Light Speed

Autore: 
Immagine copertina: 
Voto Recensore: 
8

Io e Stix l'abbiamo preso per caso, convinti che fosse "Speed" (altro gioco di destrezza), ciononostante è stata una bella sorpresa. I suoi 3 euro li vale tutti.

Il foglietto di regole indica come sottotitolo "real-time card game". E già immagino le vostre facce un po' perplesse; ma come in tempo reale? In pratica si prende un tavolo, possibilmente grande, ci si mette una coperta o qualcosa di equivalente per non far scivolare le carte e si piazza al centro una (o due) carte a rappresentare un asteroide. Questa è la nostra ambientazione, lo spazio. In pratica si gestirà l'uscita contemporanea di due o più flotte dall'iperspazio e la successiva battaglia per assicurarsi contemporaneamente la raccolta dei minerali e la distruzione del maggior numero di nemici possibile.

Ok, ognuno ha dieci carte che rappresentano astronavi. Ogni nave ha un valore di velocità (che rappresenta l'ordine in cui agirà nella fase di totalizazione dei punti), un numero di punti ferita compreso tra 1 e 4 e dei raggi laser che indicano in una determinata direzione e fanno un diverso danno a seconda del colore.

Nella fase di piazzamento, appena dato il via, i giocatori inizieranno a piazzare contemporaneamente le carte sul tavolo, stando ben attenti a cercare di colpire l'asteroide e gli avversari ma non le proprie navi. Come si "colpiscono"? Beh con la linea immaginaria che proietteremo dalle nostre astronavi. Una volta staccato il dito da una propria nave questa non potrà più essere toccata. Una volta piazzate tutte le sue navi un giocatore grida STOP e l'avversario sia che abbia messo le sue 9 astronavi o nessuna di queste dovrà smettere comunque di piazzare.

Ora, partendo dalle navi più veloci (i caccia Moth), fino ad arrivare alle enormi e lente Destroyer si sparerà utilizzando dei segnalini (i famosi "puzzilli" del vocabolario goblinesco) i danni subiti e i minerali raccolti. Alla fine si calcola il punteggio in base alle navi che avete distrutto (al loro valore in punti ferita) e ai minerali che le nostre navi superstiti avranno racimolato. Chi ha più punti vince. Alla prossima goblins :)

PS. Sul nostro amato sito trovate la traduzione in italiano del regolamento che ho amorevolemente curato io stesso. E non dite grazie tutti insieme...

Pro: 

Costa in media 3 euro. Anche se non dovesse piacervi costa meno del noleggio di un film. É divertente in due ma il meglio viene in quattro. Immaginate quattro cretini che corrono intorno ad un tavolo dandosi fastidio a vicenda tentando di piazzare le proprie navi con precisione e bastardaggine.

Il meccanismo è molto originale. Probabilmente è unico e dalla mia recensione non si comprendono bene delle meccaniche che diventano comunque chiarissime dopo la prima partita. Dulcis in fundo, sono carine anche le illustrazioni delle astronavi.

Contro: 

Beh, è molto originale, ma è un gioco da 10 minuti. Ammetto che le prime volte esalta ma tenderete a lasciarlo sullo scaffale molto presto. Manca la scatola e i materiali non sono d'elite ma per 3 euro io non mi lamenterei.

Contenuto: 

Quattro armate di dieci astronavi divise in rosso, verde, viola e azzurro; due carte asteroide; un regolamento. Il tutto in una pratica bustina trasparente di plastica, il che tradotto significa: per 3 euro non vorrete anche la scatola vero?

Nota: la confezione non include i segnalini di danno che devono essere reperiti a parte, ne servono 15 per giocatore più 15 aggiuntivi.

Score: 
6.63
Hits: 
2 493