Trilogia della Città di K. - Ágota Kristóf

Discussioni, commenti, considerazioni e suggerimenti sui libri e le vostre letture... Ricordate di citare il libro di cui parlate nel titolo dei vostri post e controllate gli annunci e gli adesivi dei moderatori per le altre norme all'interno di questo forum.

Moderatori: Asliaur, stec74

Re: Trilogia della Città di K. - Ágota Kristóf

Messaggioda sava73 » 2 ott 2015, 10:36

tutto ha un senso e tutto sarà chiaro alla fine. :sisi:
il tuo 3° punto Mik è quello che abbiamo piu' discusso durante la lettura.
sava73 (goblin Cylon) ultimamente ha giocato a:
Immagine
Offline sava73
Goblin Cylon
Goblin Cylon

Avatar utente
Tdg Supporter
Tdg Super Moderator
TdG Administrator
TdG Organization Plus
 
Collezione: sava73
Messaggi: 21115
Iscritto il: 08 agosto 2011
Goblons: 9,930,653,499.00
Località: Roma
Utente Bgg: sava 73
Sei nella chat dei Goblins Sono un Cylon Ho partecipato alla Play di Modena Alta Tensione Fan Carcassonne Fan Sono stato alla Gobcon 2016 Io gioco col verde
Ho partecipato ad una lettura condivisa dei Goblins Mi piace la pallavolo Tifo Lazio Io dico PUPINA BONA! Triade, il verde e' troppo verde... Birra fan Breaking Bad fan
Food Chain Magnate fan Frush fan Amo la Nutella!!!! Splotten Spellen fan The Walking Dead fan Io faccio il Venerdi GdT! Battlestar Galactica fan
Pizza fan Ho sostenuto la tana alla Play 2016 Ho contribuito alla Visibility della Play 2016! Jones 'Incazzoso' Fan! Ho parteciapto al torneo di Clash Royale Podcast Fan Podcast Maker

Re: Trilogia della Città di K. - Ágota Kristóf

Messaggioda Sportacus » 2 ott 2015, 10:44

Mik ha scritto:
Spoiler:
Curioso comunque di vedere come procede, ma l'insensatezza di molti passaggi mi hanno distolto dalla crudeltà di quel che succede. Più le cose mi sembrano vere più anche un semplice atto di crudeltà mi colpisce. Più le trovo poco verosimili più sono emotivamente anestetizzato alla cosa. Anzi, le trovo solo un modo facile e poco onesto per cercare di colpire.


Spoiler:
Basta conoscere un minimo di autobiografia dell'autrice per capire che quel che ha scritto non è stato scritto apposta per cercare di colpire quanto proprio perchè era l'unico modo che l'autrice ha trovato per descrivere quello che tu dici:

Insensatezza che distoglie dalle crudeltà
Crudeltà che pare inverosimile
Troppa crudeltà che anestetizza
Aggiungici anche la negazione della realtà, lo spaccio della menzogna per verità, l'impossibilità a conoscerla la verità.

Tutto questo era l'atteggiamento (lo sguardo, il modo, il sentire, chiamalo come vuoi) con cui l'occidente guardava e si relazionava all'epoca i paesi oltrecortina ed è incredibilmente o profeticamente lo stesso che il suo paese di origine, l'Ungheria, ha deciso di usare nell'alzare i muri oggi.
The basic tool for the manipulation of reality is the manipulation of words. If you can control the meaning of words, you can control the people who must use the words.
(How To Build A Universe That Doesn't Fall Apart Two Days Later, 1978)
Offline Sportacus
Saggio
Saggio

Avatar utente
 
Collezione: Sportacus
Messaggi: 2151
Iscritto il: 13 agosto 2011
Goblons: 10.00
Località: Portici (NA)
Ho partecipato ad una lettura condivisa dei Goblins

Re: Trilogia della Città di K. - Ágota Kristóf

Messaggioda Mik » 2 ott 2015, 11:59

@sportacus:

Spoiler:
Mi leggerò alla fine anche la biografia. Ma solitamente evito la cosa prima dei leggere un libro.

Però non capisco bene quello che intendi:

- volevi dire che il suo acopo è anestetizzare il lettore?

- o che voleva rendere il fatto che il mondo in quei momenti fosse anestetizzato dal dolore?

Perché nel primo caso allora ci è riuscita, anche se non ne capisco il perché volerlo fare.

Nel secondo ho letto libri in cui riuscivano a rendere benissimo la cosa senza ricorrere a cose che sembrano assurde. Riuscendo in quel modo a rendere l'insensatezza e la desensibilizzazione di quei momenti, ma coinvolgendo e turbando il lettore perché si accorge che è la stessa cosa che sta facendo lui per fatti contemporanei. E fa male quando te lo ricordano. Però non mi è successo ad esempio, per ora, con questo libro se non per brevi momenti e su situazioni più "normali". Ad esempio l'impiccagione del marito di Carla e la successiva lettera di "scusa, ci siamo sbagliati".


All:

Spoiler:
Un poco mi sto facendo l'idea (e un po' spero) che in particolare il primo libro non rappresenti quanto successo veramente, ma una sorta di rielaborazione di Lucas (o Claus?!) bambino e che nel terzo libro un po' si scopra cosa veramente ha passato in tutta la sua "normale" crudeltà.
Offline Mik
Maestro Goblin
Maestro Goblin

Avatar utente
TdG Moderator
 
Collezione: Mik
Messaggi: 15313
Iscritto il: 16 luglio 2011
Goblons: 110.00
Località: Venezia

Re: Trilogia della Città di K. - Ágota Kristóf

Messaggioda Sportacus » 2 ott 2015, 12:27

Mik ha scritto:@sportacus:

Spoiler:
Mi leggerò alla fine anche la biografia. Ma solitamente evito la cosa prima dei leggere un libro.

Però non capisco bene quello che intendi:

- volevi dire che il suo acopo è anestetizzare il lettore?

- o che voleva rendere il fatto che il mondo in quei momenti fosse anestetizzato dal dolore?

Perché nel primo caso allora ci è riuscita, anche se non ne capisco il perché volerlo fare.

Nel secondo ho letto libri in cui riuscivano a rendere benissimo la cosa senza ricorrere a cose che sembrano assurde. Riuscendo in quel modo a rendere l'insensatezza e la desensibilizzazione di quei momenti, ma coinvolgendo e turbando il lettore perché si accorge che è la stessa cosa che sta facendo lui per fatti contemporanei. E fa male quando te lo ricordano. Però non mi è successo ad esempio, per ora, con questo libro se non per brevi momenti e su situazioni più "normali". Ad esempio l'impiccagione del marito di Carla e la successiva lettera di "scusa, ci siamo sbagliati".


@Mik
Spoiler:
Io cenni alla vita della Kristof li ho letti dopo aver (a suo tempo, un po' di anni fa) letto la trilogia. E mi ha aiutato a capire.
Ho anche la sua biografia da leggere. Ho già detto in altro post che un po' mi spaventa affrontarla, soprattuto dopo aver letto una sua frase nella quale diceva che l'importante è scrivere quello che si ha dentro (tradotto in soldi e molto volgarmente) fregandotene poi di chi leggerà i tuoi scritti. Se quello che ha dentro e butta fuori è la trilogia, bhe, sarà difficile ogni suo scritto.

Perchè ricorrere a cose assurde?

Secondo me dipende dall'esperienza personale di chi vive certe cose. L'ho già sperimentato leggendo Vonnegut e Ballard.
Vonnegut, prigioniero di guerra e rinchiuso in un mattatoio e per questo ha avuto salva al vita, è stato uno dei sopravvissuti al bombardamento alleato di Dresda. Città cancellata e 35.000 persone morte bruciate.
Ha partorito sul tema un romanzo strambo, definiamolo di fantascienza, che è Mattatoio n. 5 (titolo alternativo forse più forte La crociata dei bambini).
Ballard, da bambino è stato rinchiuso in un campo di concentramento giapponese in Cina. Si, ci sta l'Impero del Sole, la sua autobiografia portata sul grande schermo da Spielberg ma ci stanno anche i suoi romanzi di fantascienza, Condominium su tutti come paradigma di quel che si nasconde nell'animo umano.

Si scrive per mille e mille motivi. La Kristof non lo fa, come in parte Vonnegut e Ballard, per chi legge ma per se stessa.
The basic tool for the manipulation of reality is the manipulation of words. If you can control the meaning of words, you can control the people who must use the words.
(How To Build A Universe That Doesn't Fall Apart Two Days Later, 1978)
Offline Sportacus
Saggio
Saggio

Avatar utente
 
Collezione: Sportacus
Messaggi: 2151
Iscritto il: 13 agosto 2011
Goblons: 10.00
Località: Portici (NA)
Ho partecipato ad una lettura condivisa dei Goblins

Re: Trilogia della Città di K. - Ágota Kristóf

Messaggioda sava73 » 2 ott 2015, 12:44

a me Mattatoio n5 non è piaciuto per niente :look:
sava73 (goblin Cylon) ultimamente ha giocato a:
Immagine
Offline sava73
Goblin Cylon
Goblin Cylon

Avatar utente
Tdg Supporter
Tdg Super Moderator
TdG Administrator
TdG Organization Plus
 
Collezione: sava73
Messaggi: 21115
Iscritto il: 08 agosto 2011
Goblons: 9,930,653,499.00
Località: Roma
Utente Bgg: sava 73
Sei nella chat dei Goblins Sono un Cylon Ho partecipato alla Play di Modena Alta Tensione Fan Carcassonne Fan Sono stato alla Gobcon 2016 Io gioco col verde
Ho partecipato ad una lettura condivisa dei Goblins Mi piace la pallavolo Tifo Lazio Io dico PUPINA BONA! Triade, il verde e' troppo verde... Birra fan Breaking Bad fan
Food Chain Magnate fan Frush fan Amo la Nutella!!!! Splotten Spellen fan The Walking Dead fan Io faccio il Venerdi GdT! Battlestar Galactica fan
Pizza fan Ho sostenuto la tana alla Play 2016 Ho contribuito alla Visibility della Play 2016! Jones 'Incazzoso' Fan! Ho parteciapto al torneo di Clash Royale Podcast Fan Podcast Maker

Re: Trilogia della Città di K. - Ágota Kristóf

Messaggioda Sportacus » 2 ott 2015, 12:52

sava73 ha scritto:a me Mattatoio n5 non è piaciuto per niente :look:


Si, ho trovato difficile finirlo.
Di Vonnegut apprezzo soprattutto altro, la sua capacità ci conferenziere.

A distanza di anni dalla lettura trovo che Mattatoio n. 5 ha un suo motivo di esistere. A me ha lasciato dentro i suoi viaggi nel tempo che virtualmente ti aprono ad una vita infinita ma che non ti sottraggono all'ineluttabile fine, l'ostinata volonà di non voler cambiare gli errori che si è commessi in passato, la critica fortissima al concetto tutto americano che abbiamo però recepito in pieno anche qui che la povertà è una scelta, non una condizione a cui sei sottoposto, l'esaltazione della croce cristiana come negazione del Cristo stesso... Insomma tanta roba.

Però, si. è stato difficile finirlo.

Edit: ripetizioni....

Edit 2: Manco a farlo apposta oggi è apparso un articolo su repubblica online che cita (un po' come i cavoli a merenda però) Vonnegut. L'articolo è questo: http://www.repubblica.it/cronaca/2015/1 ... f=HREC1-14
La citazione è:
"Ciò che ci teneva belli carichi per quasi tutto il tempo era l'odio. Per tutta la vita ho avuto gente da odiare, da Hitler a Nixon. I ragazzi che si laureano qui oggi non sono sonnacchiosi, non sono indifferenti, non sono apatici. Stanno solo portando avanti l'esperimento di fare a meno dell'odio"
The basic tool for the manipulation of reality is the manipulation of words. If you can control the meaning of words, you can control the people who must use the words.
(How To Build A Universe That Doesn't Fall Apart Two Days Later, 1978)
Offline Sportacus
Saggio
Saggio

Avatar utente
 
Collezione: Sportacus
Messaggi: 2151
Iscritto il: 13 agosto 2011
Goblons: 10.00
Località: Portici (NA)
Ho partecipato ad una lettura condivisa dei Goblins

Re: Trilogia della Città di K. - Ágota Kristóf

Messaggioda Mik » 2 ott 2015, 13:02

Mattatoio n5 l'ho letto anche io. Particolare. E anche secondo me offre molti spunti di riflessione. Però sapevo di leggere un romanzo di fantascienza (anche se più verso il fanta forse) e quindi molte concessioni le fai su come scegli di esplorare certi concetti.

Mi è più difficile quando leggo un romanzo come questo. Ma solo alla fine potrò dirlo veramente :)
Offline Mik
Maestro Goblin
Maestro Goblin

Avatar utente
TdG Moderator
 
Collezione: Mik
Messaggi: 15313
Iscritto il: 16 luglio 2011
Goblons: 110.00
Località: Venezia

Re: Trilogia della Città di K. - Ágota Kristóf

Messaggioda Sveltolampo » 2 ott 2015, 13:31

leggere la biografia dell'autrice mi spaventa un po'...
Offline Sveltolampo
Grande Goblin
Grande Goblin

Avatar utente
 
Collezione: Sveltolampo
Messaggi: 11124
Iscritto il: 22 settembre 2011
Goblons: 10.00
Località: Povoletto (UD)
Utente Bgg: Sveltolampo
Ho partecipato ad una lettura condivisa dei Goblins Sono un Sava follower Ho parteciapto al torneo di Clash Royale

Re: Trilogia della Città di K. - Ágota Kristóf

Messaggioda Boiler » 2 ott 2015, 20:57

Finito.
Che botta. Adesso un paio di giorni e poi commento.

Inviato dal mio Z00D utilizzando Tapatalk
Offline Boiler
Onnisciente
Onnisciente

Avatar utente
TdG Moderator
 
Collezione: Boiler
Messaggi: 3766
Iscritto il: 16 dicembre 2012
Goblons: 0.00
Località: Viareggio
Utente Bgg: boiler7
Board Game Arena: boiler7
Yucata: boiler7
Sei nella chat dei Goblins Seasons Fan Hai fatto l'upload di 20 file Le Havre Fan Io gioco col blu Ho partecipato ad una lettura condivisa dei Goblins Frush fan
Io odio Traico! :D Raffaello fan Ilsa Magazine fan Podcast Fan Podcast Maker Telegram Fan

Re: Trilogia della Città di K. - Ágota Kristóf

Messaggioda Sveltolampo » 3 ott 2015, 0:36

finito anch'io...devo decisamente metabolizzare...ho un gran casino in testa :hmm:
Offline Sveltolampo
Grande Goblin
Grande Goblin

Avatar utente
 
Collezione: Sveltolampo
Messaggi: 11124
Iscritto il: 22 settembre 2011
Goblons: 10.00
Località: Povoletto (UD)
Utente Bgg: Sveltolampo
Ho partecipato ad una lettura condivisa dei Goblins Sono un Sava follower Ho parteciapto al torneo di Clash Royale

Re: Trilogia della Città di K. - Ágota Kristóf

Messaggioda Sveltolampo » 3 ott 2015, 0:43

intanto mi sono letto tutti gli spoiler :clap: :clap: :clap:

...devo decisamente metabolizzare...mi aspettavo un libro totalmente differente... :pippotto:
Offline Sveltolampo
Grande Goblin
Grande Goblin

Avatar utente
 
Collezione: Sveltolampo
Messaggi: 11124
Iscritto il: 22 settembre 2011
Goblons: 10.00
Località: Povoletto (UD)
Utente Bgg: Sveltolampo
Ho partecipato ad una lettura condivisa dei Goblins Sono un Sava follower Ho parteciapto al torneo di Clash Royale

Re: Trilogia della Città di K. - Ágota Kristóf

Messaggioda sava73 » 5 ott 2015, 9:59

bravi :oh:
aspetto i Vs commenti con ansia.

...quanti ne mancano ancora? Vogliamo iniziare a parlare del prossimo romanzo (nel topic preposto, ovviamente) ??
sava73 (goblin Cylon) ultimamente ha giocato a:
Immagine
Offline sava73
Goblin Cylon
Goblin Cylon

Avatar utente
Tdg Supporter
Tdg Super Moderator
TdG Administrator
TdG Organization Plus
 
Collezione: sava73
Messaggi: 21115
Iscritto il: 08 agosto 2011
Goblons: 9,930,653,499.00
Località: Roma
Utente Bgg: sava 73
Sei nella chat dei Goblins Sono un Cylon Ho partecipato alla Play di Modena Alta Tensione Fan Carcassonne Fan Sono stato alla Gobcon 2016 Io gioco col verde
Ho partecipato ad una lettura condivisa dei Goblins Mi piace la pallavolo Tifo Lazio Io dico PUPINA BONA! Triade, il verde e' troppo verde... Birra fan Breaking Bad fan
Food Chain Magnate fan Frush fan Amo la Nutella!!!! Splotten Spellen fan The Walking Dead fan Io faccio il Venerdi GdT! Battlestar Galactica fan
Pizza fan Ho sostenuto la tana alla Play 2016 Ho contribuito alla Visibility della Play 2016! Jones 'Incazzoso' Fan! Ho parteciapto al torneo di Clash Royale Podcast Fan Podcast Maker

Re: Trilogia della Città di K. - Ágota Kristóf

Messaggioda Boiler » 5 ott 2015, 10:03

Parliamone. Mi sono venute a trovare diverse scimmie.

Inviato dal mio Z00D utilizzando Tapatalk
Offline Boiler
Onnisciente
Onnisciente

Avatar utente
TdG Moderator
 
Collezione: Boiler
Messaggi: 3766
Iscritto il: 16 dicembre 2012
Goblons: 0.00
Località: Viareggio
Utente Bgg: boiler7
Board Game Arena: boiler7
Yucata: boiler7
Sei nella chat dei Goblins Seasons Fan Hai fatto l'upload di 20 file Le Havre Fan Io gioco col blu Ho partecipato ad una lettura condivisa dei Goblins Frush fan
Io odio Traico! :D Raffaello fan Ilsa Magazine fan Podcast Fan Podcast Maker Telegram Fan

Re: Trilogia della Città di K. - Ágota Kristóf

Messaggioda Mik » 5 ott 2015, 10:36

Io sono a metà del terzo libro
Offline Mik
Maestro Goblin
Maestro Goblin

Avatar utente
TdG Moderator
 
Collezione: Mik
Messaggi: 15313
Iscritto il: 16 luglio 2011
Goblons: 110.00
Località: Venezia

Re: Trilogia della Città di K. - Ágota Kristóf

Messaggioda Sveltolampo » 6 ott 2015, 9:26

sarà il caso di scrivere qualche considerazione finale sennò la mia mente cancella tutto :asd:

Spoiler:
non so dire se il libro mi è piaciuto...la storia è ingarbugliata forse un po' troppo, finzione e realtà si mescola ancora nella mia mente forse perchè a qualcosa voglio credere e a qualcosa no.
la storia della famiglia è molto triste e le ripercussioni sono devastanti, claus è stato egoista in un modo esasperato e lucas, per ricostruire il suo passato ci ha messo un'intera vita e tutta la vita è stata una sfiga!
tutta la vicenda, immersa nel periodo della guerra, ha dato ancora più crudezza agli avvenimenti e li ha anche estremizzati.
il contesto comunque è abbastanza di fondo e non l'ho sentito sempre presente.
è stato bello, durante la lettura, cercare di immedesimarsi nei gemelli, non tanto per le loro azioni (vere o finte che fossero) ma nel capire la loro mente e i loro sentimenti, a volte lesionistici, a volte protettivi.
è un libro triste che mi ha lascito uno strascio di tristezza perchè l'ho vissuto e quindi l'immedesimazione travolge e sconvolge.
sono contento di averlo letto ma non è per niente il mio genere o almeno non è quello che vorrei leggere ora, comunque merita e lo consiglierei; la scrittura è stata comunque abbastanza agevole, solo a metà libro mi sono un po' incastrato sulle vicende del cartolaio/scrittore.
comunque ottimo consiglio!


alla prossima lettura :approva:
Offline Sveltolampo
Grande Goblin
Grande Goblin

Avatar utente
 
Collezione: Sveltolampo
Messaggi: 11124
Iscritto il: 22 settembre 2011
Goblons: 10.00
Località: Povoletto (UD)
Utente Bgg: Sveltolampo
Ho partecipato ad una lettura condivisa dei Goblins Sono un Sava follower Ho parteciapto al torneo di Clash Royale

PrecedenteProssimo

Torna a Libri

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti