Sì, Oscuro Padrino!

Autore: 
Immagine copertina: 
Voto Recensore: 
8

Questo gioco nasce da "Sì, Oscuro Signore!" (SOS!). viene cambiata totalmente l'ambientazione che non è più quella del tipico mondo fantasy ma è l'America del proibizionismo anni 20. Vengono cambiate anche altre cose nella meccanica del gioco, ora le vediamo.

Come in SOS! uno dei giocatori rappresenta il padrino, il capo della famiglia mafiosa che governa la città. Il padrino è adirato perché qualcuno si è preso la sua borsa con i soldi, qualcuno della famiglia per di più.

I giocatori rappresentano uno dei diversi componenti della famiglia del boss e ognuno di loro ha la possibilità di mettere le mani sul malloppo. I personaggi a disposizione sono: Gorilla, Moglie, Contabile, Figlia, Autista, Cameriera, Avvocato, Amante, Killer e Figliastra. Se notate, sono alternati un maschio e una femmina, questo perché ogni personaggio "ama" o comunque protegge il personaggio successivo e non potrà mai scaricare la colpa su quel personaggio, anzi, dovrà proteggerlo. I personaggi devono essere scelti nell'ordine scritto; giocando in 5 ci saranno obbligatoriamente Boss, Gorilla, Moglie, Contabile e Figlia e la Figlia avrà come personaggio prediletto il Gorilla.
Le carte più importanti sono le carte “borsa” e le carte “umore del boss”. Il livello di umore del boss cambia a seconda del numero di carte scusa usate per scaricare la colpa su un altro giocatore e limita il tipo di carte scusa che si possono usare. Se l'umore è rosso si usano solo carte scusa rosse, se l'umore è verde si usano tutti i tipi di carte.
Il tipo di carte Scusa accettate dal Boss influisce anche sulle carte borsa, le carte verdi permettono di visionare la carta Borsa di fronte a sé, quelle gialle fanno ruotare le carte borsa sul tavolo e quelle rosse permettono di scambiare la propria carta Borsa con quella di un altro giocatore. Quando la carta Scusa giocata è gialla, se il boss l'accetta si applica l'effetto delle carte gialle alle carte Borsa.
Si possono contraddire le scuse di altri giocatori se il loro racconto contiene un elemento contenuto nelle carte che abbiamo in mano.
Si può intervenire nel racconto del personaggio prediletto in qualsiasi momento usando una sola carta a turno.

La partita termina in 2 casi: quando il boss usa la carta cemento su un giocatore che non lo ha convinto o quando il mazzo delle carte scusa si esaurisce. In questo caso il boss gioca la carta cemento su un qualsiasi giocatore che non lo ha convinto durante il gioco.
Le scarpette di cemento vengono messe anche al personaggio che aveva come prediletto l'accusato.
Se uno dei 2 accusati aveva la borsa con i soldi il boss vince la partita. Se il denaro lo aveva un altro giocatore la partita la vincono lui e il suo prediletto.

Pro: 

Le carte sono belle con disegni adeguati all'ambientazione che fanno molta atmosfera.
L'inserimento dell'umore del boss rende il gioco più tattico.
La partita ha una durata accettabilissima mentre in SOS! si può protrarre a lungo.
Volendola prendere sul ridere si può ridere davvero tanto.

Contro: 

Per il boss trovare la borsa con i soldi è difficile.

Contenuto: 

110 carte suddivise in: 11 carte personaggio (1 per il boss 10 per il resto della "famiglia"), 3 carte umore (verde, giallo, rosso), 1 carta cemento, 11 carte borsa (1 con i soldi le altre no), 84 carte scusa (28 verdi, 28 gialle, 28 rosse) e il regolamento.

Score: 
6.20
Hits: 
10 378