Monkeys on the Moon

Autore: 
Immagine copertina: 
Voto Recensore: 
9

Lanciate nello spazio, e per troppo tempo dimenticate, sei tribù di scimmie si trovano in feroce competizione per avanzare il proprio stadio di civilizzazione.
Bene, “civilizzazione” potrebbe essere una parola troppo forte, la maggior parte delle tribù sta ancora combattendo per avere un aspetto quasi umano, ma comunque competono accanitamente.
Fortunatamente Tu, il giocatore, hai modi migliori per impiegare il tempo. Lasciando in disparte i tuoi compagni di tribù hai imparato a riparare le astronavi che vi hanno incagliato su questo sasso in principio.
Ma chi lascerai salire? Alcune tribù non riescono a progredire, vi sono scimmie che esercitano più influenza di altre, ed altre tribù che semplicemente non sopportano la tua vista. Il giocatore che riuscirà a donare la libertà alle scimmie più rispettate ed influenti sarà considerato sicuramente un eroe una volta di ritorno sulla terra!

Il gioco si articola in 2 fasi principali: l'avanzamento delle tribù lungo il cammino della civiltà, che contempla il saper andare sui rollerblade, contare fino ad 8, usare lo shampoo ecc., e la messa all'asta delle scimmie e il loro conseguente l'imbarco sulle astronavi di ritorno a casa.

Può sembrare ostico all'inizio immergersi nel personaggio, in quanto nessuno è di fatto padrone di una tribù. Il giocatore è una scimmia qualunque, forse un pochino più intelligente di altre, che decide di aggiustare tutte le navi e rispedire sulla terra le proprie compagne.

Le 6 tribù sono posizionate all'inizio casualmente in cerchio detto "circolo delle alleanze", ognuna quindi si trovera' quindi le due tribù vicine come alleate e quella opposta come rivale. Al centro del circolo si posiziona il mazzo di civilizzazione costituito da varie carte di colori uguali a quelli delle carte tribu'. Su queste ultime sono posizionate 3 monete favore.
A lato della plancia ci sono la vetrina delle scimmie (costituita un numero di carte scoperte calcolato come numero di giocatori +1) e quella delle astronavi (2 carte scoperte), con i relativi mazzi a fianco.

Ogni giocatore comincia in mano con 1 moneta per colore, 1 carta astronave e 2 carte civilizzazione (queste le rimpinguerà ad ogni turno) che gli permettono di far avanzare la tribù relativa sul percorso della civiltà. Così facendo si possono ricevere 2 monete favore di quel colore, ma si deve pagare il disprezzo della tribù rivale con 1 moneta. Non è necessario fare avanzare esattamente la tribù del colore segnato sulla carta civilizzazione, si può scegliere di fare avanzare un'altra tribù, basta che sia tra le alleate di quel colore.
Se non si hanno monete per pagare il disprezzo bisogna prendersi la carta scorn (sdegno!) di quella tribù che vi costerà punti a fine partita, a meno che non ve ne liberiate prima.

Guadagnando monete si hanno più probabilità di aggiudicarsi scimmie durante l'asta e posizionarle sulle proprie navi (le scimmie hanno un valore da 1 a 5 che indica la loro influenza all'interno della tribù).
Ogni astronave ha un numero massimo di posti, appena viene raggiunto essa parte e fornisce punti (solo se piena), bisogna però porre attenzione a quali scimmie si comperano! se disgraziatamente due scimmie di tribù rivali dovessero dividere lo stesso spazio una delle due verrebbe immancabilmente sbattuta giu dalla nave e questa partirebbe senza fornire punti, portando a casa le scimmie rimaste a bordo (comunque importanti ai fini del gioco).

La partita termina quando finiscono le carte civilizzazione, comprese quelle in mano ai giocatori. Si controlla la posizione delle tribù sul percorso che determinerà la loro classifica finale di arrivo. Ad ogni posizione finale corrispondono due punteggi: capo e sottosegretario. Si controllano poi quanta influenza hanno le scimmie per tribù che ogni giocatore possiede. Chi ha la maggioranza si aggiudicherà il titolo di capo per quella tribù, mentre il secondo quello di sottosegretario.
Navi lanciate piene danno punti, carte Scorn ne tolgono.

Pro: 

Io lo definirei, in base a meccanica, strategie e ritmi, semplicemente geniale.
L'ambientazione è veramente innovativa (quantomeno bizzarra) e la demenzialità delle carte le conferisce un senso di surrealismo incredibile.
Guardando i materiali eccellenti e considerando riduttivo definirlo un gioco di carte, credo che il prezzo sul quale si aggira in internet (17-19 euro) sia giusto.

Contro: 

Le prime partite potrebbero risultare molto difficili a causa del livello di complessità della meccanica di gioco.
Dedicato forse più a giocatori medio-esperti che a dei newbies (anche se la scatola dice 10 anni in su).

Contenuto: 

42 carte Scimmia, 36 carte Civilizzazione, 6 carte Tribù, 6 carte Sdegno, 18 carte Astronave, 1 plancia percorso di Civilizzazione, 6 segnalini Tribù in legno di 6 colori diversi, 42 monete di favore in legno in 6 colori diversi, regolamento e 2 carte Aiuto.

Score: 
7.31
Hits: 
4 315