Catan Geographies: Germany

Autore: 
Immagine copertina: 
Voto Recensore: 
8

Ambientazione
I giocatori esplorano la Germania nel tardo Medio Evo e contribuiscono alla sua prosperità, producendo e commerciando risorse e costruendo strade, municipi e i grandi monumenti storici. Ogni municipio o monumento costruito assegna al giocatore che lo ha costruito 1 punto vittoria (PV). Il primo giocatore che raggiunge i 10PV (in 4 giocatori) o i 12PV (in 3 giocatori) è dichiarato vincitore.

Il gioco
Riassumo brevemente le regole del gioco, soffermandomi sulle differenze con il gioco base da cui deriva, "I Coloni di Catan".

Preparazione:
- In 3 giocatori, ogni giocatore riceve 12 municipi (= le colonie di questa versione) e 20 strade dello stesso colore e una carta riassuntiva dei Costi di Produzione. In 4 giocatori si usano solo 10 municipi.
- Il setup iniziale può essere casuale, con i giocatori che si alternano piazzando i primi 3 municipi sul tabellone prima in senso orario, poi antiorario e infine di nuovo orario. Le risorse iniziali sono determinate dalla posizione del terzo municipio collocato (non si piazzano invece strade). In alternativa, si può seguire il setup per principianti presentato dietro le carte riassuntive: sul retro sono indicate le 3 città di partenza e le 2 risorse iniziali di ciascun giocatore.
- I 12 monumenti sono collocati nelle rispettive aree al bordo del tabellone all'esterno della mappa della Germania.
- Il mercenario Götz (= il brigante di questa versione) è collocato nella casella di montagna col numero 12 a est di Norimberga.

Svolgimento:
Ad ogni turno si alternano 2 fasi:
- produzione: si svolge esattamente come nel Catan base, con il lancio dei dadi e la produzione delle caselle che riportano il numero uscito. Se esce il "7" tutti i giocatori con più di 7 carte ne devono scartare la metà e il giocatore di turno muove Götz e ruba una carta ad un altro malcapitato giocatore. Da notare che in questa versione non ci sono le città per cui si produce sempre 1 sola risorsa per municipio. I monumenti non producono risorse.
- commercio/costruzione. Esattamente come nel Catan base. Da notare che in questa versione si possono alternare commercio e costruzione a piacere perché sono all'interno della stessa fase. Inoltre in questa fase (e non prima del lancio dei dadi) è possibile giocare una sola carta sviluppo.

Commercio:
non ci sono porti e con la banca si commercia sempre 3:1 (diversamente dal Catan base dove si commercia 4:1).

Costruzioni:
- Strada: si possono costruire strade solo adiacenti ad un municipio o strada dello stesso colore. Se si arriva ad un incrocio dove è indicato il nome di una città non si può proseguire fintanto che non si è costruito il relativo municipio o monumento.
- Municipio: può essere costruito solo sugli appositi spazi città del tabellone e solo se la città è raggiunta da una propria strada. Non ci sono regole di distanza qui!
- Monumento: può essere costruito solo sugli appositi spazi del tabellone raggiunti da una propria strada. Il giocatore che lo costruisce piazza uno dei suoi municipi nell'area esterna dove si trovava il monumento (per segnalare 1 punto vittoria) e riceve un bonus che varia a seconda del monumento costruito (1 strada gratis, 2 risorse predefinite, 1 o 2 carte sviluppo). I monumenti sono neutrali, non producono e non bloccano le strade (le bloccano solo se non sono stati costruiti!).
- Carte sviluppo: ci sono 3 carte che valgono 1 PV, 15 carte mercenario (= le carte soldato di questa versione), 2 carte banca (= prendi 2 risorse a scelta), 2 carte costruzione strada (= 2 strade gratis), 4 carte commercio (= consentono limitatamente ad un turno di gioco di scambiare 2:1 con la banca). Non ci sono le carte monopolio del gioco base.

Regole speciali:
La Strada più lunga / l'armata più grande. Funzionano come nel Catan base, con un'unica differenza: il primo giocatore con l'armata più grande (3 carte mercenario) o la strada più lunga (5 strade consecutive) piazza uno dei suoi municipi nel corrispondente spazio nella parte alta del tabellone (al posto della relativa carta del Catan base). Questi bonus valgono quindi solo 1 punto (anziché 2 come nel Catan base). Se un giocatore realizza un'armata più grande o una strada più lunga, piazza un suo municipio nello spazio corrispondente e il municipio del giocatore precedente torna alla sua riserva.

Fine gioco:
Con 3 giocatori: vince chi raggiunge 12 punti. In pratica chi piazza 12 municipi sul tabellone (o meno se si pescano carte PV).
Con 4 giocatori: vince chi raggiunge 10 punti. In pratica chi piazza 10 municipi sul tabellone (o meno se si pescano carte PV).
Da notare che è sempre facilmente visibile quanti punti ogni giocatore deve ancora fare per vincere (basta contare i municipi che gli rimangono da piazzare, tenendo conto di eventuali carte PV).

Considerazioni
Nel 2008 la Kosmos pubblica questo Catan edizione Germania in occasione del 60° anniversario dalla fondazione della Repubblica Federale Tedesca. Devo dire che questa edizione del popolare Catan mi ha piacevolmente stupito. A differenza di altre versioni più complesse ("Battaglia per Roma", "Settlers of America"), questa edizione si propone come una "variante" semplificata del Catan base e risulta pertanto ideale per avvicinare nuovi giocatori.

Qualche parola va necessariamente spesa per la qualità della componentistica, davvero eccellente e degna di un'edizione deluxe. Il grande tabellone è splendidamente illustrato con dovizia di particolari da Michale Menzel (illustratore, tra gli altri, di ottimi giochi come "Stone Age", "I Pilastri della Terra", "Mondo senza Fine", "Il Castello"). Lo stesso dicasi per le bellissime carte (molto simili a quelle dell'ultima edizione in plastica de "I Coloni di Catan"), che raffigurano alcuni personaggi che hanno fatto la storia della Germania e non solo: il pittore Albrecht Dürer, il banchiere Jakob Fugger, Martin Lutero e Johannes Gutenberg. I componenti in plastica sono dettagliatissimi, specialmente i 12 monumenti della Germania, che una volta piazzati all'interno della mappa, danno la sensazione di avere veramente costruito qualcosa di imponente. Persino il brigante, qui "mercenario", raffigura un personaggio realmente esistito, il poeta soldato Götz von Berlichingen.

Per quanto riguarda il regolamento, si tratta, come già accennato, di una variante molto simile al gioco base de "I Coloni di Catan". Le regole sono semplicissime da spiegare e questo rende il gioco particolarmente adatto ai neofiti. Il gioco è disponibile solo in inglese e in tedesco, ma la dipendenza dalla lingua è limitata alle poche carte sviluppo e anche in questo caso è sufficiente un inglese scolastico per comprenderne a pieno il senso (specie per chi ha già dimestichezza con I Coloni di Catan).
Il sistema perde alcune peculiarità, come i porti e le città, ma ne guadagna in fluidità: municipi, monumenti, carte punti, bonus per la strada più lunga e per l'armata più grande valgono tutti 1 punto e risulta molto semplice tenere d'occhio il punteggio degli avversari e quanto manca alla fine della partita. Il setup iniziale è veloce, dato che gli esagoni e i numeri di produzione sono prestampati. Nonostante venga meno la variabilità del Catan base, il gioco ne guadagna in bilanciamento: tutti riescono sempre a produrre qualcosa e ci sono più del doppio di caselle rispetto al gioco base.

In conclusione, se non avete ancora provato "I Coloni di Catan" o se siete alla ricerca di una bella edizione del gioco, questo Catan Geographies: Germany è sicuramente una validissima alternativa e un'ottima introduzione soprattutto per i giocatori occasionali. Se invece siete veterani di Catan potreste non trovare nulla di nuovo in questa edizione e, anzi, rimanere delusi per la mancanza di variabilità e di espandibilità.

Pro: 

Materiali davvero bellissimi. L'almanacco storico è una chicca per gli amanti della Germania e gli estimatori del lavoro di Michael Menzel troveranno un nuovo motivo per apprezzare questo artista.
Conserva il feeling de "I Coloni di Catan" semplificandone le regole e i tempi di gioco.
Ideale per i neofiti.

Contro: 

Il setup predefinito (niente variabilità nel posizionamento degli esagoni e dei numeri produttivi) rispetto al Catan base potrebbe limitarne la rigiocabilità.
A differenza del suo illustre predecessore, questa edizione non prevede espansioni.
Per i veterani di Catan le novità introdotte sono davvero poche per giustificare l'acquisto.

Contenuto: 

tabellone raffigurante la mappa della Germania nel tardo Medio Evo, 120 carte (90 Risorse, 26 Sviluppo, 4 Costi di Costruzione/Setup iniziale), 2 porta carte, 141 pedine in plastica (80 strade, 48 municipi, 12 monumenti, 1 mercenario "Götz von Berlichingen"), 2 d6, regolamento e 1 almanacco con note storiche sulla Germania.

Score: 
0.00
Hits: 
2 169