Perudo

Autore: 
Immagine copertina: 
Voto Recensore: 
7

Tratto da un antico gioco peruviano, Perudo è sostanzialmente un gioco di bluff in cui ogni giocatore ha inizialmente cinque dadi a sei facce ed un bicchiere per contenerli, di uno stesso colore. Ad ogni round, uno dei giocatori perderà uno dei propri dadi, fino ad essere eliminato dal gioco. Quando resta un solo giocatore ancora in possesso di dadi, quello sarà il vincitore.

Ad ogni round, i giocatori lanciano i dadi con il bicchiere e li tengono coperti in modo che gli avversari non possano vederli, quindi il primo giocatore dichiara quanti dadi con un determinato risultato sono secondo lui presenti a tavola. A turno, gli altri giocatori dovranno effettuare una simile dichiarazione, rispettando alcune regole. Innanzitutto, le dichiarazioni devono sempre essere crescenti, aumentando il numero di dadi o il valore degli stessi. Inoltre, un ruolo speciale è rappresentato dai risultati "1", indicati sui dadi con una testa di Inca; questi risultati, infatti, sono considerati jolly (vedi più avanti) e se un giocatore vuole passare ad una dichiarazione sulle teste, anziché su un risultato normale, potrà dimezzare il numero di dadi; analogamente, da una dichiarazione sulle teste è possibile tornare ai risultati normali, raddoppiando però il numero di dadi e aggiungendone uno.

Se una dichiarazione sembra impossibile da rispettare, anziché dichiarare a sua volta, un giocatore può dubitare: in questo caso tutti i bicchieri vengono sollevati e si controlla chi ha ragione, considerando che le eventuali teste sono considerate jolly e quindi vanno a favore della dichiarazione contestata. Il giocatore che ha torto perde a questo punto un dado e sarà lui ad iniziare il round seguente.

Quando un giocatore resta per la prima volta con il suo ultimo dado, viene chiamato "Palifico": nel round che inizierà, non sarà possibile agli avversari modificare il tipo di risultato da lui dichiarato, sia esso di tipo normale o si tratti di teste. Inoltre, un giocatore che abbia perduto almeno un dado, può arrestare il gioco dopo una qualsiasi dichiarazione: in tal caso i bicchieri vengono scoperti e se la dichiarazione corrisponde esattamente ai dadi presenti a tavola, quel giocatore può riprendere uno dei suoi dadi.

Vincitore nel 1993 dello Spiel des Jahres.

Pro: 

Perudo è un gioco molto semplice, divertente e adatto anche a giocatori non esperti. L'interazione è continua ed è possibile escogitare innumerevoli bluff per pilotare il round a proprio vantaggio, indipendentemente dal lancio dei dadi. I materiali sono buoni e le regole sono semplici, anche se una partita di prova è consigliata per comprendere a fondo il meccanismo delle dichiarazioni.

Contro: 

E' solo un gioco di dadi e bluff. Se cercate qualcosa di più articolato, certo non fa per voi. Infine, non è molto facile da trovare.

Contenuto: 

30 dadi a sei facce divisi in 6 colori, 6 bicchieri di colori diversi (gli stessi dei dadi), una sacca di tela e il regolamento.

Score: 
7.47
Hits: 
20 451