Kheops

Autore: 
Immagine copertina: 
Voto Recensore: 
7

Ambientazione
Siamo in Egitto, all'epoca della quarta dinastia (2600 a.C.). Il faraone ha fatto convocare i suoi 2 migliori architetti per far costruire la sua piramide. Essi dovranno mostrare il proprio talento e la propria abilità per consegnare alla storia il proprio nome insieme a quello del faraone, altrimenti per loro ci sono i coccodrilli del Nilo sempre affamati!

Il Gioco
Ciascun giocatore, che interpreta uno degli architetti, ha lo scopo di totalizzare il maggior numero di punti al termine della costruzione della piramide. I ruoli sono differenziati: il giocatore bianco comincia e possiede una pedina faraone in più, mentre il blu ha il vantaggio non trascurabile di giocare per ultimo. La piramide viene contruita piazzando di volta in volta una tessera triangolare dalla mano dei giocatori in una posizione adiacente a quelle già posizionate; il gioco finisce quando 49 tessere sono posizionate a completare la piramide (una resta nella mano del giocatore bianco). Entrambi i giocatori partono con una mano di 3 tessere, le restanti formano un mazzetto coperto.

I giocatori si alternano nei turni. Il turno consiste di 3 fasi:
1) Piazzamento di una pedina del proprio colore su di una tessera vuota, ed attivare, se possibile, il potere della tessera;
2) Piazzamento di una nuova tessera in posizione adiacente a quelle già posizionate;
3) Pesca di una nuova tessera dal mazzetto delle tessere restanti.

A parte gli operai, le pedine hanno varie abilità: il sacerdote non può essere spostato dall'avversario né la tessera dove si trova può essere manipolata; la mummia può prendere il posto di una pedina avversaria; il faraone conta come sacerdote ma in più vale come 2 pedine ai fini del conteggio.

Ogni tessera, che rappresenta una sala o un corridoio, è dotata di un "potere" che si attiva quando una pedina viene posizionata su di essa; tale potere può ruotare tessere o spostare pedine; inoltre, alcune tessere possono dare punteggi addizionali. L'orientamento delle tessere è importante, poiché se almeno 2 tessere adiacenti contengono sale o corridoi comunicanti costituiscono un sotterraneo, il cui punteggio base è dato dal numero di sale (sono previsti una serie di bonus): tale punteggio viene attribuito al giocatore che possiede più pedine nel sotterraneo.

Come si intuisce è un tipico gioco strategico di piazzamento che ricorda molto la serie "Carcassonne", in cui è importante la pianificazione delle mosse. La pesca delle tessere non è così fondamentale, poiché le alternative durante un turno sono sempre molteplici, ed inoltre avendo una mano di 3 tessere non si è mai costretti a giocarne una in particolare. Anche se lo scambio dei ruoli di per sé non costituisce motivo di variabilità, il gioco è comunque molto vario, ed essendo le partite piuttosto brevi non annoia, anzi avvince anche chi non è avvezzo al genere.

Conclusioni
La componentistica è davvero gradevole (una chicca la ventosa per manipolare le tessere!), anche se le pedine sono piuttosto astratte; la piramide completa dà una sua soddisfazione. Il regolamento, anche se molto snello e multilingue, è purtroppo fatto malissimo, ed i grossolani errori di traduzione (o forse dovrei dire "trascrizione") fanno sì che nessuna delle quattro lingue contenga le stesse informazioni! In particolare, manca un'informazione chiara sull'utilizzo dei poteri delle tessere (riporto in nota la risposta fornitami dall'Autore).

Comunque, un bel gioco sia per chi ama il genere, sia per chi non lo ama, che sarà almeno catturato dalla componentistica e dall'ambientazione. Il prezzo contenuto incoraggia all'acquisto, e le dimensioni ridotte consentono di portarselo in giro.

N.B.: Certo di far cosa gradita, riporto la risposta fornitami dall'Autore riguardo i poteri delle tessere. La regola generale è la seguente: i poteri che agiscono sulle tessere possono agire anche sulla tessera appena piazzata, mentre quelli che agiscono sulle pedine NON possono agire sulla pedina appena piazzata.

Pro: 

Semplice e rapido da imparare pur mantenendo una discreta profondità strategica.
Componenti accattivanti.

Contro: 

Regolamento tradotto malissimo.
La fase del calcolo dei punti, come per molti giochi del genere, può annoiare.

Contenuto: 

50 tessere, 6 bordi della piramide, 18 pedine bianche (15 operai, 1 sacerdote, 1 mummia, 1 faraone), 18 pedine blu (16 operai, 1 sacerdote, 1 mummia), 1 ventosa, 1 blocchetto segnapunti, 1 regolamento in 4 lingue.

Score: 
0.00
Hits: 
2 412