Sul Divertimento....

Discussioni e considerazioni su definizioni, terminologie, classificazioni, concetti e questioni di filosofia del gioco.

Moderatori: Sephion, Galdor

Messaggioda mork » 19 ott 2005, 8:24

linx ha scritto:
gjmbo ha scritto:Se non avete mai provato non potete giudicare. Provate, non sapete quello che vi perdete!


Temiamo provochi dipendenza... :-?


:clapclap: :clapclap: :clapclap: :clapclap: :clapclap: :clapclap:
Tie Gjimbo!
MORK

A Roma, la serata ludica è:
THE GOLDEN RULE
Offline mork
Onnisciente
Onnisciente

Avatar utente
 
Collezione: mork
Messaggi: 4595
Iscritto il: 31 marzo 2004
Goblons: 470.00
Località: Roma - De Sanctis Villa

Messaggioda Galdor » 19 ott 2005, 14:40

Un excursus sui marinai di colore si può anche accettare, ma ora basta please: questo è il forum "Filosofico", non "Sproloqui". :wink2:
Alla prossima digressione OT cancellerò senza preavviso. :police:

Il discorso era rimasto fermo a questo punto:
linx ha scritto:Visto che nella vita c'è tanto tempo (...spero...) sarebbe meglio provare a fondo e capire tutte le varie forme di divertimento che esistono.

Detto questo rimangono 2 appunti:
- alcuni tipi di "divertimento" accorciano la vita altrui
- altri tipi di "divertimento" accorciano la propria vita e inibiscono la possibilità di provarne altri (mai sentito niente su quanto fumo e alcol diminuiscano i piaceri della sessualità... se non altri)

Se devo provare i divertimenti di secondo tipo preferisco aspettare quando ho finito gli altri...

E -di questo post- non ho capito:
1) quali fossero i divertimenti che accorciano la vita altrui (e perchè debbano essere egoisticamente preferiti agli altri ;) )
2) perchè alcuni "divertimenti" ne inibiscano altri: fumo ed alcol -ad esempio- possono aumentare/diminuire altri piaceri a seconda delle "dosi" assunte, ma non sempre e necessariamente tendono a diminuire.. :twisted:
Offline Galdor
Onnisciente
Onnisciente

Avatar utente
TdG Moderator
TdG Editor
Top Reviewer
Top Uploader 2 Star
 
Collezione: Galdor
Messaggi: 4864
Iscritto il: 15 dicembre 2003
Goblons: 1,600.00
Località: Isengard (Pisa)

Messaggioda Necros » 19 ott 2005, 19:51

insomma mi pare di aver capito che linx sostiene che: se faccio una cosa di un genere, di conseguenza non posso farne un'altra totalmente diversa e magari che sia in cottrapposizione con la precedente???
"Ora, se la morte è il non aver più alcuna sensazione, ma è come un sonno che si ha quando nel dormire non si vede più nulla neppure in sogno, allora la morte sarebbe un guadagno meraviglioso."
Offline Necros
Grande Goblin
Grande Goblin

Avatar utente
 
Collezione: Necros
Messaggi: 10000
Iscritto il: 28 novembre 2004
Goblons: 0.00

Messaggioda linx » 19 ott 2005, 20:26

Se mi diverte fare il tiro al passante con un fucile a pallettoni accorcio la vita a qualcuno, ma mi diverto :twisted:

Esempi meno drastici potrebbero essere la sigaretta e il fumo passivo che tanto ha fatto discutere o una guida spericolata che può "ledere" ai passanti.

Inoltre è detto da molti che l'assunzione giornaliera di fumo e alcol diminuiscano la sensibilità fisica e quindi riducono taluni piaceri.
Non chiedetemi le fonti perchè non me le ricordo mai.
Penso di averlo sentito alla radio...
Il confronto è stimolante a 2 condizioni:
che ci sia la volontà potenziale dell'interlocutore a cambiare opinione;
che nessuno si senta depositario di verità assolute. Dubitare è uno strumento per arrivare alla "verità".
Offline linx
Goblin
Goblin

Avatar utente
TdG Moderator
TdG Editor
Top Author
 
Collezione: linx
Messaggi: 5709
Iscritto il: 03 dicembre 2003
Goblons: 920.00
Località: Busto Arsizio (VA)
Yucata: linx
Agricola fan Yucata Player Le Havre Fan Ilsa Magazine fan

Messaggioda Galdor » 19 ott 2005, 20:30

linx ha scritto:Detto questo rimangono 2 appunti:
- alcuni tipi di "divertimento" accorciano la vita altrui
- altri tipi di "divertimento" accorciano la propria vita e inibiscono la possibilità di provarne altri (mai sentito niente su quanto fumo e alcol diminuiscano i piaceri della sessualità... se non altri)

Se devo provare i divertimenti di secondo tipo preferisco aspettare quando ho finito gli altri...


Queste tue affermazioni, unite a queste altre..
linx ha scritto:Se mi diverte fare il tiro al passante con un fucile a pallettoni accorcio la vita a qualcuno, ma mi diverto :twisted:

Esempi meno drastici potrebbero essere la sigaretta e il fumo passivo che tanto ha fatto discutere o una guida spericolata che può "ledere" ai passanti.

..suonano piuttosto inquietanti! 8-O
Ma sono sicuro di aver capito male :roll:
Offline Galdor
Onnisciente
Onnisciente

Avatar utente
TdG Moderator
TdG Editor
Top Reviewer
Top Uploader 2 Star
 
Collezione: Galdor
Messaggi: 4864
Iscritto il: 15 dicembre 2003
Goblons: 1,600.00
Località: Isengard (Pisa)

Messaggioda linx » 19 ott 2005, 20:32

Necros ha scritto:insomma mi pare di aver capito che linx sostiene che: se faccio una cosa di un genere, di conseguenza non posso farne un'altra totalmente diversa e magari che sia in cottrapposizione con la precedente???


No. Dico semplicemente che sperimentare i tipi di divertimenti elencati nei punti 1 e 2 è, lasciando perdere momentaneamente la morale, sconveniente se non si è già provato prima il resto.

Beh. Nel caso del punto uno solo se ti beccano. :-?
Il confronto è stimolante a 2 condizioni:
che ci sia la volontà potenziale dell'interlocutore a cambiare opinione;
che nessuno si senta depositario di verità assolute. Dubitare è uno strumento per arrivare alla "verità".
Offline linx
Goblin
Goblin

Avatar utente
TdG Moderator
TdG Editor
Top Author
 
Collezione: linx
Messaggi: 5709
Iscritto il: 03 dicembre 2003
Goblons: 920.00
Località: Busto Arsizio (VA)
Yucata: linx
Agricola fan Yucata Player Le Havre Fan Ilsa Magazine fan

Messaggioda randallmcmurphy » 19 ott 2005, 21:22

Wow..che "argomentone"...delle mille cose lette (e magari altre mille mi saranno sfuggite)volevo prendere spunto da una..

gjmbo ha scritto:Se non avete mai provato non potete giudicare. Provate, non sapete quello che vi perdete!


Anche se il contesto di quella frase credo fosse scherzoso, ci sono molte persone che dicono questa cosa...io non credo sia giusto..come diceva exilium in alcuni dei suoi interventi, credo che una persona possa criticare anche senza essere "ferrato" in materia, solo basandosi su concetti inconfutabili (non per tutte le cose ovviamente ce ne sono), ad esempio il fumo...i classici tre motivi per cui non fumare (può far male, può dare fastidio,costa una vagonata di soldi) mi hanno sempre convinto a non provare mai una sigaretta, inoltre NESSUNO mi potrà mai dire che non devo permettermi di contestare chi fuma perchè non so di cosa si tratta..bastano quelle 3 cose per capire di cosa si tratta...il concetto stesso che qualcuno debba assumere qualcosa per stare meglio mi da fastidio..mi sa di malato (quelli si, non chi gioca o dipinge le miniature).

Detto questo, parlo di questa bella vita mondana e della notte..beh io nella notte ho DOVUTO vivere, perchè avevo un locale a Riccione..e faccio solo due esempi:

Un mio amico una volta mi disse che il coca e rum nemmeno gli piaceva..lo prendeva solo perchè così andava un pò fuori e si poteva divertire...e credo che come lui tanti altri.

Un altro mio amico (mio malgrado) ogni tanto mi chiedeva dei soldi perchè rimaneva senza e non poteva andare al Peter Pan...poi spuntava un sabato pomeriggio e si pavoneggiava con una camicia da 100 Euro..tralasciando il fatto che il cog...ne ero io che gli prestavo i soldi, mi ha sempre fatto pensare che per lui era impellentemente più importante comprarsi qualcosa con cui apparire migliore, che non esserlo davvero rispettando i suoi amici.

Ci sarebbero tante altre cose da dire, e so che alcuni di questi concetti sono stati già ampiamente trattati, ma la discussione era talmente interessante che mi sono permesso di buttare giù questo paio di riflessioni...

P.S...ma gli accenti nella tastiera di exilium li hanno tolti? :tongue7:
(ormai devo giocare il mio ruolo di difensore dell'italiano no? :grin: )
« Ardo dal desiderio di spiegare, e la mia massima soddisfazione è prendere qualcosa di ragionevolmente intricato e renderlo chiaro passo dopo passo. È il modo più facile per chiarire le cose a me stesso. »

(Isaac Asimov)
Offline randallmcmurphy
Goblin Showman
Goblin Showman

Avatar utente
Tdg Supporter
TdG Editor
Top Reviewer 1 Star
TdG Auctioneer Level 1
 
Collezione: randallmcmurphy
Messaggi: 2829
Iscritto il: 24 giugno 2005
Goblons: 1,620.00
Località: Rimini
Utente Bgg: mcmurphy
10 anni con i Goblins Membro della giuria Goblin Magnifico

Messaggioda mork » 20 ott 2005, 8:15

randallmcmurphy ha scritto:Anche se il contesto di quella frase credo fosse scherzoso, ci sono molte persone che dicono questa cosa...io non credo sia giusto..come diceva exilium in alcuni dei suoi interventi, credo che una persona possa criticare anche senza essere "ferrato" in materia, solo basandosi su concetti inconfutabili (non per tutte le cose ovviamente ce ne sono), ad esempio il fumo...i classici tre motivi per cui non fumare (può far male, può dare fastidio,costa una vagonata di soldi) mi hanno sempre convinto a non provare mai una sigaretta, inoltre NESSUNO mi potrà mai dire che non devo permettermi di contestare chi fuma perchè non so di cosa si tratta..bastano quelle 3 cose per capire di cosa si tratta...il concetto stesso che qualcuno debba assumere qualcosa per stare meglio mi da fastidio..mi sa di malato (quelli si, non chi gioca o dipinge le miniature).


Come non essere d'accordo!
Non è affatto vero che non aver provato questa o quella esperienza di impedisce di dire la tua, basti pensare alle critiche che vengono spesso elevate sul mondo dei giochi da persone che credete abbiano mai toccato una pedina od un dado?
E' facilissimo giudicare, etichettare e condannare lo facciamo TUTTI e tutti i giorni della nostra vita.
Diverso è il discorso del comprendere.
Come diceva il buon vecchio Randall certe esperienze non occorre provarle per sapere cosa ricavarne, non debbo provare a buttarmi dalla finestra per sapere se mi farò male.......
Detto questo il divertimento del singolo deve sempre fermarsi nel momento in cui il suo agire intacca la libertà di un'altro individuo o la sopravvivenza (se becco Linx con un fucile........).
MORK

A Roma, la serata ludica è:
THE GOLDEN RULE
Offline mork
Onnisciente
Onnisciente

Avatar utente
 
Collezione: mork
Messaggi: 4595
Iscritto il: 31 marzo 2004
Goblons: 470.00
Località: Roma - De Sanctis Villa

Messaggioda Bellalex » 29 ott 2005, 13:43

genma1 ha scritto:Ma voi credete che sia concettualmente differente fare uso di alcool o di cannabis... cioè secondo voi l'alcool è meno devastante?

L'alcool è un droga, tecnicamente è così; una droga accettata dalla società, dunque non considerata droga (nel senso spregiativo.)
Offline Bellalex
Novizio
Novizio

Avatar utente
 
Collezione: Bellalex
Messaggi: 101
Iscritto il: 07 ottobre 2005
Goblons: 0.00
Località: Piacenza

Messaggioda Bellalex » 29 ott 2005, 15:09

alessiob ha scritto:che fare, di fronte all'arretramento di ogni valore umano verso gli abissi dell'indifferenza.

Trovare l'alba dentro l'imbrunire...
Offline Bellalex
Novizio
Novizio

Avatar utente
 
Collezione: Bellalex
Messaggi: 101
Iscritto il: 07 ottobre 2005
Goblons: 0.00
Località: Piacenza

Messaggioda Galdor » 29 ott 2005, 17:20

alessiob ha scritto:che fare, di fronte all'arretramento di ogni valore umano verso gli abissi dell'indifferenza.

OT: Per fortuna non sempre è così: cfr tutta la gente impegnata nel Volontariato, nelle ong, in politica (quella seria), tutte le persone che dedicano la loro vita all'alterità... FINE OT
Offline Galdor
Onnisciente
Onnisciente

Avatar utente
TdG Moderator
TdG Editor
Top Reviewer
Top Uploader 2 Star
 
Collezione: Galdor
Messaggi: 4864
Iscritto il: 15 dicembre 2003
Goblons: 1,600.00
Località: Isengard (Pisa)

Messaggioda Necros » 30 ott 2005, 19:26

Ora però non facciamo di tutte le erbe un fascio(senza allusioni.. :lol: ) è ver che l'alchool è una droga accetteta dalla società, peò bisogna anche dire che -teoricamente- sostanze alchooliche non possono essere sergite hai minorenni...in pratica è tutta un'altra storia.
Dicerto un bicchierino di birra, cuba libre, long island non ha mai fatto mela a nessuno...ovviamente se uno sa che l'achool non gli gioverebbe dal punto di vista fisico per poblemi personali, cerca di prendersi una coca cola al pub con gli amici e anche se probabilmente verrebbe fischiato, quindi: dovrebbe fregarsene delle opinioni altrui e pensare solamente alla sua salute che viene priama di qualunque alta cosa-secondo me- su questa terra e dimensione.( e qui si potrebbe anche tornare sul "piccolo"ot del fumo)
"Ora, se la morte è il non aver più alcuna sensazione, ma è come un sonno che si ha quando nel dormire non si vede più nulla neppure in sogno, allora la morte sarebbe un guadagno meraviglioso."
Offline Necros
Grande Goblin
Grande Goblin

Avatar utente
 
Collezione: Necros
Messaggi: 10000
Iscritto il: 28 novembre 2004
Goblons: 0.00

Messaggioda Bellalex » 30 ott 2005, 19:54

Necros ha scritto:Dicerto un bicchierino di birra, cuba libre, long island non ha mai fatto mela a nessuno...

L'alcool è "tecnicamente" una droga in virtù del suo potere uncinante.
Che faccia male dipende dalla dose: il che si può estendere a tutte le droghe, legali ed illegali.
Anche io bevo (poco,) e senza vegogna, ciò non toglie che l'alcool sia effettivamente una droga, una droga accettata dalla società e storicamente radicata nella nostra civiltà, come l'oppio nel Sud-Est asiatico.
Quando si passa dal bicchierino al bicchierone (facile dato che crea dipendenza) fa molto male: in realtà l'alcool uccide più dell' eroina e molto più dell'erba cui hai alluso; l' alcoolismo è una vera piaga sociale in molti Paesi, ma mica lo voglio demonizzare, voglio solo precisare (e viva il sidro!!!)
Offline Bellalex
Novizio
Novizio

Avatar utente
 
Collezione: Bellalex
Messaggi: 101
Iscritto il: 07 ottobre 2005
Goblons: 0.00
Località: Piacenza

Messaggioda Juda » 30 ott 2005, 20:00

Quanto detto sull' alcool è sacrosanto, biogna starci attenti ecc... Tuttavia, fatte le dovute precisazioni precauzionali, vorrei semplicemente dire che l' alcool può anche essere un piacere al gusto. Inoltre che può creare un' atmosfera frizzante o dar sfogo, libera uscita, ad eccessi altrimenti repressi. Non voglio indicarlo come terapia psicanalitica, voglio solo dire che a volte ci rende molto più umani e comunicativi di quanto non siamo nella quotidianità e, questo, è divertente!
Ultima modifica di Juda il 30 ott 2005, 20:12, modificato 1 volta in totale.

Adotta un Juda, ti sara "fedele" per sempre!?!

Offline Juda
Illuminato
Illuminato

Avatar utente
 
Collezione: Juda
Messaggi: 1571
Iscritto il: 25 novembre 2004
Goblons: 0.00
Località: Lodi

Messaggioda Bellalex » 30 ott 2005, 20:08

In Corsica pasteggiavo spesso a crêpes e sidro (a volte pure di pera.)
Un piacere da provare...!!! soprattutto se abbinato a bellezze paesaggistiche ed aria buona.

Ogni giorno mi bevo una goccia infinitesimale di superalcoolici, a rotazione: ormai ho imparato a gustare anziché tracannare.

Però per la birra la tracannata ci vuole!!! qualche litro giù per il gargarozzo per accompagnare kebab, piadine od altro... poi però non guidate.

Ed infine il mitico vino rosso, di cui peraltro la mia provincia produce perle.
In modica quantità fa pure bene al cuore per via delle sostanze contenute.

Prosit!
Offline Bellalex
Novizio
Novizio

Avatar utente
 
Collezione: Bellalex
Messaggi: 101
Iscritto il: 07 ottobre 2005
Goblons: 0.00
Località: Piacenza

PrecedenteProssimo

Torna a Questioni filosofiche

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti