Voti ai GdR: Gioco, Edizione, Set, Linea o Fenomeno?

Discussioni su tutto ciò che circonda il mondo dei giochi e che non trova spazio nelle altre sezioni del forum, come classifiche e collezioni ma anche discussioni e considerazioni su definizioni, terminologie, classificazioni, concetti e questioni di filosofia del gioco.

Moderatori: Cippacometa, Rage, pacobillo, Sephion

Voti ai GdR: Gioco, Edizione, Set, Linea o Fenomeno?

Messaggioda Solomon » 4 gen 2006, 16:05

Salve a tutti,

Mi domandavo se non sarebbero utili linee guida più chiare per le recensioni dei GdR.

Per alcuni di essi il recensore distingue, giustamente IMHO, tra le diverse edizioni (originale o italiana, prima o seconda ecc.). Per altre non accade, e ci si trova così a fare un sol fascio di libri diversi tra loro (come Vampire prima, seconda e revised).

Talvolta, poi, recensori e votanti (me incluso) basano il loro giudizio anche sul supporto, estendendo quindi la definizione di "gioco" a tutta la linea. Mi domando però se la pratica sia giustificata, visto che il libro base può essere fruito da solo.
Al contrario, per alcuni giochi il cui regolamento è composto da un set di più volumi (per esempio D&D), i singoli libri vengono valutati individualmente, e mi domando se la pratica sia corretta.

Infine, talvolta i votanti, o peggio ancora i recensori, incorporano nel loro giudizio valutazioni sugli effetti (reali e presunti) che tale gioco avrebbe avuto sulla comunità o sul mercato: valutazioni sempre discutibili, e talvolta persino svincolate da dati di fatto.

Secondo voi, dunque, come dovrebbe essere valutato un GdR?

Come gioco, senza distinguere tra le varie edizioni?
O al contrario, come singolo prodotto, come edizione?
Come linea, valutando anche la qualità del supporto?
Come fenomeno, valutando gli effetti che ha avuto?
Quando applicabile, ha senso valutare un set come singolo gioco?
Offline Solomon
Esperto
Esperto

Avatar utente
 
Messaggi: 494
Iscritto il: 16 settembre 2005
Goblons: 0.00
Località: Modena


  • Pubblicita`

Torna a Chiacchiere e questioni filosofiche inerenti il mondo dei giochi



Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti