario di verità assolute. Dubitare è uno strumento per arrivare alla "verità".
Offline linx
Goblin
Goblin

Avatar utente
TdG Moderator
TdG Editor
Top Author
 
Messaggi: 5822
Iscritto il: 03 dicembre 2003
Goblons: 920.00
Località: Busto Arsizio (VA)
Yucata: linx
Agricola fan Yucata Player Le Havre Fan Ilsa Magazine fan

Messaggioda randallmcmurphy » 10 giu 2006, 12:57

linx ha scritto:Infatti i videogiochi, che hanno più o meno lo stesso target ma possono essere giocati da soli, hanno attecchito.


Già..il punto a favore dei GdT è proprio questo..che si gioca insieme!

Il motivo fondamentale che ha "riaccalappiato" anche me, una volta venuto a CONOSCENZA del vero mondo del GdT!

Ironia della sorte..adesso tutti provano a fare in modo di ampliare il raggio d'azione dei videogiochi con reti e lan e bla bla bla...ma alla fine sei sempre SOLO davanti al PC...

Anche come immagine e impatto sociale il GdT sarebbe infinitamente migliore...se solo qualcuno lo facesse sapere come si deve, invece di pensare ai giocatori da tavolo come sfigati, stupidi o peggio ancora..satanisti!

Senza scomodare inquisizioni e medioevo mi pare molto semplice come il motore che scateni la distribuzione sia il profitto...come altri hanno già detto, molti altri tipi di giochi da noi hanno avuto successi incommensurabili...semplicemente perchè sono stati proposti con le dovute maniere...

finchè tale mondo rimarrà sommerso e nessuno proverà a RIportarlo (perchè ricordo che anni addietro di GdT ne circolavano eccome) in auge, credo sarà difficile avere la possibilità di sceglierlo, per chi non ha la fortuna di avere la nostra conoscenza.Rimarrà sommerso, bistrattato e ovviamente poco distribuito..mentre altre cose sicuramente meno meritevoli potranno avere grandi successi semplicemente perchè sono alla portata di tutti...

poi magari non rimarranno impresse perchè non hanno lo stesso valore dei GdT, ma intanto avranno avuto modo di solleticare l'attenzione dei più...così come è accaduto a noi 10 o 20 anni fa con i GdT, che come vedete ci fanno stare ancora qui.. :grin:
« Ardo dal desiderio di spiegare, e la mia massima soddisfazione è prendere qualcosa di ragionevolmente intricato e renderlo chiaro passo dopo passo. È il modo più facile per chiarire le cose a me stesso. »

(Isaac Asimov)
Offline randallmcmurphy
Goblin Showman
Goblin Showman

Avatar utente
Tdg Supporter
TdG Editor
Top Reviewer 1 Star
TdG Auctioneer Level 1
 
Messaggi: 2851
Iscritto il: 24 giugno 2005
Goblons: 1,620.00
Località: Rimini
Utente Bgg: mcmurphy
10 anni con i Goblins Membro della giuria Goblin Magnifico

Re: Perché in Italia si gioca poco?

Messaggioda Necros » 10 giu 2006, 20:13

frankiedany ha scritto:
Necros ha scritto:forse il popolo Italico è cresciuto troppo rapidamente reprimendo con altri interessi la propria anima ludica.


Non scordiamoci che in Italia l'influenza della Chiesa Cattolica ha storicamente svolto un ruolo che in paesi nordici e Protestanti non ha avuto.
Il gioco?.....vade retro!

Pur andando avanti con gli anni...certi retaggi restano comunque radicati.

difatti, fino al 1300\1320 il gioco di tirar di dadi era un gioco solo per la nobiltà e la nascente classe borghese, cmq il gioco di dadi veniva visto dalla chiesa come perdita di tempo e di danaro che la chiesa vedeva come proprio, ne cosegue che il gioco di dadi venne visto come gioco poco cristiano e inprecedenza anche fonte di eresia.
"Ora, se la morte è il non aver più alcuna sensazione, ma è come un sonno che si ha quando nel dormire non si vede più nulla neppure in sogno, allora la morte sarebbe un guadagno meraviglioso."
Offline Necros
Grande Goblin
Grande Goblin

Avatar utente
 
Messaggi: 10000
Iscritto il: 28 novembre 2004
Goblons: 0.00

Messaggioda Athafil » 10 giu 2006, 21:06

Inoltre anche adesso nell'era della tecnologia, è difficile che il bambino conosca ed inizi ad apprezzare il GdT o anche il GdR, propio perchè è spinto anche come status symbol ad avere ol a Ps2 o la PSP ol lXBOX!

Until swords part... Athafil Oakleaf - Principe degli elfi Ambasciatore Elfico "Potrei sapere come si fa ad uscire di qui?" "Dipende in gran parte da dove tu vuoi andare"  FFFF ha ragione...

