Kayanak

Autore: 
Immagine copertina: 
Voto Recensore: 
7

Kayanak è uno dei tanti gioiellini della Haba, la casa di produzione specializzata in giochi per i più piccoli.
Il gioco per i più piccoli simula la pesca sulla banchisa polare.
Obiettivo è di muovere il proprio segnalino alla ricerca delle zone più pescose e catturare il maggior numero di pesci.

Preparazione
Si svuota la scatola e si dispongono le sfere di metallo all'interno, posizionando poi sopra le due componenti della plancia. Si inserisce quindi tra le due un normalissimo foglio A4.
In tal modo il foglio di carta formerà la banchisa da forare per raggiungere i pesci rappresentati dalle sfere di metallo sottostanti.
Si posizionano poi i "pescatori" dei giocatori (Eschimesi od Orsi polari) sulle diverse zone del tabellone.

Il gioco:
Partendo dal primo giocatore e proseguendo per tutta la partita in senso orario, a turno, ogni giocatore lancia i dadi e applica i risultati ottenuti, che possono essere:
- muovere il proprio pescatore;
- fare un buco nel ghiaccio (si utilizza il retro della canna per forare il foglio A4);
- pescare;
- piazzare un segnalino "pericolo ghiaccio sottile" che impedisce ai giocatori di attraversare la zona;
- rimuover il segnalino "ghiaccio sottile";
- ghiacciare un foro sul ghiaccio (chiudere un foro già aperto).

Il gioco richiede di muovere il proprio segnalino sulla plancia e, dopo aver forato il ghiaccio, tentare la pesca. Se nella zona sottostante sono presenti i pesci (le sfere di metallo) queste vengono catturate dalla calamita presente sulla canna e possono venire estratte e depositate nel proprio contenitore.
Le sfere piccole valgono 1 pt. quelle grandi 2.

Piazzando invece i segnalini del ghiaccio sottile e quelli che ghiacciano i fori aperti si può cercare di ostacolare gli avversari.

Il gioco termina quando un giocatore ha catturato il 15° pesce. Vince chi realizzato il punteggio maggiore.

Considerazioni
L'idea è semplice e ben realizzata si ha veramente la sensazioni di pescare sulla banchisa polare.
La fortuna gioca la sua parte in modo pesante, sia per il lancio dei dadi che per la fase di pesca; spesso si pesca in numerose zone raccogliendo un magro bottino mentre l'avversario con un'unica pescata cattura numerose prede. Ma trattandosi di un gioco sulla pesca forse la componente fortuna non è poi così fuori luogo.
I materiali sono ben fatti anche se non perdere le sfere di metallo è veramente un'impresa.

La votazione è fatta sulla base dei giocatori a cui si rivolge.

Pro: 

Ambientazione ben resa e materiali pregevoli

Contro: 

Non aspettatevi scelte tattiche: la fortuna regna sovrana.

Contenuto: 

1 Plancia di gioco (formata da due componenti sovrapponibili)
4 Segnalini (Eschimesi nella 1° edizione ed orsi polari nella 2°)
1 Canna da pesca con un magnete al posto dell'amo
15 Sfere di metallo (pesci grandi)
75 Sfere di metallo piccole (pesci piccoli)
4 contenitori in diversi colori

Score: 
0.00
Hits: 
1 730