Day of the Chariot: Kadesh

Autore: 
Immagine copertina: 
Voto Recensore: 
7

Ambientazione
La battaglia di Kadesh (Qadesh) fu combattuta sulle rive del fiume Oronte, nell'attuale Siria, nel 1284 a.C., tra le forze egizie di Ramesse II e quelle Ittite di Muwatalli II.
Kadesh è la prima battaglia di cui esiste una dettagliata documentazione storica anche se versioni contrastanti si sono accumulate nei secoli: questo ne ha permesso la ricostruzione e la simulazione.
Storicamente la battaglia segnò la conclusione di una conflitto ventennale tra le due grandi potenze dell'epoca (Egizi ed Ittiti). L'esito politico della battaglia e del conflitto è ancora incerto e confuso: entrambi i contendenti rivendicarono la vittoria. La letteratura apologetica egizia celebrò la vittoria del Grande Ramesse II nel Poema di Qadesh scolpito in numerosi templi e steli dell'antico Egitto. D'altro canto sono stati trovati documenti ittiti che attestavano la vittoria di Muwatalli II.

Materiali
Il gioco è allegato alla rivista in lingua inglese Against the Odds Nr. 21. che comprende anche il mini-gioco Desert Duel - First Alamein.
Day of the Chariot: Kadesh viene giocato su di una mappa formato A1 a griglia esagonale. La qualità della mappa e delle numerose pedine è buona e non inferiore a quella di numerosi titoli equivalenti (per genere) venduti in scatola a prezzi decisamente superiori. Il rapporto qualità/prezzo è eccellente. Il manuale di gioco, le schede (comprendenti le tabelle di risoluzione, la sequenza di gioco, la tabella effetti del terreno,....), i Player Aids (che contengono i box per la disposizione e l'entrata dei rinforzi durante la partita) vengono ricavati estraendo le pagine centrali dalla rivista.
Una nota a parte meritano le pedine: la simbologia impiegata per raffigurare le diverse unità ed i segnalini di stato prende a prestito caratteri e figure tratti dai geroglifici egizi. Ciò non significa che siano di difficile interpretazione: l'originale scelta imprime una gradevole atmosfera al gioco.
Un valore aggiunto è costituito dalla rivista che include diversi articoli storici a commento della battaglia, delle tattiche e delle armi dell'epoca.

Il Gioco
Day of the Chariot: Kadesh propone una simulazione tattica della battaglia attraverso diversi scenari. I giocatori che hanno familiarità con il genere vi riconosceranno le tipiche problematiche:
- lettura tridimensionale della mappa, che comporta effetti del terreno sul movimento, sulla efficacia in combattimento delle unità e sulla gittata delle armi;
- distinzione della unità in merito a tipologia e quindi mobilità, efficacia nel corpo a corpo, capacità di attacchi a distanza, coesione e morale;
- simulazione della catena di comando ed effetti della leadership sulla prestazione delle unità;
- deterioramento delle capacità offensive delle unità dovuto alla stanchezza fisica ed all'erosione del morale delle truppe.
Il sistema di regole, integrato dall'impiego di indicatori di stato (pedine) risulterà mediamente complesso per gli amanti del genere, molto più ostico per il neofita.

Il turno di gioco
Day of the Chariot: Kadesh viene giocato attraverso una sequenza di turni di gioco durante i quali i due giocatori, che controllano Egizi ed Ittiti rispettivamente, si alternano nell'esecuzione di fasi di gioco preordinate.
Il turno di ogni giocatore si apre con la fase dedicata all'attivazione dei rinforzi e alla verifica della catena di comando; le unità “non in comando” subiscono penalità nelle fasi seguenti.
Seguono la fase di movimento e la fase di combattimento: le unità del giocatore non attivo hanno limitate capacità di reazione in entrambe le fasi. Movimento e combattimento sono articolati e strutturati in vari segmenti che simulano assalti, cariche di carri, combattimento a distanza e corpo a corpo.
I tentativi di recuperare coesione e morale delle truppe e l'esecuzione del movimento involontario delle unità in rotta che tendono ad abbandonare il campo di battaglia chiudono il turno.

I giocatori completeranno lo scenario giocato, fino alla risoluzione dell'ultimo turno di gioco, quindi procederanno al conteggio dei punti vittoria, assegnati in base all'eliminazione di unità e leader nemici e al controllo di esagoni chiave della mappa.

Scenari
Day of the Chariot: Kadesh consente di giocare più scenari ricostruiti sulle diverse versioni della battaglia fornita da storici e fonti diverse. In alternativa i giocatori potranno scegliere lo scenario libero, che ha una minor valenza storica ma offre un maggior equilibrio di gioco.

Considerazioni
Negli ultimi 15-20 anni l'egittologia ed in particolare il Regno di Ramsese II hanno a più riprese attratto il grande pubblico attraverso narrazioni romanzate degli eventi. In ambito di boardgame questo interesse è testimoniato dalla esistenza di diversi titoli che ricreano la battaglia di Kadesh. Recentemente la GMT Games ha annunciato la prossima pubblicazione di un titolo espressamente dedicato a questa battaglia mentre uno scenario “battaglia di Kadesh” è incluso nel gioco Chariots of Fire pubblicato in questi giorni sempre da GMT.
Day of the Chariot: Kadesh rievoca tutto il fascino dell'epico scontro tramandatoci dal Poema di Kadesh.
Molte battaglie dell'antichità si risolsero attraverso uno scontro frontale degli eserciti schierati secondo tattiche lineari, dove il più forte prevaleva. La manovra sul campo è pressoché assente.
La battaglia di Kadesh è invece uno scontro animato da manovre in cui gli equilibri continuano ad oscillare. Lo scontro si apre con la massa dei carri pesanti ittiti che travolge la Divisione egizia di P're sorpresa mentre marcia in direzione sud nella piana dell'Oronte. In questa fase gli Ittiti hanno una schiacciante superiorità sul nemico e dopo il primo scontro dovranno decidere se inseguire il nemico in rotta oppure muovere subito contro il campo trincerato egizio della Divisione di Ammone dove si è rifugiato Ramesse II.
La fase che segue è una corsa contro il tempo: gli Egizi devono mobilitare le proprie forze e schierarle a difesa del campo della Divisione di Ammone; gli Ittiti devono sfruttare il vantaggio iniziale e rafforzarlo facendo affluire i propri rinforzi sulla riva occidentale dell'Oronte. Nel gioco, l'ingresso e l'attivazione delle divisioni di rinforzo ittite ed egizie è influenzato dal lancio di un dado: questo è un elemento che introduce variabilità e incertezza nella partita.

Day of the Chariot: Kadesh è un gioco di complessità medio-elevata, che si rivolge agli appassionati di wargame simulativi. Non presentando fattori nascosti (tipici dei giochi card driven) si presta benissimo al gioco in solitario: la presenza di scenari che ricostruiscono le diverse versioni della battaglia ne fa un ottimo titolo per l'analisi storica attraverso sessioni-studio.
Nella classica partita competitiva a due giocatori pesano la durata del turno (30-40 minuti per giocatore), l'elevato numero di unità schierate e la necessità di aggiornare lo stato delle unità posizionando più pedine-indicatore. Le regole reggono in moltissimi casi: occasionalmente ai giocatori sarà richiesto di adattarle ed interpretarle per risolvere peculiari situazioni di gioco.

Pro: 

Il sistema di gioco simula efficacemente i combattimenti di carri e di truppe ausiliarie.
Ottimo rapporto qualità/prezzo.
Analisi dettagliata della battaglia e sua ricostruzione attraverso diversi possibili scenari.
Buona giocabilità nella partita competitiva, in solitario, in sessione studio.
Originale la grafica delle pedine.
Buono il compendio di articoli storici sulla battaglia.

Contro: 

Non immediato: richiede assimilazione e sperimentazione delle regole.
Le regole a tratti devono essere interpretate, integrate e concordate tra i giocatori.
Partita lunga; alcune routine di risoluzione del gioco devono essere ripetute più volte, ad ogni turno, per tutte le unità impegnate in combattimento.

Contenuto: 

mappa di gioco, 320 pedine multicolore, manuale delle regole e Player Aids che includono diversi fogli (vedi Materiali nella recensione).

Score: 
0.00
Hits: 
1 882