Salto generazionale?

Discussioni su tutto ciò che circonda il mondo dei giochi e che non trova spazio nelle altre sezioni del forum, come classifiche e collezioni ma anche discussioni e considerazioni su definizioni, terminologie, classificazioni, concetti e questioni di filosofia del gioco.

Moderatori: Cippacometa, Rage, pacobillo, Sephion

Re: Salto generazionale?

Messaggioda Necros » 28 set 2006, 20:41

mork ha scritto:I ragazzi tra i 15 ed i 20 anni si orientano su giochi diversi spesso videogames.

questo è verrissimo, ma non fate l'errore di generalizzare!
"Ora, se la morte è il non aver più alcuna sensazione, ma è come un sonno che si ha quando nel dormire non si vede più nulla neppure in sogno, allora la morte sarebbe un guadagno meraviglioso."
Offline Necros
Grande Goblin
Grande Goblin

Avatar utente
 
Messaggi: 10000
Iscritto il: 28 novembre 2004
Goblons: 0.00

Messaggioda rporrini » 28 set 2006, 22:29

Le mie esperienze in materia sono in controtendenza.

Credo che questo sia dovuto al fatto che chi partecipa a questo forum, seppure ben distribuito sul territorio nazionale, è un campione ristretto da vari fattori, non ultimo quello della presenza in zona dell'ADSL che (ricordo) arriva solo nei capoluoghi.

Dunque il campione non è rappresentativo.

Purtroppo questo si ripercuote anche sulle Con che da questo forum (e comunque dalla rete) reccolgono partecipanti.

Si può dire dunque che il popolo ludico partecipante alle conventions provenga maggiormente dalle città.

Il mio ridottissimo campione, ma significativo come esempio contrario, riguarda due o tre ragazzi abitanti nella via della campagna umbra dove risiede casa mia fuori Roma.

Sono alcuni anni che mi presento con scatole differenti (ebbene sì, Advanced Civilization, 1830, ma anche Bang, e quest'estate Ticket to Ride Marklin Edition, Um Krone und Kragen e Leonardo da Vinci) e, ad ognuna di queste scatole li ho visti sgranare gli occhi dalla curiosità, lamentando la noiosità degli inverni lì dove abitano e mostrandomi gli scaffali pieni di Monopoli, Hotel, Crack, ecc. con le scatole strappate dall'uso, ma di cui si sono oramai stufati.

Questi ragazzi hanno acquistato Um Krone und Kragen e Leonardo da Vinci.

Forse quest'inverno sarà meno noioso...
Immagine
Calcolo fatto sul prezzo di 1500 lire a pacchetto.
Offline rporrini
Magister Antiquitatis
Magister Antiquitatis

Avatar utente
Tdg Super Moderator
Top Author
Top Uploader 1 Star
 
Messaggi: 9580
Iscritto il: 20 febbraio 2004
Goblons: 780.00
Località: Roma - First Valley
Utente Bgg: rporrini
Board Game Arena: rporrini
Yucata: rporrini
Facebook: rporrini
Puerto Rico Fan Tocca a te fan Terra Mystica Fan Alta Tensione Fan Alhambra Fan Sono stato alla Gobcon 2016

Re: Salto generazionale?

Messaggioda mork » 28 set 2006, 22:48

Falcon ha scritto:
mork ha scritto: I ragazzi tra i 15 ed i 20 anni si orientano su giochi diversi spesso videogames.


E qui mi permetto una piccola nota. Molti di questa età, presa in causa giocano di ruolo, forse perché i Gdr godono di maggior visibilità. Ad esempio nella mia citta conosco molti ragazzi che giocano di ruolo, ma nessuno di questi a GdT (tranne me ed i miei amici ;) che proprio io ho portato verso questa "nuova" realtà ludica).
Non è solo questione di momento storico, in cui sicuramente i videogame la fanno da padroni, ma è proprio che non sanno possa esserci qualcosa oltre agli stramaledettissimi Monopoli e Risiko, che magari giocano una volta all'anno divertendosi pure, senza immaginare cosa ci sarebbe oltre.


Ovviamente la mia era una considerazione generale e non coinvolgeva nessuno dei presenti visto che facciamo tutti parte di un'associazione dedita ai Gdt. Io mi rifaccio semplicemente ai dati di vendita che mi dicono che in quella fascia di età un buon 90% si sollazza con i videogames, un 9% gioca ai giochi di ruolo e l'1% rimasto fa parte della TANA! :verysmile:

Questa è la nostra MISSION far si che molti altri conoscano i Gdt e la possibilità di trovare un'alternativa ai videogames e giochi di ruolo.
MORK

A Roma, la serata ludica è:
THE GOLDEN RULE
Offline mork
Onnisciente
Onnisciente

Avatar utente
 
Messaggi: 4595
Iscritto il: 31 marzo 2004
Goblons: 470.00
Località: Roma - De Sanctis Villa

