Quale sistema è + adatto per Westeros?!

Discussioni su tutto ciò che circonda il mondo dei giochi e che non trova spazio nelle altre sezioni del forum, come classifiche e collezioni ma anche discussioni e considerazioni su definizioni, terminologie, classificazioni, concetti e questioni di filosofia del gioco.

Moderatori: Cippacometa, Rage, pacobillo, Sephion

Quale sistema è + adatto per Westeros?!

Messaggioda Galdor » 21 set 2005, 17:13

Dopo aver appurato nell'apposito thread (Rolemaster vs Westeros) che RoleMaster non è sicuramente il sistema + adatto per giocare sul mondo di G.R.R. Martin, apro qui un nuovo topic (come proposto da Domon) per discutere quale sia, secondo voi, il sistema più congeniale e perchè..
...a voi la parola: cosa suggerite?

Probabilmente un primo passo dovrebbe essere definire quali siano i tratti essenziali di questa ambientazione..secondo me sono:
1) La profondità/complicatezza psicologica/caratteriale dei personaggi
2) Una magia scarsissima, sommersa, non-convenzionale (niente fireballs o simili insomma)
3) La rapidità delle scene di azione (combattimenti,ecc..)
4) L'intreccio politico e diplomatico
Offline Galdor
Onnisciente
Onnisciente

Avatar utente
TdG Moderator
TdG Editor
Top Reviewer
Top Uploader 2 Star
 
Messaggi: 4864
Iscritto il: 15 dicembre 2003
Goblons: 1,600.00
Località: Isengard (Pisa)

Messaggioda Domon » 21 set 2005, 17:39

direi che -sebbene sarebbe uno spreco tagliarne fuori la magia-, il migliore sarebbe un gioco come ars magica, 4° edizione (la 5° è troppo incentrata sulla figura del magus)

deve magari venire riequilibrata un po, rendendo più importante il ruole delle armature, e rendendo forse ancora più difficili i tiri di guarigione, ma pia pare adatta.

per gestire la (poca? tanta?) magia del westeros, non abbiamo ancora abbastanza elementi di ambientazione. per gestire i background di un personaggio, non ho idea. c'è un sistema che eprmetta di comprare fama, alleati, favori in un mondo medioevale? qualcosa che prenda in considerazione cose come "quanti tornei ha vinto?"; "di chi è parente?"; "chi sono i suoi alleati?"...

chiaramente ci sono anche sistemi generici molto adatti: l'unisystem lo adotterei previa l'aggiunta di qualche regola per render ele ferite più pericolose. il tri-stat è una scelta ovvia (ne uscirà il gioco)
fudge è fantastico, ma va "sintonizzato" a fondo

the riddle of steel?
harnmaster?
chivalry e sorcery?
pendragon?

chi ha idee?
Niccolò
Offline Domon
Onnisciente
Onnisciente

Avatar utente
 
Messaggi: 4307
Iscritto il: 12 maggio 2005
Goblons: 0.00
Località: Milano

Messaggioda lesya » 21 set 2005, 17:41

Elish...

un ottimo sistema di creazione del personaggio... devi solo rifarti gli umani un pò più particolareggiati.
non ha nulla che riguardi la psicologia o l'introspezione... tutto sudore del giocatore che ha voglia di "recitare" con i controcosidetti.
buon sistema di combattimento veloce e realistico
Offline lesya
Novizio
Novizio

Avatar utente
 
Messaggi: 180
Iscritto il: 26 ottobre 2004
Goblons: 0.00
Località: Milano

Messaggioda Galdor » 21 set 2005, 17:59

Domon ha scritto:c'è un sistema che eprmetta di comprare fama, alleati, favori in un mondo medioevale? qualcosa che prenda in considerazione cose come "quanti tornei ha vinto?"; "di chi è parente?"; "chi sono i suoi alleati?"...

Vampire:Dark Ages potrebbe risultare utile...o lo stesso Pendragon che hai citato! :grin:
Comunque in Ars magica le ferite sono moolto difficili da curare già così com'è il sistema..o no? :-?
Offline Galdor
Onnisciente
Onnisciente

Avatar utente
TdG Moderator
TdG Editor
Top Reviewer
Top Uploader 2 Star
 
Messaggi: 4864
Iscritto il: 15 dicembre 2003
Goblons: 1,600.00
Località: Isengard (Pisa)

Messaggioda Domon » 21 set 2005, 17:59

conosco (e apprezzo) elish (e molti della banda che ci sta dietro, vania compreso)

ma fatico a considerarlo un sistema. elish è più una filosofia che sta dietro a un sistema (o a un gioco freeform, ovvero senza sistema).

e non so... non sono sicuro sia adatto. elish spinge naturalmente alla spettacolarità, teatralità, cinematograficità. ci potrei giocare seven swords, o exalted. ma il westeros ha un tono più grave, più "cadenziato"... che dici?
Niccolò
Offline Domon
Onnisciente
Onnisciente

Avatar utente
 
Messaggi: 4307
Iscritto il: 12 maggio 2005
Goblons: 0.00
Località: Milano

Messaggioda lesya » 21 set 2005, 18:10

dico che vania è teatrale/esagerato, e che il gruppo un pò ha seguito questa sua cosa.
ma vania è teatrale/esagerato perché elish è teatrale/esagerato, se vania dovesse masterizzare una ambientazione cupa, lui masterizzerebbe cupo.

e cmq ELISH vorrei ricordare ha uno splendido sistema di creazione del personaggio, un ottimo sistema di avanzamento e un semplice ed efficace sistema di ferite
Offline lesya
Novizio
Novizio

Avatar utente
 
Messaggi: 180
Iscritto il: 26 ottobre 2004
Goblons: 0.00
Località: Milano

Messaggioda Galdor » 21 set 2005, 18:11

Domon ha scritto: elish spinge naturalmente alla spettacolarità, teatralità, cinematograficità. ci potrei giocare seven swords, o exalted. ma il westeros ha un tono più grave, più "cadenziato"... che dici?

Sono d'accordo sul tono + cadenzato, anche se la spettacolarità non manca neppure su Westeros! ;)

(un inciso: la scelta di utilizzare il d20 per Westeros mi pare poco felice, scelta che invece è stata fatta; il manuale per giocare sul mondo di Martin avrà infatti il 3stat e il d20 system come sistemi -alternativi- utilizzabili).

Altri titoli comunque? Il caro buon vecchio Runequest ad esempio?(anche se forse troppo poco psicologico..) :-?
Offline Galdor
Onnisciente
Onnisciente

Avatar utente
TdG Moderator
TdG Editor
Top Reviewer
Top Uploader 2 Star
 
Messaggi: 4864
Iscritto il: 15 dicembre 2003
Goblons: 1,600.00
Località: Isengard (Pisa)

Messaggioda lesya » 21 set 2005, 18:15

ripeto, lasciate perdere la "spettacolarità" di elish

ELISH ha un regolamento con 3 statistiche (3stat???) un buon sistema di combattimento e creazione del personaggio, manca la parte psicologica, background e tutto il resto che però proprio per come è strutturato elish, tutto quello che è al di fuori di ciò che sai fare rimane compito del master farlo e del giocatore appuntarselo e giocarselo.

certo andrebbe quindi usato il sistema elish solo se i giocatori sono lontanissimi dal PP e vogliono ruolare al massimo altrimenti viene una ciofeca
Offline lesya
Novizio
Novizio

Avatar utente
 
Messaggi: 180
Iscritto il: 26 ottobre 2004
Goblons: 0.00
Località: Milano

Messaggioda Galdor » 21 set 2005, 18:22

lesya ha scritto:certo andrebbe quindi usato il sistema elish solo se i giocatori sono lontanissimi dal PP e vogliono ruolare al massimo altrimenti viene una ciofeca

Beh, da questo punto di vista Westeros è lontanissimo dal PP...e sarebbe brutto giocarlo in questa prospettiva! :-? Quindi Elish andrebbe benissimo. ma per l'aspetto psicologico?
Offline Galdor
Onnisciente
Onnisciente

Avatar utente
TdG Moderator
TdG Editor
Top Reviewer
Top Uploader 2 Star
 
Messaggi: 4864
Iscritto il: 15 dicembre 2003
Goblons: 1,600.00
Località: Isengard (Pisa)

Messaggioda lesya » 21 set 2005, 18:29

ma il problema non è l'ambientazione ma i giocatori.
se questi ultimi sono PP nell'anima non c'è ambientazione che regga...

l'aspetto psicologico cosa intendi di preciso? no perché (arrossisce) io mica l'ho letto Westeros...

va beh, allora mi direte: "ma come cavolo fai a consigliare ELISH se nenache sai di che parliamo", e io rispondo:

perché non credo nei sistemi di psicologia nei GdR, trovo le statistiche di Vampiri (come il coraggio o l'istinto o la cosienza/convincimento, non carisma, mente o cose simili) una buffonata (non me ne vogliate, intendo semplicemente una cosa buffa e non utile), e così tutti i vari sistemi di tutti i giochi.

queste cose, come su tutti l'allineamento possono e devono secondo me solo fare parte dell'onestà e dell'interpretazione del PG (con al massimo se il giocatore si fa prendere dalla foga, con un richiamo OffGame da parte del Master).

se intendi cose come il background (ma non credo) allora è tutto onere del master.

se intendi cose come le abilità sociali (ma non credo) elish le prevede.
Offline lesya
Novizio
Novizio

Avatar utente
 
Messaggi: 180
Iscritto il: 26 ottobre 2004
Goblons: 0.00
Località: Milano

Messaggioda Domon » 21 set 2005, 18:31

(un inciso: la scelta di utilizzare il d20 per Westeros mi pare poco felice, scelta che invece è stata fatta; il manuale per giocare sul mondo di Martin avrà infatti il 3stat e il d20 system come sistemi -alternativi- utilizzabili).


solo la versione deluxe (pensa che spreco: 230 pagine di ambientazione e 80 pagine di regole tri-stat, che probabilmente ci restituiranno un sistema più flessibile e adatto a westeros delle DUECENTOSETTANTA pagine di regole d20)

forse tra qualche mese una versione tri-stat only...

Altri titoli comunque? Il caro buon vecchio Runequest ad esempio?(anche se forse troppo poco psicologico..) :-?


mmmh... si...

Beh, da questo punto di vista Westeros è lontanissimo dal PP...e sarebbe brutto giocarlo in questa prospettiva! Quindi Elish andrebbe benissimo. ma per l'aspetto psicologico?


non credo tu colga il punto: elish è appena un gradino sopra di "freeform" come struttura... non ci può essere un sistema psicologico (e non ci sta) come non ci può essere qualsiasi altro sistema...
quello che in pratica suggerisce lesya (e non posso che essere sempre d'accordo a suggerimenti simili) è di giocare "alla elish", ovvero freeform, guidati dal buon senso, dalla voglia di narrare, di interpretare e di divertirsi...
Niccolò
Offline Domon
Onnisciente
Onnisciente

Avatar utente
 
Messaggi: 4307
Iscritto il: 12 maggio 2005
Goblons: 0.00
Località: Milano

Messaggioda Galdor » 21 set 2005, 19:21

lesya ha scritto:perché non credo nei sistemi di psicologia nei GdR, trovo le statistiche di Vampiri (come il coraggio o l'istinto o la cosienza/convincimento, non carisma, mente o cose simili) una buffonata (non me ne vogliate, intendo semplicemente una cosa buffa e non utile), e così tutti i vari sistemi di tutti i giochi.

queste cose, come su tutti l'allineamento possono e devono secondo me solo fare parte dell'onestà e dell'interpretazione del PG (con al massimo se il giocatore si fa prendere dalla foga, con un richiamo OffGame da parte del Master).

Dell'onestà e dell'interpretazione del master e del pg può far parte anche il combattimento, qualsiasi scena o altro..
...aggiungo, chiudendo l'OT, che l'allineamento è solo un modo davvero rudimentale/embrionale di supportare l'aspetto psicologico; è un pò come prendere il sistema di combattimento di D&D I° edizione per fare un esempio di sistema di combattimento! :-? Si, lo è, ma è rudimentale/embrionale.
Quello che tu consideri invece una buffonata è un modo per aiutare la coerenza e il realismo di master e giocatori: un supporto insomma. Proprio come le regole per il combattimento..

Tornando "in topic":
Io ho citato all'inizio del thread gli elementi essenziali dell'ambientazione, ma questa non è facilmente comprensibile se non hai letto niente in proposito.. ;)
Offline Galdor
Onnisciente
Onnisciente

Avatar utente
TdG Moderator
TdG Editor
Top Reviewer
Top Uploader 2 Star
 
Messaggi: 4864
Iscritto il: 15 dicembre 2003
Goblons: 1,600.00
Località: Isengard (Pisa)

Messaggioda Domon » 22 set 2005, 14:04

piccola discussione-spunto (che coincidenza)

http://forum.rpg.net/showthread.php?t=218935
Niccolò
Offline Domon
Onnisciente
Onnisciente

Avatar utente
 
Messaggi: 4307
Iscritto il: 12 maggio 2005
Goblons: 0.00
Località: Milano

Messaggioda Galdor » 23 set 2005, 13:05

Domon ha scritto:piccola discussione-spunto (che coincidenza)

http://forum.rpg.net/showthread.php?t=218935

Interessante: tra l'altro suggeriscono titoli che avevamo proposto anche noi...altre idee di sistemi adatti? :-)
Offline Galdor
Onnisciente
Onnisciente

Avatar utente
TdG Moderator
TdG Editor
Top Reviewer
Top Uploader 2 Star
 
Messaggi: 4864
Iscritto il: 15 dicembre 2003
Goblons: 1,600.00
Località: Isengard (Pisa)

Messaggioda Domon » 26 set 2005, 15:33

dipende anche da che cosa si vuole emfatizzare di westeros

la psicologia "malata" dei personaggi?
l'intrigo politico?
la dura realtà "gritty" della guerra?

per ciascuno di questi, consiglio un (anzi più di uno) gioco diverso!
Niccolò
Offline Domon
Onnisciente
Onnisciente

Avatar utente
 
Messaggi: 4307
Iscritto il: 12 maggio 2005
Goblons: 0.00
Località: Milano

Prossimo


  • Pubblicita`

Torna a Chiacchiere e questioni filosofiche inerenti il mondo dei giochi



Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti