Heroes Wanted

Autore: 
Immagine copertina: 

QUESTA E' SOLO UN'ANTEPRIMA DEL GIOCO SCRITTA A SEGUITO DELLA SOLA LETTURA DEL REGOLAMENTO. CHIUNQUE VOLESSE SCRIVERE UNA RECENSIONE E' BENE ACCETTO! 

scritto da Agzaroth

In Heroes Wanted, di Nick Little e Travis Chance, da 1 a 5 giocatori assumono il ruolo di giustizieri del crimine, in competizione tra loro per entrare nell'unico posto vacante delle locale squadra di Supereroi: i Campioni di Zeta City. Fortunatamente, in questo momento c'è proprio un cattivone che affligge le strade della città e sarà il perfetto banco di prova per gli aspiranti eroi. Combattendo il cattivo e la sua legione di seguaci – e a volte combattendosi pure tra loro – gli eroi guadagneranno fama e il migliore vincerà la partita. 
Hai quello che serve per entrare a far parte degli Campioni di Zeta City? C'è solo un modo per scoprirlo!
 
Ogni partita di Heroes Wanted inizia scegliendo lo scenario da affrontare. Questo implica un tabellone, un setup, il piano malvagio del cattivo di turno e i componenti speciali richiesti.
 
Successivamente i giocatori selezionano l'eroe che ciascuno vuole impersonare. Questo avviene sorteggiano 3 carte parte “A”, che dipingono la parte superiore del personaggio (testa e spalle) e scegliendone una. Poi si sorteggiano 3 carte “B” (con busto, braccia e gambe) e se ne sceglie ugualmente una. Combinando le due carte selezionate, si crea un supereroe unico e particolare...
 
Dopo la creazione del proprio eroe, ogni giocatore riceve casualmente una “mania” particolare da abbinare al suo personaggio. Queste carte sono opzionali, ma dotano gli eroi di una carica comica che aiuta particolarmente a creare l'atmosfera al tavolo. Se decidete di utilizzarle, fallire nell'interpretare la propria mania comporta una riduzione nel punteggio finale. In ogni caso, chi si perderebbe l'opportunità di interpretare cose come queste: pose narcisiste; ossessione per il lavoro di squadra; avere un imbarazzante grido di battaglia?
I giocatori ricevono poi un mazzo Azioni standard più altre speciali dipendenti dal proprio tipo di eroe. Queste tipologie sono le seguenti:
- Cosmico: questi eroi possono usare le ferite a proprio vantaggio
- Mutante: questi eroi hanno poteri variabili
- Tecnologico: questi eroi hanno poteri basati sulla tecnologia
- Vigilante: questi eroi sono capaci di sfruttare la fortuna derivata dai tiri di dado tramite la loro gestione del rischio.
 
Dopo la creazione degli eroi, il cattivo è creato allo stesso modo scegliendo una carta A e una B e unendole. Infine si sorteggia il primo giocatore e la partita procede da lui in senso orario.
 
IL GIOCO
La partita si articola in une serie di turni, in ciascuno dei quali prima agiscono gli eroi, poi il cattivo.
Al proprio turno un eroe gioca e risolva una delle carte azione a sua disposizione oppure sceglie di riposare per riprendere in mano tutte le carte precedentemente giocate. Tali carte includono azioni tipo: muovi, colpisci, para, danneggia, ecc. L'eroe applica gli effetti della carta per intero e controlla se la sua azione ne ha attivati altri come un superpotere, abilità speciali, la carta di un altro eroe, un cambio nell'ordine di turno, ecc.
Una volta risolti tutti gli effetti scatenati dalla carta giocata, il proprio turno finisce ed inizia quello di un altro giocatore. 
 
Dopo tutti gli eroi, viene il turno del cattivo che esegue le sue azioni come programmato dalla AI del gioco, diversa da scenario a scenario. Il segnalino del cattivo procede sul tracciato del terrore ed attiva ogni effetto descritto sullo spazio raggiunto. Poi sia il cattivo che i suoi malvagi seguaci attaccano ogni singolo eroe in ordine di turno. Il danno inflitto dal cattivo è determinato dalle sue carte, mentre quello dei seguaci dal loro numero e vicinanza rispetto all'eroe assalito. Una volta determinata l'entità del danno, l'eroe deve scartare carte dalla mano per un valore totale pari o superiore a tale danno, oppure ricevere una ferita e finire al tappeto. 
Una volta terminati tutti gli attacchi, inizia un nuovo turno per gli eroi.
 
Non è possibile per gli eroi attaccarsi direttamente a vicenda in fase Azioni neanche se l'attacco risulterebbe dall'attivazione di una abilità speciale. Tutte le situazioni in cui ciò accadrebbe sono invece risolte come un attacco del cattivo e se l'eroe viene messo al tappeto, l'eroe che ha scatenato l'attacco guadagna punti fama.
 
Il gioco procede fino alla sconfitta del cattivo o fino all'esaurimento dei turni stabiliti per batterlo. In ogni caso ci sarà un punteggio finale stabilito contando la fama guadagnata durante la partita più quella addizionale ottenuta tramite particolari condizioni di scenario.
Chi ha accumulato più punti fama è dichiarato vincitore.
 
PRIME IMPRESSIONI
Innanzitutto lasciatemi puntualizzare che conosco l'autore da anni. Secondariamente, vi assicuro che questo è un grande gioco e la mia opinione sarebbe la stessa anche senza conoscere personalmente Nick e Travis. 
È un gioco solido che ingloba gestione del mazzo e controllo territorio con una rigiocabilità pressochè infinita garantita dalle molteplici combinazioni di eroi e cattivi e dagli scenari molto diversi tra loro. 
Cosa ci può essere di negativo? Vi ho già detto che è una vera bomba la combinazione di elementi ilari e il gameplay comunque impegnativo? Io non sono un estroverso, ma mi è capotato di fare l'eroe narcisista e sparavo pose improbabili una dietro l'altra, divertendomi molto e facendo ridere tutto il tavolo.
Attualmente, sperando di fare qualche altra partita, valuterei Heroes Wanted con un 8, che lo piazzerebbe nella mia top-50 di sempre, probabilmente attorno alla 30^ posizione. E se la merita tutta.
 
Parte del suo fascino è dovuto al fatto che riesce a combinare alcuni dei migliori elementi dei giochi strategici - meccaniche solide, decisioni importanti, opportunità di fare giocate intelligenti - abbinate allo spirito sociale e ilare dei migliori party games. In più riesce a fare tutto questo esaltando perfettamente l'ambientazione concernente i supereroi.
 
Parliamo dell'ambientazione per un momento. Heroes Wanted non è ispirato o legato alle serie animate, ma è quanto di più vicino si possa trovare. Se sei un nerd che ha letto un po' di fumetti eroico demenziali, non potrai resistere ad impersonare Pugno di Pelle, Tipo Scalzo, Cervello Coraggioso o Furia Vagabonda. E a parte gli eroi, avrai la possibilità di combattere e sconfiggere Capo Cactus, Mamma Fulmine, Modella Dominatrice! E dovrai sventare diabolici piani come la stampa e la diffusione di DVD pirata! Il senso comico di questo gioco parla direttamente allo spirito nerd di ognuno di noi e lo riempie di soddisfazione!
 
A parte il tema spettacolare, il resto del gioco è solido e bilanciato. Nelle partite che ho fatto è sempre stato il giocatore più abile e a vincere. Lo so perchè io personalmente mi sono accorto di giocare proprio male. Comunque ammetto con non tutte le infinite combo possibili possano essere state playtestate a dovere e suppongo alcune saranno migliori di altre. 
Gli autori lo dipingono come un gioco tattico e sono d'accordo che l'opportunismo sia remunerato parecchio in questo titolo, ma secondo me ci sono comunque elementi strategici. Questi emergeranno maggiormente progredendo col numero di partite, man mano che si fa esperienza con le carte e si conoscono le proprie e quelle avversarie. Se un eroe è davvero più forte nel battere i seguaci e quindi guadagnare fama in questo modo, puoi tentare di deviarli lontano da lui oppure attaccarlo direttamente. L'opzione di attaccare direttamente un giocatore è un sistema di bilanciamento del gioco stesso perché consente al tavolo di rallentare un giocatore troppo potente.
Inoltre la grande varietà e la randomicità del tutto, che fanno parte del fascino del gioco, potranno costituire un limite per chi è interessato solo alla vittoria e all'ottimizzazione delle proprie mosse. Se l'interazione diretta non è per te sufficiente come elemento di bilanciamento, allora forse Heroes Wanted non fa per te.
 
Sebbene io sia un grande fan del gioco, qualche piccola critica ce l'ho comunque. Non mi piace molto lo schema fisso con cui il cattivo s sposta sulla plancia. Ammetto anche di non avere una soluzione migliore, ma semplicemente mi pare una cosa molto arida. Capisco sia necessaria una meccanica per muovere il cattivo ed è anche utile sapere in anticipo dive si recherà, ma è la parte del gioco che mi piace meno.
 
C'è anche un problema legato al fatto che prendi una grossa ricompensa solo se sconfiggi il cattivo, mentre tutti quelli che lo hanno indebolito prendono molto meno. Perciò, a un certo punto, se non puoi sconfiggerlo, non ha senso continuare a indebolirlo per magari far guadagnare i punti a un altro. In poche parole ci sono piccole note stonate che possono emergere dopo molte partite ma devono comunque essere a conoscenza dei possibili acquirenti.
 
In conclusione, se cerchi un gioco dai forti connotati sociali, con una forte ambientazione, eccezionalmente rigiocabile, e una buona parte strategica e tattica, Heroes Wanted è la risposta per te e i tuo gruppo. Non ho conosciuto nessuno che non si sia divertito a provarlo. Chi ama i giochi da tavolo ama Heroes Wanted? Che altro puoi chiedere a un gioco? Turbo Cervello potrà forse conoscere la risposta, ma l'unico modo per chiederglielo è giocare a Heroes Wanted!
Score: 
0.00
Hits: 
0