St: Petersburg: e' un gioco di carte?

Discussioni su tutto ciò che circonda il mondo dei giochi e che non trova spazio nelle altre sezioni del forum, come classifiche e collezioni ma anche discussioni e considerazioni su definizioni, terminologie, classificazioni, concetti e questioni di filosofia del gioco.

Moderatori: Cippacometa, Rage, pacobillo, Sephion

St. Petersburg e' un gioco di carte?

Sondaggio concluso il 7 dic 2006, 19:11

Si
8
53%
No
7
47%
 
Voti totali : 15

St: Petersburg: e' un gioco di carte?

Messaggioda Elder_Dragon » 7 nov 2006, 19:11

Ho visto piu' di una volta St. Petersburg catalogato tra i giochi di carte. Premesso che comunque una distinzione netta tra giochi di carte e giochi da tavolo e' difficile, qual'e' il vostro giudizio dovendo dare una risposta assoluta?
Offline Elder_Dragon
Babbano
Babbano

Avatar utente
 
Messaggi: 66
Iscritto il: 27 settembre 2004
Goblons: 20.00
Località: 48124 Ravenna (RA)

Messaggioda magobaol77 » 7 nov 2006, 19:15

A livello tecnico no, perchè ha il tavoliere ed alcune pedine. In pratica il tavoliere non è indispensabile, ma come struttura è molto più vicino ad un gioco di tavoliere che di carte. Ma questo non vuol dire perchè anche meuteurer ha la struttura da tavoliere ma tecnicamente è un gioco di carte.
"Ebbene, si gioca per vincere ma giocando per vincere si impara a perdere. E io credo che questa sia la cosa importante, perchè se si è imparato a perdere si è imparato a vivere. E' tutto quello che volevo dire."
Alex Randolph
Offline magobaol77
Veterano
Veterano

Avatar utente
 
Messaggi: 709
Iscritto il: 19 febbraio 2005
Goblons: 490.00
Località: Fermo

Messaggioda trilobit » 7 nov 2006, 19:21

Ma non diciamo eresie! :smileangry: ;)

Sono decisamente contrario alla classificazione che ne' e' stata fatta qui sulla Tana! St. Petersburg e' un gioco da tavolo con le carte, non un gioco di carte! :whatever:

That's my two cents.
"La vita è troppo breve, per bere del vino cattivo" (G. E. Lessing)
Sorsi Di Vino - Il mio blog sul mondo del vino
Offline trilobit
Saggio
Saggio

Avatar utente
 
Messaggi: 2014
Iscritto il: 11 aprile 2004
Goblons: 560.00
Località: Pisa

Messaggioda rporrini » 7 nov 2006, 19:21

Un gioco di carte deve essere quanto più simile al tresette.
Non importa dove le carte si posizionano.
Se la posizione assume una sua importanza allora è un gioco di tavoliere.
Immagine
Calcolo fatto sul prezzo di 1500 lire a pacchetto.
Offline rporrini
Magister Antiquitatis
Magister Antiquitatis

Avatar utente
Tdg Super Moderator
Top Author
Top Uploader 1 Star
 
Messaggi: 9580
Iscritto il: 20 febbraio 2004
Goblons: 780.00
Località: Roma - First Valley
Utente Bgg: rporrini
Board Game Arena: rporrini
Yucata: rporrini
Facebook: rporrini
Puerto Rico Fan Tocca a te fan Terra Mystica Fan Alta Tensione Fan Alhambra Fan Sono stato alla Gobcon 2016

Messaggioda Elder_Dragon » 7 nov 2006, 19:23

La domanda voleva cogliere l'aspetto concettuale del gioco.
Anche Rummikub e' un gioco di carte in tutto e per tutto realizzato con pedine e messo in una scatola.
Per me un gioco e' di carte quando ha alcuni aspetti fondamentali (e solo questi) che caratterizzano questo tipo di gioco, tipo un deck, una mano per ogni giocatore, una fase di pescata, una di gioco, una di scarto.....
Offline Elder_Dragon
Babbano
Babbano

Avatar utente
 
Messaggi: 66
Iscritto il: 27 settembre 2004
Goblons: 20.00
Località: 48124 Ravenna (RA)

Messaggioda TinuZ » 7 nov 2006, 20:38

Mi spiace deludervi ma SP è in tutto e per tutto un gioco di carte "abbellito" con una bella e funzionale plancia ... ma se devo essere sincero più volte l'ho giocato con solo dei mazzi di carte raffiguranti nome, bonus e valore usando poi come segnapunti la plancia di Carcassonne :p
cià
TinuZ
la community ludica
http://www.giocatorino.it

l'evento ludico
http://www.giocatorino.org

la trasmissione radio-web ludica
http://www.frequenzaludica.it

la rivista ludica
http://www.ilsa-magazine.net/
Offline TinuZ
Iniziato
Iniziato

Avatar utente
Top Author
 
Messaggi: 338
Iscritto il: 29 settembre 2005
Goblons: 1,200.00
Località: Torino

Messaggioda fabio » 7 nov 2006, 22:03

Mi sto sforzando di trovare un sistema capace di distinguere queste categorie ma è davvero un impresa, probabilmente il fatto che siamo qui a chiedercelo è sintomo che questa distinzione è sottile o persino soggettiva.
Di recente ho avuto la possibilità di provare un gioco che non conoscevo, si chiama Giza (per i curiosi http://www.boardgamegeek.com/game/17075) della Fun Factory Games.
Ci sono plance per i giocatori e tessere quadrate di cartone ma *non* è un gioco da tavolo. Il contrario potrebbe valere per SP, ci sono carte certo ma anche banconote e pedine, per non parlare di un ampio piano di gioco che facilita il posizionamento delle carte "in vendita", potrebbe tranquillamente essere un gioco da tavolo. Però poi c'è Ohne Furcht und Adel che anche lui ha carte e monete e anche una pedina... carte o tavolo?
Se i giochi di carte devono essere caratterizzati da fasi o caratteristiche particolari (cito: mazzo, mano per ogni giocatore, fase di pescata, fase di gioco, fase di scarto) allora molti giochi di carte non lo sono più, OFuA ad esempio e altri inaspettatamente lo diventano... Cleopatra e la società degli architetti ad esempio.
Che dire... argomento scottante comnque io dico tavolo per SP.
Offline fabio
Veterano
Veterano

Avatar utente
 
Messaggi: 850
Iscritto il: 30 giugno 2004
Goblons: 260.00

Messaggioda Ciaci » 7 nov 2006, 22:49

Io sono un po' più integralista.
Per me SP è un gioco da tavolo perchè ha altri componenti oltre alle carte: i soldi, le pedine ed un tabellone. Non importa se ai fini del gioco non sono indispensabili, non è un puro gioco di carte.
Con questo criterio non sono giochi di carte nemmeno Atlantic Star e Wings of War o Citadels, mentre lo sono Meuterer e Verrater anche se le meccaniche che hanno sono più "da tavolo".
Io, quindi, mi baso sui componenti più che sulle meccaniche?
Posso fare una eccezione solo per Galoping Pigs: è di carte anche se ha i maialini ;)
Offline Ciaci
Maestro
Maestro

Avatar utente
 
Messaggi: 981
Iscritto il: 03 dicembre 2003
Goblons: 510.00
Località: Spilimbergo (PN) e dintorni

Messaggioda fabio » 7 nov 2006, 23:38

Ciaci ha scritto:Posso fare una eccezione solo per Galoping Pigs: è di carte anche se ha i maialini ;)


Nooo. e se avesse avuto un tabellone con il percorso e pedine a forma di pannocchia o carota? :grin:
Vedo male anche Canyon (di Herschler - ed. Abacus) in questo caso... ;)
a presto
f
Offline fabio
Veterano
Veterano

Avatar utente
 
Messaggi: 850
Iscritto il: 30 giugno 2004
Goblons: 260.00

Messaggioda magobaol77 » 8 nov 2006, 10:32

La discussione è ardua. Se non si fissa un criterio univoco ne parlerete all'infinito.
"Ebbene, si gioca per vincere ma giocando per vincere si impara a perdere. E io credo che questa sia la cosa importante, perchè se si è imparato a perdere si è imparato a vivere. E' tutto quello che volevo dire."
Alex Randolph
Offline magobaol77
Veterano
Veterano

Avatar utente
 
Messaggi: 709
Iscritto il: 19 febbraio 2005
Goblons: 490.00
Località: Fermo

Messaggioda trilobit » 8 nov 2006, 10:53

magobaol77 ha scritto:La discussione è ardua. Se non si fissa un criterio univoco ne parlerete all'infinito.


Hai ragione... e' meramente una questione di definizioni.

Per me GdT sono tutti i giochi costituiti da un tabellone e da altri oggetti di supporto al gioco quali pedine/segnalini, banconote/monete, carte.

Sankt Petersburg corrisponde a tutto questo.
Che poi togliendo il tabellone ed immaginandosi tot spazi virtuali nel quale posizionare le carte, prendendo un fogliaccio sul quale segnare mano mano il punteggio, e infine utilizzando i fagioli come monete, lo si possa ancora giocare... beh, non per questo per me diventa un GdC.

Comunque l'osservazione di magobaol e' la chiave di volta della discussione. E' e rimane una questione di definizioni. Probabilmente si potrebbe rimanere a discuterne per ore senza mai arrivare ad una conclusione.

Il caso di Citadels e' in effetti un caso border-line: personalmente lo considero un'ottimo esempio di ibrido GdT-GdC.
"La vita è troppo breve, per bere del vino cattivo" (G. E. Lessing)
Sorsi Di Vino - Il mio blog sul mondo del vino
Offline trilobit
Saggio
Saggio

Avatar utente
 
Messaggi: 2014
Iscritto il: 11 aprile 2004
Goblons: 560.00
Località: Pisa

Messaggioda Elder_Dragon » 8 nov 2006, 12:19

Ciaci ha scritto:Con questo criterio non sono giochi di carte nemmeno Atlantic Star e Wings of War o Citadels...

Wings of War un gioco di carte e' un'eresia ancora piu' grossa.... :lol:
Offline Elder_Dragon
Babbano
Babbano

Avatar utente
 
Messaggi: 66
Iscritto il: 27 settembre 2004
Goblons: 20.00
Località: 48124 Ravenna (RA)

Messaggioda MadeR » 10 nov 2006, 18:50

st. pietroburgo è un gioco di carte, come per me lo è citadels o borgia o oltremare o wings of war...

ma siccome non me ne viene nulla, mi va bene qualsiasi definizione. :lol:
Cerco (wishlist) e scambio giochi: sempre aggiornato.
Offline MadeR
Illuminato
Illuminato

Avatar utente
Top Uploader
 
Messaggi: 1695
Iscritto il: 10 dicembre 2004
Goblons: 800.00
Località: Pisa/Messina

Messaggioda Favar » 10 nov 2006, 19:22

Oltremare non è a mio avviso un gioco di carte poiché il tabellone riveste un ruolo abbastanza importante durante la partita.

Wing of War è, a mio avviso, un gioco di carte poiché l'elemento centrale sono comunque le carte... (aerei, manovre, danni, ecc..). Il fatto che poi alcune di queste carte vengano utilizzate direttamente sul tavolo come veri e propri "aerei" è un discorso a parte ed è comunque ciò che caratterizza il gioco e non ciò che ne determina la tipologia... Bisognerebbe sentire cosa ne pensa anche l'autore...

Concludo dicendo che, per gli stessi motivi sono d'accordo con chi dice che Sankt Petersburg sia un gioco di carte o prettamente tale. Il tabellone in questo caso funge soltanto da area dove tenere le carte e da mero segnapunti...
Ma non hai ucciso il drago??!!Ce l'ho sulla lista delle cose da fare....!!
Offline Favar
Monta vi' che vedi Lucca
Monta vi' che vedi Lucca

Avatar utente
Top Reviewer 2 Star
Top Uploader 2 Star
Game Inventor
TdG Translator
 
Messaggi: 4452
Iscritto il: 23 giugno 2003
Goblons: 3,340.00
Località: Pisa (Italy)
Utente Bgg: Favar
Facebook: Michele Mura
Twitter: MicheleMura72

Messaggioda Elder_Dragon » 10 nov 2006, 19:32

Se la discriminante nel decidere "gioco di carte"/"altro" fosse solo la presenza fisica di carte nella dotazione del gioco, la questione non si porrebbe nemmeno, abbiamo per fortuna gli occhi per vedere, vi pare?
Ma la classificazione tra giochi di carte, giochi da tavolo, wargames, ecc... (chiunque l'abbia iniziata e comunque essendo molto labile ai confini) non riguarda la dotazione, ma le meccaniche di gioco, viste da un punto piu' concettuale che materiale.
Wings of War e' un wargame. Che poi invece delle miniature o delle pedine abbia dei modellini disegnati su carte, e invece di una tabella di possibili manovre un mazzetto di carte con le singole manovre disegnate, non per questo e' un gioco di carte!!!!
Offline Elder_Dragon
Babbano
Babbano

Avatar utente
 
Messaggi: 66
Iscritto il: 27 settembre 2004
Goblons: 20.00
Località: 48124 Ravenna (RA)

Prossimo


  • Pubblicita`

Torna a Chiacchiere e questioni filosofiche inerenti il mondo dei giochi



Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti