Little Devils

Autore: 
Immagine copertina: 
Voto Recensore: 
6

Ambientazione
Diavoletti divertenti e clima infernale per questo agile gioco di carte.

Il Gioco
Little Devils è il classico filler: gioco che si porta ovunque, si spiega in un attimo e dura 10 minuti.
Le carte del mazzo sono numerate da 1 a 54 e hanno disegnate su di esse un numero di "piccoli diavoletti" compreso tra 0 e 5.
Ad inizio partita ogni giocatore riceve 9 carte.
Il giocatore alla sinistra del mazziere comincia giocando una qualsiasi carta a faccia in su.

Il secondo giocatore gioca una sua carta decidendo se in questa mano si dovranno giocare carte più alte o più basse della prima carta.
Se la seconda carta ha un valore maggiore della prima, allora tutte le carte giocate dai giocatori successivi dovranno avere un valore maggiore della prima carta. Il giocatore che avrà giocato la carta più alta a fine mano, prenderà tutte le carte giocate e le metterà scoperte davanti a se. Lo stesso concetto si applica se il secondo giocatore gioca, invece, una carta dal valore minore della prima. In questo caso gli altri giocheranno carte dal valore minore della prima e colui che avrà giocato la più bassa prenderà tutte le carte a fine mano e sarà il primo a giocare nella mano successiva.
I piccoli diavoletti sulle carte collezionate rappresentano il punteggio negativo.
Il primo giocatore che totalizza 100 diavoletti fa finire la partita, il vincitore è colui che ha meno diavoletti degli altri.

Considerazioni
Il titolo strizza chiaramente l'occhio al classico "Sei", di cui riprende la componentistica e la filosofia di base (pur con diverse meccaniche).
Ottima la fattura delle carte, molto carini e colorati i disegni, chiarissime le istruzioni in italiano.
Come in tutti i giochi di questo tipo le carognate sono dietro l'angolo e questo può aumentare la componente divertimento soprattutto con la giusta compagnia.
E' necessario avere buona memoria per contare le carte che sono uscite e capire il momento giusto per giocarle e per fare le "prese" meno dolorose. Se ciò non accade si rischia di giocare "a casaccio" rendendo il gioco quasi randomico.

Io personalmente nella tipologia dei giochi a "non prendere" preferisco "Alice in Wonderland Parade", ma mi sento di consigliare questo titolo a chi apprezza il classico "Sei", come originale variazione di quest'ultimo.

Pro: 

Si spiega in un attimo.
Piacerà a chi apprezza "Sei".
Buona fattura delle carte.

Contro: 

Rischia di essere randomico se i giocatori non "contano" le carte.
Non piacerà a chi non apprezza "sei".

Contenuto: 

54 carte numerate da 1 a 54, Regolamento.

Score: 
0.00
Hits: 
2 562