Spartacus: The Serpents and the Wolf Expansion Set

Autore: 
Immagine copertina: 
Voto Recensore: 
8

Introduzione
A meno di un anno dall'uscita del gioco base, l'autore del gioco pubblica questa espansione, che ha il pregio di offrire l'opportunità di giocare fino a 6 persone, oltre a far combattere nell'arena più gladiatori contemporaneamente con la regola del "Primus".

Ambientazione
L'ambientazione è la stessa del gioco base, ovvero la Capua brulicante di intrighi in cui i lanisti competono nel mercato e nell'arena per acquisire una posizione predominante.

Il gioco
Per quanto riguarda il funzionamento del gioco base, rimando alla recensione relativa.
Parlando invece delle novità introdotte con questa espansione, la più importante è senza dubbio l'aggiunta della possibilità di giocare anche in 5 o 6. Diversamente da moltissimi altri giochi, questo non genera tempi morti soporiferi nell'attesa del proprio turno. Al contrario i giocatori sono sempre e comunque immersi nel gioco, per giocare e difendersi dagli intrighi, per partecipare alle aste nel mercato, per combattere con i loro gladiatori nell'arena o per fare il tifo per il gladiatore o la coppia di gladiatori su cui hanno scommesso i loro denari.

Altra aggiunta molto gradita è la possibilità, finalmente, di poter combattere a coppie nell'arena, invece che limitarsi all'uno contro uno. Questo particolare tipo di scontri viene chiamato "Primus", e lo possono indire solo i Dominus che sono giunti almeno ad avere 10 in influenza o i giocatori che usano una certa carta Intrigo.
Quando si verifica un Primus, i giocatori possono mandare uno dei loro gladiatori nell'arena, e un giocatore non può essere invitato due volte a meno che qualcun'altro rifiuti l'invito rendendo necessaria questa eventualità.
Dopo aver fatto le squadre, lo scontro nell'arena può avere inizio, ma badate... alcuni dei nuovi gladiatori hanno la regola speciale "Treacherous" e possono passare all'altra squadra, trasformando un equilibrato 2 contro 2 in uno scontro impari 3 contro 1!
Unico aspetto del primus che non mi ha convinto molto è che, come già detto, se ne può indire uno solo in condizioni molto particolari: usando una determinata carta Intrigo (ce ne sono solo 2 nel mazzo) o quando si arriva a 10 di influenza. Se ne vedranno quindi pochi, e in prevalenza alla fine del gioco.

Terza ma meno importante novità sono alcune delle nuove carte reazione, che per essere giocate hanno come requisito di avere più o meno influenza del giocatore avversario interessato.

Le due nuove casate sono ben caratterizzate, ma così ad occhio direi che sono meno potenti rispetto a quelle del gioco base (in particolare rispetto a quelle di Glaber e Tullius), non avendo poteri che permettono di guadagnare influenza come le altre, e quindi di dare la zampata finale al momento giusto. Il gioco però tende ad bilanciarsi tramite le ralazioni fra i giocatori: solitamente il Dominus in testa viene tirato giù dagli altri giocatori.

Come ultima aggiunta, non vanno scordate le nuove carte Mercato, tra cui potrete ritrovare moltissimi altri personaggi, in particolare gladiatori, della serie TV.

Conclusioni
In conclusione, il gioco rimane tale e quale al base, con qualche piccola modifica che non va ad intaccare minimamente il modo di giocarlo. Le aggiunte che lo rendono interessante per chi ha il gioco base sono per l'appunto quelle del Primus e quella dell'estensione a 5-6 giocatori. Può sembrare poco per uno che non conosce il gioco, ma un'espansione di un gioco, pur se aggiunge poco, non può essere a mio avviso valutata meno del gioco base, se quel poco che aggiunge rende di fatto il gioco più divertente! Per questo motivo mi sento in dovere di dargli per lo meno lo stesso voto del gioco base, e solo perché non si possono aggiungere frazioni di valutazione, perché in quel caso il voto effettivo sarebbe stato un bell'8 e mezzo!

Elementi di sintesi
Materiali
Segnalini solidi, carte della stessa buona qualità del gioco base, e le due nuove miniaturine sono perfettamente integrabili con le altre.

Regolamento
Regolamento di una decina di pagine, molto semplice da capire come quello del gioco base.

Scalabilità
Come nel gioco base, il gioco a 3 non è godibile come quello a 4, ma è sempre divertente. In 5-6 dà il suo meglio, ma aspettatevi una durata di gioco superiore a quella del gioco base (una volta e mezzo se si gioca in 6, un po' meno se si gioca in 5).

Durata
Varia dalle 2 alle 4-4,5 ore, in funzione del numero dei partecipanti e dei punti Influenza da cui si è scelto di partire.

Dipendenza dalla lingua
Testo presente sulle carte, dipendenza dalla lingua media (basta una conoscenza scolastica dell'inglese).

Pro: 

Nonostante l'aggiunta di quinto e sesto giocatore, i tempi morti sono comunque praticamente assenti.
La battaglia 2 contro 2 è divertente e un po' più strategica di quella base.
I nuovi gladiatori, schiavi ed equipaggiamenti aggiungono ulteriore varietà al gioco.
Costo contenuto.

Contro: 

La durata in 5-6 è maggiore rispetto a quella già considerevole del gioco base.
Le due novità più importanti del gioco (2 giocatori in più e scontri tra più gladiatori) potevano con minimo sforzo essere già introdotte nel gioco base.

Contenuto: 

2 miniature per i combattimenti nell'arena, 2 Schede dei Dominus Varinius e Seppius, segnalini per i suddetti Dominus, nuove carte Intrigo, nuove carte Mercato e il manuale.

Score: 
0.00
Hits: 
2 605