Offline Athafil
Elven Ambassador
Elven Ambassador

Avatar utente
 
Messaggi: 2320
Iscritto il: 07 aprile 2004
Goblons: 260.00
Località: Veduggio (MI)

Messaggioda Starmaster » 11 giu 2006, 12:30

Athafil ha scritto:Inoltre anche adesso nell'era della tecnologia, è difficile che il bambino conosca ed inizi ad apprezzare il GdT o anche il GdR, propio perchè è spinto anche come status symbol ad avere ol a Ps2 o la PSP ol lXBOX!


Non dimentichiamoci che le generazioni future avranno a che fare con una tecnologia ancora migliore. Se adesso come punto a favore dei GDT abbiamo il fatto di giocare in compagnia, più avanti non l' avremo più.
I videogiochi futuri saranno quasi esclusivamente ON-LINE con web-cam sempre più sofisticate.
Il gioco che adesso inchioda i giovani a stare a casa da soli, più avanti inchioderà una buona fetta di giocatori a giocare con tutto il resto del mondo.
Tutto questo mi spaventa

PS. Gia l' XBOX lo sta facendo con un enorme successo.
Offline Starmaster
Onnisciente
Onnisciente

Avatar utente
TdG Auctioneer Level 1
 
Messaggi: 4387
Iscritto il: 13 giugno 2005
Goblons: 180.00
Località: Canegrate (Milano)

Messaggioda Athafil » 11 giu 2006, 12:56

Ricordo inoltre che su questo filone esiste già BSW, il sito di giochi da tavolo.. ONLINE in cui è possibile appunto giocare a molti di questi giochi via web usando un semplice client

E vidico.. certe volte è molto divertente.. ma freddo e dal vivo ci si diverte molto ma molto di più!

Until swords part... Athafil Oakleaf - Principe degli elfi Ambasciatore Elfico "Potrei sapere come si fa ad uscire di qui?" "Dipende in gran parte da dove tu vuoi andare"  FFFF ha ragione...

Offline Athafil
Elven Ambassador
Elven Ambassador

Avatar utente
 
Messaggi: 2320
Iscritto il: 07 aprile 2004
Goblons: 260.00
Località: Veduggio (MI)

Messaggioda Starmaster » 11 giu 2006, 13:25

Athafil ha scritto:ma freddo e dal vivo ci si diverte molto ma molto di più


Freddo, irreparabilmente freddo!

Secondo me non soppianterà mai il GDT però devo dire che per imparare nuovi giochi o perfezionarne altri, va molto bene.
Offline Starmaster
Onnisciente
Onnisciente

Avatar utente
TdG Auctioneer Level 1
 
Messaggi: 4387
Iscritto il: 13 giugno 2005
Goblons: 180.00
Località: Canegrate (Milano)

Messaggioda romendil » 12 giu 2006, 9:57

Eh, sì, ci mancava solo che è colpa della Chiesa Cattolica!!! :lol:

Scusate ma al giorno d'oggi mi sembra una tesi abbastanza assurda, che si scontra con una realtà fatta di videogiochi e scommesse su piccola e larga scala... e dire che quì invece stiamo parlando di gioco intelligente!

Stavo pensando: quasi quasi varrebbe la pena di scrivere un romanzo che che parla di dadi truccati, di templari, di giocatori di ruolo impazziti, di società segrete varie, ecc. ecc. ecc. :twisted:
RòmeNdil (goblin chierico), ultimamente ho giocato a:
Immagine
"L'importante non è né vincere, né partecipare: è divertirsi, davvero!"
Offline romendil
Goblin
Goblin

Avatar utente
TdG Moderator
TdG Editor
Top Author
 
Messaggi: 6977
Iscritto il: 25 ottobre 2004
Goblons: 1,215.00
Località: Roma
Utente Bgg: romendil
Board Game Arena: romendil
Yucata: romendil
Android Netrunner Fan Through the ages Fan Ho partecipato ad una lettura condivisa dei Goblins Tifo Roma Io faccio il Venerdi GdT!

Messaggioda Necros » 12 giu 2006, 23:10

Athafil ha scritto:Inoltre anche adesso nell'era della tecnologia, è difficile che il bambino conosca ed inizi ad apprezzare il GdT o anche il GdR, propio perchè è spinto anche come status symbol ad avere ol a Ps2 o la PSP ol lXBOX!


sono d'accordo con te, dopotutto e più facile vedere che immaginare.
"Ora, se la morte è il non aver più alcuna sensazione, ma è come un sonno che si ha quando nel dormire non si vede più nulla neppure in sogno, allora la morte sarebbe un guadagno meraviglioso."
Offline Necros
Grande Goblin
Grande Goblin

Avatar utente
 
Messaggi: 10000
Iscritto il: 28 novembre 2004
Goblons: 0.00

Messaggioda Angiolillo » 13 giu 2006, 11:29

Necros ha scritto:sono d'accordo con te, dopotutto e più facile vedere che immaginare.


Ho pubblicato un libro-gioco per bambini che non sanno leggere. Assieme a Valeria De Caterini, a una festa di strada a Trasatevere abbiamo messo un banchetto dimostrativo con scritto "Si fanno storie su misura": bambini e adulti passavano e giocavano. A una bambina che guardava perplessa ho chiesto: "Vuoi costruire una storia del coniglietto Osvaldo?" Risposta rabbrividevole: "No, voglio vederla già fatta..."

C'è molto da lavorare, IMHO.
"Il Premio Speciale alla Memoria... a un autore che da anni ci regala nulla di nuovo: Andrea Angiolino... Dandogli un premio alla memoria, lo costringiamo a cambiare l'ironica firma che usa sulla Tana dei Goblin." (Il Puzzillo/Mr.Black Pawn)
Offline Angiolillo
Goblin
Goblin

Avatar utente
Top Author 1 Star
Game Inventor
 
Messaggi: 5395
Iscritto il: 11 giugno 2004
Goblons: 2,460.00
Località: Roma

Messaggioda Gufetto » 13 giu 2006, 11:42

Accipicchia!!! Angiolillo....mi hai scioccato!!!

Io son un ragazzo di 25 anni...sono nato nel periodo di nascita dei videogame...ma da piccolo ho giocato tanto ai Lego e tanti giochi da tavolo (mitico Hero quest!). secondo me oggi genitori dovrebbero aspettare per comprare i videogame ai propri figli e far smettere di vedere molte cavolate che fanno in TV (nn ci son più i cartoni come Lady Oscar! sigh sob)....bisogna puntare su giochi che stimolino la fantasia e la creatività...

dalle mie parti cerco di espandere i giochi cercando di fare delle presentazioni presso i negozi, naturalmente tutto a spese mie! La situazione è difficile...ma ci dobbiam credere altrimenti credo che entro una decina di anni possiam dire addio al gioco da tavolo...

basta vedere che alcune case di produzione adesso creano i giochi da tavola sul web per permettere di giocare da casa con tutto il mondo!!!

Mauro
Offline Gufetto
Novizio
Novizio

Avatar utente
 
Messaggi: 155
Iscritto il: 12 giugno 2006
Goblons: 0.00
Località: Taranto

Messaggioda linx » 13 giu 2006, 13:15

Leggendo la storia della bambina di prima che vuole leggersi la storia già fatta mi viene da pensare che ci sia anche un problema di pigrizia di fondo: nessuno vuole mai leggere le istruzioni. Nei videogiochi si smanetta un pò finchè non si capisce qualcosa oppure si seguono i tutorial.

Che la soluzione giusta sia veramente quella di spiegare i regolamenti dei giochi tramite video?
No... non sarà mai come un tutorial...
Ci vuole proprio il goblinuccio di fianco a spiegare tutto mentre si gioca :-)
Il confronto è stimolante a 2 condizioni:
che ci sia la volontà potenziale dell'interlocutore a cambiare opinione;
che nessuno si senta depositario di verità assolute. Dubitare è uno strumento per arrivare alla "verità".
Offline linx
Goblin
Goblin

Avatar utente
TdG Moderator
TdG Editor
Top Author
 
Messaggi: 5822
Iscritto il: 03 dicembre 2003
Goblons: 920.00
Località: Busto Arsizio (VA)
Yucata: linx
Agricola fan Yucata Player Le Havre Fan Ilsa Magazine fan

Messaggioda Angiolillo » 13 giu 2006, 15:27

linx ha scritto:Leggendo la storia della bambina di prima che vuole leggersi la storia già fatta mi viene da pensare che ci sia anche un problema di pigrizia di fondo: nessuno vuole mai leggere le istruzioni.


Qui si andava oltre. Non c'erano istruzioni da leggere: io facevo vedere una tessera con l'inizio della storia e poi facevo vedere le due-tre-quattro ogni volta con cui farla proseguire... Nulla da studiare, nulla da capire. Se guardate qua, avete già capito anche voi:

http://www.boardgamegeek.com/image/78711
"Il Premio Speciale alla Memoria... a un autore che da anni ci regala nulla di nuovo: Andrea Angiolino... Dandogli un premio alla memoria, lo costringiamo a cambiare l'ironica firma che usa sulla Tana dei Goblin." (Il Puzzillo/Mr.Black Pawn)
Offline Angiolillo
Goblin
Goblin

Avatar utente
Top Author 1 Star
Game Inventor
 
Messaggi: 5395
Iscritto il: 11 giugno 2004
Goblons: 2,460.00
Località: Roma

PrecedenteProssimo


  • Pubblicita`

Torna a Chiacchiere e questioni filosofiche inerenti il mondo dei giochi



Chi c’è in linea

Visitano il forum: sava73 e 3 ospiti