Messaggioda mork » 28 set 2006, 22:54

Aiyvann ha scritto:Volete un riassunto in un'unica parola: DISAGIO!
Disagio anche all'interno della tana... a parte l'area warhammer (quella in cui maggiormente posto) popolata da adolescenti, mi sento sempre fuori luogo a parlare di altro con la rimanente parte di voi goblinoidi. Finchè discutiamo di giochi, il discorso fila senza problemi, ma se proviamo ad enrare un attimo nel sociale, nel modo in cui scherzate, negli argomenti di normale conversazione, 10 anni di media si fanno sentire... e parecchio.
Non è assolutamente colpa vostra!!! Ma è la realtà... La maggiorparte di voi sono persone magnifiche, e con alcune avevo pure bellissimi rapporti... mi ricordo le sedute psicologiche con Mork e Racca, ricche di consigli... davvero un toccasana. Mi ricordo della gentilezza di MadeR nel prestarsi da ritira/maglia visto che Lucca è la mia unica esperienza di mettere piede in una manifestazione ludica... Ci sono tanti altri episodi, ma bisogna guardare la realtà: non potrò mai avere il feeling che due persone a caso, chessò, SimoneC e Favar possono raggiungere conoscendosi.
La conferma e la concretizzazione di ciò si è visto a Lucca05. Nell'area giochi mi sentivo un pò un fantasma: guardavi attorno e vedevi che concretamente l'età media della gente nei chioschi a vendere, a presentare o a giocare era nettamente maggiore della mia. Altri ragazzi c'erano, è vero, ma solo di passaggio (e una ventina attaccati al videogioco del Prince Of Persia, i due troni se non ricordo male).

É una dura realtà, un pò triste, un pò paranoica forse giudicherà chi legge queste righe, ma mi rendo conto che una tale situazione per voi sia comunque difficile da concepire. Beata adolescenza :roll:


Ringrazio per la considerazione ma ti consiglio di non estremizzare. Il gioco è per sua natura trasversale e ovviamente intorno al tavolo si possono trovare varie generazioni. Dici che finchè si parla di giochi va tutto bene? Beh io trovo che sia un ottimo punto di partenza per poi spostarsi su altri campi dove ognuno di noi ovviamente porta il suo punto di vista frutto degli anni e delle esperienze. Il gap geneerazionale lo percepiscono tutti da sempre. Io, mio padre, i miei figli sempre avremo un "punto di vista" diverso dal genitore o dai discendenti ma cio è naturale.
Personalmente, e qui consentitemi un aut-elogio, trovo che il giocatore abbia una mente così aperta ed allenata che si trova un passo avanti o meglio con una marcia in più per confrontarsi con questo problema.

P.s. Vieni per caso a Lucca anche quest'anno, magari ci si incontra!
MORK

A Roma, la serata ludica è:
THE GOLDEN RULE
Offline mork
Onnisciente
Onnisciente

Avatar utente
 
Messaggi: 4595
Iscritto il: 31 marzo 2004
Goblons: 470.00
Località: Roma - De Sanctis Villa

Messaggioda Juda » 29 set 2006, 14:10

A mio parere, come già è stato detto, un ragazzo di 16 anni ha altri interessi, le ragazze soprattutto ma anche un stimolo al movimento e non alla riflessione. Io a sedici anni ero scalmanatissimo e se mi aveste messo davanti un gioco in scatole con la prospettiva anche solo di tenere le gambe sotto un tavolo i avrei riso in faccia. Li ho riscoperti poi, quando la componente di gioco nella vita, a causa di pensieri, lavol o studio, delusioni varie...si fa sentire molto di più: a sedici anni non si ha bisogno di un gioco, i giochi si inventano e ci si entusiasma per uno sguardo. Poi siamo più riflessivi ed il gioco lo cerchiamo. Quell' età è gia un gioco!

Adotta un Juda, ti sara "fedele" per sempre!?!

Offline Juda
Illuminato
Illuminato

Avatar utente
 
Messaggi: 1571
Iscritto il: 25 novembre 2004
Goblons: 0.00
Località: Lodi

Messaggioda Jones » 29 set 2006, 14:42

Concordo con quanto detto da Juda nell'ultimo post, ma avendo fatto proselitismo a Lodi negli utlimi mesi mi sento di dover aggiungere un paio di fattori con cui mi sono scontrato.

- La presunta complessità. E' vero, imparare a giocare a magic/Yugi/warhammer/ecc. non è più semplice, ma appare più molto immediato di un GdT.

- Il confronto: la maggior parte dei ragazzi(ni) di quell età trovano molto più stimolante un feroce confronto a due che una partita a quattro intorno a un GdT. Il gusto di stracciare l'avversario è qualcosa che molti GdT non ti danno più, e se lo fanno sono di guerra, lunghi e complessi.

- Il nome!! Lo avete già scritto ma ha un'importanza colossale! I GdR, Warhammer, Magic hanno un nome di alto richiamo e fanno molto "moda". I GdT non hanno nomi di richiamo (a parte i vetusti Monopoli, Risiko, ecc.).

- In ultimo il prezzo!! Vi assicuro che i ragazzi(ni) a cui ho fatto provare Shadows over Camelot lo hanno adorato, ma poi si sono scontrati col prezzo e nessuno l'ha comprato. E' vero che Warhammer o un gioco di carte alla lunga non costano meno, ma l'esborso è spesso progressivo e quindi meno avvertito ed in più c'è sempre il fattore "nome" e "moda" che giustifica la spesa.

L'importante non è vincere: è far perdere gli altri!

Offline Jones
Goblin Hunnorum Dux
Goblin Hunnorum Dux

Avatar utente
TdG Top Supporter
TdG Organization Plus
TdG Administrator
Top Reviewer 1 Star
TdG Auctioneer Level 1
 
Messaggi: 5121
Iscritto il: 15 aprile 2004
Goblons: 51,158.00
Località: Il Semipiano delle Nebbie (Lodi)
Agricola fan Blood Royale fan Puerto Rico Fan 10 anni con i Goblins Sono stato alla Gobcon 2015 HeroQuest Fan Ho partecipato alla Play di Modena Space Hulk Fan Race Formula 90 Arkham Horror Fan Rallyman Fan Doom Fan Formula D Fan Sono stato alla Gobcon 2016 Io gioco col nero Berserk fan Birra fan Al cavaliere nero nun je devi rompe er c***o! Valentino Rossi fan Ayrton Senna Goldrake fan Carnival Zombie fan Carson city fan Firefly fan Pathfinder fan Shogun fan Tanto Cuore fan Thunder Alley fan

Messaggioda Necros » 29 set 2006, 21:43

allora:
Wh ha 28 anni, magic su per giù la stessa cifra, di yughi hanno fatto il cartone: sono cose molto publicizzate è ovvio che il ragazzino le conosco di più rispetto a munchkin o grass che sono giochi più semplici e infinitamente più econimici.
Il punto e nei veditori: i commessi della GW sono disposti a sorbirti qualsiasi mionchiata tu gli dicaq per ttto il tempo che vuoi, al contrario del normalissimo negoziante che so(un nome come un altro) di strategia e tattica: dopo 45 min di domande incessanti fatte da una vocina querula di un ragazzino di 12 anni qualsiasi uomo lo mada garbatamente a quel paese o lo sbologna al collega o alla madre!
"Ora, se la morte è il non aver più alcuna sensazione, ma è come un sonno che si ha quando nel dormire non si vede più nulla neppure in sogno, allora la morte sarebbe un guadagno meraviglioso."
Offline Necros
Grande Goblin
Grande Goblin

Avatar utente
 
Messaggi: 10000
Iscritto il: 28 novembre 2004
Goblons: 0.00

Messaggioda mork » 29 set 2006, 21:58

Necros ha scritto:allora:
Wh ha 28 anni, magic su per giù la stessa cifra, di yughi hanno fatto il cartone: sono cose molto publicizzate è ovvio che il ragazzino le conosco di più rispetto a munchkin o grass che sono giochi più semplici e infinitamente più econimici.


Concordo pienamente i cartoni ed i film aiutano la popolarità del gioco.

Necros ha scritto:Il punto e nei veditori: i commessi della GW sono disposti a sorbirti qualsiasi mionchiata tu gli dicaq per ttto il tempo che vuoi, al contrario del normalissimo negoziante che so(un nome come un altro) di strategia e tattica: dopo 45 min di domande incessanti fatte da una vocina querula di un ragazzino di 12 anni qualsiasi uomo lo mada garbatamente a quel paese o lo sbologna al collega o alla madre!


Perchè sanno che la maggior parte della clinetela che hanno davanti sono appunto ragazzini!
MORK

A Roma, la serata ludica è:
THE GOLDEN RULE
Offline mork
Onnisciente
Onnisciente

Avatar utente
 
Messaggi: 4595
Iscritto il: 31 marzo 2004
Goblons: 470.00
Località: Roma - De Sanctis Villa

Messaggioda Necros » 3 ott 2006, 20:31

chiamali scemi!
"Ora, se la morte è il non aver più alcuna sensazione, ma è come un sonno che si ha quando nel dormire non si vede più nulla neppure in sogno, allora la morte sarebbe un guadagno meraviglioso."
Offline Necros
Grande Goblin
Grande Goblin

Avatar utente
 
Messaggi: 10000
Iscritto il: 28 novembre 2004
Goblons: 0.00

Precedente


  • Pubblicita`

Torna a Chiacchiere e questioni filosofiche inerenti il mondo dei giochi



Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite