Bakong

Mostra Recensione

Voto Recensore: 
6

Ambientazione
In Bakong i giocatori sono avventurieri che cercano di aprirsi una via nella intricata giungla cambogiana armati di zaino e di tanto coraggio alla ricerca del tempio ricco di preziosissimi smeraldi e ritornare il più velocemente possibile, sani e salvi, al campo base.

Il campo di gioco è formato da 24 tessere ottagonali double face che vengono disposte a piacere una attaccata all'altra a formare un sentiero dove alle due estremità vengono messe le caselle campo base e tempio. Ogni tessera contiene degli scorci della giungla cambogiana con ostacoli, pericoli, tesori o attrezzature extra che raccoglieremo durante il nostro cammino
Le pedine vengono messe sulla tessera campo base, vengono presi tanti grossi smeraldi quanti sono i giocatori; ognuno di essi riceve una cartella zaino suddiviso in 20 quadratini ed a turno ogni giocatore sceglie un'attrezzo da mettere nel proprio zaino. Esistono 8 tipi di attrezzi, ciascuno utile a superare un ostacolo, a raccogliere smeraldi extra, a tirare nuovamente i dadi e così via.

Il Gioco
La meccanica del gioco è semplicissima: a turno ogni giocatore lancia due dadi e sceglie uno dei due dadi per muoversi e l'altro per girare una delle tessere. (es. lancio i dadi e faccio 3 e 5; scelgo il 3 e giro la terza tessera davanti al mio cammino e avanzo di 5 tessere sul sentiero).
Fermandosi sulla tessera il giocatore subisce gli effetti della tessera che possono essere positivi o negativi come raccogliere piccoli diamanti in una miniera, trovare un campo base abbandonato, trovare una cascata miracolosa che guarisce le ferite, ma anche rupi e fiumi che sbarrano il nostro passaggio, sabbie mobili che ci faranno perdere un oggetto e buche che ci feriscono.
Ogni volta che noi ci fermiamo o passiamo su una tessera “Buca” raccogliamo un indicatore “Ouch”. Alla fine del gioco ogni indicatore “Ouch” varrà 3 punti negativi.

Arrivati al tempio il giocatore sceglierà uno dei grossi smeraldi e lo metterà nello zaino; se non ci fosse più spazio disponibile nello zaino bisognerà lasciare qualche attrezzo o smeraldo più piccolo. Attenzione: lo smeraldo più grosso ha una maledizione e inibirà gli effetti positivi delle cascate magiche.
Incomincia ora il viaggio di ritorno al campo base e il primo giocatore che arriva al campo base riceve una tessera bonus che equivale a 3 punti vittoria. La partita termina immediatamente e viene fatto il conteggio finale. Ogni giocatore calcola il valore dei propri smeraldi nello zaino, aggiunge l'eventuale tessera bonus di colui che è arrivato per primo al campo base e detrae 3 punti per ogni segnalino “Ouch”. Il giocatore che totalizza più punti è il vincitore della partita.

Considerazioni
Gli aspetti positivi di Bakong sono la facilità delle regole e di setup della partita: si spiega e si inizia nello spazio di 5 minuti e il gioco fila via velocemente e in 20 minuti siamo già al calcolo dei punti vittoria. Di buona qualità la grafica e i materiali anche se il cartoncino dello zaino è un po' troppo leggerino.

Il gioco è indipendente dalla lingua e il regolamento è tradotto in molte lingue (tranne l'Italiano).

Per contro Bakong è un gioco leggero, con nessuna possibilità di interagire sulle mosse degli avversari, buono come filler, ottimo per giocare con i bambini ma nulla di più. Inoltre questo è un gioco dove l'alea spadroneggia.

P.S. Ma non si chiamava "Gioco dell'Oca"?

Collegamento alla Scheda del Gioco: 
Score: 
0.00
Hits: 
3 125
Pro: 

Regole facilissime.
Setup rapidissimo.
Durata ideale per un filler.
Bella grafica e buoni materiali.

Contro: 

Meccaniche di gioco elementari.
Fattore alea importante.
Nessuna interazione con gli altri giocatori.
Traduzione in tutte le lingue tranne l'Italiano.

Contenuto: 

26 tessere giungla, 1 tessera bonus, 6 tabelle zaino, 2 dadi, 6 grandi smeraldi, 40 piccoli smeraldi, 12 segnalini Ouch, 2 x 8 attrezzi, 6 pedine di gioco e il regolamento multilingue.

  • su
    50%
  • down
    50%