Draco

Autore: 
Immagine copertina: 
Voto Recensore: 
7

Ambientazione
Draco ha la classica ambientazione fantasy, dove i giocatori impersonano dei dragonlords che si sfidano tra di loro in una gara di velocità. I signori dei draghi saltano da un drago all'altro durante la corsa nel tentativo di sfruttare i draghi che danno maggior punti e cercando di penalizzare i loro avversari. I draghi vengono mossi in base alle carte che il giocatore ha in mano, valutando la casella di destinazione e quindi i relativi punti che si prendono portando quel drago su quella casella. L'ambientazione di Draco è scuramente l'aspetto meno riuscito del gioco, la corsa che prevede un circuito poteva tranquillamente essere quelle delle gare automobilistiche. Giocando si respira un'aria di astratto.

Il Gioco
La plancia a doppia faccia (un lato per 2-3 giocatori, l'altro per 4-5) rappresenta il percorso che i draghi dovranno affrontare, ogni casella/pietra riporta dei piccoli numeri in alto e sono tutte dello stesso colore tranne due tipi, il blu ed il verde. Questi due colori rappresentano le uniche due condizioni speciali del percorso, A inizio turno ogni giocatore riceve sei carte che rappresentano i vari colori dei draghi, ogni carta riporta anche un numero che indica di quante caselle quel drago si potrà muovere.
Semplicemente al proprio turno si sceglie una carta e si muove il drago dello stesso colore di quante caselle sono riportate sul numero indicato sopra la carta. La carta resta a terra davanti al giocatore, nel caso un altro giocatore attivi una delle caselle speciali, si prenderanno gli eventuali punti in base al colore dell'ultimo drago giocato.
E' permesso giocare un drago dello stesso colore di un altro giocatore, ma non è possibile tenerlo davanti a se, bisogna scartarlo subito dopo averlo mosso. In altre parole ho davanti a me una carta drago rosso decido di giocare una carta con il drago nero che mi fa muovere di tre, risolvo eventualmente il movimento addizionale, poi la scarto e resto con il drago rosso come ultimo drago giocato.

Come dicevo le caselle sono tutte uguali, tranne le caselle blu e verdi. Le prime corrispondono ad una valutazione minore, cioè solo i draghi che si trovano su caselle di valore 3 o inferiore si muovono. Le seconde corrispondono ad una valutazione maggiore, tutti i giocatori guadagnano tanti punti quanti indicati sulla casella sulla quale si trova il proprio drago. Alla fine del percorso ci sono quattro caselle speciali, ogni volta che un drago raggiunge la vetta si procede con una valutazione generale.
Il gioco finisce non appena il terzo drago raggiunge la vetta, si effettua un'ultima valutazione (maggiore) e il gioco finisce immediatamente senza concludere il giro.

Considerazioni
Draco è un gioco semplice e veloce che non ha particolari pretese, riuscendo a divertire senza "impegnare" molto i giocatori. La semplice meccanica del gioco lo rende adatto a tutti, sin dall'inizio i giocatori capiscono l'importanza di gestire bene le loro carte, cercando di non avvantaggiare con scelte di movimento frettolose gli avversari. Non bisogna semplicemente muovere i draghi, ma si deve tenere costantemente sotto controllo i propri avversari, valutando il tipo di drago che stanno giocando e sopratutto dove si trova sulla plancia. L'aspetto negativo è dato sicuramente dalla scarsa rigiocabilità, il fattore fortuna nella pesca delle carte lo rende sotto certi aspetti poco strategico. Delle carte particolarmente sfortunate possono influenzare negativamente la partita di un giocatore, elemento questo comune a molti giochi. Personalmente Draco mi è piaciuto, non è un capolavoro, ma riesce a far passare una mezz'oretta spensierata.

Pro: 

Si spiega in un attimo ed è veloce da giocare.
Ottimo anche in 5.
Costo contenuto.

Contro: 

Semplicità, forse alla lunga il gioco potrebbe risultare noioso.
Fattore aleatorio ben presente nel gioco.
Scatola troppo grande per il contenuto.

Contenuto: 

10 draghi di legno, 10 segnalini cavaliere, 110 carte draco, 1 plancia, il regolamento.

Score: 
6.83
Hits: 
3 035